Il Tribunale di Roma ha bloccato l’accesso a MEGA da parte degli utenti italiani a causa delle condivisione di materiale protetto da copyright e scattano le polemiche.

MEGA
MEGA è un servizio di storage cloud che mette a disposizione per ogni account 50 Gb di spazio web gratuito nel quale salvare e condividere i propri file preferiti. Caratteristica di MEGA è quella di mantenere al sicuro i nostri file dato che sono tutti criptati, rendendoli inaccessibili anche da parte degli amministratori del servizio. Funzionalità che sembra non aver preso in considerazione il Tribunale di Roma che ha recentemente accettato una denuncia del distributore Wider Films che segnalava alcuni film protetti da copyright condivisi sul web attraverso proprio il servizi di cloud storage fondato da Kim Dotcom, bloccando quindi l’accesso di MEGA da parte degli utenti italiani.

Oltre a MEGA sono stati bloccati altri 23 siti web per condividere url di film, serie tv, software ecc protetti da copyright. Il blocco di MEGA potrebbe però essere momentaneo dato che il famoso portale web ha già avviato le pratiche per il ricorso in appello che verrà presentato nei prossimi giorni.

Stephen Hall l’attuale CEO di MEGA ha commentato la notizia del blocco del portale in Italia indicando che:

Il blocco adottato in Italia è illegale, è stato posto sulla base della segnalazione di un piccolo distributore per due film, ma l’effetto di questo blocco è del tutto sproporzionato.

Staremo a vedere se MEGA vincerà o meno l’appello cosi da poter essere ripristinato in Italia.

Ricordiamo che la pirateria è un reato (anche se in Italia molto spesso chi effettua questi “crimini” viene visto come furbo e non un delinquente), in questo caso sarebbe più corretto punire che ha diffuso i film e i siti che hanno segnalato i vari link di condivisione che non il gestore del servizio.

  • ale

    Si e diciamo che hanno bloccato anche mail.ru che è il più grande provider di mail in russia non che anche publisher di giochi, assurdo, per 2 film pirata hanno tirato giù servizi usatissimi che molti usano anche per lavoro, solo in italia fanno cose del genere, in che paese viviamo, non so…

    • Matteo

      Non solo, hanno bloccato diversi portali russi famosi

      • ale

        Si ma questi sono clamorosi perchè con la pirateria non centrano nulla, ma poi non hanno nemmeno pensato i problemi che questo porta, i russi che vengono in italia non potranno più accedere alla loro mail ? E chi usa mega per lavoro ? Assurdo

  • giggo

    ovviamente è sufficiente cambiare i dsn

  • luca

    quindi per recuperare i documenti che ho su cloud devo cambiare i dns uffa

  • Roger

    Ma che stanno facendo?
    Bloccare un intero sito cloud per una cosa del genere è da criminali!
    Segnalare l’accaduto e mega ci pensava da solo a cancellare i file piratati.
    Come sempre qui si fa il processo all’intenzione.
    Come se uno uccide un tizio con una 357 e fanno chiudere tutte le fabbriche della Smith & Wesson.

  • JackPulde

    Solite scelte del cavolo… Spero che arrivi una bella petizione contro il tribunale di roma!
    C’è un sacco di gente che usa Mega per dati personali (come foto, video e/o documenti) e così non può più prenderli (a meno che non si cambiano i DNS… ma non tutti sono informatici)… -.-

    • SGAB

      Io ho un sacco di roba là dentro!!!!

  • ncis

    Be,per accedere,basta utiluzzare un server proxy.ce ne sono in giro una vagonwta e del tutto gratuiti.

    • SGAB

      Grazie!!!

    • KilgoreT

      Perchè un proxy quando basta cambiare DNS (Google o OpenDNS)? .. che poi fa anche bene a prescindere

    • Lux85

      basta, oddio.. per il singolo e se lo usi come backup, ok, ma se condividi e collabori con altri sono cazzi amari.. è stata una porcata, punto.

  • ale

    non capisco propioi abbiamo tutte le slide del universita su mega vabbe a casa cambiamo dns ma al universita non si puo,per non parlare di amici turisti gente che lavora con mail.ru

  • Toni

    Io sto aspettando il ripristino del Tribunale dell’Inquisizione….

  • Ho visto molta riba protetta da copyright scaricabile da Google drive… Chiuderanno anche Google? XD
    Ah e poi molti dei siti che segnalano link pirata sono hostati su Blogger… xD

    • Riccardo Boninsegna

      Non era proprio in Italia che il tribunale di Milano (se ricordo bene) voleva che Youtube controllasse tutti gli upload dopo un processo per essere stato “complice” di un video di bullismo verso un down?

  • EnricoD

    Secondo me è stato SGAB a proporne il ban al tribunale di Roma XD si scherza ovviamente 😛

  • Io non uso Mega, quindi me ne frego quanto basta.
    Peggio per quel panzone di Kim Dotcom. XD

    • EnricoD

      Io non riesco nemmeno a caricare i file su mega, lento in upload per me . Con altri servizi non ho problemi invece

      • Ah, beh… io utilizzo Google Drive e DropBox. Quindi come te non ho problemi di alcun tipo. 😉

        • dudd

          siccome è lo stesso tipo di servizio, e pure dropbox e googledrive vengono usati per comportamenti fraudolenti, non è inverosimile pensare che qualche giudice coglione si possa svegliare e bloccare pure quelli.. Quindi la tua felicità per le disgrazie altrui potrebbe essere immotivata

          • Non si tratta di felicità. Si tratta solo d’indifferenza da parte mia. Nulla di che.

            Se però un eventuale giudice si sveglia la mattina che fa le sue sparate vuol dire che la libertà di tutti è seriamente messa in discussione.

            A questo punto dovremmo avere tutti la nostra server farm.

  • iClaud

    Solo a me funziona tranquillamente senza proxy o altro?

    • JackPulde

      Magari hai configurato i DNS open o quelli di google

      • iClaud

        Che io ricordi no, c’è un modo per verificarlo?

        • vasco

          basta andare su sito di opendns e verificare se li usi o no,se hai linux segui il video,se hai windows basta andare opzioni scheda rete,magari li ha cambiati qualcuno sul modem router:)

          http://www .youtube. com/watch?v=0j9HJhLetRk

          • iClaud

            No, non è il DNS di google. Non è 8.8.8.8 ne 8.8.4.4

          • Matteo

            A volte mi viene il sospetto (con tanto di ticchettio all’occhio destro) che passando per i dns di google… tohh mi tracciano anche da lì… possibile?

          • iClaud

            Mi tracciassero, tanto anche con la pubblicità mirata, non ho una postepay asd

          • ale

            Ovviamente, tutte le richieste DNS vengono registrate, che sia google, opendns o il tuo provider, ma questo dice poco, solo che siti visiti e nulla di più

          • blost

            ovvio che ti tracciano, altrimenti come lo alimentano il tuo profilo?

    • guest

      Idem, e non ho configurato niente.

  • un altro motivo in più per installare owncloud su web hosting e fregarsene di censura e furti di privacy

  • GnuGnu

    Dopo i recenti casi legati a Stamina, alcuni giudici oltre a fare i medici fanno anche gli informatici. E’ già così difficile solo applicare correttamente le migliaia di leggi che ci sono senza spingersi anche in campi in cui non ci sono competenze.

    • ale

      Il problema è che qui in italia abbiamo legislazioni vecchie fatte chiaramente prima dell’avvento di internet che ha cambiato tutto, mentre le leggi che riguardano questioni informatiche andrebbero aggiornate di anno in anno tante sono le novità, ma ovviamente a nessuno importa, e non importa nemmeno ai cittadini dato che questo fatto che reputo molto grave non è stato minimamente trattato dai vari giornali e telegiornali, come non hanno detto nulla quando è stato approvato l’equo compenso e quando hanno fatto altre porcate simili

      Ma almeno sti giudici consultassero esperti prima di prendere una decisione, per me sti qua non sanno nemmeno la gravità di quello che hanno fatto, meriterebbero una denuncia loro da chi non ha potuto usare mega per lavoro o dai russi che non hanno potuto controllare la loro mail in italia

  • GnuGnu

    Spero di non perdere improvvisamente l’accesso alla posta Yahoo su cui ci sono 20 anni della mia vita perché qualcuno ha mandato dal sito una mail oggetto di un reato.

    • lorenzo s.

      Basta un backup…

      • GnuGnu

        Backup della posta su Yahoo a cui accedo via browser, non pop3/imap ?
        Ho scelto questa modalità perché ci pensino loro a fare il backup del sistema, io ho già i miei problemi a perdere i dati sui miei dischi.

  • Andrea Bonanni

    quindi non vendiamo più i coltelli perche li usano per uccidere!!!
    roba da ricoglionire !!!!

  • andrea

    forse e arrivato il momento di farmi un nas sono anni che lo dico e mai fatto:)
    ma tutti quei turisti russi come fanno ora con le email?!!!!mah

    • EnricoD

      Cambiassero DNS anche loro XD

      • andrea

        ho capito ma in romagna al ombrellone mi sembra difficile:)

        • EnricoD

          Affari loro XD

          • kimotori_1974

            c’è la rete della cipolla!!! Tor, anche per cellulare, ma quanto siete preistorici!!!

          • Mirtz Bass

            +1

  • daniele dragoni

    Per fortuna che siamo in Italia, e che per aggirare la censura basta cambiare i dns. E per chi dice che non tutti sono degli informatici, ci sono moltissime guide online per tutti i sistemi operativi e l’operazione non chiede più di 10 minuti.

  • gigge

    pssss.. dns di google, ma io non vi ho detto nulla 😉

  • kimotori

    opendns foodns googledns, insomma, tutti eccetto i dns degli operatori italiani che tralatro sono pure lenti

  • nicola

    leggendo i commenti molti suggeriscono di cambiare i DNS vorrei sapere se facendolo si infrange la legge italiana si rischia qualche sanzione o non so cosa ad esempio visitando un sito bloccato tramite dns è come entrare in un edificio messo sotto sequestro .. qualcuno può chiarire questa cosa?
    grazie

    • gianluca

      Se mi mostri un articolo della legge in cui una persona con un terminale, non puo cambiare un dns sul proprio pc/lan possiamo mandare avanti la questione.

      • nicola

        no aspetta il punto è un altro se un sito viene bloccato dalla gdf con il blocco tramite dns è legale entrarci aggirando “questa protezione”?
        ovvio che cambiarli per navigare su siti accessibili non porta nessun problema legale

        • gianluca

          Credo, ma prendilo con le dovute ”pinze” che il solo navigare in un sito oscurato non sia un reato, in quanto ”tu persona fisica” non stai infrangendo nessuna legge, loro oscurano per la presunzione di reato un singolo utente, ma stanno praticando un blocco illegalmente in quanto un singolo utente non è il totale degli utilizzatori di mega.
          Ci vorrebbe un azione collettiva.

    • Alessandro

      Non c’è niente di messo sotto sequestro: funziona un po’ come un filtro parental-control per i bambini, che in realtà non esiste! Perché agiscono semplicemente sul sistema di ricostruzione indirizzi IP associati al nome che digiti nelle barra del browser. Quando tu digiti il nome di un sito in black list, il server dns semplicemente invece di dare al tuo pc la risposta corretta, risponde picche.

      • pino

        la domanda era un’altra credo è legale navigare in siti oscurati tramite dns?

        • Alessandro

          Certo perché tu e Nicola usate canali differenti da quelli oscurati. In più nessuna autorità vi ha avvertito dell’elenco bloccato (se non per venuti a sapere) quindi nessuno vi può fare niente a voi due.

    • Simone

      No, non è illegale, in quanto non è che il blocco è sul tuo dispositivo, ma sul provider che ti fornisce il servizio. Se tu surfi con i DNS americani e lo stato non impone alla rete italiana di bloccarli non stai commettendo alcun reato.

  • Franco

    Sempre così, i buoni (cioè cattivi) non li bloccano mai: google e facebook

  • ange98

    Finché Putlocker rimarrà “sbloccato” in Italia, mi va bene tutto.

    • Brado

      Traduzione, fino a quando a me va bene, degli altri che me ne frega? Bel modo di pensare, complimenti. Largo ai giovani se il loro modo di pensare è questo invece fare discorsi di libertà, di uguaglianza, di diritti ecc.. ecc…

      • ange98

        Scusa ma non mi pare tutto sto granchè questo MEGA.
        Avrei capito se fosse stato open o se offrisse caratteristiche interessanti, ma visto che c’è di meglio non mi pare questa gran perdita.

        • Brado

          Ma non ti ho risposto per una questione relativa a mega o a qualche altro servizio, ma ti ho risposto perché in quello che hai scritto ho visto un modo di pensare che non mi piace, quello del tipico, io sono io e voi non siete un caxxo, oppure, se a me va bene gli altri possono anche schiattare e da un ragazzo molto giovane se 98 è l’anno di nascita, mi aspetto qualche cosa di diverso se si vuol vedere un mondo diverso. Tutto qui.

          • ange98

            Mettiamola così: mi dispiace per gli utenti di MEGA (che potranno risolvere con un cambio di DNS se non ho capito male). Speriamo solo che non tocchino Putlocker che è un servizio che sfrutto molto.

    • ed0

      Direi che ti va male, perché Putlocker, da tempo rinominato Firedrive, è stato oscurato

      • ange98

        Ma io ci sto vedendo un film proprio ora da li .-.

  • capawht

    Ma con android come si fa ad accedere a Mega? Io ho l’app di Mega su android e ho diversi file importanti caricati li (niente film o mp3 illegali, ma file universitari quindi appunti, slide e registrazioni). Non posso più visualizzarli da smartphone?

    • Alessandro

      Se hai accesso alla configurazione del router wi-fi, puoi cambiare dns una sola volta per tutti i dispositivi, telefoni compresi.

      • capawht

        Ok ma quando sono connesso tramite la connessione dati del mio operatore? E se sono in università con la rete dell’uni come faccio?

        • abral

          Probabilmente facendo il root puoi cambiare i DNS che usa il tuo telefono (magari anche senza root, cerca un po’).

          • capawht

            Ok grazie, ora faccio una ricerca. Ma mi sta venendo un’altra idea: e se provassi ad usare owncloud? Per caso é possibile sincronizzare owncloud e mega?

      • tomberry

        Oppure impostarli sul file /etc/dhcp/dhclient.conf..

  • Guido1988

    Sono d’accordo con il provvedimento del tribunale di Roma. Anzi, suggerirei quanto segue: al primo link che punta su Google Drive contenente un file protetto da copyright, inibiamo l’accesso anche a Google. Poi passiamo a Dropbox. Anzi: già che ci siamo perché non impediamo l’accesso a Internet, così, giusto per andare a colpo sicuro!

    Ma la cosa grave sapete qual è? Che queste decisioni non sono decisioni prese contro i pirati informatici. No. Sono misure restrittive verso noi utenti.

    • Dina Lampa

      tra le chiavi di lettura aggiungo che questo è un provvedimento preso a favore dell’establishment USA
      Lo dimostra il fatto che a parita di condizioni Google e Facebook non verrebbero mai bannate ma a loro verrebbe richiesto di rimuovere in modo chirurgico i dati…provare per credere (gia lo fanno).
      Un servizio simile che non fa parte dell’industria pesante USA (in termini di dollaroni) e/o è concorrente allora viene trattato diversamente, qui in Italia si intende.
      Vedere ad esempio il trattamento riservato a vk.com che è un fb europeo/russo o anche mail.ru che è un gmail russo e/o Mega che è un Drive/OneDrive/Dropbox neozelandese.

  • ed0

    ricorrere a DNS americani per sfuggire alla censura italiana… questo è proprio il colmo

    • GnuGnu

      Non sarà una bufala? Con i DSN di Wind si arriva senza problemi.

      • Lux85

        no non è una bufala, ci sono tanti professionisti incazzati visto che ci smenano soldi per il PRO da 2 o 4 TB.. wind probabilmente non li ha ancora applicati

  • Lux85

    È un vizietto italiano quello di “chiudere” servizi ad cazzum! (tra l’altro “pensano” di averli oscurati…)

    male a un dente? già che ci siamo via tutti..

    MEGA @MEGAprivacy · 18 lug
    Ai nostri utenti italiani: ci scusiamo per la non disponibilità del servizio. Stiamo valutando azioni legali per retificare tale accaduto.

    (una cazzata del genere di certo non la si risolve con “ah scusa, cazzo”..)

    Porcata colossale dato che arreca SOLO danno ai professionisti e ai loro clienti, mentre permettono il cambio di dominio e hosting all’infinito di quei soggetti, sempre gli stessi (un bel dump del db, up e via a colpi di cerchio e alla botte); ma portare in Italia un servizio come Netflix a cifre ragionevoli? combatteresti la pirateria meglio che con queste genialate da Commissario Auricchio (lasciamo stare il discorso banda “larga” che facciamo ridere, ved. Romania per credere).
    Quanta gente (clienti) sa cosa sono e come si cambiano i DNS? infatti sono tutti incazzati..
    per il momento posso rimediare con Owncloud su server o altro perchè li usavo anche prima, ma tanti ci smenano soldi per il PRO da 2 o 4TB, proprio perchè è un servizio affidabile (non è ancora ai livelli di Box business ma ci potrebbe arrivare con lo sviluppo di App tramite SDK.. e se arrivasse sto benedetto sync).

    il problema non è tanto il fatto di cambiare il proprio dns che si fa presto.. il problema è che se mandi un link ora devi pregare!

    (http://www.youtube.com/watch?v=UplCpbk0d5E)

  • Brado

    Con tutti i problemi e le disgrazie di questo disgraziato paese guarda un po’ di cosa si vanno a preoccupare, danno condanne anche per reati alla persona sempre più risibili, fanno indulti e mettono in strada i delinquenti perché non sanno dove altro metterli e bloccano a simpatia. Ma tutti gli altri siti che a differenza di mega, sono perfettamente organizzati per condividere centinaia di prodotti coperti da copyright, perfettamente suddivisi in categorie, dove tutto è ben elencato a partire ad esempio da film mkv, appartengono o sono gestiti da qualche generale della finanza, qualche politico, qualche mafioso o da qualunque loro parente che operano da anni e nessuno se ne occupa? Me lo sono sempre chiesto, la magistratura agisce comunque in conseguenza ad una denuncia e una sentenza alla fine decide. Saranno i giorni delle sentenze a ca**o, quelle pre-ferie, tanto per smaltire un po’ e non rischiare di perdere neppure un giorno di sudate vacanze visto che questa è la seconda sentenza ad minkia in questo periodo.

No more articles