E’ finalmente disponibile CentOS 7, la prima release sviluppata in collaborazione con Red Hat, le novità e come scaricarla

CentOS 7
Dopo mesi di duro lavoro è finalmente disponibile la tanto attesa release numero 7 di CentOS, una delle più apprezzate ed utilizzate distribuzioni presente in molti web server. CentOS 7 è la prima release nata dalla collaborazione con Red Hat, la quale ha portato non solo nuovi sviluppatori ma anche finanziando il progetto in maniera tale da rendere la piattaforma di classe enterprise sempre più competa e affidabile.
Tra le principali novità introdotte in CentOS 7.0 troviamo aggiornato il Kernel Linux alla versione 3.10.0 ed introdotto il supporto per Linux Containers introdotti inoltre i driver per Open VMware Tools e 3D.

In CentOS 7 approda di default il nuovo OpenJDK-7, introdotto il supporto per creare snapshots LVM in ext4 e XFS, sotto il cofano troviamo finalmente il nuovo Grub 2 con tanto di supporto per Uefi Secure Boot, introdotto anche il nuovo gestore degli avvii systemd e firewalld. Da notare inoltre che in CentOS 7 troviamo XFS come file system predefinito, incluso inolter il supporto per schede Ethernet 40G e PTPv2, la nuova reale viene rilasciata con ambiente desktop Gnome Classic 3.8.4, con Firefox 24.5.0, LibreOffice 4.1.4, OpenSSL 1.0.1e, X.org 1.15.0, Mesa 9.2.5 e GCC 4.8.2.

CentOS 7

Per maggiori informazioni su CentOS 7 consiglio di consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Ringrazio i nostri lettori piccimon e Gorchim per la segnalazione

Home CentOS

  • A me sembra tanto una boiata. Bah.

    Non c’è nulla di cui spaventarsi.

  • lettore

    Redhat usa XFS, Suse Btrfs, Debian ext4. Grande confusione.

    • Marco

      Suse usa XFS, opensuse sta testando btrfs come sta facendo Fedora, ma di certo non e’ ancora pronto per i server.
      RH e SUSE usano XFS per via di qualche bug di ext4, il piu’ noto e’ quello con storage superiori ai 40TB.

      • Simone Picciau

        btrfs default in opensuse 13.2

  • Esu

    Perché rilasciano CentOS solo con Gnome? Qualcosa di più leggero no?

    • Gerryn

      Me lo chiedo pure io. Appena provato, fa veramente schifo Gnome 3. Proverò con KDE.

    • ale

      Puoi installarlo anche con kde, e penso anche altri de

    • polifemino

      Stiamo parlando di una distribuzione per server, che teoricamente, dovrebbe essere usata da terminale. Poi puoi installare quelle che vuoi

    • Simone Picciau

      i live dvd sono con gnome e con kde, ma c’è anche la netinstall

  • qualcuno sa dirmi benchmark alla mano chi tra ext4, xfs, btrfs e f2fs è più veloce su hdd e su ssd?

    • Marco

      Ognuno ha i suoi pregi e difetti, non c’e’ un vero meglio.

      • fissato un tipo di hd ce ne sarà uno che è più veloce degli altri… trascurando stabilità, compatibilità e le altre cose che si mangiano

        • ale

          Dipende anche dall’uso che ne vuoi fare comunque, certi fs sono più adatti ad una determinata applicazione e certi ad altre, e dipende anche che feature vuoi avere, snapshot, copy on write, ecc

          • il_maggiordomo_invisibile

            quindi partizionare un disco in base all’utilizzo (office/multimedia) scegliendo un determinato file system, potrebbe aumentare le performance in base alla quantita’ e alla grandezza dei files che si vuole trattare o alla possibilita’ di poter fare ricerche piu’ veloci su archivi molto voluminosi o ancora ripristiono di sessioni precedenti degli stati della macchina in uso? Nel motaggio video che file system consigliate, per la partizione utente e radice conviene lasciare EXT4 di default, ma questo file system non gestisce gli stati della macchina precedenti? (come time machine x capirci) su Apple.

  • LOL adesso quelli di gnome saranno costretti a mantenere gnome-panel e metacity per altri 10 anni

    • Marco

      Dovrebbe essere solo l’estensione, comunque sono quelli di RH a doverli supportare, non il team gnome.
      Basta vedere come e’ ancora supportato gnome2 da RH, mentre il team gnome l’ha abbandonato da un pezzo.

      • Mario

        Mi sa che Metacity non c’entra una mazza con Gnome Classic.

        • E invece ti sbagli: esistono 2 “gnome classic”, uno ottenuto tramite estensioni e uno con gnome-panel + metacity, quest’ultimo richiesto da rh

    • michele casari

      quelli di gnome sono stipendiati (in parte) da RH.

      • Appunto. Se non mantengono in vita la loro tanto odiata “vecchia metafora” (che invece piace agli utenti xD) e non lo faranno per i prossimi 10 anni (durata del supporto di RH) non potranno più pagare le bollette xD

  • quell’estensione per riportare il menu di gnome shell ad un meno più classico ha una sola mancanza per essere perfetto, gli manca un campo di ricerca per inserire il nome del software che si vuole cercare che secondo me è molto utile, se fanno quell’aggiunta sarà un’estensione migliore, per ora xfce resta il mio DE preferito

    • Mario

      Ho provato poche volte GNOME Classic, ma mi pare di ricordare che premendo il tasto SUPER, viene fuori da shell, e da lì puoi ricercare quello che vuoi.

      • Simone Picciau

        esatto

      • Si ma c’è anche una modalità (installabile a parte) con gnome-panel e metacity, che in pratica è un mate/xfce basato su gtk3 e che consuma più risorse

  • gerardo

    che differenza cè tra la DVD e la everything?

    • giocitta

      In everything c’è tutto il software del sistema operativo, sia quello installabile dall’installer, sia quello installabile in modo normale. Nel sito è suggerito di installare dal DVD e poi, di volta in volta, installare gli eventuali programmi necessari con yum.

  • ivo

    meglio debian stable o centos ?

No more articles