Dopo elementary OS anche XFCE approda in Bountysource servizio che consentirà di poter correggere più velocemente alcuni bug

XFCE in Bountysource
XFCE è un’ambiente desktop il cui sviluppo non è mai stato molto veloce a causa soprattutto dei pochi developer impegnati nel progetto e alla volontà di rilasciare una nuova versione solo quando sono riscontrati pochissimi bug. A differenza di Gnome e KDE (ambienti desktop che normalmente rilasciano due nuove versioni ogni 12 mesi), XFCE non ha alcuna data prevista per il rilascio, quando la nuova versione è stabile e affidabile viene rilasciata. Per velocizzare i tempi dello sviluppo, garantendo un desktop environment stabile e funzionale, i developer XFCE hanno deciso di inoltrare alcuni bug nel portale Bountysource, come accaduto nei mesi scorsi in elementary OS.

Bountysource è un portale dove vengono pagati gli utenti che vanno a correggere alcuni bug critici risolti oltre ad offrire qualsiasi utente la possibilità di poter donare dei soldi per introdurre nuove feature nel progetto.
Ad esempio per XFCE un’utente ha chiesto di migliorare la “funzionalità Aero Snap” nelle finestre in XFCE includendo la possibilità di massimizzare la finestra al 100% quando si trascina nella parte superiore e del 25% quando si trascina negli angoli (funzionalità presente ad esempio in KDE). Gli sviluppatori che decideranno di lavorare in questa funzionalità guadagneranno 40 dollari (somma che potrebbe aumentare visto l’interesse da parte di molti altri utenti) e 30 dollari invece per chi introdurrà la gestione delle finestre in stile Exposè (funzionalità che possiamo ottenere grazie al tool Skippy-XD).

L’introduzione di XFCE in Bountysource potrebbe velocizzare lo sviluppo della nuova versione rendendola più completa con nuove features richieste dagli utenti.

Ringrazio il nostro lettore ange88 per la segnalazione.

No more articles