Ad aprile 2014 terminerà il supporto per Windows Xp mettendo in serio pericolo moltissimi pc i quali potranno continuare ad avere un supporto solo pagando circa 200 dollari all’anno, l’alternativa più sicura ed economica rimane Linux.

Notebook con Microsoft Windows Xp
Mancano pochi mesi al termine del supporto di Microsoft Windows Xp sistema operativo presente ormai da oltre 12 anni ed attualmente utilizzato ancora da molte aziende e utenti (esempio in Cina è presente nel 72% dei personal computer). Dall’8 aprile 2014 Microsoft non rilascerà più nessun aggiornamento di sicurezza per Windows Xp mettendo in pericolo moltissimi pc che possono essere presi di mira da utenti malintenzionati pronti ad effettuare attacchi DDoS, sfruttando principalmente una vulnerabilità zero-day dell’obsoleto sistema operativo proprietario dell’azienda di Redmond. Per le aziende che hanno sottoscritto un contratto denominato Custom Support potranno ricevere aggiornamenti di sicurezza per altri tre anni, per le altre normali aziende ed utenti rimarrà la possibilità di acquistare hotfix di sicurezza per un costo di circa 200 dollari a pc annui.
A questo punto per le aziende converrebbe passare a Windows 7 o 8 il problema però arriva da alcune applicazioni legacy non supportate dalle nuove versioni di Windows oltre al fatto che molti pc difficilmente supportano i nuovi sistemi operativi dato che richiedono più risorse.

La soluzione più sicura ed economica per le aziende ed utenti è Linux difatti una distribuzione come ad esempio Lubuntu oltre a richiedere meno risorse di Windows Xp include il supporto per la stragrande maggioranza dell’hardware ormai datato oltre a disporre di Wine il quale potrebbe supportare egregiamente eventuali software legacy. Linux oltre ad abbattere completamente i costi di licenze ecc include una maggiore sicurezza confronto Linux evitando anche costi di antivirus o altro disponendo anche di valide alternative ai proprietari di Microsoft, Adobe ecc.

Da notare inoltre che pochi giorni dopo il termine del supporto per Windows Xp verrà rilasciato Lubuntu 14.04 che sarà LTS quindi supportato per ben 5 anni offrendo cosi alle aziende la possibilità di non dover effettuare aggiornamenti di release semestrali.
Per i tanti utenti che utilizzano ancora Windows Xp ad aprile avranno due scelte, continuare a pagare “mamma” Microsoft per continuare ad usare un sistema operativo obsoleto oppure scegliere Linux e dire addio a costi di licenze ecc oltre ad aver un nuovo sistema operativo più leggero, stabile e sicuro del proprietario.

Il comune di Monaco già sta incitando gli utenti a scegliere Linux e non continuare ad usare il proprietario di Microsoft, speriamo che in questi mesi arrivino campagne ad informare gli utenti ed aziende che esiste una valida alternativa libera e soprattutto gratuita e sicura a Microsoft Windows.

  • Erik

    Ma e però insieme non vanno d’accordo.. attenzione 😉

    • HiThere

      so che si può dire ma però fa troppo da bronx

  • Dario · 753 a.C. .

    vai a convincere mio padre… sono anni che usa windows e ha ancora windows xp.. ho provato a fargli provare xubuntu, ma non ne vuol sapere..

    • Danielson96

      prendi il pc e cancellagli windows e mettigli una distro linux 😀 deve abituarsi per forza

      • Dario · 753 a.C. .

        ahahahaha ti giuro gli avevo preso il pc e gli avevo avviato la live, dicendogli “tiè, prova!” .. niente, purtroppo.. si è incazzato e mi ha fatto subito ritogliere la live 🙁

        • salvatore

          Semplice, fai come me con mio padre: Kde con il tema per farlo assomigliare a windws. Poi ho detto che era un aggiornamento, tanto gli serve solo per andare su internet

          • Dario · 753 a.C. .

            ahaha no, ma deve rendersene conto! deve dire sto usando linux ed è stabile ed è sicuro perché è linux! non deve credere che sia windows 🙂

          • Matteo Iervasi

            Beh ma prima o poi dovra levarselo… non penso che sarà disposto a spendere 200€ all’anno… e quando microsoft finirà il supporto, piano piano anche gli antivirus non saranno più disponibili, e quindi i virus festeggieranno…

          • Gino il cozzaro

            Invece di cambiare il sistema operativo del suo pc, fai una scelta più radicale. Cambia padre. E rispedisci quello vecchio e buggato a Microsoft, dopo avergli appicicato l’adesivo della licenza in fronte. 😉

          • Antonio G. Perrotti

            io ho fatto un fake-XP perfetto con ubuntu e lxde, compreso il pulsantone Start. con le icone di default di lxde pcmanfm somiglia davvero molto a explorer 🙂

    • Tizio

      Io gli ho preso un pc con già linux installato (linps? che ho subito sostituito con ubuntu lucid).
      Sono 2 anni che lo usa (solo navigazione) e mai un problema 😀
      Però c’è da dire che era/è il suo primo pc e non ha mai usato windows.

      • Dario · 753 a.C. .

        ah, beh allora la situazione è diversa.. mio padre sono più di 10 anni che usa windows, quindi la differenza la vede e come..

      • Antonio G. Perrotti

        l’inps è un SO per pensionati, dai… ;D

    • angelo

      Si perchè sono abituati ormai non glielo togli dalla testa windows!…anche mia moglie uguale!!!…

    • Tomoms

      Mio padre invece ha abbandonato volentieri Windows xp per mint con cinnamon! Ora sputtana Windows appena può!

    • Carlosdunga

      con mia moglie ho fatto cosi’: Ubuntu in dual boot (era la 7.10).
      Io accendevo il computer e partiva Ubuntu.
      Quando mia moglie voleva usare il computer si lamentava:che e’ sta roba?
      E io: se non vuoi usarla riavvia e scegli XP!
      Piuttosto che riavviare ha usato Ubuntu.
      Dopo un anno ho ucciso con grande piacere XP.
      (mia moglie si e’ presa la rivincita quando ho messo Unity.
      Che e’ sta roba? A questo punto ,pero’, le ho dato ragione e ora ho Xubuntu…)

      • Dario · 753 a.C. .

        ehhehe poi col tempo che ci mette a riavviarsi xp non conveniva prorio..

        ahahha simpatica la cosa della rivincita con unity 😉 anche io preferisco xfce

  • MastroAttilio87

    Ma ancora con sto windows xp? E basta! Dai Lubuntu, massacralo! 😀
    Che l’esempio di Monaco venga imitato!

    • billy

      il problema è che con xp girano una quantità enorme di applicazioni per piccoli uffici alcune non compatibili con 7 8 aggiornare xp vorrebbe dire aggiornare tutto il pacchetto software

  • Maury

    “ma però” nel titolo non si può leggere :_D

    • SRC

      Ti giuro è la prima cosa che ho pensato anchio!

      • Maurizio S.

        idem

      • fandangozx

        pure io, giuro 🙂

    • UbuntuWillRule

      mi aggiungo al gruppo.

    • Fringui

      idem con patate…

  • ge+

    Utilizzo XP da circa 11 anni. Ad oggi è senza dubbio il più stabile ed user-friendly tra i sitemi Windows . Ho provato sia Vista che Win 7 che Win8, ma queste versioni hanno sempre fallito ner proporre una esperienza utente paragonabile ad XP.
    XP è ormai vecchiotto rispetto agli standard attuali, e per reggere il confronto con gli OS più recenti ha bisogno di varie ottimizzazioni e programmi aggiuntivi.

    Il fatto di non essere stati capaci di creare un OS che sapesse eguagliare XP dimostra quanto poca competenza ci sia in casa Microsoft, ed estendere il supporto a pagmento per altri 3 anni dopo la fine del supporto è una ulteriore conferma (oltre ad essere una cavolata colossale).

    Ho già deciso di utilizzare Linux come OS principale appena possibile (ora non ho tempo/vogla di far backup e formattazioni, oltretutto sonono ancora poco esperto di Linux e voglio prima averne una maggior padronanza), visto che le distro che sto testando sono OS eccellenti. Credo che installerò Manjaro, che mi sta dando grandi soddisfazioni!

    • Della Rocca Luca

      Io sono minimo due anni che utilizzo linux ogni giorno e senza il minimo problema la mia distro preferita è Debian ma per chi passa da win xp è meglio Lubuntu

      • ge+

        Grazie per i cosigli! Debian e Bridge non le ho ancora provate, ma lo farò. Per Lubuntu non so: ho sentito che è ottima, ma mi stavo orientando più sulle rolling per il pc di casa…magari la LTS può essere adatta per me che non voglio sempre reinstallare ad ogni nuova versione!

    • angelo

      Bravo buona distro!!!
      Anche bridge linux è buona!

    • windows XP il più stabile dei sistemi operativi microsoft?? scusa ma devo correggerti, XP più che un sistema operativo è un grandissimo BUG con funzioni di un sistema operativo, per carità è stata una grande rivoluzione infatti è gia almeno la seconda volta che microsoft deve allungare il supporto perchè in troppi continuano ad usarlo e continueranno a farlo finchè il computer non si rompe e deve essere necessariamente comprato nuovo.
      però non si può dire che XP è stabile, quando si impalla qualcosa nemmeno il task manager riesce a killare il programma (anche se questo problema l’ho notato anche in widnows 7).
      XP è un ottimo sistema operativo ma comunque è pieno zeppo di bug.
      ormai linux lo uso da 7 anni e non ho mai avuto problemi, ho provato tante distro in questi anni e ArchLinux è quella che mi ha convinto di più.
      però per cominciare io consiglierei una derivata debian come ubuntu o mint perchè secondo me sono più semplici da usare per uno che viene da windows.
      poi scegli te, secondo me iniziare ad usare linux con una distribuziono rolling release (ovvero che si aggiorna all’ultima versione tutti i pacchetti) non è il massimo

      • ge+

        con tutti gli aggiornamenti installati lo trovo stabilissimo, e lo uso tutti i giorni.
        Il task manager che non termina i programmi e una “feature” di tutti gli OS Microsoft, come quel browser bucherellato di IE e quella sotto specie di media palyer che riprduce nativamente nemmeno 1/3 dei formati multimediaali attuali.
        Win 7 mi si impappla più di XP, ed ha un DE più pesante a mio avviso. io in XP in bugs eclatanti non ne sono mai stato vittima, sopattutto con l’SP3.
        Ovvio, ha 13 anni, la gestione della RAM è obsoleta e non è più un so reattivo, e come ho detto necessita di un sacco di smanettamenti per essere sempre efficente.
        p.S. io con manjaro mi sto ritrovando bene per ora, nessun problema ed un aggiornamento kernel/rimozione kernel vecchio eseguiti lisci come l’olio

        • iClaud

          Oltre alla gestione obsoleta, xp ha una pecca grande quanto 5 sistemi solari. Il file svchost.exe . Un processo che alla minima variazione, porta un instabilità unica al sistema. Quasi tutte le persone che conosco ho formattato il computer perché gli si era corrotto il svchost, per via di virus o programmi spazzatura.

          • ge+

            svchost c’è in tutti i winzozz, purtroppo

            A me mai successo di un svchos corrotto, ho però avuto problemii con ctfmon.exe che appariva da solo e mi rallentava il pc. Idem con drwatson. Gli ho disabilitati e tutto per ora va bene

          • iClaud

            svchost è presente in tutti i windows perché, mi sembra, gestisca tutti i processi, o i servizi, non ricordo bene.

            Non mi ricordare ctfmon.exe o bestemmio come un turco iraniano vestito da spagnolo che parla italiano,

        • a mio avviso XP è stabile e reattivo solo fino a poco tempo dopo che è stato installato, nel giro di pochi mesi rallenta drasticamente e si impalla sempre più ma questo alla fine è un problema normale in windows

          • ge+

            infatti, tutti gli OS Microsoft vanno a farsi benedire in pochi mesi se li usi e basta. Per farli marciare a dovere devi:
            – pulire tutti file temporanei e di log dei programmi installati (CCleaner+Ccleaner enhancer) tutti i giorni

            – Pulire il registro di sistema e deframmentarlo (io lo faciio 1-3 volte al mese)
            Deframmentare l’HD con un buon programma (una volta alla settimana circa)
            – Inoltre, utilizzare un programma che ti tracci i nuovi programmi che installi e ti rimuova le chiavi di reg che creano quando li disinstalli

          • reft32

            Mah…è un anno che uso Windows 7 e le prestazioni sono più o meno come all’inizio.Molto buone, e io non deframmento il disco come fai te.Per non c’è il bisogno di farlo..sarò fortunato io…considera che ho tanti programmi installati

    • billy

      windows xp il piu stabile? non credo proprio prova windows 7, 8.1 poi mi dirai

      sinceramente in 3 anni di win 7 8 mai avuto una schermata blu un riavvio improvviso non sto scherzando

      • ge+

        xp può essere stabile tanto quanto 7 e 8. ha però bisogno di varie ottimizzazioni e tweaks, inoltre devi scordarti ie, media player ed ms office e pulirlo spesso (ma questo si dovrebbe fare con tutti i windows a mio parere), ed utilizzare un SP3 sempre aggiornato.
        Su win 7 inoltre, prima dell’sp1 una delle cose che più mi crashava era l’interfaccia Aero.
        Ovviamentte 7 e 8 sono più reattivi e veloci, ma sono anche ben pù recenti. Le applicazioni pù pesanti hanno tempi di avvio minori su 7 ed 8 ovviamente

  • web developer

    era ora! che dio ci liberi di IE8, basta fare il doppio lavoro!

  • angelo

    Certo per loro basta che rubano soldi….hanno pensato a tutto…milioni di aziende in tutto il mondo invece di passare a 7 pagheranno….perchè la maggior parte delle persone che lavora al pc in aziende e altro è troppo abituata a xp e sarabbe una catastrofe sennò….

    • Brau

      In qul frangente non è il fatto di abitudine, è che passare a 7, per loro, costa più che pagare 200€ l’anno per ‘sti cavolo di aggiornamenti, e piuttosto che pagare di più (o di pagare 0 passando ad una distro Linux che non fa funzionare i loro programmi/driver compatibili UNICAMENTE con XP, si tengono un SO obsoleto e buggato, contenti loro…

      • angelo

        Questo senza ombra di dubbio!!!!….Cmq sembra sempre un modo studiato di microsoft, sono sempre soldi che entrano nelle loro tasche!!! “sembra” . Quando si tratta di sodi sono furbi come le iene!

    • per me se ne fregano pure degli aggiornamenti e continuano ad usarlo senza sperndere un centesimo

      • angelo

        MI sa proprio di si!!!

  • Ok segnalare gli errori ma non quando sono corretti
    ma però si può dire e scrivere
    http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/incontro-congiunzioni-per

    • billy

      lasciali perdere

    • Dario · 753 a.C. .

      Anche se fosse chi se ne frega degli errori quando il blog è bello e pieno dì articoli interessanti 😉

      LFFL UN PUNTO DI RIFERIMENTO DELLA MIA NAVIGAZIONE INTERNET!!

      • EnricoD

        Infatti. Che pizze co ste correzioni.. non se ne po più…

  • Simel

    ma l’antivirus non dovrebbe comunque limitare il problema, secondo voi?

    • iClaud

      No, perché ci sono molti virus che sfruttano i bug di sistema per entrare, quindi bypassano l’antivirus, e prendono il controllo del sistema.

      Se servisse semplicemente un antivirus, gli hotfix non avrebbero senso di esistere

      • Dario · 753 a.C. .

        quindi cosa succederà quando non verrà più utilizzato?? il pc viene infettato e al 90% l’utente non può far nulla per impedirlo?? ti prego dimmi che è così, almeno mio padre si convince a passare a linux, perché per ora preferirebbe rimanere con xp senza aggiornamenti..

        • iClaud

          Una persona può vivere senza antivirus tranquillamente, basta avere un minimo di buon senso(ho usato windows per 5 anni senza uno straccio di antivirus, controllavo qualche volta con i programmi online e non avevo infezioni), ma non senza aggiornamenti. Quindi, se tuo padre usa un computer senza aggiornamenti, prima o poi si infetterà. Caso opposto, un computer senza antivirus può durare a lungo, se si ha un minimo di buon senso

          • ge+

            l’antivirus in Windows serve e non serve, ma bisogna per forza averlo.
            Mi spiego: puoi installare Kaspersky o F-secure o qualsiasi altro rinomato programma, ma un virus prima o poi entra, e questi costosi software ( i cui produttori pagano schiere di hacker per creare i virus che poi si propongono di rimuovere) non servono certo a “non far infettare il pc”.
            Quindi,visto che prima o poi un virus entrerà per forza (vuoi perchè un giorno ti scordi di pulire il pc, o scarichi un programma malevolo via P2P o che altro) un antivirus che ti rimuove le minacce efficacemente è indispensabile.
            Gli hotfix sono anch’essi indispensabili, ma quanto durano? Un mese? due? E nel periodo prima che un determinato bug venga scoperto e l’hotfix non c’è ancora, che fai?
            L’antivirus va installato. punto.
            Considerache non tutti sono power users come noi, e molti utenti casuali non puliscono nemmeno il cestino, fiiguriamoci se eliminano i temporanei di internet e bloccano i cookie-spazzatura.
            P.s: io uso Malwarebytes Anti malware per la scansione di minacce, e va più che bene!

          • iClaud

            Infatti, se noti, ho scritto “con un po di buon senso” . Non apri tutti i file che ti capitano a tiro, oppure aprire email a random. Ovviamente se hai un antivirus è meglio, ma se hai un po di buon senso sono inutili.

            Il miglior antivirus è nella propria testa 😉

          • ge+

            in un cookie malevolo bene o male ci si imbatte sempre, e ci si potrebbe
            imattere anche in un eseguibile dannoso che si spaccia per programma
            utile (come spesso accadeva con eMule).
            Ovvio
            che un antivirus non è la cosa principale per essere sicuri, e come
            dici giustissimamente “il miglior antivirus è nella propria testa”, ma avere un efficiente rilevatore/eliminatore di minacce è
            indispensabile, magari “con un pò di buon senso” nell’utilizzo
            quotidiano del pc lo userai poco e ti rileverà solo poche minacce minori.

            L’antivirus è un pò come il casco per la moto: deve essere ovviamente indossato, ma se guidi a 120 km all’ora bendato in pieno centro non serve a nulla ; )

  • EnricoD

    lubuntu..e a f****** XP per favore… soldi buttati al vento… più che altro nelle tasche di chi evidentemente ci guadagna…
    lubuntu ha una interfaccia semplice, stile minimale e di facile utilizzo..anzi..anche più carino… prestazioni superiori e non manca quasi niente…

    • Antonio G. Perrotti

      anche WattOS sui pc vecchiotti va molto bene. ha solo la seccatura che per localizzarlo in italiano bisogna fare un paio di giri in più. e ha Pulseaudio attivato di default che rende più facile far funzionare Skype e l’audio via usb o bluetooth. secondo me è da provare.

      • EnricoD

        si si…
        pero per un utente che usa linux per la prima volta meglio lubuntu, che è piu facile da configurare 😉 pero ci sono molte distro leggere e che non hanno nulla da invidiare a lubuntu, anzi… su questo sono pienamente d’accordo con te
        anche elementaryos o mint per neofiti

  • telperion

    Se:

    “A questo punto per le aziende converrebbe passare a Windows 7 o 8 il
    problema però arriva da alcune applicazioni legacy non supportate dalle
    nuove versioni di Windows”

    viene da chiedersi come lubuntu o qualsiasi altro linux, possa far funzionare quelle applicazioni legacy, cioè col membro del cavolo che le supporta.
    La miglior soluzione è staccare le macchine xp con programmi legacy dalla rete esterna, e lasciarli così finchè non schiattano.

    • ale

      Si potrebbero virtualizzare le applicazioni legacy,solo che serve una licenza anche li

    • maldestro

      Sono d’accordo.

      In effetti, il problema non è tanto l’OS, quanto le applicazioni legacy che ci girano sopra.

      E la virtualizzazione non mi sembra una buona soluzione. Da noi ci sono stati un sacco di casi in cui la XP Mode di Windows 7 Professional non ha dato i frutti sperati e si è preferita una installazione bare-metal.

      • Gustavo

        se virtualizzi una xp con virtualbox non c’è nessuna controindicazione, blocchi la rete così non servono aggiornamenti e te la tieni così com’è per gestire vecchi programmi.. ovviamente se non hai licenze oem.. ma un’azienda non prende licenze oem a meno che il suo responsabile informatico sia un perfetto imbecille…

        • maldestro

          Nessuna controindicazione, a meno di macchine dotate di hardware tale da far girare applicativi con java 1.3 (sì, ci sono ancora), vecchi gestionali VB e vecchie versioni di office (a volte anche in contemporanea).
          Non basta avere l’Intel VT-x/AMD-V attivato per far funzionare decentemente una VM.

          Ovviamente parliamo della realtà italiana, laddove si spende poco e male.
          Quindi la soluzione virtualizzata è improponibile, specialmente considerando che le macchine migrate a W7 non avevano l’hardware astronomico attuale e non vengono cambiate spessissimo.

          No, non è proponibile la virtualizzazione.
          Meglio un bare-metal con macchine collegate solo alla rete interna dell’azienda e che rimangono attive finché non schiattano, come ha detto telperion.

          Per quanto riguarda le licenze, ovviamente sono solo VLK.

  • ale

    200 dollari all’anno ? Quando una licenza di win 8 ne costa 100? Cosa si sono bevuti,penso che tutti onpo usano senza pagarebo aggiornano
    Fra l’altro é un OS già troppi vecchio da anni,mi fa venire da ridere quando formato PC con XP negli ultimi anni perché nella presentazione parla di floppy,zip drive,nastri,cose che oggi non usa più nessuno
    E poi voglio vedere quanti pagheranno 200$,la gente continuerà ad usarlo senza aggiornamenti,tanto non li faceva nemmeno prima (devo dire che anche io ai PC che formatto disabilitò gli update se no la gente poi mi chiama dopo una settimana perché gli viene genuine advantage)

  • ciro

    bravo ….. “ma però” …… se tu avressi 10 centesimi per ogni “perfettino” in italiese che pubblica commenti tu serebbi con le tasche più pienate di euri….. per ti dire.

    e ora ammazzateci tutti

  • carlo coppa

    Ma dai…ci sono ancora certi catorci in giro ? Forse è bene cambiarli, no ? Non occorre cambiare pc ogni 3 anni, ma dopo 8 si, non ha molto senso vedere nel 2013 hardware che non supportano nemmeno l’accelerazione 3d. Su via, vedere girare persone con l’ultimo iphone e in azienda e a casa una macchina vetusta con XP è assurdo. Linux andrebbe utilizzato per ben altri motivi !

    • theq.

      cambiare windows xp per aziende e privati in piena crisi economica, aumento tasse e crollo consumi significa soprattutto: passare dal 32 bit al 64 bit pur avendo dei pc 32 bit magari perfettamente funzionanti. Ed in cascata: cambiare hardware – cambiare software. E’ una spesa tripla. Non è solo windows xp. Anche perchè con 32 bit destinati a sparire, nessuno prenderebbe un sistema vecchio come windows seven 32 bit (che tra l’altro consuma da sè 1 gb di ram sui tre max disponibili su piattaforma 32 bit).

      • Andrea Galasso

        tu lo chiami “consumo”, come se fosse una cosa BLutta. fai un giro su Wikipedia, voce “superfetch”.
        e tieni in mente che è una cosa (ovviamente cambiandone nome e modalità) usata da tutti i sistemi operativi di qualsiasi tipologia (linux, apple, M$) da almeno 7 anni.

      • ale

        Sostituire xp non vuol dire necessariamente sostituire hardware,dato che adesso la maggior parte dei pc con xp che vedo in giro sono tutti dei core 2 o superiori con 2 o più Gb di ram,ci girerebbe benissimo 7 sulla maggior parte

    • Antonio G. Perrotti

      a volte è anche uno sfizio, come avere un’auto d’epoca. ovvio che non puoi usare un pc di 10 anni fa per lavoro o per le cose quotidiane (che poi a volte è anche possibile, ma con uno sbattimento che pochi hanno voglia di prendersi), però magari uno ci è affezionato, e si diverte a tenerlo in efficienza.

    • Dario · 753 a.C. .

      pensa che quando sono andato dal mio dentista, ha acceso il pc per farmi la lastra ai denti e quando ho visto il boot di windows 98 mi ha preso un colpo.. e ti parlo di luglio 2013…

      p.s. ti vedo spesso sul forum di ubuntu, ho riconosciuto la foto 😉

  • enrico tognoni

    Ho windows xp sul vecchio portatile 32bit, piuttosto che pagare per gli aggiornamenti installo qualche versione semplice di ubuntu e come wall paper per mia sorella ci scrivo W I N D O W S XP.

  • Andrea Galasso

    una domanda veloce all’Autore.

    Cosa pensi, che siccome linux è “qualche volta gratis”, questo significa che anche la formazione del personale è Gratis e immediata?

    una seconda domanda veloce all’Autore.
    disegnami un rettangolo con angoli smussati in GIMP. o lavora contemporaneamente con GIMP e Inkscape facendo avanti e indietro tra i due software. “si può fare” (come Frankenstein Junior) ma neanche per idea mi metterei a scrivere che è una “valida alternativa” a Photoshop.

    • EnricoD

      photoshop ha solo effetti in più, la UI pesantissima e fighetta… occupa gb di spazio solo per la sua figa interfaccia…
      Gimp ha tutto, non ha nulla da invidiare a photoshop e lo ritengo una validissima alternativa alla costosa licenza di Photoshop.. basta ingegnarsi e con gimp si riescono a fare belle cose…
      se poi uno ha bisogno che gli si metta tutto su per il bip.. allora quello è un altro discorso ed ha a che vedere con la pigrizia

    • eticre

      -1000 per gimp
      non lo uso mai ma ho capito come fare il rettangolo in un minuto

      secondo me sei pagato da microzozz/applzoozz/googlezozz/adobezozz ecc.

      • Andrea Galasso

        sono curioso di sapere se quel rettangolo che hai disegnato è modificabile in tutte le sue parti. usare la “selezione” e dirgli di mettere un contorno, non è fare un rettangolo vettoriale. l’unico modo per farlo decentemente è disegnare su Inkscape e trasportare di la.

        ps.
        fossi pagato da qualcuno, starei lavorando.

        • seduto a fare polemica

          questo perchè gimp fa quello che è preposto di fare ossia gestire grafica raster e non vettoriale
          se vuoi una migliore gestione delle vorme geometriche devi usare inkscape

          purtroppo la questione è sempre la stessa si sta a cercare il pelo nell’uovo per criticare un software che nonostante sia gratuito e sviluppato da poche persone riesce ad essere valido

          io la cosa la vedo al contrario e con ottimismo: quante funzioni di photoshop riesce a svolgere anche GIMP? invece molta gente vedo che si mette a cercare i “difetti”

          • Andrea Galasso

            io vedo molta gente che spaccia GIMP come sostituto di Photoshop. non lo è. puoi dire tutto quello che vuoi sugli addon di GIMP e sul fatto che per la grafica Raster posso fare le stesse cose che faccio con Photoshop. ma siccome in Photoshop c’è un’intera area del software dedicata al disegno vettoriale, che in GIMP manca, GIMP NON è un sostituto di Photoshop. è semplicemente un Editor di immagini Raster.

          • Daniele Cereda

            gimp non sostituisce photoshop per chi PS lo usa seriamente per lavoro…ma per il 90% degli user va oltremodo bene…che poi faccia “fico” avere sul pc PS crackato per,al massimo,sistemare due fotine da piazzare sul profilo FB della morosa…bè,altro paio di maniche,ma come regola generale,per me,gimp sostiuisce benissimo PS. i casi specifici sono una misera percentuale.

          • seduto a fare polemica

            quando si parla di alternativa non vuol dire necessariamente che deve sostituire al 100%

            concludo dicendo un’altra cosa: molti dicono “non va bene per i professionisti”
            bisogna vedere di che lavoro parlate perchè io con gimp riesco a fare il mio lavoro

    • xain

      Gimp è gimp, photoshop è photoshop. Quindi, per un utente “normale” (cioè non un professionista dell’editoria o fotografia), photoshop è inutile.. E’ come usare autocad per disegnarsi la piantina di casa, è uno spreco di soldi, oppure usare una monoposto da F1 per arrivare prima al lavoro.Comunque in gimp è possibile disegnare un rettangolo con gli angoli arrotondati, basta cercare su internet.

    • carlo coppa

      Ma siete diventati tutti grafici professionisti ? Ovviamente per utenti che lavorano con grafica professionale Photoshop può anche essere indispensabile, (lo sai che stanno facendo il porting su Linux ? ) Ma per il resto degli utenti Gimp è più che sufficiente. Quindi il 3% degli utenti non fa testo.

  • strunzolo

    Ci sono pseudo db relazionali per la gestione di vendita e hotel che purtroppo girano solo su xp… Come si risolvono? Purtroppo essendo formati proprietari, non puoi farci niente…

    • Andrea Galasso

      la maggior parte di questi gira senza mezzo problema su Vista e successivi, 32 o 64bit, usando semplicissimi accorgimenti.
      dai una lettura veloce a questo link.

      http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=1746889

    • iClaud

      Hai provato ad usare Wine? Solitamente con i programmi che non sono giochi o comunque non richiedano dll esterne funziona.

  • Emiliano

    Io lavoro per una multinazionale della telefonia che usa XP nelle postazioni client e Windows Server 2003 nelle postazioni server. Passare a Linux vorrebbe dire riscrivere praticamente from-scratch tutti i programmi proprietari aziendali. E no, proprio non possiamo permetterci un layer di compatibilità come Wine per quel tipo di applicazioni. La migrazione a Seven non è mai avvenuta, perché il miglior ambiente desktop lato client per quanto riguarda la produttività è considerato XP. Forse per l’utente medio migrare a Linux fa poca differenza, forse per i bancomat (ma ne siamo sicuri?) fa poca differenza, ma a livello enterprise le aziende a stento possono permettersi di migrare a Seven, proprio per i motivi su citati, figuriamoci a Linux. Io, ad esempio nel mio portatile sono stato costretto a tornare a Seven dopo aver provato di tutto per restare su Linux, a causa della pietosa gestione del risparmio energetico che ha il kernel sul mio portatile. E ripeto, ho veramente provato di tutto per risolvere il problema. Con Linux raggiunge temperature oscene, e rischio di usurarlo molto più in fretta. Questo fino ad appena un mese fa. Temperature talmente elevate da far scattare il safety mode con spegnimento immediato del laptop…