L’Unione Europea ha condannato Intel a pagare un miliardo di Euro per aver venuto processori X86 in maniera sleale.

Intel
La maggior parte dei pc desktop e portatili presenti sul mercato si basa su processori Intel, azienda statunitense diventata leader delle cpu in maniera però alquanto “sleale”. Questo almeno secondo l’Unione Europea che ha condannato l’azienda di Santa Clara a pagare ben 1 miliardo di Euro per “abuso di posizione dominante sul mercato dei processori X86”. La sentenza inflitta ad Intel risale al 13 maggio 2009 e riguarda gli anni dal 2002 al 2007 durante i quali l’azienda di Santa Clara raggiunse il 70% del mercato imponendosi sulla rivale AMD, praticando notevoli sconti ai produttori di personal computer, incentivandoli quindi all’acquisto dei propri chip.

Dalla sentenza del 2009, Intel ha cercato in tutti i modi di ribaltare la decisione del Tribunale dell’Unione Europea, raggiungendo un’accordo con la rivale AMD e successivamente con la statunitense Federal Trade Commission (FTC) statunitense.
La Corte di Giustizia di Lussemburgo, ha però respinto il ricorso di Intel, l’azienda statunitense dovrà quindi pagare 1 miliardo di Euro. C’è da chiedersi se davvero i produttori hanno deciso di utilizzare Intel solo perché le CPU erano scontate o effettivamente i processori dell’azienda di Santa Clara sono più affidabili / migliori di AMD.

Secondo voi sono migliori le CPU AMD o Intel? Fateci sapere il vostro parere commentando questo articolo.

Ringrazio la nostra lettrice MoMy per la segnalazione.

  • Marco Missere

    Intel, senza alcun’ombra di dubbio.

  • Maddo

    Non c’è un secondo voi, le cpu intel sono più performanti, consumano meno e riscaldano meno(nonostante ci si lamenti del surriscaldamento delle ultime) delle controparti AMD. Le uniche due note negative sono il costo talvolta eccessivo rispetto alla controparte AMD e la gpu integrata che non è neanche lontanamente performante rispetto a quella delle APU.

    • ale

      Si alla fine comunque anche il costo è discutibile, costano poco ma la miglior cpu amd si può confrontare con un i5, se facciamo un confronto prestazioni/prezzo la differenza non è così elevata poi intel sono anche più affidabili, per le gpu alla fine anche li meglio nvidia sicuramente, per le integrate tanto non le usa nessuno, e per i portatili c’è iris pro di intel che è buona alla fin fine

    • Giacomo Baiamonte

      il tuo commento di risposta è in attesa di moderazione e quindi non posso commentarlo, pertanto ti ripondo qui.

      Innanzitutto credo tu abbia frainteso un piccolo particolare: la differenza prestazionale del 5-10% cui faccio riferimento mette a confronto l’i5 3570 con l’i5 4670, non l’FX con l’i5!

      Un confronto rapido tra le due CPU Intel che avevo citato lo trovi qui
      http://www.cpu-world.com/Compare/579/Intel_Core_i5_i5-3570K_vs_Intel_Core_i5_i5-4670K.html

      Ho anche detto che quelle misurazioni non le ho fatte io, ma un utente di un forum, e ho anche specificato cosa cercare su google per trovare il post di riferimento. Io non so se qui su LFFL sia consentito postare link a siti esterni, ma già che ho riportato CPU-World riporto pure il resto

      http://www.tomshw.it/forum/processori/335197-test-casa-fx8350-4-7ghz-consumi-e-prestazioni.html

      Se scorri il post del link successivo, troverai una serie di benchmark
      http://www.tomshw.it/forum/processori/390565-i5-4440-vs-fx-8320-a-post3864289.html#post3864289

      Io non faccio benchmark col PC, l’unica cosa a cui presto attenzione è il fattore temperature e quella dei 90° è una st*****ta colossale, credimi! A meno che tu non ti riferisca agli FX 93** o 95**…beh, quelle CPU sono proprio una presa per i fondelli! Ma mi pare di aver fatto tutte le mie considerazioni riferendomi esclusivamente agli FX 6300 e FX8320/8350.

      Ah, io ho l’FX6300 a frequenza stock…e i Crysis vanno da dio! Hai scelto proprio il peggior esempio per voler dire che con gli AMD si gioca male, quello scala su più core 🙂 Per una questione di IPC, sui giochi che non scalano su più core Intel ottiene risultati migliori rispetto ad AMD, e guardando i benchmark questo lo si nota soprattutto con gli strategici. Però ribadisco ancora una volta: non ho mai beccato un gioco che non funzionasse (o funzionasse male) con la mia configurazione. Attualmente sto giocando Assassin’s Creed 3, in fullHD faccio 60fps nonostante la mia VGA sia vetusta (una GTX460, presa usata tra l’altro. L’unica accortezza: antialiasing impostato su “high” invece che “very high”…ma qui è colpa della VGA).
      Certo, se si deve assemblare un PC esclusivamente per giocare si va di Intel, anche di economico i5 4440, visto che i benchmark in game sono praticamente sempre a favore. Ma il succo del discorso non cambia: anche se Intel vende prodotti eccezionali, AMD sa a suo modo essere competitiva e concorrenziale in diversi settori. E questo è un bene, perchè la concorrenza tra produttori porta solo dei vantaggi ai consumatori!

      Poi vabè, io non sono un fanboy e non voglio convincere nessuno a passare da una sponda all’altra (ci mancherebbe!)…ci tenevo solo a precisare che il mercato dei componenti informatici è ampio e vario, e che esistono prodotti validi che molta gente sottovaluta (o, peggio, denigra a prescindere) e che magari, il più delle volte, non godono nemmeno di molta fama

  • ale

    Assurdo, multare intel per posizione dominante su delle cpu che ha creato lei, perchè alla fine le cpu amd sono nate come cloni a basso costo di quelle intel

    • Rick Pazuzu

      ti ricordo che il set di istruzioni a 64 bit si chiama AMD64 e non Intel64.
      Bocciato, a settembre.

      • ale

        Si infatti ho detto che amd è nata come clone, comunque amd64 è un estensione delle istruzioni x86, tanto che spesso la si chiama x86_64, lo so benissimo che è stata amd a fare i primi 64 bit, anzi in reatlà ci aveva provato anche intel con IA-64, ma non ha avuto successo, amd invece si è affermata

    • Davide

      Guarda che amd PAGA per usare le licenze X86, e comunque si parla del perchè dal 2002 non si vedevano, nei suddetti negozi, pc con procio amd

    • abral

      Cosa c’entra? Mica Intel ha l’esclusiva sui processori…

    • Gustavo

      stando al tuo ragionamento intel non dovrebbe permettersi di utilizzare processori a 64 bit, ma restare ai 32, per sempre..
      Stando sempre al tuo ragionamento, solo IBM avrebbe diritto a costruire e vendere pc da casa

      • Correggiti, secondo questo ragionamento Intel non dovrebbe avere CPU che superano il Ghz…xD

  • alberto

    qualche anno fa amd ora intel

    • Simel

      non ricordo di amd, ricordo solo di intel+nvidia multati anni fa per lo stesso motivo

      • alberto

        No il mio commento era riferito che eras meglio AMD prima non che era stata multata:)

  • Rick Pazuzu

    I TDP di Amd non sono competitivi per nulla con Intel, che può vantare tecnologie più avanzate a livello produttivo, nonostante tutto mi sono accattato un octacore loro, perchè fondamentalmente ha le prestazioni di un I7 e lo pago come un I3. Detto questo, il problema è il fanboyismo e l’assenza di qualsiasi nozione base di economia: più scelta = prezzi più vantaggiosi per il cliente finale. Intel ha turbato il mercato, ovvero: i prezzi delle cpu sono artatamente più alti di quello che potrebbe essere.
    A me non va bene.

    • Maddo

      Prestazioni di un i7 al prezzo di un i3? Eh? Ma se la loro CPU ammiraglia costa quanto un 4770 e non riesce a reggere minimamente il confronto, con un TDP che è fra l’altro 3 volte maggiore(quindi consumi elevatissimi e praticamente il nitrogeno liquido per raffreddare se vuoi occare.). Di cosa stiamo parlando…

      • Giacomo Baiamonte

        Vero è che il TDP delle CPU Intel è (a parità di fascia prestazionale) sempre inferiore a quello delle CPU AMD.
        Vero è che l’IPC delle CPU Intel delle ultime generazioni è superiore a quello di qualunque CPU AMD (un Pentium G3220, in applicazioni single thread, sa spingere più di un FX 8320 in certe circostanze).
        Vero è che l’architettura a moduli adottata nelle ultime famiglie di processori AMD è, ad oggi, mal sfruttata.
        Vero è che il processo produttivo delle CPU Intel sia migliore rispetto a quello delle CPU AMD.

        MA!!!!

        Ma AMD non produce CPU penose come si potrebbe pensare.

        Ad oggi, un FX8320 costa meno di un i5 3570 (al netto di costi di scheda madre…e l’i5 4670 non è di molto superiore all’i5 3570, mediamente la differenza prestazionale è di circa il 5-10% a favore della soluzione haswell) ma va meglio di una qualunque CPU in quasi tutti gli ambiti: vanno esclusi solo alcuni software di calcolo scientifico (Matlab, ad esempio) e la “parte gaming” (che poi sì, un I5 sarà pure più affidabile stando ai benchmark…ma io non ho mai sentito nessuno lamentarsi di non riuscire a giocare con un FX. Io stesso ho un FX6300 a frequenza stock affiancato ad una vecchia GTX 460, e quella che molti chiamano “next gen” non mi è affatto preclusa).
        Il TDP è sì più alto, ma esso non dà indicazioni esclusivamente sui consumi. In ogni caso, Intel non è che sia onestissima eh! I TDP che dichiara sono sempre lievemente inferiori a quelli reali, così come il numero di nanometri che in realtà e un po’ più grande di 22.

        Il fattore “bolletta elettrica” è poi trascurabilissimo: un utente di un noto forum ha paragonato i consumi REALI di un FX 8350 con quelli di un i5 3570, e le sue conclusioni sono le seguenti:

        “Per pareggiare 30 euro di differenza di corrente tra FX8350 e 3570x (CON UNA MEDIA DI 36w DI DIFFERENZA DURANTE UNA CONVERSIONE) ci vogliono
        3200 TREMILADUECENTO ORE DI CONVERSIONE VIDEO
        12.800.000 DODICIMILIONIOTTOCENTOMILA foto esportate in raw
        sono 9 ore al giorno di conversione video per un anno senza domeniche o festività
        In game con una differenza di 30W sono
        10 ore e trenta minuti di gioco ogni giorno senza ferie o domeniche per un anno

        (per maggiori informazioni cercare su google “test in casa FX8350”).
        Certo, è vero comunque che i processori AMD stressano un po’ di più l’alimentatore, che se non è di qualità potrebbe cedere più in fretta (a proposito, concedetemi una sbraitata: MAI LESINARE SULL’ALIMENTATORE! E’ UN COMPONENTE FONDAMENTALE!).

        Poi quella che “i processori AMD prendono fuoco!” è un’esagerazione. Per chi non lo sapesse, gli Haswell scaldano più degli FX! Il vero problema in quei casi è la qualità del dissipatore che viene fornito in bundle con la CPU: sono di pessima qualità, sia quelli forniti con le CPU Intel che quelli forniti con le CPU AMD. Quello fornito con le CPU AMD è anzi un pelino più efficiente, ma molto più casinaro…è sempre buona norma sostituirli, sia che si parli di AMD che si parli di Intel.

        Sostanzialmente Intel vende prodotti validissimi, e ha il dominio assoluto per quanto riguarda le soluzioni di fascia alta; inoltre, per ogni tipo di esigenza utente esiste una soluzione Intel valida (cosa che, in certi ambiti, non si può dire se ci si riferisce ad AMD). AMD, tuttavia, offre anch’essa ottime soluzioni ad un prezzo molto concorrenziale, che vanno ad inserirsi MEDIAMENTE (e sottolineo: MEDIAMENTE!!!) più o meno a metà tra le varie fasce proposte da Intel (un FX6300 lo si può piazzare a metà tra un I3 e un I5, mentre un FX8320/8350 a metà tra un i5 e un i7).
        La scelta di una piattaforma deve dipendere esclusivamente dalle esigenze dell’utente specifico e dal budget a disposizione, e va valutata ponderatamente. In fase di building di un nuovo PC non può essere fatto un discorso generico a priori “Ah, Intel è meglio aemmeddìmmerda!”.
        Chiaro, se si hanno tanti soldi e si vuole essere sicuri di poter fare tutto col PC allora si prende ad occhi chiusi un I7…anche se poi magari, alla fine, lo si utilizzerà solo per giocare a Farmville.

        • Maddo

          Come sono state fatte le tue misurazioni? Software, mobo, overclock, raffreddamento e PSU, altrimenti parliamo del nulla. Gli ivy bridge costano più degli haswell perché sono più vecchi ergo fuori produzione. I giochi cpu-heavy li puoi contare su due mani, c’è gente che gioca da dio con i c2d, bisogna vedere di che giochi si sta parlando, fa giocare loro crysis 3 o hitman absolution col 6300, poi dimmi che non hanno problemi. Gli AMD non scaldano così tanto[cit.], solo 90°C stock, nulla di che, roba che gli intel arrivano col dissi stock dopo 1.35V. Tra 8320 e 4670k c’è solo un 5-10% in prestazioni a favore di haswell. Come l’hai misurato?
          Much lower typical power consumption 68.25W vs 159.66W 2.3x lower typical power consumption Significantly better PassMark (Single core) score 2,228 vs 1,525 More than 45% better PassMark (Single core) score Significantly better performance per watt 12.92 pt/W vs 5.21 pt/W Around 2.5x better performance per watt Significantly better cinebench r10 32Bit 1-core score 7,335 vs 4,319 Around 70% better cinebench r10 32Bit 1-core score More l3 cache per core 1.5 MB/core vs 1 MB/core 50% more l3 cache per core
          Perché stando ai benchmark qui siamo oltre il 50% per l’8350, quindi manco l’8320. “Eh vabbè, ma i benchmark ecc…” allora come lo misuri, prova a usare x264 sul 4670k e usalo su 8350 e poi mi dici il 5-10%. Altrimenti dimmi come dobbiamo misurare questo 5-10%. Ti ho dimostrato ampiamente che l’8350 non riesce neanche lontanamente a raggiungere un i5, quindi i7 non stiamo neanche qui a parlarne perché parliamo di un’altra galassia. Il dissi ti do ragione, quello Intel è inutile, quello AMD è abbastanza discreto specialmente sulle APU. Poi se mi dici che AMD costa meno di intel come prezzo upfront ti do ragione e su budget build gaming conviene sempre mettere un AMD(cerca qui su lffl asus ROG CG8890, troverai una build fatta da me nei commenti), ma se vogliamo parlare di performance intel, consumi e calore, intel è su un altro pianeta senza se e senza ma. E non parliamo neanche delle features dei suoi chipset perché sennò significherebbe sparare sulla croce rossa.

  • Maudit

    “raggiunse il 70% del mercato imponendosi sulla rivale AMD, praticando notevoli sconti ai produttori di personal computer, incentivandoli quindi all’acquisto dei propri chip.”.

    Ma… non è la stessa cosa che fa la Microsoft con Windows?

    • Giorgio Dramis

      Non direi.. al momento ci sono solo OSX Windows e la grande famiglia Linux in circolazione.. Di questi il OSX gira solo su Mac.. Linux è gratis.. E fare sconti per imporsi su un qualcosa che è gratis è assai difficile.. Quindi quella di Windows resta una scelta anche se molto discutibile..

      • Simel

        linux è gratis? sicuro?

        • .theShort

          Poni degli esempi, altrimenti non si capisce dove vuoi andare a parare…

          • Maudit

            linux non è gratis, è open e free.
            Vuol dire che chiunque può costruire un sistema linux (o BSD) based ed iniziare anche a venderlo. Vedi Apple con OSX, RedHat, SuSE…

          • .theShort

            Ok, ora è chiro il concetto.

        • Simone

          Si, Linux è gratis. E’ come i lamponi: posso comprarli al supermercato nelle vaschette, lavati e pesati, oppure camminare mezz’ora nel bosco dietro casa e raccoglierli selvatici. Quello che paghi in Linux è il servizio, non il codice.

      • Roberto Giuffrè

        La Microsoft è rimasta in regime di monopolio perché ha fatto fallire con pratiche anti-concorrenziali sia OS/2 che BeOS. Ci sono stati alcuni processi in passato.

      • Maudit

        Il fatto che esita linux “gratis” non vuol dire nulla.

        Perché io sono il capo della MauditSoft, e per motivi storici il mio S.O., “Doors” gode di un sostanziale regime di monopolio. I produttori, se vogliono vendere, DEVONO vendere il mio SO.

        Quindi vengo da te, che sei il capo della AccaPì, azienda con una produzione annua di 1 milione di PC, e ti offro un forte sconto se mi garantisci che nel prossimo anno acquisterai almeno 990.000 licenze di doors.

        Come ti dicevo, il mio SO è quello che ha più software sul mercato, quello più facile da usare, quello che tu DEVI avere comunque se non vuoi colare a picco.

        Dunque ti sto anche non-dicendo, ma lo sottointendo, che se vuoi essere competitivo con gli altri “grandi assemblatori”, devi garantirmi che sulla tua produzione di 1 milione di pezzi, non ci saranno più di 10.000 macchine con qualcosa di diverso da “Doors”.
        Giusto per salvare le apparenze eh? Ma è chiaro che se le 10.000 rimanenti le tieni in magazino o proprio rinunci a produrle (tanto non vendono, non le vuole nessuno) è pure meglio.
        Mica voglio mettere naso nelle tue politiche aziendali, io: sulle 10.000 rimanenti puoi fare quello che vuoi.

  • Roberto Giuffrè

    Le CPU AMD soprattutto le APU ottime per qualche gioco e multimedialità dove la GPU serve.
    Intel meglio per il lavoro d’ufficio senza multithreading spinto. La GPU è un po’ scadente anche se con i top di gamma Haswell sta recuperando.
    Io non gioco e scelgo intel per l’efficienza.
    Ma simpatizzo AMD e avrei preferito prendere quella.

    • Maddo

      Multithreading meglio AMD? COSA? Ma… hai delle prove per affermare le eresie che stai dicendo? Il multithreading AMD è la cosa più inutile sulla faccia dell’universo(a cosa servono 9001 threads se i calcoli in virgola mobile contano solo i core fisici?). AMD di “buono” ha solo un prezzo più competitivo, soldi che spendi per tre volte in bollette della luce entro l’anno. Come performance, istruzioni, MULTITHREADING e tutto quello che vuoi Intel non ha rivali, neanche la vede AMD.

      • Ma conosci il significato delle parole? secondo te cosa è meglio in MULTHREADING un i3 o un FX8350 allo stesso prezzo? dove quest’ultimo con applicazioni che sfruttano per bene il multicore sta tra un i5 e i7 da 50/100€ in più?

        E ricordati che il vantaggio che ha Intel su AMD è SOLO grazie ai soldi che le ha rubato in tutti questi anni.

        • Maddo

          FX8350 tra un i5 e un i7? Mmm, no non mi pare. Vatti a leggere tutti vari benchmark e vedi tra un 8350 e un 4670k c’è quasi il 50% in più di differenza in prestazioni a favore di quest’ultimo. Tra l’altro il “multithreading” AMD Bulldozer ha il peggior design di sempre. Qual è il significato di 9001 core se poi le operazioni in virgola mobile(che sono quelle che contano davvero), vengono fatte dai core singoli? Intel ha il dominio perché ha rischiato con processi produttivi nuovi ed ha avuto un successo che neanche intel stessa immaginava. Basti pensare che prima di Nehalem amd dominava dappertutto in campo consumer e prosumer, dopo nehalem crollo a picco e bulldozer è stato il punto più basso della AMD. Se parliamo di CPU AMD tra i5 e i7 stiamo parlando di 9370 e 9590, ma sicuramente non l’8350. Ah e non importa che un 8350 lo overclocki a 10GHz, se poi le performance restano inferiori a un i5 occato a 4.4GHz. E se mi dici che i benchmark non sono validi, e non è valido neanche x264 per la codifica video, dimmi tu come dobbiamo andare a misurare quale processore sia meglio di un altro.

          • Si? a me non sembra.
            Ti ricordo che è uscita la serie piledriver dopo bulldozer, e che l’FX8350 è basata sulla prima.
            In che universo ha dominato il mercato consumer AMD? che quando faceva CPU che asfaltavano quelle Intel questa a suon di mazzette non è mai scesa sotto il 60% del mercato (forse anche una percentuale più alta).
            Poi stiamo parlando di roba attuale, dopo decenni in cui AMD ha dovuto subire perdite di profitti togliendo molti dei fondi dalla sezione R&D dell’azienda. Ma nonostante questo ha sfornato tecnologie inedite o comunque è stata capace di metterle sul mercato prima, parliamo del primo processore che ha superato la soglia del GHZ? Del 64bit? delle APU? di Mantle? tutta roba che ha fatto uscire nonostante guadagni meno di Intel e sia arrivata decenni dopo sul mercato CPU, quindi questo fa riflettere sulla validità dell’azienda.
            Ricordo che il mercato CPU discrete l’ha proprio abbandonato, gli ultimi FX sono usciti quasi 2 anni fa.
            E’ facile fare confronti del *** ORA, ma qui si parla di storia, si parla di merdate da parte di Intel, il discorso del tipo “ah ma ora le CPU intel sono più prestanti” è ridicolo e altamente di fazione. E te lo scrive uno che ha un FX ma che assembla quasi solo Intel da un annetto.

          • Maddo

            Scusa parliamo di CPU e mi tiri fuori la gpu? Mi posti una chart riguardo un gioco(bel modo di benchmarkare un PROCESSORE, ok che è pesante, ma proprio crysis no, se mi postavi un gioco più CPU intensive non bottleneckato da gpu allora ci poteva stare) e non mi linki dati più importanti come x264? Ah per tua informazione, l’fx 9590 non riesce a raggiungere neanche l’i7 2700k, uscito chiaramente 2 anni prima. Di cosa stiamo parlando? L’API Mantle è un’API proprietaria che morirà con le DX12, e non è una cosa innovativa visto che OpenGL era arrivata allo stesso traguardo già da tempo(ma OpenGL le usano quattro aziende in croce). Poi mi dici che attualmente i processori son fighi e ti giustifichi con le rievocazioni storiche, sì lo so che gli Athlon AMD asfaltavano intel e i suoi pentium del menga, anche a temperature, poi intel ha scommesso tutto sul multicore e ha vinto tutto. La situazione è quella, inutile dire il contrario. Tra l’altro fantastici i fanboy AMD che quando uscì la serie 400 di nvidia se la ridevano per le temperature che raggiungevano le reference(il famoso Cuoci le uova su fermi), mentre ora osano anche difendere la serie R progettata per arrivare a più di 90°C reference. Bello.

          • Giorgio

            Benchmark a parte che non so come vengono fuori o se li paga qualcuno chi li fa (forse intel con i sordi rubati alla ricerca di amd). Ti dico che da felice possessore di un FX 8350 black edition non ho riscontrato nessuna perdita prestazionale rispetto all’i7 che avevo prima e all’i7 ivy bridge di ultima generazione che ho su un altro PC. Sono stato sincero e ho scritto la mia verità.

          • Maddo

            Eh ma io ti chiedo, come le misuri queste perdite prestazionali? Cioè cosa avvalla la tua tesi? I benchmark te li puoi fare da solo e se non ti fidi x264 non mente mai visto che strizza al 100% qualsiasi processore, dal pentium 3 all’i7 4960X. Cioè cosa fai col pc che non avverti perdite prestazionali e come hai fatto questa tua misurazione, altrimenti stiamo parlando del nulla. Pure io posso dirti di non aver perdite prestazionali col Athlon 64 3500+ rispetto a un i7 allora.

  • Guido1988

    Secondo me l’Unione Europea non ha più dove attingere per portare avanti le proprie porcherie finanziarie visto che siamo tutti con l’acqua alla gola ed ecco la stretta da 1 miliardo di Euro su Intel. Dico questo semplicemente per un motivo: indipendentemente dalla questione in sé, se Intel si accorda con AMD e FTC, il buon senso avrebbe voluto che si fosse raggiunto un nuovo accordo per chiudere la vicenda. Ed invece no. A questo punto, se quanto deciso dalla UE è giusto, se il comportamento di Intel è stato così disonesto, chi glielo ha fatto fare alla AMD di accordarsi?

    • abral

      Intel ha pagato AMD per accordarsi, ovviamente.
      Ma gli accordi tra privati non c’entrano nulla con le multe che vanno pagate a uno stato (o in questo caso all’Unione Europea)

      • alex

        Infatti, anche perchè da noi non è previsto che ci si possa accordare e far cadere le accuse come fanno in USA. In oltre l’accusa è partita dall’UE, anche se su segnalazione delle ditte danneggiate, e non da quest’ultime, quindi al massimo poteva patteggiare con l’UE.

    • Franco Fait

      nessuno , accordarsi fra ladri non giustifica i furti

  • LelixSuper

    Secondo me sono meglio le CPU Intel, sono loro che l’hanno inventate e raggiungo stepitori traguardi…

  • Mica questo è un sondaggio pro-Intel o pro-AMD… se c’è stata una sanzione e il ricorso è stato respinto vuol dire che sono state violate delle leggi. Punto.

    • wmxwk

      Eh, ma infatti qui si insultan le leggi 😉

  • OrsoYoghi

    Ma non capisco, anche se fosse? Voglio dire… Se il mio fruttivendolo fissa i prezzi della frutta ad un prezzo molto minore del prezzo standard avrà tanti clienti ma andrà in perdita. Ma se poi ne esce vittorioso bene per lui!! Dove è il problema? Ora le aziende non possono fissare per i loro prodotti i prezzi che vogliono?

    • Simel

      no sarebbe un cartello ed è svantaggioso per i consumatori. molto svantaggioso

    • abral

      Non “ora”, leggi del genere che proteggono il consumatore e la concorrenza esistono fortunatamente da tanti anni.

    • Roberto Giuffrè

      Si chiama dumping. Per un periodo vendo sottocosto per mandare in bancarotta il concorrente. Quando lui è morto resto solo io monopolista e poi posso taglieggiare i consumatori come voglio. È illegale specie quando il concorrente è uno solo o un paio (c’è anche VIA).

      • EnricoD

        appunto, grazie per il chiarimento 🙂

      • OrsoYoghi

        ok scusate ho detto una vaccata, non avevo collegato il cervello…

      • quindi secondo il tuo ragionamento (che condivido) anche microsoft dovrebbe essere multata così tanto salatamente per aver scontato windows 8 alla sua uscita visto che non vendeva nulla.

        ma come mai a microsoft arrivano sempre e solo multe da “2 spiccioli”? mentre intel è stata multata per 1 miliardo di dollari??

        allora anche quando microsoft faràa la versioen gratuita di windows 9 dovrebbe ricevere questo trattamente, anche loro sono in posizione dominante con pochi concorrenti

        • MoMy

          La Microsoft alcuni anni fa raccolse una serie di multe per un totale di 1,5-1,6 mld di eurini che riguardavano win media player e il pagamento eccessivo da parte di altre aziende per alcune licenze.

          • Gustavo

            tuttavia pagò spiccioli per aver tolto dal mercato word processor e fogli di calcolo 10 anni avanti al pessimo office delle origini.. Ed è tutt’ora il suo mercato + redditizio

          • MoMy

            Ti riferisci al caso Wordperfect, Novell contro Microsoft?
            Comunque son sempre spiccioli quando la somma da pagare rasenta 1% (a detta dei giornali) del fatturato annuo.

        • In questo caso (Microsoft) è leader del mercato senza concorrenti (pc e laptop), infatti per i produttori hardware non vi sono alternative a pagamento a microsoft a prescindere. Apple e il suo OSX non sono installabili dai produttori così come sono e quindi non fanno testo, linux viene già fornito nella forma free e freemium se non addirittura a pagamento, quindi tecnicamente sarebbe microsoft a potersi lamentare per concorrenza sleale.
          L’unico mercato dove microsoft potrebbe entrare in concorrenza seria è tablet o smartphone dove google vende un sistema operativo teoricamente free quindi già vedo molte zozzerie anche in questo, senza addentrarsi su che cosa c’è alla base di OSX e via via… quindi la questione è assai diversa, purtroppo.

    • EnricoD

      vedi??? è questo il problema dell’Italia, che le persone molto spesso si dimenticano una parola fondamentale: Regole.
      Non è cosi semplice, ci sono sicuramente delle Regole (giuste o sbagliate che siano, non sta a me criticare) che regolano tutto cio’
      vabbé che l’Italia è una sorta di isola (in)felice alla deriva ma …

    • cippalippa

      e se poi viene fuori che il fruttivendolo oltre a fare concorrenza scorretta, non paga le tasse, la sua frutta e’ piena di pesticidi e sparla male della frutta dei commercianti concorrenti, spargendo la voce che la frutta degli altri sia marcia. magari grazie a questi stratagemmi riesce a vendere la frutta a meno!!! W le legole e il rispetto della concorrenza.

  • jack.massa

    Non capisco chi la mette sul piano del confronto Intel/AMD. Si parla di un comportamento aziendale scorretto ed illegale, e della conseguente sanzione, non della qualità dei prodotti. E tra l’altro, se Intel è così anni luce avanti ai concorrenti, l’utilizzo di pratiche scorrette è ancor più meschino…

    • Simone Padovan

      come non si parla della qualita’? cito la domanda : — Secondo voi sono migliori le CPU AMD o Intel? Fateci sapere il vostro parere commentando questo articolo. c’è scritto chiaramente cosa si pensa della qualita’…

  • cippalippa

    dovrebbero risarcire AMD con una vagonata di milioni di $$$!!! e’ fuori discussione che e’ stata pesantemente penalizzata dal colosso dei processori intel. ecco perche’ amd non ha abbastanza liquidita’ per sviluppare cpu e tecnologie grafiche al passo con i tempi e decenti, gia’ AMD fa fatica di suo poi intel fa concorrenza sleale per anni di fila.. ecco i risultati deludenti delle cpu bulldozer/vishera.

  • leej

    Se AMD non è capace di fare cpu al passo coi tempi e migliori di INTEL è meglio che chiuda. Questo è il libero mercato.

    • Glieli dai tu i soldi per il settore R&D? AMD per anni ha fatto CPU migliori di Intel, solo che grazie alle pratiche scorrette, di cui un miliardo di multa sono spiccioli, ha fatto si che non avesse il ritorno economico che SI MERITAVA, per continuare così ad avere soldi da investire per lo sviluppo.
      Spera invece che AMD non chiuda, perchè se oggi paghi un dualcore 130€ non oso immaginare se diventa monopolio assoluto.

      La frase del libero mercato potevi evitartela, in questo contesto mi sa tanto di fanboy, o magari di chi parla a caso senza sapere.

      • Simone Padovan

        si certo che faceva cpu migliori…ma quando? ai tempi degli AthlonXP3000/3200+ ?? in quegli anni altrochè se era superiore!!! l’alternativa erano i P4

      • Simone

        AMD ha sempre inutilmente inseguito, è il Felipe Massa dei processori. Poi che sia economica non discuto ma visto che non ho vizi e non cambio il pc ogni anno preferisco spendere 200€ in più e prendere tutto Intel e sono sicuro di quello che ho. Ho avuto AMD quasi 20anni fa, ok, non malaccio, poi qualche anno fa ci sono ricascato perché il laptop di cui ero innamorato aveva solo quello ma poi basta, se facesse supporto per Linux mi sarebbe simpatica e potrei anche tifare per loro, ma così…

        • Dal K7 all’Athlon64 ha dominato a livello qualitativo Intel per ben quattro anni, inseguito un paio di palle. Con i primi dualcore c’è stato il sorpasso da parte di Intel e ampiamente recuperato con la seconda serie di Athon e Phenom che davano stesse prestazioni a prezzi inferiori.
          Se Intel ha dovuto andare avanti per anni a suon di mazzette evidentemente la situazione non era esattamente come la descrivi tu, se fosse stata una sottomarca di poco conto non penso che Intel elargiva tanti soldi per bloccarne il mercato 🙂

          • Simone

            Si, ammetto di esserci andato pesante, ci saranno anche stati periodi buoni e non li ho menzionati, ma oggi è così, sostanzialmente. E non mi pare che la cosa si sia basata sulle mazzette ma su un’influenza sul mercato fatta in modo scorretto in virtù della posizione dominante. Che poi, si trattasse solo di sconti secondo me dovrebbe essere in diritto di una azienda, se vogliono spingere AMD ad esser più competitiva la favoriscano nei progetti con le università o i centri ricerca, che so…

  • Guest

    ho sempre odiato intel per le sue pratiche scorette ma qui pero non cè tutta la verita

  • Lorenzo Fiocco

    andatevi a vedere questo video che spiega meglio la situazione http://www.youtube.com/watch?v=XgaC_hOfj5g

  • DigiDavidex

    L’€uropa deve sempre farsi riconoscere… non so voi ma mi sto vergognando di vivere in Italia/Europa in generale

    • Califfo

      Ma infatti.. sarebbe molto meglio se Intel distruggesse la concorrenza e poi vivesse di rendita sulle spalle dei consumatori! Viva le tattiche sleali! Abbasso l’innovazione!

  • Simone Padovan

    non c’entra ne col discorso dei processori,ne con chi sia migliore .. ma rifletto… intel open source… AMD..beh amd..!! …avete mai provato a giocherellare con i driver video di qualche scheda ati/amd????…da spararsi!..o sparare a loro anche….
    intel avra’ fatto pure la sleale x i processori..chissa’….pero’ ha sempre offerto prodotti di altissima qualita

    • Daniele

      Appunto per i driver ati(skifosi su windows, inesistenti su linux) che il mio prossimo laptop/fisso monterà architettura rigorosamente Intel(che su linux sono più supportati)

      • Simone Padovan

        !! sai si!!! sul forum l’altra settimana un utente me ne ha dette perchè gli ho spiegato come installare i driver ATI..sai che è successo? schermo nero..ed utente incazzato!! i driver c’erano..ma non andvano bene! io uso rigorosamente intel! anche nvidia lavora molto bene, non sono open..ma sviluppano davvero molto bene il loro software su linux…io personalmente con ATI non ci voglio nulla a che fare!

        • Daniele

          A me sarà successo una marea di volte il black screen (ho una scheda ATI 🙁 solo driver open) constringendomi a formattare e reinstallare. Me la prendo solo ed esclusivamente con Amd che fà quelle schede buone/discrete con prezzi bassi ma poi rovina tutto con i driver( WHY? ). Poi su un netbook con un’intel integrata(che a stento ci gira san andreas)mi trovo i driver belli impacchettati(perchè appunto open!) che te li aggiornano che manco te ne accorgi

          • Simone Padovan

            si! le gpu intel non saranno performanti come le ATI o le nvidia.. ma meglio una scheda non propio superperformante..che una che propio non funziona,o con mouse che va a scatti,schermo non centrato o risoluzione 600×800…

          • Daniele

            CONCONRDO! se cè un hardware buono anche il software deve esserlo: allora perchè opto per linux 🙂

          • Simone Padovan

            immagino che il netbook di cui parli sia o un aspireone o un eeepc .. ti chiedo per Gta san andreas come si fa’? esiste nativo x linux o è emulato? mi spieghi?

          • Daniele

            era un emachines(acquistato quando ero ignorante in materia) con win7 preinstallato quando ci feci partire gta san andreas (LAG SU LAG).
            Su qualsiasi distro linux devi per forza emularlo con wine-playonliunx-winetricks-e tutto quello che trovi perchè servono per forza le directx(proprietà di microsoft) per precisione la versione 9 che è pienamente supportata da wine e sono sicuro che parte (mi sembra che lo provato una volta su ubuntu ma i lag erano abbastanza evidenti)

      • Simone Padovan

        su linux sono propio open al 100% ..non è che sono piu’ supportati..lo sono!

  • cybertty

    Secondo me i migliori ERANO i processori Motorola (ai miei tempi, in particolare, quelli della famiglia 68000) e la mia più grossa delusione è stata l’uscita di scena della Motorola dal settore dei PC.

  • Simone

    Mah, bisogna vedere se effettivamente l’intento era quello di buttare fuori gioco la concorrenza, e allora si si tratta di una cosa sleale, o se semplicemente potevano permettersi di abbassare i prezzi in virtù della legge dei grandi numeri che gli faceva gioco. Credo che ormai ci sia questa cosa per cui tutti si appellano a leggi di per sé ottime nell’intento, ma difficilmente applicabili sul campo se si usa il buonsenso. Nel caso MicroSoft c’erano mail e dichiarazioni a provare l’attività assassina dell’azienda incriminata, ma nel caso di Intel?
    In ogni caso mi spiace, è una azienda che supporta molto bene Linux e che offre prodotti di altissima qualità, Intel forever, se han sbagliato che paghino, dubito che il pubblico smetterà di comprarli…

  • Mino

    E il milardo di euro a chi andrebbe? Fossi l’AD di Intel non lo pagherei…

    • ronnie liotti

      Cosi poi chiudono bottega davvero una cosa inteliggente quanti anni hai conosci la legge

No more articles