Collabora ha annunciato il nuovo Maynard leggero ambiente desktop basato sul nuovo server grafico Wayland da utilizzare in Raspberry PI o pc datati.

Maynard
Gli sviluppi del nuovo server grafico Wayland stanno portando i primi frutti con ambienti desktop come Gnome Shell e KDE impegnati a migliorarne il supporto oltre all’arrivo di nuovi progetti dedicati.
Proprio in questi giorni il team Collabora ha rilasciato il codice sorgente, dettagli ed alcuni video dedicati a Maynand, un semplice e soprattutto leggero ambiente desktop basato sul nuovo server grafico Wayland e il compositor Weston da poter utilizzare in Raspberry PI e personal computer datati.

Il progetto Maynard nasce dalla collaborazione tra il team Collabora e la fondazione Raspberry PI, che ha portato sia il porting di Wayland che nuovi progetti dedicati alla single board ARM compreso il nuovo Maynard.
Maynard è un’ambiente desktop basato su GNOME / GTK+ che offre una semplice dockbar laterale (molto simile a quella inclusa in Gnome Shell) dalla quale accedere velocemente alle applicazioni preferite oltre ad un semplice menu con il quale accedere all’elenco di tutte le applicazioni disponibili.

Il progetto Maynard è ancora considerato un work-in-progress, che sta prendendo forma grazie al supporto con le varie applicazioni di default come terminale, editor di testo ecc

Ecco due video dedicati al nuovo Maynard:

Per maggiori informazioni su Maynard consiglio di consultare il post dedicato dal blog Marco Barisione’s Weblog.

Home Maynard

  • JackPulde

    Può fare concorrenza ad unity secondo me… Non male come inizio :)… Potrebbero anche “puntare” più in alto di un Raspberry PI e pc datati sviluppando un’alternativa per pc recenti 😉

    P.S. Non male le animazioni 😀

    • Antony

      Si ma le funzioni sono veramente minimali (parere personale). Es. volume… dov’è il mixer integrato?

      • TopoRuggente

        In cambio di un buon DE con accelerazione HW su raspberry PI posso usare alsamixer finchè non viene sviluppato qualcosa di alternativo.

        Ricordiamoci che esistono un botto di app ncurses che possono “sopperire” alle applicazioni grafiche temporaneamente (o anche in pianta stabile).

        Di contro pochi DE hanno prestazioni “decenti” su R-PI.

  • sergio

    i want it, on android

  • Luky

    Wayland inizia già da subito a dare i suoi frutti per quanto riguarda il look dell’ambiente grafico.
    Secondo me dovrebbero lavorare sulle funzionalità adesso

  • Angelo Giovanni Giudice

    No, aspetta… usa l’accelerazione hardware per la GUI grafica sul RasPi? O.O
    Sono pienissimo di gioia!
    Se si potesse utilizzare l’accelerazione HW per la GUI il processore potrebbe lavorare solo per le cose a cui serve solo una CPU e tutto sarebbe molto più veloce, reattivo, stabile… insomma, performante. Non vedo l’ora!

    • TexZK

      L’ho provato mesi fa e le prestazioni sono allucinanti. Con il rendering software il RasPi è praticamente inutilizzabile. Con la demo dei mesi scorsi c’era solo il terminale, ma la fluidità con cui si poteva muovere la finestra era quella di uno smartphone di fascia medio-alta.

  • Fra Mentazio

    ah!!! dannata frammentazione…..

    • wesbluemarine

      In questo caso non direi….

      • Angelo Giovanni Giudice

        già non si adatta qualcosa (come LXDE) ma se ne crea uno apposta!

      • TopoRuggente

        Appoggio in pieno, invece di prendere qualcosa di vecchio e basato su xorg, sono direttamente saltati su wayland e con ottimi risultati almeno in apparenza.

        Ricordiamo che è un Raspberri PI.

  • Simone Picciau

    Una scopiazzatura di gnome-shell

No more articles