Manca ancora molto al termine del supporto per Microsoft Windows 7 ma Gartner consiglia già di prendere in considerazione le alternative.

Microsoft Windows 7
Mancano più di cinque anni al termine del supporto per Windows 7, sistema operativo proprietario che riceverà aggiornamenti di sicurezza fino al 2020 ma già alcune aziende stanno giù preparandosi alla migrazione in Windows 8 o alla ricerca di nuove soluzioni.
A segnalarlo è Gartner, la nota società leader della consulenza strategica, ricerca e analisi nel campo dell’Information Technology, con un post sul proprio portale ufficiale, consigliando soprattutto alle aziende di cominciare a lavorare nella scelta del successore del sistema operativo attualmente più utilizzato al mondo.
Il consiglio di Gartner è quello di evitare i problemi che potrebbero arrivare da ritardi nella migrazione in Windows 8 oppure in Linux, come accaduto nei mesi scorsi con il termine del supporto per Windows XP.

Microsoft aveva annunciato già dal 2007 le date previste per il termine del supporto per Windows XP, dopo mesi di compagne di sensibilizzazione ecc attualmente ancora molti user e soprattutto aziende utilizzano ancora XP mettendo non solo a rischio la propria privacy e i dati dei vari clienti / utenti.

La Corea del Sud ha già programmato tutto questo, avviando la migrazione da Windows 7 a Linux che inizierà nel 2015 e terminerà nel 2020 quando il sistema operativo proprietario diventerà obsoleto.
Speriamo che molte altre aziende e governi prendano in considerazione i consigli di Gartner, puntando su Linux come la migliore alternativa a Windows 7.

No more articles