In questo articolo andremo ad analizzare le novità incluse in Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn

Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn
Xubuntu è una derivata che va a coniugare la leggerezza, personalizzazioni e funzionalità dell’ambiente desktop XFCE con le qualità e stabilità di Ubuntu. Il risultato è un sistema operativo stabile, leggero e dotato di numerose personalizzazioni oltre ad alcune applicazioni dedicate come ad esempio Theme Configuration, Light Locker ecc. Con Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn non troviamo grosse novità confronto la release precedente, le differenze principali arrivano soprattutto dai vari aggiornamenti che rendono il sistema operativo più stabile, performante e sicuro.

Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn include alcuni aggiornamenti riguardanti l’ambiente desktop XFCE quali: Catfish 1.2.1, Xfwm4 4.11.2, xfce4-appfinder 4.11.0, xfce4-notifyd 0.2.4-3, xfce4-settings 4.11.3, xfce4-power-manager 1.3.2, xfce4-whiskermenu-plugin 1.4.0, xfdesktop4 4.11.7, xfce4-panel 4.11.1, lightdm-gtk-greeter 1.9.0, Light-locker-settings 1.4.0, Menulibre 2.0.5e Mugshot 0.2.4.

Da notare anche il nuovo player manager Parole aggiornato alla versione 0.7.0, aggiornamento che porta con se il supporto per Clutter, consentendo quindi l’accelerazione grafica OpenGL, oltre a correggere l’errore del backend di GStreamer riscontato da moltissimi user nelle versioni precedenti.

Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn - Impostazioni di Sistema

Gli sviluppatori Xubuntu hanno deciso di rimuovere il client IRC XChat (sarà comunque disponibile nei repository ufficiali), visto che possiamo accedere alle varie chat IRC utilizzando Pidgin, software di messaggistica istantanea aggiornato alla versione 2.10.9.

Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn include Inxi, uno strumento per raccogliere informazioni di sistema, Power manager include la nuova opzione per gestire la retroilluminazione della tastiera, rivisitato anche il plugin che mostra lo stato della batteria, che ci consente di avere informazioni sulla batteria di dispositivi collegati e gestire la luminosità della retroilluminazione del display.

Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn - Display Manager LightDM

Novità anche per lo Switcher ALT+Tab che aggiunge il supporto per mouse, potremo quindi fare un click sul una finestra per accederne, Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn aggiunge anche nuove opzioni dalle impostazioni di sistema, esempio troviamo la possibilità di visualizzare collegamenti nascosti nella scrivania.

Il tema di default in Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn aggiunge il supporto per GTK+3.12, da notare il colore predefinito viola (da Theme Configuration possiamo comunque ripristinare il colore blu di default nelle versioni precedenti), nuovo anche lo sfondo di default, debuttano anche nuove icone di default, nuove anche le nuove icone monocromatiche del pannello di XFCE.

Ecco il video dedicato a Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn

Xubuntu 14.10 Utopic Unicorn include anche il nuovo Kernel 3.16 e driver open source e proprietari aggiornati, aggiornato anche Firefox alla versione 32 e il client email Thunderbird nella versione 31, tra le altre applicazioni troviamo GIMP 2.8.10, AbiWord 3.0 e Gnumeric 1.12.17.

Home Xubuntu

  • Fabrizio Pelosi

    Fantastico!!!
    L’avevo appena scoperto per caso, poi sono venuto qui su LFFL e ho visto che mi hai anticipato… ^.^
    Forse ciò promette molto bene per HL3… 🙂

    • di sicuro al 101% Half-Life 3 sarà anche per Linux 😀

      • Dea1993

        spero che escano insieme o addirittura esca prima su linux.
        perchè half life ha molti fan.
        e se valve facesse uscire half life 3 prima su linux poi sulle altre piattafrme, allora arriverebbero tantissimi nuovi utenti, solo per giocare al terzo capitolo senza aspettare che esca pure su windows.

        • Giuseppe Antonio Nanna

          ovviamente se la steambox uscisse prima di hl3 allora questo sarebbe nel pieno interesse di valve

          • Dea1993

            io dubito che facciano uscire half life 3 prima della steam box.
            secondo me converrebbe anche a valve.
            far uscire prima la steam box e poi half life 3 in esclusiva linux (almeno temporaneamente).
            perchè con la steambox in poche parole hai un PC linux gia configurato così anche chi non ne capisce nulla e non sa installare un sitema operativo si ritrova con un PC linux gia pronto per giocare.
            e con half life 3 ci sarebbe un motivo in più per comprare questa steam box (anche se secondo me tanto vale installarsi direttamente linux sul PC)

          • Giuseppe Antonio Nanna

            al contrario credo che la steambox costerà poco, un po come google fa con il nexus.
            il principale nemico di valve è il mondo delle consolle e steambox serve solo a convincere le softwaee house a puntare ancora sul mercato PC. pertanto non hanno bisogno di “guadagnare” con la vendita, come fa ad esempio Sony, ma di aumentare il volume di affari del mercato PC (l’unico in cui steam possa sopravvivere) a sfavore delle consolle
            il motivo per cui sulla steambox non ci sarà Windows è solo perché microsoft vole fare concorrenza con un suo proprio market online

            sono convinto che chi avrà bisogno di hardware da gaming a basso costo, performante e compatibile col pinguino vedrà nella steambox un affare imho

          • Giuseppe Antonio Nanna

            e vi dirò di più… se la cosa dovesse rivelarsi un successo, l’unica mossa logica da parte Microsoft sarebbe dare la possibilità di installare su PC i gochi Xbox e viceversa… e questo vorrebbe dire la fine di steam perchè realizzerwbbe in pratica lo steamplay, ma partendo già in vantaggio su consolle e con un market preinstallato su pc

          • Dea1993

            cavolo stavo rispondendo, avevo scritto una messaggio lungo e quando avevo quasi finito (dopo alcuni minuti di scrittura) mi si è ricaricata la pagina e ho perso tutto.

            è davvero fastidioso questo problema (penso che è un problema di disqus e non del blog) non è la prima volta che mi capita.

            @ferramroberto:disqus puoi fare qualcosa per questo problema?

          • Dea1993

            si in effetti hai ragione per quanto riguarda la steam box, l’unico interesse di valve è quello di far vendere PC per guadagnare soldi comprando i giochi da steam.
            se la cosa funziona sono contento perchè anche noi utenti linux ci guadagneremo con l’arrivo di sempre più giochi.
            però non so quanto possa funzionare questa steambox, spero che presto se ne sappia anche di più.

          • Giuseppe Antonio Nanna

            ci guadagna Linux ma non il modello opensource a cui si chiede ancora una volta di aspettare… beh però gli utenti ci guadagnano di certo xD

  • Rigiocherei a tutti solo per la soddisfazione di vedere il dr. Freeman sul Pinguino. Comunque capolavori assoluti di storia, mai trovato niente di più appassionante.

  • Fabio

    Ragazzi le licenze dei giochi acquistati per Windows valgono anche per Linux?

    • certo metti la key e scarichi la versione per Linux ;D

  • Dea1993

    bene aspettavo con ansia questo secondo capitolo, half life 1 l’ho finito da poco (su linux ovviamente, altrimenti non l’avrei comprato) e lo stesso farò con il secondo capitolo.
    da quando steam è uscito per linux ho comprato 23 giochi che altrimenti non avrei mai comprato

    • Giuseppe Antonio Nanna

      per giocare ad hl1 avrei aspettato che uscisse l’sdk source in modo da giocare con Black mesa (remake free di hl1 con grafica hl2)

      e comunque anch’io ho acquistato l’orange box su cui volevo mettere le mani da un sacco di tempo e aspetto cs:go

      • Dea1993

        si sa quando farallo il source sdk per linux? anche io vorrei giocare a black mesa per godermi il primo capitolo in alta qualità.
        con le varie mod sono riuscito a migliorare la grafica delle armi e dei personaggi ma tutto il resto è rimasto con la grafica originale

        • Giuseppe Antonio Nanna

          se valve vuole giochi per steambox basati sul source, allora presto

  • Giuseppe Antonio Nanna

    peccato che manchi la localizzazione in italiano… di sicuro è meglio in inglese che in italiano con quel doppiaggio xD

    • Dea1993

      su half life 2 c’è la localizzazione, sia audio che sottotitoli.
      così dice la pagina di half life 2 su steam

      • Giuseppe Antonio Nanna

        contando che è in beta e ce l’hanno appena messo, non mi sembra strano che non ci sia (ci ho già giochicchiato un po’)
        però avendo provato a suo tempo la versione windows (localizzata), direi che non mi perdo niente (mi viene in mente il “si sveglii mr freeman, si svegli” il cui doppiaggio mi lasciò stupito per quanto era fatto male http://www.youtube.com/watch?v=_I0yEmAUsys)

        aggiungo che anche in portal 1 beta manca l’italiano nei sottotitoli

  • Dea1993

    windows lo sto avviando sempre meno ultimamente con tutti i giochi che stanno uscendo per linux.
    aspetto qualche gran bel RPG come si deve, anche se dubito arriveranno a breve.
    quei pochi RPG che ci sono ora sono tutti indie, con questo non voglio dire che sono brutti, anzi, bastion mi è piaciuto tanto, lo stesso per costume quest e dungeon defenders sto aspettando che lo scontano.
    però gli indie per ovvi motivi hanno poca longevità e quindi dopo poche ore li finisci.
    vorrei un RPG bello lungo che mi tenga impegnato qualche settimana o mese, tipo skyrim.
    e poi vorrei un buon simulatore di guida

    • Guarda che è in arrivo un terzetto RPG coi controcazzi. Recentemente sono stati finanziati con successo su Kickstarter: Torment: Tides of Numenera, Project Eternity e Divinity: Original Sin. Tutti e 3 con versione Linux annunciata.

      • Dea1993

        non lo sapevo, bene è un’ottima notizia allora, si sa più o meno tra quanto arriveranno?

        poi saranno anche in italiano?

        perchè non mi va di giocarmi i giochi in inglese diventa troppo impegnativo seguire bene la trama.

        sono tutti in single player o sono MMORPG?? a me interessano i single player

        • Non ti so dire sulla lingua, sono comunque produzioni di un certo livello, io credo che verranno messi i sottotitoli in italiano.

          Sono tutti single player, Divinity ha anche una co-op mi pare.

          • Dea1993

            Torment: Tides of Numenera mi attira davvero parecchio… peccato che la data di sucita sembra essere il 2015 quindi ancora ci vorranno un paio d’anni prima di vederlo

          • Si devi pazientare un po’ mi spiace, però se si pensa che sono fra i 3 giochi di ruolo più puri in arrivo, e che saranno disponibili su Linux…direi che è una grande cosa. Dietro tutti e tre i titoli ci sono veterani dello sviluppo di RPG, in Torment ad esempio c’è Chris Avellone che è lo stesso del primo Torment.

          • Dario Grillo

            Il primo torment sarebbe planescape: torment?

          • Esatto.

          • Dario Grillo

            Non sapevo dell’esistenza di un seguito, e ora non sto più nella pelle, giocare al seguito di uno dei gdr più belli di sempre sul pinguino è un sogno che diventa realtà

          • Felice di avertelo fatto scoprire. 🙂

    • Paolo

      Il mese prossimo esce per windows Shadowrun Returns, ma hanno già annunciato la versione per linux nel giro di un paio di mesi dal rilascio di quella per windows.

      È un indie, ma ha tirato su un bel budget, è basato sulle regole di shadowrun e il responsabile del progetto è lo stesso creatore del gioco da tavolo. Quindi mi aspetto un bel RPG tattico cyberpunk. Io l’ho già comprato in prevendita.
      Incluso c’è un editor di mappe e quest, sarà associato al workshop di steam, quindi anche la longevità dovrebbe esserci.

    • erik_ilrosso

      un rpg… provato Torchlight 2?

      comunque valve potrebbe riuscire dove nessuna distro è mai riuscita, spodestare windows, forse è vero che la gente col pc ci vuole giocare di brutto.

  • Giuseppe Antonio Nanna

    hanno appena rilasciato la localizzazione italiana tramite aggiornamento… il doppiaggio italiano è penoso esattamente quanto nella versione windows xD

  • lo sfondo è bellissimo. mi piace davvero tanto

    • CuccuDrillu10

      ti piace quel topastro enorme??

      • a me sa molto figo, poi non è che deve piacere a tutti

      • alex

        Topo…. mi sa che lo capiamo solo noi perchè conosciamo il simbolo di XFCE, altrimenti solo una persona con problemi potrebbe vederci un topo in quella macchia 😀

  • secondo me xubuntu è la migliore distro tra tutte le ubuntu
    bellissima, leggera, personalizzabile, funzionante e molto stabile

    • ange98

      Si, subito dopo Ubuntu e Kubuntu 😛

    • JackPulde

      Mi dispiace ma preferisco Ubuntu 100% original with Unity 😛

      • Enne

        E io preferisco la gnome edition

      • io unity non lo digerisco proprio, ogni tanto lo provo, ma mi sa che sono intollerante 😀
        preferisco gnome shell piuttosto

        • JackPulde

          E’ solo questione di abitudine :). A dirti la verità anch’io all’inizio mi domandavo “non darà fastidio sta barra a sinistra?” e mi stava da subito antipatico Unity.

          Con il tempo invece mi sono ricreduto e lo uso volentieri. Anzi, ti dico di più, secondo me è molto più semplice e subito pronto all’uso rispetto a molti altri DE come Gnome Shell (che devi configurarti le estensioni varie – senno secondo me è incompleto) e KDE. IMHO.

          • la barra laterale è molto utile infatti anche su xfce uso un pannello largo 50 in cui metto le applicazioni che apro più spesso, quel che non mi piace di unity è la caoticità che c’è dentro alla shell, è poco usabile secondo me, se lo si vuole navigare.
            è usabile solo per aprire applicazioni recenti o per cercare cartelle per nome, ma se devo cercare un’applicazione è poco immediato

          • ange98

            Il punto è che (IMHO) la Dash ha migliorato ciò che la Shell già fa: dalla Dash puoi cercare TUTTO. Cose online e offline. In più mi piace molto l’idea di avere una “dock” sempre visibile a sinistra.

          • alex

            Con gli attuali formati dei monitor la barra a sinistra diventa la scelta migliore per salvare spazio utile e mantenere praticità.

          • ange98

            “non darà fastidio sta barra a sinistra?”

            Io invece già la usavo una barra (docky) a sinistra (anche se a volte la spostavo in basso) 😀
            Però all’inizio mi davano proprio fastidio i crash che avevo con Unity.

    • Matteo

      Concordo pienamente

    • Guest

      Prova Lubuntu con LXDE e poi ne riparliamo 😉 Decisamente il DE più veloce e leggero. Xubuntu l’ho dovuto togliere perchè poco stabile, ultimamente mi si frizzava spesso ed ho optato con Lubuntu, non me ne pento!

      • luigi

        io sono rimasto al xubuntu 12.04 lo uso dalla versione 7 mai avuto problemi

      • mmmm… lxde non mi convince, anche quello è personalizzabile, ma non tanto quanto xfce, alcune cose non le posso fare mentre con xfce si

  • jancu

    installato su chiavetta usb, veloce e molto carino

  • lffl

    Mi chiedo perché il team XFCE non si unisce al gruppo LXQT.

    • XFCE è un ambiente più pesante, pensato per essere minimalista ma completo, LXQT invece è proprio mirato a PC obsoleti.

      • Idntfllow

        LXQT relegato a PC obsoleti non credo proprio, in realtà XFCE e LXQT hanno basi differenti (GTK / QT) e target simili. Non c’è niente da fondere… la fusione è stata già fatta con LXDE (ex GTK)… un altra servirebbe solo a far strappare i capelli agli sviluppatori
        LXQT serve anche a godere della bontà e completezza QT a un livello di “stack” delle API ben più inferiore a quello maniacale di KDE. (KDE è uno stack costruito sopra le QT)

        • Con obsoleto intendevo PC vecchiotti, però si, posso naturalmente essere utilizzabili, io stesso sono su un portatile baraccone con Openbox, però lo considero un dispositivo ormai obsoleto a livello tecnologico.
          Chi ha un PC quantomeno decente usa KDE, LXQT non se lo fila proprio.

          Io comunque ho dato una risposta concettuale ma la tua tecnica è assolutamente corretta, non avrebbe senso unire GTK e QT.

          • giro

            io ho un pc (i3 haswell, 8gb di ram, ssd) e metto sempre XFCE, altro che kde o Unity.

            Questo per dire che anche con una macchina potente e recente c’è chi preferisce il minimalismo e la pulizia di Xfce

          • Mai detto il contrario, anzi il mio primo post dovrebbe essere chiaro.
            Ho fatto un paragone fra KDE e LXQT.

          • TopoRuggente

            Su uno dei miei portatili I5 uso I3 e Enlightenment che in velocità il primo e in possibilità di configurazioni il secondo (ma anche in velocità) si mangiano parecchi WM/DE.

            XFCE non è minimalista, un tiling wm è minimalista, XFCE al massimo è “basico” e tradizionalista.

  • Mario Di Maio

    Io mi deciderò ad installare LXDE, quando sarà completamente passato al framework QT. A mio avviso Qt è più elegante, rispetto la framework GTK+. Io ho provato a programmare utilizzando le finestre di tipo gtk; sono scappato via per pazzo, verso le QT

    • Flex

      Volendo anche GTK+ potrebbe passare al modello di programmazione QT dove però quest’ultimo non è assolutamente il primo ambiente a passare a questo tipo di “programmazione mascherata”. Lo ha già fatto tanti anni fa MS con XAML, WPF, ecc e per ultima (meglio tardi che mai) si sta smuovendo anche Java con JavaFX. Sono tutti diversi tra loro, certo, ma hanno in comune due fattori: 1) il compito di puntare totalmente sulla scheda grafica alleviando il lavoro alla CPU e senza che il programmatore si accorga di nulla. 2) semplificare la programmazione con metalinguaggi conosciuti, senza far rinunciare (per chi vuole) l’accompagnamento con la programmazione tradizionale più completa e complessa.

      • TopoRuggente

        Sicuramente l’approcio di GTK+ nella gestione dei widget non è delle più felici, ma all’epoca il problema delle proporzioni nello schermo era grave, per questo il sistema a “contenitori”.

        In quanto alla novità, Glade che descrive le interfacce di GTK+ in XML (o meglio GladeXml) è del 1998.
        Con ben 16 anni sulle spalle direi che gli altri sono passati al modello di programmazione (delle interfacce) di GTK+.

        • Flex

          Beh devo ammettere che hai ragione. Però il progetto è un po’ fermo alla semplice GUI di sviluppo e il concetto è parecchio lontano dal mondo QT. Il problema di GladeXML (deprecato, ultimo rilascio 2006 – superato da GtkBuilder) è che non si è più spinto oltre e necessiterebbe di seri aggiornamenti per raggiungere i livelli di dinamicità di QT & company

          • Flex

            Cmq sappi che la mia non vuole per nessun motivo essere una critica a GTK+. Ne faccio uso tranquillamente quando serve.

          • TopoRuggente

            “The user interfaces designed in Glade are saved as XML, and by using the
            GtkBuilder GTK+ object
            these can be loaded by applications dynamically as needed.

            By using GtkBuilder, Glade XML files can be used in numerous
            programming languages
            including C, C++, C#, Vala, Java, Perl, Python,and others.”

            Questo fino all’ultima release 3.18 del 14/04/14.

          • Flex

            Ok ok “glade. gnome. org” conosco anche io questa fonte. Maaa. . . e cosa? 🙂 Il limite è sempre quello per ora: con Glade XML non si va oltre a quello che già GTK+ definisce di suo, è solo un’altra via per fare quello che normalmente si fa con GTK+ o correggimi se non dico il giusto. Con QT e negli altri linguaggi invece hai poco di predefinito, in quanto sei tu a decidere quello che andrai a costruire fino all’osso. Nel senso che quello che crei sarà (se hai personalità creativa) sempre una cosa nuova e radicalmente diversa da progetto a progetto. Con GTK+ hai sempre GTK+. Es. voglio fare un messagebox con i bordi arrotondati/colorati luminosi con due flash animati che gli girano intorno: con QT, WPF, ecc è uno scherzo. Con GTK+ o GladeXML ne devi scrivere per arrivarci…

          • TopoRuggente

            Intendi dire che con QML puoi fare più di quello che QT permette?

  • Alessandro Giannini

    Thunar in questa versione supporta lo splitting della finestra? E’ una funzione che apprezzo molto, ma che in Xubuntu non ho mai trovato (e che mi ha sempre fatto preferire Mint con Mate…)

  • Hanno risolto i problemi di wake up sui portatili?

    Con la 14.04, ogni volta che volevo risvegliare il mio pc dallo stand-by era un’odissea! Mi son visto costretto a togliere questo OS proprio per questo motivo.

No more articles