Vi presentiamo un’interessante concept dedicato al futuro Chromebook di Google, laptop che includerà interfaccia grafica e features di Android

Chromebook Fusion Concept
Tra le tante novità presentate al recente Google I/O troviamo il nuovo Android L nuova release del sistema operativo mobile di BigG che include Material Design interfaccia grafica che avvia il processo di “convergenza” tra i vari dispositivi e servizi web. L’idea di Google è quella di fornire un design molto simile tra Android, servizi web e Chrome OS sistema operativo basato su Kernel Linux che comincia finalmente a farsi strada soprattutto nel mercato dei portatili di fascia bassa. Un gruppo di designer hanno rilasciato un video dedicato al Chromebook del futuro, il nuovi laptop targati Google che includeranno funzionalità ed un’esperienza utente molto simile ad Android.

Il Chromebook del futuro avrà un display ultraslim con risoluzione molto probabilmente FullHD o 4K con un rivoluzionario touchpad che include un piccolo display multi-touch in grado di fornire funzionalità aggiuntive come lo sblocco del dispositivo, la possibilità di rispondere o rifiutare le chiamate ecc.

Chromebook Fusion Concept

Chrome OS sarà in grado di supportare le applicazioni native per Android coniugando l’esperienza utente desktop e mobile come accade attualmente un Windows 8, integrato anche Google Now e Ok Google.
Da notare anche la look screen del futuro Chromebook / ChromeOS con un look che ricorda molto gli attuali display manager Linux.

Ecco il video di Chromebook Fusion:

Che ve ne sembra dell’idea riguardante il Chromebook del futuro?
Ricordo che il video e immagini riguardano un concept, non c’è nulla di confermato da parte di Google, anche se a mio avviso un portatile cosi non sarebbe poi cosi male 😀

  • Simone

    Speriamo….potrei anche tornare ad Ubuntu da Mint se succedesse…

  • Gennaro Langella

    E’ uno dei motivi che mi hanno spinto verso Debian. Ma non ci spererei troppo

  • L’idea non è per niente male. Se ben ricordo Bacon rispose che al momento era impensabile per Ubuntu touch e che sicuramente in futuro il cambio sarebbe stato necessario.

    Comunque, una cosa di questo tipo potrebbe giovare parecchio ad Ubuntu. Magari facendo 6/7 mesi prima di una LTS un freeze dei pacchetti (alla Debian insomma, anche perchè non ci sarebbero altre soluzioni, anche se in meno tempo) e rallentare l’immissione dei pacchetti nella rolling e dedicarci un po’ meno tempo, magari lasciando in mano parte del compito solitamente svolto da Canonical alla comunità e con il team che, una tantum, accetta patch e cose del genere (specialmente sui software fatti da Canonical, come Unity e il software updater).
    O magari lasciando alla comunità vere e proprie linee guida su cosa fare e cosa non fare (tipo: in Unity dobbiamo aggiungere questo, se ci pensate voi ci fate un piacere, ma non toccate questi punti).

  • Nazzareno B.

    Magari!!!

  • franz1789

    Io so solo che su Ubuntu se installo i driver nVidia 310 o 313 mi freeza o si crasha xorg. Su Chakra questo non succede. Non oso immaginare cosa succederebbe se questa distro diventasse rolling, non testano i pacchetti ora, figuriamoci aggiornandoli mano a mano che escono..

  • Elia Notarangelo

    speriamo! per il momento ho trovato la pace dei sensi con debian testing

  • sarebbe fantastico… al momento sto testando sabayon linux. Questa distro è un’ottima Rolling Release, ma se ubuntu diventasse rolling, sicuramente le sarebbe di gran lunga superiore…

No more articles