Andiamo ad analizzare l’installer di Void Linux, distribuzione Rolling Release molto simile ad Arch Linux.

Void Linux
In questi giorni rilasceremo alcune guide dedicate a Void Linux, distribuzione Rolling Release che ci consente di creare il nostro sistema operativo libero partendo dal Kernel integrando il gestore dei pacchetti XBPS, il gestore d’avvio Runit (thanks CaosX) e DKMS per semplificare la gestione dei moduli del Kernel Linux di terze parti. L’idea del progetto Void Linux è quella di poter creare una distribuzione ottimizzata per il nostro pc, stabile e sempre aggiornata. Void Linux è una distribuzione da consigliare soprattutto ad user esperti (o all’utente che vuole imparare ad utilizzare al meglio Linux) dato che molto spesso dovremo operare da riga di comando a partire dall’installazione, alle varie configurazioni ecc.

Possiamo installare Void Linux sia in pc nuovi e datati, l’installer viene rilasciato anche per Raspberry Pi, Cubieboard2 e Odroid U2/U3.
L’installer di Void Linux ci consente di installare il sistema base nel nostro pc (Kernel, gestore dei pacchetti ecc), una volta installato il sistema base dovremo procedere all’installazione dell’ambiente desktop, driver open o proprietari per le schede grafiche o altre periferiche, sistema audio, server grafico, applicazioni preferite, display manager, gestore della connessione ecc.

Una volta scaricata la ISO dell’installer di Void Linux, basta masterizzarla in un CD / DVD oppure salvarla in una pendrive con DD da riga di comando se utilizziamo Windows possiamo utilizzare Win32 Disk Imager.

Una volta avviato l’installer di Void Linux dovremo avviare il tool d’installazione digitando

sudo void-installer

Come possiamo notare dall’immagine l’installer è abbastanza semplice da utilizzare il mio consiglio è quello di preparare già partizionato il nostro hard disk o ssd dato che Void Linux utilizza Parted come gestore delle partizioni (a mio avviso non molto semplice come ad esempio cfdisk).

Void Linux - Installer

Ricordo inoltre che dovremo in un secondo momento scaricare diversi pacchetti, per farlo dovremo utilizzare una connessione Ethernet, prima di procedere quindi con l’installazione verificare di avere una connessione via Lan attiva.

Se non disponiamo di una connessione Ethernet possiamo utilizzare un pc con Linux (o Windows utilizzando una distro live con ad esempio Ubuntu) collegato ad internet via Wireless o internet mobile condividendola attraverso la Lan consultando questa guida.

Nella prossima guida vedremo come installare, ambiente desktop, driver ecc nel sistema base di Void Linux.

Home Void Linux

No more articles