Stando Il Sole 24 Ore i bancomat italiani non dovrebbero essere a rischio dopo l’8 aprile 2014, data nella quale Windows XP diventerà obsoleto.

Bancomat con Microsoft Windows XP
Mancano ormai poche ore dallo “stop” del supporto per Windows XP sistema operativo utilizzato in molti bancomat italiani. Stando al Consorzio Bancomat, molti bancomat si basano o sono stati aggiornati a  Windows XP Embedded versione che continuerà ad esser supportata da Microsoft per altri due anni, mentre alcuni terminali sono stati sostituiti con nuovi basati su Windows 7.

Stando a quanto recentemente riportato dal Sole 24 Ore, i 40mila sportelli automatici (Atm) delle banche italiane, non sono quindi in pericol. Secondo il Consorzio Bancomat, Microsoft continuerà a rilasciare gratuitamente aggiornamenti di sicurezza per Windows XP Embedded fino al 14 luglio 2015, successivamente le Banche dovranno pagare per ricevere ulteriori aggiornamenti.

Il Consorzio Bancomat ha indicato che

i terminali Atm italiani non sono comunque esposti ai pericoli della rete web, dato che operano solo in reti private di proprietà delle banche caratterizzate da alti standard di sicurezza…stiamo comunque lavorando da mesi per coordinare e raccordare le strategie d’intervento delle banche…

purtroppo dal post non sono arrivate informazioni riguardanti una possibile migrazione da Windows XP a Linux.

Fa un po sorridere che le banche, attente alla sicurezza, continuino a puntare su sistemi Microsoft con notevoli spese di licenze, quando basterebbe migrare a Linux per abbattere i costi e migliorare notevolmente la sicurezza e la stabilità dei propri servizi.

  • XfceEvangelist

    ma secondo voi se veramente i terminali con Redmond XP sarebbero a rischio, ce lo verrebbero a dire?

    • Simone Picciau

      Ecco una domanda sensata, ma sicuramente un cracker che ha come obiettivo la banca non si lascia ostacolare da questo dubbio. Va e prova direttamente

  • fabio

    certo che con tutti i soldi che ci rubano, non avranno mai problemi in quel senso.
    Diverso è il discorso delle altre banche fuori dall’italia che non possono rubare come da noi e allora loro devono per forza risparmiare……..

    • CuccuDrillu10

      le banche comandano le politiche di tutto il mondo occidentale, altro che quelle italiane. 🙂

  • mikoi

    Ma lo volete capire che non si tratta di convertire la LAN di casa? I costi di conversione superano quelli di licenza. Le banche sono le prime a valutare i costi di ogni operazione. Quindi si resta con XP. Il resto sono solo elucubrazioni.

  • MoMy

    Si perché ”non ghe xè schei”

  • luca

    non esiste qualche guida online per hackerarli ? meglio approfittarne intanto che restano con la farfallina

  • A fine articolo Roberto ha giustamente scritto:

    “Fa un po sorridere che le banche, attente alla sicurezza, continuino a
    puntare su sistemi Microsoft con notevoli spese di licenze, quando
    basterebbe migrare a Linux per abbattere i costi e migliorare
    notevolmente la sicurezza e la stabilità dei propri servizi.”

    E’ verissimo ma a me personalmente oltre che far siorridere mi rendo conto di quanto l’italiano dimostri sempre una scusa per non applicare cambiamenti.

    E’ pigro nelle innovazioni, così come è pigro in ogni cosa, ed ecco uno dei tanti motivi per cui si deve scappare all’estero per combinare qualcosa.

  • floriano

    una migrazione solo per due anni in più d’aggiornamenti?

  • Rattle

    A tal po dir

  • dinolib

    Più che un problema di ottusità delle banche sembra un empasse tipico: i produttori dei device bancomat sono pochi (oserei dire nel mondo). I pochi che ci sono hanno sviluppato driver robusti nel tempo basati su XP. Già pochi passano a 7 perchè richiede nuovi driver, ancor meno lo faranno per linux, per ovvi motivi di costi.
    E’ possibile che una grossa banca potrebbe forzare la mano ad un provider, ma dovrebbero aver ben chiaro il quadro costi/benefici, difficile da valutare (senza contare i tempi di realizzazione di un sistema molto delicato come gli ATM).
    Boh, questo quanto mi riferisce uno del settore. Non saprei…

  • ekerazha

    Bancomat a parte, sarebbe stato intelligente da parte di Ubuntu far uscire la 14.04 LTS proprio l’8 aprile, sarebbe stata una grande mossa di marketing… e invece esce il 17 aprile…

    • dinolib

      Non è che dall’8 Aprile i PC con WinXP esploderanno, nè!

No more articles