Gwendal Le Bihan, maintainer di Cinnamon per Ubuntu ha recentemente rimosso il PPA Stabile che consentiva agli utenti di poter installare l’ambiente desktop sviluppato ed incluso di default in Linux Mint.

Cinnamon
Brutto colpo per gli utenti Ubuntu che amano utilizzare Cinnamon, l’ambiente desktop sviluppato e di default in Linux Mint. Gwendal Le Bihan, maintainer dei PPA Cinnamon ha rimosso il repository di terze parti che consentiva di poter installare e mantenere aggiornato l’ambiente desktop di Linux Mint in Ubuntu. Attualmente è ancora disponibile il PPA Unstabile di Cinnamon il quale potrebbe ben presto essere rimosso.
Da notare inoltre che Cinnamon è stato rimosso anche dai repository ufficiali di Ubuntu 14.04 Trusty, mentre è ancora disponibile per Ubuntu 13.10 Saucy e 13.04 Raring.

Addio quindi a Cinnamon per Ubuntu questo almeno stando a Gwendal Le Bihan, per gli utenti che amano questo ambiente desktop rimane comunque Linux Mint (distribuzione basata sempre su Ubuntu) oppure anche Manjaro, Antergos, Debian, Arch Linux e altre distribuzioni che includono nei repository Cinnamon.

Per gli utenti che hanno installato Cinnamon in Ubuntu attraverso PPA Cinnamon Stabile consiglio di rimuovere repostiory di terze parti (altrimenti ad ogni aggiornamento avremo un segnalare d’errore) digitando da terminale:

sudo add-apt-repository -r ppa:gwendal-lebihan-dev/cinnamon-stable
sudo apt-get update

Vi terremo comunque aggiornati in caso che ci siano novità riguardanti nuovi PPA per Cinnamon.

Aggiornamento: è possibile installare Cinnamon in Ubuntu 14.04 Trusty grazie ai repository Linux Mint 17 Qiana, per maggiori informazioni basta consultare la nostra guida dedicata.

  • ge+

    c’è un motivo specifico per cui lo ha rimosso o lo ha fatto solo perchè ubuntu gli sta sulle balle?

    A questo punto Debian e Manjaro sono le alternative più user-friendly

    • ge+

      oltre a mint, ovvio

    • ange98

      Ma debian ha due grossi difetti: fa tutto lei (quando installa un pacchetto) e senza lo switch –no-install-recommends, se provi ad installare file-roller ti ritrovi Gnome-Shell come DE con tanto di sessione predefinita al login (il che si ricollega al primo problema: fa tutto lei).
      Piuttosto meglio Manjaro: pacchetti meno bleeding-edge e con AUR hai tutto il software che vuoi

      • basta modificare il file conf per evitare che installi i reccomend. E rimuovendo i recommend diventa come arch linux a livello di dipendenze… molte molto contestabili… ma il vantaggio di arch linux rimane AUR… sto seriamente pensando di tirar su DUR se ritorno a debian sid 😛

        • DUR non si può sentire xD ma se ci fosse probabilmente passerei a debian testing al posto di archlinux (distro che adoro), però rimarrebbe sempre pacman, non so se riuscirei a separarmene

          • Guarda alla fine della fiera pacman o apt-fast si equivalgono quindi non ne sentirei la mancanza… Decisamente diverso il discorso per i src, i PKGBUILD di arch linux sono umanamente comprensibili, ti giuro che non si può dire lo stesso di tanti src deb…

          • guest

            “Guarda alla fine della fiera pacman o apt-fast si equivalgono”
            E la cazzata fu detta.

          • dimmi in cosa differiscono se non la sintassi

  • EnricoD

    ieri ho detto.. capperi, provo cinnamon su lubuntu, sembra carino, e oggi che volevo provarlo… l’hanno rimosso .. noo XD ma f***

    • ange98

      Già che hai una Debian, mettici dentro i repo di LMDE e installalo lì oppure rimettiti Arch e torna sulla retta via 😀

      • EnricoD

        vorrei tornarci ma non sono molto motivato ultimamente xD 🙂 lo provo su debian alloar 🙂

        • ange98

          Hahahahahahha ma a me come motivazione era bastata Openbox:la miglior distro con uno dei migliori wm (un anno fa avrei detto il migliore ma ora che sono passato a KDE…) 😀

          • EnricoD

            hahaha 😀

          • JackPulde

            Scusate forse la domanda, ma c’è un modo per abbellire Openbox xD?

          • ange98

            Openbox è già bello di default *.* Oppure con qualche tema di Crunchbang

          • EnricoD

            Numix everywhere xd

            https : // www . youtube . com / watch ?v= odV4N0kVLYw

            configurazioni usate nel video
            https : // github . com / Badener / dotfiles

            io avevo openbox e un pannelletto, tint2, mi era uscita fuori una cosa carina

            https : // code . google . com / p / tint2 / wiki / Configure

            e ovviamente xd

            https : // wiki . archlinux . org / index . php / openbox

          • JackPulde

            Grazie per le risposte 😀

          • jancu

            semplice linux ha un openbox carino di default (poi son gusti)

    • Max Franco

      Come detto sopra.. USA i repository di mint…..

  • Tomoms

    Basta aggiungere il repo “main” di Mint Qiana 17 ed installare cinnamon da lì.

    • Max Franco

      Infatti. Il PPA era inutile…

  • Luky

    Su Arch mi occupa più di 1GB di ram.

    • io s arch l’ho provato qualche giorno fa, è penosno, personalizzazione macchinosa e insoddisfacente, lentezza e pesantezza imbarazzante, sul mio notebook con intel core i3 380m 2.53 ghz 4gb di ram e gpu intel HD 128mb condivisi più nvidia geforce gt540m 1gb, è molto lento, per niente fluido, inoltre non è neanche tutta sta bellezza, graficamente mi piace più xfce, visto che qui le modifiche ti lasciano libertà di modificarlo come vuoi.

      cinnamon si porta gli stessi problemi di gnome shell, i migliori DE sono xfce e kde (e lxde per pc vecchi), gli altri sono molto dietro, visto che su una HD integrata con 128mb di ram non girano fluidamente e non è che per usare il DE decentemente mi metto ad usare la gpu nvidia altrimenti scalda e la batteria non dura nulla (anche se nemmeno ora dura niente visto che si è rotta e dura circa 30-40 secondi)

      • ge+

        quoto: xfce consoma la metà della ram, è fluido il doppio e ha possibilità di personalizzazione nettamente superiore.
        Concordo anche su kde e lxde: assieme a xfce sono anche a mio avviso i migliori.

      • Robertox

        Cinnamon su un sistema a 64 bit mi consuma solo 400mb di ram, è personalizzabile come kde al punto che lo stravolgo come caxxo mi pare, ha forse uno dei migliori file browser in circolazione, ha forse il migliore menu in circolazione, ha un sistema di default pronto a tutto con tutti i pacchetti e plugin installati, boh evidentemente il mio PC sarà posseduto o forse qui si fa troppa pubblicità inutile e fanboysmi di parte, …

        my 0,5 euro cent

        • TopoRuggente

          Con E18 consumo meno della metà della ram, ho un sistema che è molto più customizzabile di KDE (alle volte quasi troppo).
          Uso il file browser che più mi aggrada ….

          • Robertox

            Con altri De consumi meno della metà della ram di E18, possiamo continuare in eterno, la mia risposta riguardava il fatoo che l’utente sopra sostiene che cinnamon non è buono perchè consuma troppo di risorse quando non è vero, che poi esistono De più leggeri sviluppati per computer scadenti di prestazioni e palese, ma paragonare un DE E18 a Cinnamon sono paragoni che non esistono, in quanto E18 viene sviluppato per pc poco prestazionali, hanno 2 filosofie differenti, ma affermare che cinnamon è poco personalizzabile è una “Cazzata”, e fidati con cinnamon personalizzo più di E18, te lo dice uno che ha fatto modding per anni. Anche su Cinnamon puoi installare il file browser che più ti aggrada, non hai detto nulla per convincermi ad usare E18 rispetto a Cinnamon.

        • non è fanboysmo, ho provato cinnamon, non ho guardato quanta ram occupa perchè mi interessava relativamente visto che tanto era fluido da far schifo, non è normale che sul mio notebook cinnamon non sia fluido

          • Robertox

            Guarda non è una critica la mia, ognuno ha le sue esperienze con linux :), ti dico solo questo, ho un netbook, bada “Netbook” Di 5 anni fa, 1 giga di ram scheda intel, indovina cosa gli ho messo sopra? Mint 17 con cinnamon, ti dirò viaggia che è una bellezza. Certo con Arch tint ed openbox va più veloce. Ma affermare che cinnamon non sia fluido mi sembra un’affermazione un po pericolosa. Potrei essere d’accordo sul mint menu che impiega un po a caricarsi, ma su un pc con processore amd athlon II X4 4 giga di ram, scheda video Ati 5850, insomma un computer niente di chè, mi va molto fluido ed il consumo si attesta sempre intorno ai 350-400mb in stand by. Le applicazioni si avviano rapidamente eccetto i web browser che sono lenti ovunque a caricare 😉

          • io intendevo il mint menu che è un lento e poco fluido e anche alcune animazioni, a me cinnamon piacerebbe se fosse più personalizzabile e un po più reattivo, ma per ora xfce è superiore, anche se effettivamente mi spiace un po che gli mancano alcune funzionalità di DE moderni

          • jancu

            il mint menu era + lento, adesso mi va abbastanza veloce anche quello, io il 90% dei software li lancio con synapse, quindi nemmeno me ne accorgo se è lento il menù

            quello che x me è rimasto lento è il tempo di caricamento del DE, almeno 30 secondi

      • Luky

        Pensa che su Xfce a me prende solo 380Mb con compiz.

      • jancu

        saranno problemi con hardware specifico, a me va fluido sia con nouveau che con nvidia, su entrambi i pc ho schede nvidia da 512 mb, ma uno dei 2 pc è un dinosauro del 2007, amd dual core 4200+, scheda video nvidia base-base del 2008 da 512 mb e 2 gb di ram, ci guardo il dvb-t con kaffeine, firefox e chrome, thunderbird, docky, conky e tante altre cazza**lle, la ram quasi mai supera 1 gb e la cpu intorno al 40% (con la tv a 3/4 di schermo)

      • Max Franco

        mi piacerebbe sapere cosa non riesci a modificare nell’aspetto di cinnamon. ci sono un sacco di temi per il panel/menu, i temi gtk sono tutti quelli disponibili per gtk2 e gtk3, i temi per le decorazioni per le finestre tutti quelli per metacity.

        in quanto alle performance, ho installato quiana su un celeron g550 a 2.6 ghz con una nvidia 210, quindi un hardware ormai misero per gli standard attuali, e gira che è una bellezza. sull’athlonx x6 che usa mio figlio va ovviamente meglio…. secondo me ti ha colpito la legge di murphy 🙂
        aggiungo che il tutto girava perfettamente anche con i driver nouveau….

        • be la tua geforce 210 è molto più potente della mia integrata HD graphics, purtroppo non posso usare la dedicata, sia per consumi, che per calore, inoltre credo che se non modificando il bios non posso proprio bypassare la intel

  • Ma alla fine basta usare Mint è buonanotte.

  • Giuseppe

    Veramente brutto sto Cinnamon? Vero, Dea1993 – Peccato che sul mio pc meno potente del tuo corre come la Ferrari. Ubuntu 14.04 64bit

    • EnricoD

      bellooo.. 🙂 io lo volevo provare, oltre ad essere carino fino ad oggi non ho letto feedback molto negativi
      poi, come dice Valentino sotto, alla fine lo proverò con Mint

      • jancu

        di negativo ha piccole cosette che spero con le nuove versioni di mint basate tutte sulla 14.04 possano migliorare

  • lorenzo s.

    Secondo me è sempre meglio usare gli ambienti desktop di default per evitare rogne, se vuoi usare Cinnamon meglio dunque passare direttamente a Mint. È pur sempre Ubuntu

    • Robertox

      Infatti non capisco quelli che usano ubuntu con cinnamon, quando con mint è la stessa cosa, ma più integrato.

      • jancu

        il perchè è semplice, da almeno 2 mesi puoi usare cinnamon 2.2 su ubuntu 14.04, io a settembre ero passato a linux mint, poi a gennaio un test di ubuntu 14.04 alfa mi ha reso il database dei podcast di rythmbox incompatibile con la vecchia versione, quindi da gennaio uso ubuntu 14.04 prima con cinnamon 2.0 e ora con la 2.2, una partizione l’ho già passata a mint 17 rc, l’altra aspetto che esce la stabile

  • jancu

    io lo uso da 2 mesi con i ppa unstable, avavo provato settimana scorsa a mettere gli stable ma mi dava errore, adesso capisco perchè

    comunque non è un problema, avevo già intenzione di rasare ubuntu per linux mint, quindi no problem

  • LinuxMintUser

    Ma, non capisco perchè non si possa passare direttamente a Mint. Eppure non fa così pena come distro. Anzi! Ad oggi è la distro più stabile secondo me, la uso da due anni senza il minimo problema e di recente ho rinnovato due pc di amici con Windows Xp, facendoli avvicinare al mondo Linux e ne sono strabiliati. Ha una stabilità e una velocità pazzesche, e con il cambio di politica degli aggiornamenti è anche meglio. Io capisco i “puristi” di Linux, hanno tutte le ragioni per storcere il naso, però va detto che ormai Ubuntu è un ricordo di se stesso, a sto punto è meglio usare direttamente Debian oppure passare a Open Suse. IMHO.

No more articles