Continuano i ritardi da parte di Opera Software nello sviluppo della versione per Linux di Opera 12.x Stabile e Next

Opera in Ubuntu Linux
Opera è un browser proprietario multi-piattaforma utilizzato / apprezzato anche da molti utenti Linux. Particolarità di Opera è quella di fornire un browser veloce e con molte funzionalità e personalizzazioni include oltre ad un completo download manager, client email ecc. A giugno 2013, Opera Software ha presentato il nuovo Opera Next, la nuova versione del browser proprietario basato sul codice sorgente di Chromium con una nuova interfaccia grafica e molte funzionalità rivisitate confermando inoltre che sarà disponibile anche per Linux. Nei giorni scorsi Opera Software ha rilasciato Opera 12.17, versione che non include novità ma solo correzioni di bug e vari aggiornamenti di sicurezza, aggiornamento però disponibile solo per Windows “snobbando” la versione per Linux e Mac.

Opera Software è sicuramente impegnata nel migliorare la versione Next per Windows, una volta rilasciata la versione stabile dovrebbe arrivare la versione nativa per Linux, tutto questo però ha bloccato lo sviluppo di Opera 12.x, versione del browser che non riceve aggiornamenti per Linux da diverso tempo, a tal punto da chiedersi se continuerà ad essere mantenuto o meno.

Staremo a vedere, da notare che intanto sta procedendo molto bene lo sviluppo di Otter, browser open source che punta a fornir  versione libera di Opera 12.x.

Linux ha proprio bisogno del browser proprietario di Opera?

  • ormai che opera si basa su chroimium secondo me non ha più molto senso.
    a dir la verità a me opera non è mai piaciuto tanto, qualche volta lo scaricavo per provarlo sia su linux che su windows ma alla fine non aveva nulla per farmi abbandonare firefox (visto anche che questo è opensource).

    adesso secondo me ha ancora meno senso come browser, non riesce più a tenere il passo degli altri browser da parecchio tempo ormai e secondo me anche con la versione next continua solo a perdere terreno.

    ormai penso che sia un browser morto o quasi, forse si salva solo la versione leggera per smartphone che è superiore agli altri browser leggeri

  • Roger

    Opera mi è sempre piaciuto prima della svolta chromium, specie quando usavo windows.
    Il suo ex motore Presto era molto veloce, spesso il più veloce di tutti nei bench.
    Era innovativo (molte caratteristiche firefox e chrome le hanno copiate da opera, vedi i tab) e programmato molto bene.
    Poi non so cosa sia successo, hanno abbandonato Presto e si sono buttati su Blink, motore di Chromium e Chrome.
    Hanno cambiato tutto il sistema dei segnalibri, tolto molte caratteristiche e non so davvero dove vogliono arrivare.
    Il vecchio Opera mi piaceva molto, il nuovo non mi piace neanche un pò.

    • cippalippa

      magari e’ successo che gli hanno rovesciato una “cariola” di denaro sul tavolo… per avere un competitor in meno.

  • Libertà

    Anche io ero uno stimatore di Opera che un tempo funzionava benissimo! Da quando è passato ad acque nemiche abbandonando il proprio layout engine, con immensa tristezza è peggiorato di brutto!! un declino irreversibile. Ma perché lo hanno fatto??? La cosa più fantastica era la ricerca del testo di cui mi servivo assai. Adesso è inusabile. Perché i software invece di migliorare e mantenendo l’ottimo progresso ottenuto, peggiorano?

    • Libertà

      Quello che spero è che in gran segreto, stiano preparando una mossa a sorpresa. Esattamente come Mozilla sono al lavoro con Servo, forse anche il team di Opera sta ridisegnando da ZERO il proprio motore interno. Se è così glielo perdono.

      • cippalippa

        ottimo browser opera! leggerissimo, veloce nel rendering e pieno zeppo di funzionalita’ accessorie assolutamente uniche e indispensabili (le vecchie release, perlomeno). Da opera 15.xx e’ diventato una ”baracca” di browser. nulla ci restituira’ opera 11.50 la migliore versione a mio avviso tra tutte quelle sviluppate, mentre su linux e’ sempre stato sviluppato male con problemi di footprint o cmq. mai al livello della controparte sviluppata su wincozz, davvero ben sviluppata.
        Opera ”next” davvero deludente nel complesso, invece.

  • booo

    Con Opera 12.17 non hanno snobbato Linux e Mac. E’ soltanto un aggiornamento di sicurezza per un problema che riguarda l’autoupdater e Heartbleed in Windows, mentre Linus e Mac non hanno ricevuto l’aggiornamento perché non hanno quel problema.

    E’ invece vero, purtroppo, che Opera sta ritardando troppo a rilasciare Opera con blink per Linux.

  • Simone Picciau

    No, non ne ha bisogno

  • Personalmente continuo ad usare Opera 12 su Linux per vari motivi: client mail, mouse gestures, feed reader, motori di ricerca personalizzati sulla barra degli indirizzi. Quasi tutte cose che sembrerebbe abbiano tolto nella versione Next e purtroppo la 12 sta cominciando ad invecchiare. Hanno fatto il passo più lungo della gamba. Che poi potevano cambiare engine continuando a sviluppare l’interfaccia invece di rifare tutto…

  • biosniper

    come browser io preferisco google chrome, firefox e chromium non sono affatto male, ma per chi vuole la leggerezza consiglio midori presente in USC e c’è una versione per la navigazione anonima…molto carino anche arora presente nei repositories uffuciali

  • boss

    opera dalla versione basata su chromium non mi sta più piacendo,sono state tolte quasi tutte le funzionalità che lo contrastiguevano dagli altri browser, e stato tolto il resume download che io usavo moltissimo quando scaricavo file grossi di parecchi giga etc etc etc.
    a mio parere hanno fatto un grosso passo indietro.

    • boss

      senza parla della sincronizzazione dei segnalibri, accesso rapido …..

  • alba

    io uso la versione 20.0 stabile su windows da un po di mesi e mi trovo molto bene specialmente per lo zoom delle pagine e testo e molto comodo e visto che firefox andava a 500mb di ram sempre piu pesante,come sul mio nokia symbian uso opera mobile:)invece su linux iron o firefox

    • boss

      lo zoom delle pagine nelle versioni precedenti (12)era ancora più semplice ed a portata di mano

  • fausto fabbri

    in ubuntu l’ho disinstallata era un pachiderma

No more articles