Il portale Top500 ha rilasciato la classifica aggiornata dei 500 più potenti computer al mondo, al primo posto troviamo Tianhe-2 basato su Ubuntu Linux.

Tianhe-2
Top500 è un famoso sito web che ogni anno rilascia una classifica riguardante i 500 più potenti computer al mondo. Nella classifica aggiornata a giugno 2014 rimane il cinese Tianhe-2 il super computer più potente al mondo, seguito dagli statunitensi Titan e Sequoia, al decimo posto troviamo il super computer italiano HPC2 di Eni S.p.A. (Exploration & Production). Da notare che il super computer Tianhe-2 o TH-2 si basa su Ubuntu Linux, distribuzione che consente di gestire l’infrastruttura basata su OpenStack

Nella recente lista dei 500 super computer più potenti al mondo troviamo ben 233 sistemi presenti negli Stati Uniti, 76 in Cina e 30 nel Regno Unito e Giappone seguiti dalla Francia (27) e Germania (23).

I più potenti super computer al mondo si basano principalmente su Linux, stando al portale Top500 attualmente 411 super computer su 500 (82.2%) si basano si distribuzioni Linux dedicate, 23 utilizzando Cray Linux Environment, 15 SUSE Linux Enterprise Server, 12 AIX, 9 CentOS, 5 Bullx Linux e 4 RHEL mentre solo 1 utilizza Windows.

Top 500 Sistema Operativo

Per maggiori informazioni:

lista Top500 aggiornata a giugno 2014
statistiche varie dei Top500 super computer (sistema operativo, paese, infrastruttura ecc).

Home Top500

  • “Cacaoweb è accessibile tramite un semplice file binario” avevo letto molto tempo fa che non è molto sicuro questo programma e su Windows Avast me lo segnalava sempre come Cavallo di Troia.

    • che io sappia non contiene virus
      almeno in linux
      per windows bisogna vedere dato che se lo segnala un’antivirus solo bisognebbe valutarlo
      sul mio win 8 su tablet x86 security essentials (che è di defauf) mi segnala virus dei sorgenti di glabels ho segnalato il fatto ed era un problema sul file di configurazione dei sorgenti
      con l’aggiornamento dell’antivirus non lo segnalava più

    • GioGio

      Tranquillo, lo uso da molto tempo sia su linux sia su win e non è assolutamente un virus. Su win l’unica cosa spiacevole è che viene avviato ad ogni accensione come servizio ed essendo un p2p può occupare una piccola banda in upload, basta killare il servizio e sei a posto.

      • io personalmente non la conoscevo fino ad ieri quando mi è stata segnalata curiosità esiste una versione simile per android?

        • GioGio

          Non lo so, mi spiace.

        • dentaku65

          …purtroppo no 🙂

  • M0Rf30

    cacaoweb fa il suo dovere, ma è stato ufficialmente attestato che attiva in background una botnet…http://blog.alldebrid.com/?p=22

    • dentaku65

      mmm… lasciandolo “dormiente” ed eseguendo ss -t -4 -r mi risultano 0 pacchetti in Send …. la cosa che nn mi piace è che è un bin più o meno sconosciuto… ma è veramente ottimo

      • TopoRuggente

        installatelo in un chroot

    • kina

      Ufficialmente da chi? da un sito che vende lo stesso servizio che cacaoweb da gratis?

      cacaoweb è un servizio p2p (simile ad emule) mentre è in esecuzione condivide la cache dei video che abbiamo visto con gli altri utenti ecco perché fa traffico dati quando è in esecuzione!
      Tra l’altro solo 2 antivirus lo rilevano come minaccia: http://tinyurl.com/bu994q2

  • dongongo

    Io lo utilizzo oramai da un anno e sono davvero soddisfatto! È eccezionale! Tra l’altro su linux non ha limiti (che invece ha su windows bypassabili con la versione premium).

    Chiedo a voi se sapete aiutarmi. Vorrei creare un lanciatore nella barra di Unity con chromium ma non ci riesco. Ho creato la webapp come per gli altri siti solo che è necessario lanciare prima il comando “cacaoweb” da terminale affinché parta (l’ho installato da AUR su Arch). Allora ho modificato l’exec così “cacaoweb & sleep 5 && chromium –app=http://127.0.0.1:4001/” ma non parte. Se invece lancio lo stesso comando da terminale, cacaoweb si avvia… 🙁

    • hai uno script lo metti in usr bin e fai avviare quello nell’exec del collegamento nel menu e sei apposto 😀

  • Ubuntu

    Su windows è inutilizzabile,il processo si avvia all’infinito ad ogni avvio del sistema anche se esso viene disabilitato tramite “msiconfig”.
    Ed il limite, c’è anche con Linux non sò di preciso dopo quanto scatti ma comunque il tempo di attesa è di 50 minuti, e non è aggirabile cambiando IP (spegnendo il router)

    • dongongo

      Forse il pacchetto su AUR è diverso?? Io ti assicuro che lo utilizzo tutti i giorni, certe volte mi guardo anche 2 film ogni notte e mai è scattato il limite… :/

    • fabio crivaro

      basta cancellare i file dentro la cartella .cacaoweb nella home per il limite

  • dentaku65

    Lo uso da moltissimo tempo e si trova mediamente quasi tutto; per non avere limiti una volta visto lo streaming fare killall -9 cacaoweb.linux && rm -r $HOME/.cacaoweb && cacaoweb.linux Non so se si può dire qui, ma esiste un ottimo sito per cercare i film e le serie “cacao-ready” http://streamingdb.net

    • Gianluigi

      Help!!!!!!!!!!

      Ho provato a dare da terminale il comando
      killall -9 cacaoweb.linux && rm -r $HOME/.cacaoweb && cacaoweb.linux
      ma
      mi ha cancellato tutto!!!! Non solo la roba di cacaoweb ma anche tutte
      le cartelle, i file di configurazione di tutti i programmi, perfino i
      preferiti ecc..!!!!!

      Praticamente il S.O. è tornato come appena installato!!!!
      Cosa è successo???? Che devo fare? Ditemi che è possibile ripristinare tutto!!!!

  • fabio crivaro

    ti sei dimenticato di mettere la parte che se fai bufferare tutto il video e lo scarichi e’ come copiarlo sull’hd (probbilmente lo scarica sul pc mentre lo guardi) io scaricavo a 8mb/s

    • non sapevo che esistesse questa funzionalitá

      • fabio crivaro

        una volta avviato il video clicchi sul quadrato blu link copi l’url di download link e lo apri in una nuova scheda e parte il download bufferato tutto il video la velocita’ di scaricmento e’ equivalente al copire sul disco

  • All’ inizio credevo fossero file temporanei invece i file dentro la cartella /home//.cacaoweb/ sono i video visionati. Insomma, alla lunga mi ritrovo con gyga di file (per me) spazzatura.

  • Manu

    Ciao.
    Ho dei problemi ad avviarlo. Uso Chakra come distro e ho provato sia a scaricare cacaoweb-bin da CCR sia a installarlo manualmente come spieghi tu.
    Ma quando lancio da terminale il comando ./cacaoweb.linux o (dopo averlo installato tramite CCR) cacaoweb non succede niente.
    Non mi restituisce nè errore nè niente.
    Come mai secondo te?
    Grazie

    • Manu

      Niente, ho risolto!!
      Cacaoweb girava già sul mio pc solo che non riusciva ad aprire il browser…è bastato infatti digitare http://127.0.0.1:4001/index.html ed ecco che mi è apparsa la pagina iniziale!

  • Massimo

    È il «super computer» più potente al mondo, non super PC (PC = Personal Computer, e questo non ha niente di personal) :D.

  • LelixSuper

    Linux può vantarsi di aver conquistato i server ed i super computer!

  • Luky

    Differenza tra Linux e Unix?

    • Siro

      Linux é un clone di Unix.

      • MoMy

        O_o

      • heron

        Più che il clone, ne è il successore, visto che adesso Unix è abandonware e invece linux continua ad essere sviluppato attivamente.

        Se poi linux è figlio di Unix è perché inizialmente il codice di unix era aperto a tutti gratuitamente, e sul quel codice si formarono almeno due generazioni di programmatori, ma poi venne chiuso, determinandone il tramonto, insieme allo smembramento della Bell e alla avanzata dei PC.
        Servivano sistemi operativi che mantenessero gli stessi standard fissati da unix (che era stato monopolista con la Bell). E il fatto che chi li avrebbe programmati era cresciuto a pane e unix accentuò la cosa.

        Ma non puoi sminuirlo definendolo clone, manco fosse una borsa venduta a bordo strada…

      • gatano

        “Linux is not Unix” e te lo dice un sistemista senior Unix/Linux.

        Tu pensa il prossimo big step per molte aziende è la migrazione Unix to Linux, se fosse un clone cosa ci sarebbe da migrare? 😉

        P.S.
        Nelle grandi aziende conta di più la High-Availability che la High-Performance e per ora gli Unix commerciali hanno ancora (per poco) qualcosa da dire (ovviamente anche in questo campo Windows non è della partita)

  • alex

    Scorrendo la lista ho comunque visto che l’Italia è messa meglio di quello che pensavo, almeno rispetto agli altri paesi europei.

    In oltre mi ha stupito scoprire che l’HPC2 di Eni è quello che consuma meno in rapporto alla potenza di calcolo. Il Tianhe-2 è mostruoso anche nei consumi!

  • Dave Nardella

    Io ho fatto un’altra classifica.
    Su 1000 persone intervistate,
    – 1000 escono da casa con le scarpe/scarponcini o similari.
    – 0 con un foglio di domopack ai piedi
    – 0 con la cartaforno
    – 0 con una fetta di prosciutto.
    Cosa centra Windows con i super-computer ??? XD

    • EnricoD

      A Roma sostituisci il prosciutto co la mortazza altrimenti non ha senso XD

  • Simone

    Quindi il computer più potente del mondo usa Ubuntu. E Unity? Sarà pesante e avido di risorse? Lo avranno preso così potente affinché Unity giri bene e senza rallentamenti?
    Chissà la steam-machine come ci gira sopra?

    • Simone

      mi rispondo da solo prima che qualche genio pensi che il mio sia un commento serio e non ironico.

No more articles