Q4OS è un’interessante distribuzione basata si Debian 7.0 Wheezy che ci consente di avere un’esperienza utente simile a Microsoft Windows XP grazie a KDE Trinity

Q4OS
Da più di un mese Microsoft Windows XP è diventato un sistema operativo obsoleto, che può essere quindi preso di mira da utenti malintenzionati, pronti ad utilizzare qualche falla per poter mettere a serio rischio la privacy dell’utente. Per questo motivo è consigliato a tutti migrare in Linux, soluzione gratuita che fornisce una sistema operativo stabile e sicuro. Per l’utente che ama l’esperienza utente di Windows XP, arriva Q4OS, distribuzione Linux basata su Debian 7.0 Wheezy Stabile con ambiente desktop KDE 3.5.x Trinity.

Q4OS ci consente di avere un sistema operativo stabile, sicuro e soprattutto molto leggero grazie al desktop environment Trinity il quale riporta in vita il buon vecchio KDE 3.5 con tutte le varie applicazioni dedicate come ad esempio il file manager / browser Konqueror 3.5.

Il sistema operativo dispone di un’installer rivisitato per facilitare l’installazione da parte di nuovi user, al primo avvio partirà un wizard che scaricherà i pacchetti della nostra lingua in maniera tale da aver un sistema operativo già completamente il lingua italiana.
Come per Windows XP, anche Q4OS include pochissime applicazioni preinstallate, di default troviamo solo il browser / file manger Konqueror e l’editor di testo Kwrite e il file manager Krusader.

Un wizard ci consentirà di installare facilmente applicazioni come Google Chrome, Wine (per installare software e game nativi per Microsoft Windows), e applicazioni varie come VLC Media Player, Gimp, software center come  synaptic, LibreOffice ecc.

Ecco un video realizzato durante i nostri test in Q4OS:

Q4OS è una distribuzione che fornisce un’ottimo sistema operativo per pc datati, testato su VirtualBox richiede meno di 100 MB di RAM per avviarsi, l’ambiente desktop inoltre è completamente personalizzabile.

Home Q4OS

  • ge+

    questo dimostra che, dopotutto, c’era già prima di lxqt un ambiente qt leggero e personalizzabile.

    E’ un peccato che lo sviluppo di questo “vecchio kde” proceda lento ed abbia poco seguito

  • ange98

    Io mi chiedo se TDE abbia davvero ancora senso…

    • ge+

      non saprei, forse, piuttosto che sviluppare lxqt, conveniva far confluire tutti i devs in trinity per migliorarlo, visto che trinity è già stabile e ricco di funzioni, dopotutto, ec è anche bello leggero

      • Stefano

        Fino ad un certo punto. Trinity si basa tuttora sulle Qt3 (!!!), lxqt ha come target le Qt5.
        Fai conto che le Qt4 sono state rilasciate nel 2005: parliamo di un DE che ha almeno 10 anni (usa come base KDE 3.10)

        • Stefano

          refuso, KDE 3.5.10

        • ge+

          la nuove versione si baserà su qt4
          se ci fossero più svilupparori, il passaggio ad una versione di qt più recente sarebbe più celere (lo stesso discorso si fa per xfce, che è ancora a gtk2 e chissà tra quanti anni passerà a gtk3 )

          • il problema del passaggio di xfce al non passaggio alle gtk3 è un altro, se loro avessere ritenuto giusto e opportuno passarci ci sarebbero passati con la versione 4.12 (credo) ma per ora le gtk3 riescono ad usarle bene solo il team gnome, visto che da quel che ho capito hanno scarsa documentazione e vari problemi non acora risolti che rendono molto duro lo sviluppo con tali librerie

          • ge+

            avevo letto la roadmap di xfce, l’inizio del supporto parziale a gtk3 è previsto per la versione dopo la 4.12 (“GTK+ 3 preparation and optional compile support”). Inizierebbero tutto prma con più devs.

            Per quanto riguarda gtk3 hai ragione, ogni rilascio sta portando problemi di vario genere agli altri de, la sensazione è quella un gran pasticcio fuori da gnome

          • TopoRuggente

            Negli ultimi 3 rilasci sono state aggiunti dei widget nuovi offrendo alcune interessanti possibilità di migliorare le interfacce, ma i primi progetti in GTK3 girano anche con le ultime librerie.

            Quello che sta un po’ incasinando sono le variazioni di Gnome-Shell relativamente all’interfaccia con temi e estensioni, ma non è collegato con le GTK3+

          • Potrebbero fare direttamente il salto a qt5 allora invece che far uscire un de in qt4 quando ormai le qt5 saranno belle che stabili

          • ge+

            ormai avevano iniziato il port a qt4 mesi addietro, se è par questo anche lxqt usa qt4 per ora mi pare

          • si ma almeno lxqt nel giro di un anno ha visto la luce in qt qui non se ne parla ancora delle qt4 forse per la prossima release mentre kde già si prepara alle qt5 e wayland questi ancora giocano con le qt4 in test eddai,,,

          • Stefano

            Ti rispondo direttamente qua.
            Senza dubbio la cosa sarebbe più veloce, ma credo che lxqt nasca con altre premesse. Un porting di un intero ambiente desktop come Kde credo sia veramente impegnativo. Lxqt è senz’altro un progetto più snello che ha più o meno lo stesso target.
            Ecco, se dovessi schierarmi, sarei del partito opposto, ossia che gli sviluppatori di trinity confluissero in lxqt. 🙂

            Comunque sì, lxqt al momento usa Qt4 (appoggiandosi sul vecchio codice di razor-qt). Da quanto ne so, hanno appena finito di “pulire” il codice e iniziato il porting a Qt5 di alcune librerie.

          • Paolo C.

            Gran bella idea.. se veramente gli sviluppatori di Trinity passassero a dare man forte a LxQt, creerebbero un super reattore di DE !!

          • Giulio Mantovani

            Esiste già, si chiama KDE SC 4

        • EnricoD

          È stagionato, ha un gusto più intenso

          • Brau

            EnricoD, il sommelier delle distro 😉 Ti ci vedo lì col pc mentre lo scruti, lo ruoti e lo annusi per 3 ore 😉

            P.S.: Per Ubuntu il tuo giudizio sarà “sa di tappo”? 😉

          • EnricoD

            Hahaha 🙂

          • TopoRuggente

            A giudicare dalla foto, ti farebbe le analisi organolettiche !!!

          • Stefano

            Windows XP dunque è diventato aceto? 🙂

          • EnricoD

            Si, ma non è consigliabile condirci l’insalata 🙂

    • sarà vecchio ma guadando bene ha molte più funzionalità (oltre ad essere molto più leggero) di gnome shell, unity, cinnamon ecc

  • Alessandro

    Davvero ottimo! KDE Trinity per me è il DE più completo.
    Dovrebbe solo adattarsi ai tempi, e poi non avrebbe più rivali.
    Idem per Konqueror (il Conquistatore) copiato e sfruttato da molti (in primis Apple che lo usò come base per webkit e successivamente google).

    • TopoRuggente

      Non è Konqueror alla base di webkit, ma KHTML è stata usata come punto di partenza per lo sviluppo di Webkit.

      • Alessandro

        Ovvio ovvio… non stavo a precisare, il Conquistatore e KHTML sono nati insieme no?

        • TopoRuggente

          Non saprei inizialmente Konqueror era il file browser, non so se la funzionalità di web browser sia arrivata subito o dopo (per itenderci come in explorer e iexplore).

    • Nativo

      Il navigatore, l’esploratore e infine il conquistatore… eh si!! 🙂

  • biosniper

    posso esprimere un parere controcorrente? perchè sempre questa ricerca di so che emulano xp? chi vuole passare a linux lo faccia con l’idea di cambiare e provare qualcosa di nuovo! se io mi cambio la macchina perchè è vecchia e non trovo più i pezzi di ricambio (=xp non più supportato) certo non ne cerco un’altra che mi ricordi quella vecchia, voglio qualcosa di nuovo. Capisco che questa strategia serve ad avvicinare gli utenti win al mondo linux, ma l’utente intelligente vorrà passare ad altro anche con la curiosità di trovare qualcosa di nuovo, gli utenti che qualcuno scherzosamente definisce “utonti” e si ostinano ancora a camminare con la fiat 1100 non servono a linux che, secondo me, propone dei bolidi tutti da provare.
    (non me ne abbia la fiat…)
    🙂

    • Anthony

      Guarda, sarei daccordo con te se tutti gli utenti fossero uguali. Nella realtà, però, non è così. Piccolo esempio pratico. Un paio di mesi fa ho installato Xubuntu sul vecchio pc (con Xp) di una signora settantenne. Adesso dice che si trova bene e son contento per lei. Ma all’inizio avvertivo la sua la sua spaesatezza ed il suo disagio a vedere le icone differenti, i programmi con un altro nome. Ho anche personalizzato un minimo il desktop (barra in basso, rinominato un collegamento a leafpad come “blocco note” ecc). Eppure ci ha messo un po’ ad abituarsi. Immagino che esistano anche persone che dinanzi a tali cambiamenti entrino nel panico. Bene, questa distribuzione la vedo adatta per questa tipologia d’utenza. L’ho provata su virtualbox ed è piaciuta proprio a me che non sono un estimatore di kde. È così leggera poi… Mi è sempre piaciuta la frase: “Non esiste una distro linux adatta per tutti, ma tutti possono trovarne una adatta alle proprie esigenze”.

      • golden

        “Non esiste una distro linux adatta per tutti, ma tutti possono trovarne una adatta alle proprie esigenze”

        Quotone.
        Tra l’altro, questo è un concetto che a mio avviso vale per la maggior parte delle cose della vita…

      • biosniper

        la tua ultima frase racchiude perfettamente la filosofia linux
        in gamba!

      • Franco Fait

        i themi e set di icone windows xp, 7 , 8 alla stessa stregua dei themi di apple , sono da sempre liberamente disponibili in rete , sia per kde , che per gnome, mate , xfce , lxde ecc , senza alcun bisogno d Trinty , che stabile non lo è affatto , è progetto allo stato poco più che embrionale , di bug da risolvere ne ha ancora tanti ma tanti veramente

        Nulla da ridire per farne uso puramente sperimentale , da li a consogliarlo come sostituto per XP ad uso qutidiano , c’ è un abisso , è pura idiozia.

    • golden

      La maggior parte delle distro offrono già un’esperienza utente nuova e diversa da tutte le altre. Unity, Gnome 3, Phanteon…tanto per citare solo i DE, senza parlare dei settaggi particolari delle varie distro.

      Ci sta che ci siano “anche” delle distro che emulino l’aspetto e l’esperienza utente di XP. Poi magari sarà una minoranza ad usarle… ma il bello del FLOSS è sempre quello: ampliare le possibilità, invece di vincolare gli utenti.

    • infatti io ricordo quando ero piccolo che in casa avevo pc con windows 95 e 98, poi è uscito me e 2000, che avevano l’aspetto uguale, poi è arrivato XP, ricordo che quando andavo nei negozi di elettronica insieme ai miei genitori vedevo le schermate dei PC accesi con windows XP e io che guardavo la nuova grafica, era bellissima.

      se uno deve rimanere fermo sempre allo stesso prodotto macchina, OS, o qualsiasi altra cosa, allora rimarrà sempre chiuso di testa, perchè avere windows 7 o linux con la grafica di XP al posto di godersi la nuova grafica nuova e trovarne una che piace più ed è più moderna??

      altrimenti con questo ragionamento eravamo ancora nel 2014 con windows 7/8 con i pannelli grigi come su windows 98

      • Ingenius

        Si ma già ai tempi del w98 esisteva la possibilità di ribaltare completamente l’interfaccia utente. Difatti quando poi uscì xp, io lo giudicai da subito bruttissimo/superato e non mi piacque per niente la nuova interfaccia blu. Così presi uno dei tanti tools a caso: StyleXP e ridisegnai tutto da capo come piaceva a me creando interfacce UI 20 anni avanti!! pensa te. Adesso che sono con Linux, non ho ancora trovato la possibilità di personalizzare fino a quel punto… bei tempi erano!

    • Simone Picciau

      Ma chiaro, un minimo di adattamento ci vuole, se una persona non è ottusa riuscirà a usare un sistema come xubuntu o kubuntu pure se ha una grafica un pò diversa… Poi dipende da cosa si deve fare, per operazioni serie di amministrazione che richiedono riga di comando, beh, allora bisogna imparare. Comunque sono d’accordo con te

  • Alexander

    Se solo avessi tempo mi metterei io a riscriverlo in Qt5 e con tutti gli aggiornamenti che servono. Poi, guai a chi dirà ancora una parola contro KDE Trinity perché di assomiglianza ad XP (come dicono) non avrà più nulla se non una migliore usabilità.

  • Chris Perinelli

    Per uno che arriva da Xp e non ha mai usato Linux non va assolutamente bene, l’ho provato ……..FA SCHIFO

    • Mi sa proprio che ti quoto. XD

    • TopoRuggente

      Quello che non ho capito è, se una distro copia Win 7,8 o OSX è uno schifo, solo una scopiazzatura, se copia Win XP invece va bene?

      • Chris Perinelli

        Più che xp sembra il 2000, comunque in questo caso dovrebbe andare bene, essendo finito il supporto a Xp dovrebbe essere un modo per portare l’utenza verso Linux.

  • guerino

    il kernel è il 3.2?
    se si come si puo aggiornare?

    • in teoria lo puoi aggiornare con lo stesso script che usiamo per ubuntu

  • Già il fatto che ha KDE come ambiente desktop è sicuramente interessante…

  • ho sempre trovato sbagliato presentare linux come una cattiva coppia di windows…

  • adalberto santarelli✰✰✰✰✰

    quoto, è un buon sistema per avvicinare gli utenti alle distro linux

  • luciano

    io credo sia sbagliato imitare tutti questi sistemi proprietari come windows o osx, linux(anche per i novizi) deve avere una propria personalità altrimenti finiremo per creare come già detto una brutta copia di windows o osx(pear oshttp://www.lffl.org/2014/01/pear-os-chiude-gia-rimossi-i-link-per.html)

No more articles