Il designer Ken Vermette ha rilasciato alcuni concept riguardanti KDE con un funzionalità molto simili al nuovo Microsoft Windows 10.

KDE - Windows 10 Menu
Negli ultimi anni abbiamo visto approdare moltissime novità che hanno reso KDE sempre più completo, stabile e performante. Con il nuovo Plasma e KDE Frameworks 5.x gli sviluppatori KDE stanno cercando di migliorare notevolmente il desktop environment mantenendo però un’esperienza utente molto simile all’attuale. Gli sviluppatori stanno inoltre cercando di dare un look più moderno a KDE, un’idea potrebbe quella di fornire alcune caratteristiche introdotte da Microsoft con il nuovo Windows 10. A proporle è il designer Ken Vermette che ha rilasciato alcune immagini di un futuro KDE con un’esperienza utente simile a Windows 10 a partire dal menu con integrati i plasmoidi preferiti.

L’idea di Ken Vermette è quella di fornire in KDE un design in grado di massimizzare lo spazio disponibile per le varie applicazioni, rimuovendo la barra dei menu con le varie opzioni accessibili all’interno della barra degli strumenti.

Ecco alcune immagini di KDE con un design in stile Windows 10:

KDE - Windows 10 - Player Video

KDE - Windows 10 - Dizionario

KDE - Windows 10 - Note

Come potremo notare le applicazioni hanno un design molto simile alle attuali applicazioni di Gnome con i pulsanti delle finestre integrati nella barra degli strumenti, funzionalità che non dovrebbe portare grossi problemi ai developer del window manager KWin.

Tengo a precisare che stiamo parlando di un concept, da parte di KDE non c’è alcuna conferma a riguardo.

C’è da chiedersi se può o meno piacere agli utenti un KDE simile a Windows 10, e soprattutto se i plasmoidi integrati nel menu e le nuove decorazioni delle finestre sono davvero utili.

  • EnricoD

    A me piace molto questo concept 🙂

    • jboss

      bello,mi e sempre piaciuta l’integrazione dei pulsanti di chiusura, massimizzazione, minimizzazione nella barra degli strumenti, e quello che mancava a KDE.

    • tneo.anderson

      Se lo sviluppano con le idee di cui sopra, KDE attirerà molti nuovi utenti.
      Grafica pulita ed elegante, molto professionale.

  • ale

    Sarebbe bello, una svolta alla grafica di kde

  • luca020400

    Cool

  • ge+

    a me non piace, preferisco l’attuale plasma5, che mi pare abbastanza moderno e funzionale già così, l’ UI di Windows 10 non la apprezzo per nulla

  • Una Periferica Chiamata NULL

    Mah io starei molto attento con questo genere di cose,non tanto per partigianeria anti-M$;ma principalmente per un problema di azioni legali per violazione di brevetto.
    Sappiamo tutti cosa è successo ai produttori di device Android solo per formattare le SD in fat32.

    L’ USPTO registra oltre 1000 brevetti l’ anno da Redmond è non si sa mai che abbiano già registrato il banner laterale nel menù delle applicazioni.
    Magari non sarà un problema pensando che KDE è un progetto in larga parte tedesco,ma meglio non tirare la corda.
    Nessun sviluppatore del progetto può minimamnete sostenere una causa del genere.
    Penso solo a cosa a dovuto sostenere Google per un eccezione sollevata all’ inserimento di una stringa nulla.

    • ge+

      non credo: l’emulazione dell’aspetto delle interfacce grafiche non può causare problemi di copyright, poichè non vengono impiegate e/o trafugate tecnologie proprietarie.

      I devs di Classic Shell avrebbero dovuto essere già in galera a quest’ora altrimenti 😉

      • Una Periferica Chiamata NULL

        Hai perfettamante ragione,il problema non è se una causa è possibile oppure no,ma la volonta di tarpare le ali alla concorrenza.
        Le cause per violazione di brevetto spesso sono al limite del demenziale e molti brevetti,alla fine vengono invalidati.
        Si fanno per esautorare le finanze della parte opposta.
        Classic Shell lavora su RedmondOS non gli toglie market share a differenza dei sistemi Linux con o senza KDE.

      • Leonardo

        Non è affatto vero! Per esempio Google ha da tempo brevettato la sua homepage.

        • Una Periferica Chiamata NULL

          Bisogna vedere se il brevetto tiene in un tribunale…il diritto e il buon senso non sono imparentati,per questo esistono gli avvocati.
          Comunque penso che sia registrata come TM non come brevetto vero e propio.
          E sempre che non si scopra che era già stato usato qualcosa di simile,altrimenti BigG. si becca un bel Prior Art.

          • Leonardo

            Il design dell’homepage di Google è brevettato, la semplice disposizione degli elementi della pagina in quel modo è stata tutelata, basta googlare, notizia di qualche anno fa. Anche le interfaccie vengono brevettate, è una balla questa cosa che interfaccia, design e grafiche in genere non sono o non possono essere sottoposte a brevetti. E non è un semplice problema di trademark che tutela invece logo e marchio o di semplice copyright, quindi prima di copiare bisogna accertarsi di cosa si sta copiando e se cosa si sta copiando è tutelato o meno altrimenti si rischiano grossi grattacapi.

          • Una Periferica Chiamata NULL

            I brevetti per le interfaccie molto spesso sono invalidati in sede processuale per la loro fumosità,e quindi si registrano per fini difensivi.
            Il problema più evidente che l’ USPTO registra anche il teletrasporto,non scherzo,controlla tu stesso.
            Queste cause hanno una percentuale di fallimento tale che se una grande azienda riceve una citazione di tal registro,si mette a ridere,se ha i soldi per sostenerla,naturalmente.
            Perciò si brevetta pure la sequenza dei colori nel logo di BigG per tutelarsi da patent troll.
            I guai arrivano se non hai uno studio di avvocati che lavora solo per te e sei solo un dev di KDE.

          • Leonardo

            Si lo so anche tu lo sai ma non è assolutamente vero, spesso è diverso da sempre, per tornare all’esempio di prima se copio pari-pari l’homepage di Google e il loro team legale decide di intraprendere un’azione legale contro di me -povero cristo- potrei benissimo perderla e non potrei dargli torto. Comunque, non penso che la comunità di KDE abbia bisogno di copiare quel menu orrendo che hanno intenzione di mettere in Windows 10, penso ci sia gente valida all’interno che possa contribuire in meglio piuttosto che copia-incollare le arrampicate sugli specchi degli altri (per me quel coso ha tutto l’aspetto di un reciclaggio del lavoro svolto e poco apprezzato dagli utenti in Windows 8, nient’altro).

    • Giulio Mantovani

      è come brevettare la funzionalità della ruota, tu non puoi brevettare la ruota come oggetto cilindrico che si muove, ma puoi ad esempio brevettare il design del cerchione, ma se uno lo fa simile al tuo ma con colori diversi o spessori diversi non puoi denunciarlo.

  • giangi

    Riguardo all’estetica, penso che le priorità dovrebbero essere altre……installo kde, tutto bello, poi faccio partire firefox e ad oggi, rabbrividisco ancora…..

    • Giulio Mantovani

      te la devi prendere anche con i dev di firefox che non hanno cazzi di KDE. opensuse ha cercato (con successo) di rendere l’ambiente utilizzabile, è perfetto, a patto che utilizzi come schema di colori oxgen e simili, se provi i temi scuri piangi (esperienza personale)

      • giangi

        Il problema, secondo me, è che a livello estetico negli ambienti gtk, le applicazioni qt si integrano bene senza dover far nulla. In kde, il massimo che posso ottenere è un evidente finta integrazione, che a parere mio è orribile. Altro problema riguardo all’estetica, è che risulta un impresa trovare una combinazione che sia uniforme tra decoratore delle finestre, tema dei pannelli e schema colori. Alla fine ho tante scelte, ma a parte lo stile di default, non riesco mai ad ottenere qualcosa di appagante alla vista.

        • ange98

          Si ma questo avviene perché il team Qt ha lavorato affinché i loro programmi possano somigliare il più possibile al tema gtk scelto. Se il team gtk non ci lavora su e se ne frega dell’integrazione in altri ambienti che ci possono fare quelli di kde…

  • SalvaJu29ro

    Sarebbe graficamente molto avanti a Windows 10 (che tra l’altro a me piace, non linciatemi)

  • Davide Neri

    Di nuovo, GNOME ci arriva prima degli altri nel campo dell’UI. Il problema è tutto il resto…

    • TopoRuggente

      In alcune cose infatti ricorda Gnome.
      L’interfaccia di GS ha molte caratteristiche valide e alcune meno valide, ma sicuramente alcune le vedremo in molti DE.

  • heron

    personalmente io sono d’accordo. Ma per un solo motivo: KDE può essere configurato in modo da offrire praticamente QUALSIASI esperienza utente. Questa sarebbe una possibilità in più di configurazione.
    Ovviamente è scontato dire che per me la cosa va bene solo a patto che le (infinite) possibilità di personalizzazione vengano mantenute (non come in GNOME, per intenderci).

    Ah e poi se fanno questa cosa di integrare pulsanti nella barra del titolo, almeno che sia compatibile con la controparte GTK, in modo da poter avere un look uniforme.

  • Hombre Maledicto

    Ken Vermette (aka Kver, sul forum KDE) ha rilasciato diversi concept, non solo quelli ispirati a win:
    https://forum.kde.org/viewtopic.php?f=285&t=123213
    I vari mockup sono quindi divisi per argomento, non da intendere come un blocco unico.

    P.s. Non ho controllato se c’è una news a riguardo qui, ma plasma5 è ufficialmente entrato nei repo di arch, per chi se lo fosse perso 😉

    • heron

      è vero! è compatibile con le applet vecchie? non vorrei rinunciare a wicd-kde

      • Hombre Maledicto

        No, e non è nemmeno co-installabile al momento (il pacchetto plasma-desktop ha come conflitto kdebase-workspace infatti).
        Ci sono comunque già diversi plasmoidi portati a kf5, nel package kdeplasma-addons-frameworks.

        Per installare il tutto:

        # pacman -S plasma-next sddm breeze-kde4

        Ci saranno dei conflitti con pacchetti di kde4, da rimuovere.
        Consiglio poi di disabilitare kdm in favore di sddm:

        # systemctl disable kdm.service
        # systemctl enable sddm.service
        # systemctl stop kdm.service
        # systemctl start sddm.service

        Alcune app kf5 già pacchettizzate sono disponibili anche nel seguente repo:

        [frameworks-git]
        Server = http://haagch.frickel.club/files/frameworks-git
        SigLevel=Never

        E per chi ha problemi col passaggio da kde4 a plasma5 con l’integrazione delle app:

        $ mv ~/.kde4/share/config/kdeglobals ~/.kde4/share/config/kdeglobals.bak

        $ cp ~/.config/kdeglobals ~/.kde4/share/config

        Credo sia tutto 😛

        • heron

          c’è anche un breeze-gtk? Sai, per GIMP, e Firefox…

          • Hombre Maledicto

            Non credo, ma sul forum qualcuno sostiene di aver ottenuto il tema breeze per gtk, dopo aver installato kde-gtk-config da AUR gli appariva appunto Breeze tra le selezioni, a quanto dice. Non ho provato, personalmente.

          • heron

            grazie per le info 🙂

    • Giulio Mantovani

      quest’uomo deve essere fatto capo design di KDE, PUNTO
      Hombre manda a fanculo aaron da parte mia 😀

      • Hombre Maledicto

        lol XD

  • Jackladen

    Da KDE mi aspetterei dei desktop preconfigurati, magari sotto forma di attività, che mi permettano di scegliere una base simile a questa, o a gnome, a Xfce ecc…. Pur mantenendo la sua interfaccia di default.

  • JackPulde

    Bello! :D… Però avrei due domande da fare:

    1)Se accettano questo design quanto tempo ci vorrebbe per realizzarlo (circa eh, non pretendo la data precisa :D) ?

    2)E soprattutto, le applicazioni in gtk+ come saranno? 🙂

    • EnricoD

      intere ere geologiche

      • JackPulde

        E’ quello (forse) il problema :)… Preferisco forse l’effetto a sorpresa, tipo un’alpha o qualcosa di simile e non solo un concept :D… Appena ho visto gli screen pensavo fosse un’interfaccia già sviluppata e cercavo subito il link dove provarla! xD

    • Hombre Maledicto

      Per le client side decoration se n’è discusso a lungo. Martin Graßlin – dev di KWin – ha esposto più volte le sue preoccupazioni sui possibili problemi ad adottare le CSD, e si – sarebbe solo per app “compatibili”. Le GTK ad esempio sarebbero difficilmente integrate.

      Ah, un po’ di sano spam, ma io ho già uno stile Qt (non posso divulgare info, stesso dev del filemanager supersegreto) che le implementa:

      http://hombremaledicto.deviantart.com/art/Shit-and-Sci-Fi-488622144

      Per il resto dei concept proposti da Kver non mi esprimo, credo che l’obbiettivo di Kver stesso fosse “alimentare” una discussione sull’introduzione di nuovi approcci 🙂

      • JackPulde

        Cavolo! Ti stavo chiedendo Qt-style e come era configurato il file-manager in questa foto

        http://hombremaledicto.deviantart.com/art/Back-in-business-481472488?q=gallery%3AHombremaledicto%2F36839713&qo=1

        e invece nella descrizione “The Qt Style and the File Manager are from a friend, they’re not available for the publicyet, so please, don’t ask about them.” :'(… fra quanto è pronto D:??

        • Hombre Maledicto

          Purtroppo non saprei dirtelo, dipende tutto dallo sviluppatore. Per il file manager ad esempio va avanti da un pezzo – personalmente lo trovo già stabilissimo, ma per qualche motivo non lo vuole ancora rilasciare(un tempo mi disse sarebbe stato la sua tesi di laurea). Ha addirittura creato un sito (accessibile dietro password, al momento) ed estensioni varie.

          Per lo stile è cominciato come gioco: lui patchava già da tempo Bespin (storico stile per Qt4), quando sentì che ero a letto col bacino rotto e stavo leggendo la doc Qt, forse per impegnarmi (o forse per pura coincidenza), iniziò a scrivere uno stile da zero, dandomi accesso ai sorgenti per lettura/scrittura. Stando alle sue intenzioni agli inizi avrei dovuto ereditare io il progetto dopo le prime 2-3 commit, sviluppando tutto il resto potendo chiedere il suo aiuto. Ma vabbè, io sono una chiavica…
          Ad oggi tra i vari hack presenta:
          client side decorations, colorizzazione delle icone nella barra degli strumenti a seconda del colore di background, menù a fumetto, trasparenze, content-aware (gli elementi della vista non scompaiono quando, scrollando, finiscono sotto la toolbar, ad esempio, ma vengono mostrati con una lieve trasparenza e sfocatura), effetto noise. Tutti “hack” opzionali. Inoltre tutti i widget Qt possono avere ombre e gradiente diversi, a gusto dell’utente.
          Non ci sarà una finestra di dialogo, alla fine, le opzioni saranno editabili tramite il file di config (avevo già caricato un dialogo parziale, vabbè XD). In realtà c’è già supporto multi-preset: si possono creare file di config specifici per ciascuna applicazione, da affiancare ad uno generico per tutte quelle che non ne hanno uno.

          Lo stile credo sarà rilasciato presto, sicuramente prima del file manager. A detta del dev: “The style is just for fun, unlike the FM”.
          Resta il fatto che i lavori traggono molta ispirazione da OSX (finder, aqua ed il tema finestre di Yosemite). Il FM implementa anche alcuni elementi di explorer, come un pannello delle preview molto win-alike e la vista “questo pc”. Ma nei miei screen non vengono mai mostrati (assieme a 3/4 delle feature). A livello di funzioni non siamo ancora a livello di dolphin, ma lo collocherei immediatamente dopo. E’ tra l’altro già compatibile con Qt5 e gira anche su win 😛

      • JackPulde

        … messaggio multiplo… Scusate

      • JackPulde

        … messaggio multiplo… scusate…

  • JackPulde

    Che venga accettato o meno sono felice che incominciano ad uscire delle belle interfacce :D… Ora sono ansioso di vedere Unity 8 (con lo sviluppo di Ubuntu 15.10) ma cavolo, sono già indeciso tra Gnome 3.14 e KDE Plasma 5 (e se scelgono questo tema, avrebbe molti punti a favore!) D: !!

    • Hombre Maledicto

      Quello che vedi nelle schermate è già il tema di plasma 5, Breeze. Ed è di default 😉

  • Maudit

    Riguardo le taskbar che si muovono/adattano, deve essere una feature implementata server-side, non client-side: sotto un comportamento generico coerente, l’eccezione deve essere gestita per-application dall’utente, non da ogni programma che decide da sè come apparire.
    Altrimenti il DE diventa un casino inconsistente, in stile “banner col pulsante di chiusura falso che appare sul video delle partite ed apre pubblicità”.

    L’approccio orientato al consumo piuttosto che al lavoro, sul desktop è già stato un fallimento. Carina come opzione disponibile, ma nulla di più.

  • Fabio

    Basta che lascino la possibilità di avere il desktop “classico”, che facciano pure…

    • Lettore

      Anche perché al desktop classico di KDE non manca assolutamente nulla.

      • Martinix

        CONCORDO AL 100%

  • Alex

    Bellissimo il menu in stile win 10 preview, ma dovrebbe essere anche configurabile dando la possibilità di rimuovere la sezione a destra coi plasmoidi lasciando un menu più piccolo, oppure dare uno spazio per i preferiti.

    E’ ora che KDE migliori nettamente per quanto riguarda l’aspetto estetico e le funzionalità di base. Vi sembra possibile, ad esempio, che sull’attuale kickoff non sia possibile impedire la registrazione di documenti e app recenti senza passare per il blocco in scrittura di un file da effettuare via terminale?

    Se vuole essere parte dell’ecosistema linux che vuole offrire un ambiente alternativo e migliore di altri, allora bisogna per forza implementare queste cose, così come bisogna anche risolvere qualche bug fastidioso, oltre a offrire finalmente, nello specifico di KDE, temi che siano uniformi e sensati.

  • TopoRuggente

    Molto bello, l’unica cosa che non comprendo è quale sia il senso di un menu che occupa i 3/4 dello schermo, tanto vale farlo full screen allora.

    Non ho seguito molto la questione Windows 10, ma ci vedo molto anche di Gnome.

    Molto meglio dell’attuale KDE

    • JackPulde

      “Molto bello, l’unica cosa che non comprendo è quale sia il senso di un menu che occupa i 3/4 dello schermo, tanto vale farlo full screen allora.”

      Su quello schermo non ha molto senso (Virtualbox)… Ma su schermi da 21′ pollici o più non è neanche 1/4 di monitor ;)… Secondo me.

      • TopoRuggente

        Infatti gran parte dei notebook ha schermi da 42″, o faranno un menu solo per i notebook?

        • JackPulde

          evitando battutine… Se avrai un notebook non avrai mai una risoluzione come nelle foto.
          Gli unici schermi che possono essere così sono dei netbook…

          A meno che tu non usi una risoluzione da 640×480

  • A me sinceramente non ricorda windows 10 direttamente, a prima vista mi è parso più il fratello più bello di Unity o cmq una interfaccia che sta cercando una propria identità…
    Saluto in modo molto positivo questa possibile iniziativa dei developer di KDE, nella speranza che vadano in questa direzione…

    • SalvaJu29ro

      Non credo sinceramente, il nuovo kick off in Plasma 5 gia c’è e se volevano fare questa cosa avrebbero iniziato da parecchio
      magari tra qualche anno

  • Robertox

    Ma sono l’unico a cui non piace il bordo finestre ed i pulsanti in stile ubuntu? Ma fare qualcosa di più moderno? Mah misteri del gusto.

  • Leonardo

    a me fanno schifo sti copia-incolla, in più vanno ancora in giro con i widget bah

  • biosniper

    una mia personale curiosita’, ma microsoft non e’ arrivato a win8?
    ora si parla di win 10 , ma che fine ha fatto win9?
    ps: comunque questo de mi ricorda cinnamon, win 10 non lo conosco.., sono fermo a Vista
    🙂

    • Franco

      Con l’ultima build di Windows 10 preview (siamo già alla seconda: 9860) hanno pure aggiunto altri effetti alla comparsa delle finestre (molto simili a cinnamon) e un ulteriore upgrade a ntfs (forse il 6 * non lo dicono mai) che ad ogni aggiornamento rende incompatibile le corrispettive partizioni senza fare un ntfsfix /dev/sdx per riportarle indietro (forse passeranno presto a refs non si sà)

    • ange98

      Windows 9 è stato saltato, perciò passano già a Windows 10 😉

      • mscanfe

        si vede che era venuto proprio bene…

      • biosniper

        quindi questo e’ il nono windows che pero’ si chiama windows 10, e il prossimo che sara’ il dieci lo chiameranno 11?
        che confusione…
        comunque la cosa mi interessa poco…
        ciao
        🙂

  • Ciro

    Perché non implementano i temi globali? (che vanno dai suoni, alle decorations, agli effetti, alla shell)
    Così concept come questo possono diventare una realtà senza urtare coloro ai quali non piace. Semplice.
    Così si evitano in un colpo solo mille configurazioni sparse. Se qualcosa non piace, lo si edita e si salva il tutto memorizzandolo sul tema principale, oltre che a quello di più basso livello (scontato).

  • m0h

    ma nessuno ha piu’ il coraggio di fare le cose alla propria maniera senza copiare gli altri? Se non c’e’ una cosa che odio è proprio questa standardizzazione forzata.

  • Ahahahahahahahahahahahah oddio mi spacco di risate al solo pensiero di chi dice.. eh ma io uso linux perchè Windows fa cagare (verità) ma poi grandi colossi powered by Linux che leechano in grande stile Windows?

    • DigiDavidex

      Molti immagino che lo faranno solamente per renderlo simile per far passare gli utenti finestroidi a linux… booh, chissà

      • Allora hanno sbagliato tutto perchè uno non ha problemi ad adattarsi al design, sono le Funzioni che mancano le Funzioni e la Compatibilità, cosa che TUTTI stanno surclassando.

  • dedo

    fa cagare

No more articles