Vi presentiamo Breach, nuovo progetto open source che punta a fornire un moderno browser modulare open source creato per gli sviluppatori.

Breach Browser
Sono molti i siti web che stanno finalmente migrando i propri contenuti multimediali in HTML5 consentendo la riproduzione senza dover utilizzare alcun plugin di terze parti. L’arrivo inoltre dei DRM in HTML5 potrebbe sancire definitivamente l’addio ad Adobe Flash e Microsoft Silverlight tecnologie proprietarie utilizzate ancora da diversi siti web dedicati principalmente alla riproduzione di contenuti multimediali protetti. Per lo sviluppo di nuove applicazioni, siti web ecc HTML5 è nato anche il nuovo browser Breach, interessante progetto open source già disponibile per Linux e Apple Mac.

Breach è un nuovo browser open source basato su Blink il motore di rendering di Google Chrome / Chromium e modulare ossia consente agli user / developer di poter caricare all’avvio dei moduli in maniera tale da poter creare un browser conforme le proprie esigenze.
L’idea del progetto Breach è quella di facilitare la modifica di siti, applicazioni ecc web in HTML5 operando in tempo reale sul progetto, correggendo ad esempio layout ecc.

Breach è un progetto ancora in fase di sviluppo, attualmente non è ancora indipendente dato che richiede Chromium / Chrome installato nel pc, inoltre troviamo solo due moduli, “mod_strip” che include funzionalità basilari come la navigazione in schede e ricerca e l’altro per l’accesso alla Console Javascript e la funzione “Ispeziona elemento”.

Breach Browser

– Installare Breach

Breach è attualmente disponibile per Linux e Apple Mac, basta scaricare il browser modulare open source da questa pagina.

Ricordo che dobbiamo aver installato Chromium per poter avviare Breach, per Debian, Ubuntu e derivate basta digitare:

sudo apt-get install chromium-browser

a questo punto estraiamo avviamo il terminale nella cartella dove contenuto Breach e digitiamo:

CHROME_DEVEL_SANDBOX=/usr/lib/chromium-browser/chrome-sandbox ./breach

se tutto corretto dopo alcuni secondi dovrebbe avviarsi Breach.

Ringrazio J per la segnalazione

Home Breach

  • Dario Grillo

    L’unica distro supportata della fsf veramente decente, dietro Trisquel c’è solo Parabola e Dragora tutto il resto è m*rda.

  • Kernelpanic

    Beh,gnewsense non mi sembrava affatto male…

    • Dario Grillo

      sicuramente, il problema e che non è supportata da anni(basata su ubuntu 8.10), e non lo sono nemmeno musix, blag, e venenux e poi non parliamo di ututo che fa veramente ca*are, una distro così incasinata non l’avevo mai vista e vogliamo parlare di dynebolic? fino a qualche mese fa non c’era nemmeno modo di scaricarla visto che non c’era traccia di una iso in tutto il web, ora è ricomparsa la beta della versione 3, ed è già vecchia

  • multiplicis

    Non capisco perchè non l’abbiano basata su Debian Stable (aspettando magari l’uscita della 7). Ubuntu LTS è piena di bachi ed ha una politica molto più lontana dalla FSF di quanto non abbia Debian.

    Gnewsense aveva saggiamente progettato il passaggio a Debian, ma poi gli sviluppatori hanno abbandonato il progetto.

No more articles