Il portale ZDNet ha indicato come Microsoft stia lavorando per “convergere” la versione desktop con quella mobile di Windows proprio come sta facendo Canonical con Ubuntu

Windows 9
Mancano ormai pochi mesi al debutto di Ubuntu nel mercato dei device mobili, i primi smartphone ad introdurre il nuovo sistema operativo mobile open source di Canonical saranno Meizu MX3 e Bq Aquaris.
Ad ottobre è previsto anche il rilascio di Ubuntu 14.10 Utopic, release che sarà disponibile sia con l’attuale Unity 7.2 e la versione Next basata su Unity 8 avviando cosi la convergenza tra device mobili e desktop. Ubuntu sarà quindi il primo sistema operativo a fornire di “convergenza” tra la versione desktop e mobile ossia gli utenti avranno le stesse applicazioni sia su pc, tablet e smartphone, funzionalità che sarà presto inclusa nella futura versione 9 di Microsoft Windows.

Stando a ZDNet, Microsoft ha già iniziato a lavorare su Windows 9, nuova versione del sistema operativo più utilizzando al mondo che porterà la convergenza tra device mobili e desktop. Come per Ubuntu con Unity 8, il nuovo Windows 9 sarà disponibile sia per pc desktop, tablet e smartphone fornendo all’utente la possibilità di poter utilizzare le stesse applicazioni su qualsiasi device e consentirà agli sviluppatori di poter lavorare in un’unica piattaforma facilitando notevolmente lo sviluppo di applicazioni desktop / mobili.

C’è da chiedersi che fine faranno le applicazioni native per pc desktop?  Che faranno gli sviluppatori? decideranno di riscrivere le applicazioni per farle “girare” su device mobili / desktop oppure semplicemente abbandoneranno lo sviluppo del progetto?

In questo caso Linux è avvantaggiato dato che (per ora) solo Ubuntu porterà la convergenza tra i vari device, KDE ad esempio ha deciso di tener ben diviso l’ambiente desktop con quello mobile con il progetto Plasma Active, gli altri ambienti desktop / distribuzioni per ora rimangono fedeli al pc desktop includendo comunque il supporto per touch / HiDPI.

La Convergenza è il futuro?

A mio avviso no, un pc desktop è ben diverso da uno smartphone e tablet, se ne sta accorgendo proprio Microsoft che con Windows 8.1 ha cercato di migliorare l’esperienza desktop dopo molte critiche e molti user e aziende pronte a rimuovere la nuova versione per ritornare a Windows 7.

Secondo voi, la convergenza è il futuro?..o no?

No more articles