Abbiamo testato Piumalinux JYNX, nuova release che ci consente di avere Mate di default in Ubuntu 14.04 Trusty LTS

Piumalinux JYNX
Ubuntu oltre alla versione ufficiale basata sul desktop environment Unity, è disponibile anche in varie derivate ufficiali che si differenziano principalmente dall’ambiente desktop e applicazioni preinstallate unite da alcune personalizzazioni e ottimizzazioni varie. In data odierna oltre ad Ubuntu / Unity troviamo Kubuntu con KDE, Xubuntu con XFCE, Lubuntu con LXDE e Ubuntu Gnome con Gnome Shell. Purtroppo non è disponibile la versione con Mate, ambiente desktop fork di Gnome 2 che sta riscontando un notevole successo. A fornire Ubuntu 14.04 con Mate di default troviamo Piumalinux derivata non ufficiale sviluppata da un developer italiano. Piumalinux JYNX è la versione (in data odierna ancora in fase di sviluppo) basata sul nuovo Ubuntu 14.04 Trusty LTS con preinstallato il nuovo Mate 1.8 (che troviamo di default anche in Linux Mint 17) con alcune personalizzazioni che riguardano principalmente il tema, set d’icone e sfondo.

Da notare che la distribuzione è disponibile anche nella versione non pae, consentendo quindi a personal computer datati di poter installare e utilizzare la nuova LTS di Ubuntu in veste leggera e funzionale.
Altra interessante caratteristica di Piumalinux JYNX è l’installer riguarda Systemback, tool incluso di default che ci consentirà in futuro di effettuare backup completo del nostro sistema operativo con la possibilità di creare anche una versione live, correggere eventuali problemi, aggiornare la distribuzione ecc.
Tra le applicazioni installate troviamo VideoLAN VLC, la suite per l’ufficio LibreOffice, Firefox (nella versione Beta / Aurora), il client email Thunderbird e le varie applicazioni di default incluse nel desktop environment Mate come ad esempio il file manager Caja, l’editor di testo Pluma ecc.

Piumalinux JYNX

Per testare / installare Piumalinux JYNX basta scaricare la distribuzione da questa pagina, ricordo che per accedere all’ambiente desktop dobbiamo inserire piuma come user e password.

Ringrazio il nostro lettore Tommaso Scappini (sviluppatore del progetto Piumalinux) per la segnalazione.

Home Piumalinux

  • McLoy81

    Per fortuna che non ho ancora acquistato il G3 ! aspetto con ansia il G4!!!!

    • Flavio Bizzarri

      Anche io lo prenderò ma penso mi affiderò direttamente agli shop cinesi: non mi va di pagare fino a 70€ in più per prenderlo da shop italiani

      • il problema dei shop cinesi è che rischi di dover pagare la dogana e quindi pagarlo come uno store italiano sei hai problemi poi con il cell che fai lo mandi in cina?

        • Flavio Bizzarri

          Leggendo in giro nei peggiori dei casi si pagano max 40€ di dogana (pacchi con 3-4 chianfonini) e poi invaliderei subito la garanzia con root e mod varie.
          Secondo me il gioco vale la candela 😉

          • Che shop consigli? Caso mai ci sentiamo su FB. Ciao!

          • Flavio Bizzarri

            ho sentito parlare bene di mixeshop 😉

          • ciao scusa la info.. praticamente se acquisterei anche io un g4 da mixeshop… direttamente dalla cina.. dopo bisogna effettuare un root e cos’altro per farlo funzionare correttamente? non sono molto aggiornato su queste cose… grazie della info in anticipo 🙂

          • Flavio Bizzarri

            Il telefono dovrebbe già funzionare “correttamente” out offerte box. È a me che piace pasticciare Con Android xD

  • La batteria da 3000 mAh è davvero allettante, non che il resto del telefono non lo sia! Ma ha supporto Dual-Sim come il g3?

    • Flavio Bizzarri

      si è dual sim 😉

  • Piccole precisazioni:
    il G4 userà la tencologia One Glass Solution (OGS) che permette di ridurre gli strati necessari per lo schermo e quindi permette sia di diminuire lo spessore del dispositivo, sia di aumentare la luminosità percepita (oltre ad aumentare un po’ l’angolo di visualizzazione).

    Il processore MT6789 ha delle prestazioni, con dovuta ottimizzazione, simili al Tegra3 di Nvidia, con una GPU più potente (la 544 di IT).

    La batteria da 3000 mAh sarà solo della High Edition, altrimenti sarà da acquistare a parte.

    Unico problema, se così di può chiamare, è in Mediatek stessa che fornisce il SoC. È poco porpensa a rilasciare informazioni sui SoC, quindi la comunità non può realizzare rom customizzate da sorgenti e ottimizzate (es: un porting della CyanogenMod, della Paranoid, Slim o AOKP).

    Roberto, so che hai un G3. Quindi ti faccio una domanda. Come aggiornamenti com’è Jiayu? Ad esempio, hanno rilasciato la 4.1 (o la 4.2) per il G3?

    PS: Refuso nell’articolo: si scrive MediaTek e non MediaTeck, c’è una C di troppo.

  • dave

    per quanto riguarda la garanzia come funziona?

  • Mik

    Ciao, siccome il 16 febbraio vado a fare il nuovo contratto con la tre e prenderò un piano senza tel, mi consigliate uno store cinese dove poterlo comprare ed info circa aggiornamenti???

    LTE è presente?

    G R A Z I E

    • io ho in g3 con tre e tiscali mobile
      per il store cinese non saprei io lo acquistato da grossoshop http://www.grossoshop.it/ che è italiano e rilascia la garanzia di 2 anni italiana

      • Davide Depau

        Sai invece dove posso trovare un Samsung Galaxy Nexus (prevedo di metterci Ubuntu Phone) a buon prezzo (non più di 200 €)?

  • Flavio Bizzarri

    Quanto potrà costare la high edition?

  • Davide Depau

    Ciao Roberto, visto che hai un G3, vorrei sapere come ti trovi, dal momento che ne vorrei prendere uno… In particolare vorrei sapere se il touchscreen, paragonato a quello di un iPhone, è molto sensibile, se è veloce come prestazioni, se è comodo da avere sempre appresso e se la barreria dura abbastanza. Grazie 😉

  • Nicola Bortoletto

    C’è l’adattatore per la presa cinese in dotazione?

  • Non ordinate la pizza

    Menù a caso e cestini calcolanti.

    • che cosa vuol dire “cestini calcolanti”

      • Non ordinate il gelato

        L’icona del cestino sembra una calcolatrice

        • le icone però si posso cambiare come anche il tema di default

          • Guest

            non è che avresti tempo di recensire una iso (la mia personale) con mate 1.8 e icone Amiga style? l’ho preparata io ed’è sul mio drop box… dopo un vostro test in caso trovaste qualche problema posso aggiustarne gli errori … ^_^
            Grazie infinite

          • Guest

            screenshot

        • Franco

          Fa parte della nuova evoluzione dei cestini. Il mio invece sembra la cassetta delle lettere! chissà dove prendono queste idee geniali…

          • EnricoD

            dal cestino

    • ah ah hai ragione, ci ho fatto caso solo ora (cestino-calcolatrice)… le icone vanno perfezionate lo ammetto 😉 a mia discolpa c’è che l’icona del cestino è tratta da Lububox… d’altra parte occuparsi di tutti gli aspetti di una versione quasi da solo è un lavoro parecchio lungo… comunque si accetta ogni tipo di suggerimenti e di aiuto!

  • ciao, la versione di Piumalinux JYNX non è quella definitiva, ci sono ancora un po’ di problemi con Mate. Volevo solo segnalarlo.

    • come mai l’idea di spostare il menu applicazioni a destra??
      inoltre il tema è quello definitivo oppure nella versione completa ci sarà un tema migliore? perchè se non ricord male nella precedente versione di piumalinux c’era un tema più bello esteticamente e il menu delle applicazioni era a sinistra

      • ciao, il tema è ancora molto abbozzato, tutt’altro che definitivo! comunque sono disponibili vari temi. il menu a destra è un esperimento che con l’abitudine apprezzo sempre di più, naturalmente con i pulsanti delle finestre a sinistra…

        • se vuoi un consiglio (secondo i iei gusti) potete provare a mettere nel pulsante delle finestre (quello che sul pannello mostra la lista dlle finestre aperte) che si deve visualizzare solo l’icona e non l’etichetta raggruppando le finestre della stessa applicazione, così si ha più spazio per tenere molte applicazioni diverse aperte e inoltre secondo me senza etichetta è più bello esteticamente

          • golden

            Pour parler…ho provato tante e tante volte ad usare quella app. Pensavo “si risparmia spazio, è più elegante, alla fine ti abitui…”. Ogni volta finiva che stava sul pannello ad ammuffire ed io tornavo al “barbaro” elenco finestre. Niente da fare.

            La mia ragazza la usava, però :p

          • ma io intendevo proprio quello, non quello che ti raggruppa tutte le finestre in un pulsante, ma il classico elenco a finestre presente in tutti i DE, solo che metterei di mostrare solo le icone nascondendo le etichette perchè portano via spazio e sono brutte da vedere, inoltre metterei il raggruppamento delle finestre in modo tale che se ho 2 finestre di firefox, le vedo tutte 2 nella stessa icona, capito?

            quello che mi dici tu mi sembra sia il menu delle finestre, quello anche secondo me è scomodo, io parlavo del pulsante delle finestre (che mostra l’elenco) e gli nascondo l’etichetta e metto il raggruppamento finestre sempre, in modo da avere l’aspetto (per intenderci) di windows 7

          • l’elenco delle finestre con semplice icona anziché icona + titolo, è un’idea interessante, soprattutto per lo spazio, e a maggior ragione se si vuole tenere una sola barra.
            per quanto riguarda le dock in basso o altrove, sono abbastanza refrattario, nel senso che ti finiscono sempre tra i piedi: preferisco una sola barra, in alto o in basso, o semmai le due barre stile gnome2, anche se con gli schermi da 16:9 ormai non hanno più molto senso…

          • Eugenio

            Il testo ci vuole sempre in un modo o nell’altro… ovviamente non nella rappresentazione comune, ma comunque ci vuole… metti caso che ti capiti l’icona del cestino calcolatore, come fai a distinguere che è il primo e non il secondo finché non lo apri? Ricordarsi a memoria le immagini è assurdo per chi lavora in modo immersivo, specie quando le immagini indicano tutt’altro. Per “non nella rappresentazione comune” intendevo dire che c’è bisogno di qualcosa di nuovo con rappresentazioni alternative al passo con i tempi dove il testo se espresso in modalità nuove rompe di sicuro l’antiestetica del passato statico che vogliono imporci come attuale.

          • per chi lavora in modo intensivo non passa nemmeno da una finestra all’altra con mouse ma con alt-tab o con exposè, io su xfce spesso ho tante finestre aperte e per passare ad un’altra finestra ovviamente non clicco con mouse sull’icona dell’applicazione ma faccio alt-tab oppure uso l’exposè, comunque sia non è che ci voglia tanto a ricordarsi ogni applicazione che icona ha

          • Eugenio

            Expose, alt-tab, ctrl-tab li uso anche io. Parlavo cercando di immedesimarmi nell’utente generico e quindi per chi deve sviluppare non per un proprio gusto, ma per ottenere maggiori consensi. Sono tutte idee che mi porto in testa.

          • ti avevo scritto ma per qualche strano motivo non mi è stato postato il commento, comunque dicevo che chi usa in modo immersivo come dici te, non passa da una finestra all’altra con il mouse cliccando sull’icona della finestra a cui si vuole passare ma usa principalmente alt-tab per scorrere le varie finestre.

            infatti a me su xfce mi capita spessissimo di avere tante finestre aperte, e quando devo cambiare uso alt-tab oppure l’exposè.
            a dir la verità alt-tab lo uso anche quando ho solo 2 finestre visto che è molto più veloce alt-tab piuttosto che spostarmi con il mouse cliccando sull’icona della finestra a cui voglio passare

            PS: nell’altro commento ti ho messo il link allo screenshot del mio desktop per farti vedere cosa intendevo per icone senza etichette e con raggruppamento

          • Eugenio

            Problemi di Disqus che fa casini con gli id. Una volta è capitato pure a me: il mio commento era finito in risposta ad un altro. Pazzesco!

          • infatti è gia iverse volte che mi capita di commentare inviare il commento e il commento sparisce senza motivo senza che viene mai visualizzato, e non va nemmeno in moderazione ma semplicemente sparisce nel nulla, che bello disqus 😀

          • anche io sono contrario alle dock, in fatti non ne ho parlato, io uso in xfce solo un pannello superiore (come vedi nello screenshot che ho postato sotto il commento di eugenio) e con un pannello laterale a scomparsa di dimensione 45 (quindi bello grosso) in cui metto al suo interno le applicazioni che lancio più spesso così che per avviarle mi basta spostarmi sulla sinistra dello schermo, così da far apparire il pannello laterale e poi clicco sull’applicazione da avviare, così mi velocizzo tantissimo le solite routine che faccio per avviare i programmi e inoltre lo trovo molto bello esteticamente

          • golden

            Ah, ho capito. Ottima idea! Ma si può fare facile, esiste un’app specifica già così o serve lavorare sul codice?

          • basta andare nelle impostazioni del pulsante delle opzioni di xfce o mate e si imposta da li.

            per gnome shell invece credo serve un’estensione a parte (tanto per cambiare)

          • golden

            Su mate, l’opzione per raggruppare le finestre c’è, e già è una cosa buona. Dell’opzione per visualizzare solo le icone, invece non trovo traccia…sarà che ho la versione vecchia e non la 1.8…grazie della dritta comunque 😉

          • boo sinceramente mate non l’ho provato però su xfce è presente l’opzione di visualizzare solo le icone, pensavo fosse possibile anche in gnome 2 e quindi anche mate

          • Eugenio

            Domanda stupida: ma se hai due finestre di firefox e vuoi visualizzare nella barra solo le icone, come fai a distinguerle? peggio ancora se uno (tipo il sottoscritto) ne apre minimo una ventina… io se devo basarmi sull’ordine di apertura per riconoscerle, non ce la farei… non so te.

          • ma infatti ho scritto che bisogna impostare anche il raggruppamento delle finestre ovvero che 2 finestre della stessa applicazioni si raggruppano sotto la stessa icona e per vederle clicchi sull’icona dell’applicazione e sotto ti si apre un piccolo sottomenu con l’elenco delle 2 finestre ma qui hanno anche l’etichetta in modo che le distingui

          • per farti capire ecco uno screenshot in cui ti mostro come avviene il raggruppamento
            (il link è spezzettato per non andare in moderazione)

            i58. tinypic. com/suwo47. png

          • Eugenio

            Ok così va bene

        • golden

          Complimenti, ottimo progetto! Purtroppo con l’ultima versione che provai ebbi qualche problema, così dovetti passare a Mint (e sai lo sbattimento a togliere tutto qul verdino ovunque???). Appena sarà stabile, proverò sicuramente questa nuova versione.

          PS: un’idea…hai mai pensato ad introdurre una dock leggera (tipo plank)? Io uso mate così, e mi trovo abbastanza bene.

        • freestyle72

          Ho apprezzato tantissimo Piumalinux 12.04, tanto da sostituirla progressivamente a tutte le varie versioni di linux (da Mint, a Majeia fino a Manjaro),
          Complimenti ottimo lavoro!
          Aspettavo con impazienza l’uscita della 14.04, che puntualmente ho scaricato in tutte le versioni.
          Ma non sono riuscito ad installarla, non capisco o non funziona o non c’é un valido software d’installazione.
          Systemback, non ho capito come lavora a me sembra non funzionare, chè vantaggi porta al vecchio sistema d’installazione?

          • la versione della 14.04 non è ancora a punto in vari aspetti, in effetti. Comunque, per ora, l’installazione non avviene attraverso Ubiquity come in Piumalinux2012 ma attraverso Systemback:

            per installare il sistema su hard-disk, da sessione live, si deve andare in Avvio (Logo JYNX) → Strumenti di sistema → Systemback

            a questo punto occorre compilare i campi richiesti: Nome utente, password del nuovo utente, password di root (in stile Debian, opzionale), hostname

            è necessario partizionare l’hard-disk di destinazione: lo si può fare in molti modi, il più semplice è quello di creare un’unica partizione con tutto il file-system montanto in /

            Questo sistema mi sembra abbastanza efficace, anche se non è all’altezza di Ubiquity, ma ha il vantaggio di essere uno strumento non solo per l’installazione, ma utile anche come programma per utente (ad esempio backup), quindi in definitiva occupa meno spazio.

            Non è presa una volta per tutte la scelta per Systemback, in ogni caso…

  • Michelangelo

    ho piumalinux 12.04 mi dite se sarà possibile passare alla 14.04 con un upgrade o devo formattare tutto? la prima soluzione sarebbe preferibile ovviamente.
    Grazie.

No more articles