Ecco come scaricare e testare Lightweight Portable Security (LPS), distribuzione Linux utilizzata dall’aeronautica militare statunitense.

Lightweight Portable Security (LPS)
Linux e alcuni soluzioni open source sono tra le più utilizzate dagli utenti che richiedono una maggiore sicurezza dei propri dati. Ad esempio il portale Prism Break della Electronic Frontier Foundation (EFF) consiglia principalmente distribuzioni e software open source per mantenere sicura la navigazione e privacy degli utenti dopo il noto scandalo Prism.
Tra le distribuzioni Linux più sicure troviamo Lightweight Portable Security (LPS), progetto realizzato in collaborazione tra la Software Protection Initiative (SPI), l’Air Force Research Laboratory e il Dipartimento della Difesa americano (DoD) ed utilizzata principalmente dall’aeronautica militare statunitense.

Lightweight Portable Security (LPS) è una distribuzione Linux indipendente, utilizzata principalmente da live ossia caricata in una pendrive e non installata in un personal computer in maniera tale da non lasciare nessuna traccia nel pc dopo l’utilizzo.

Secondo la Software Protection Initiative (SPI):

Lightweight Portable Security consente la navigazione Web generale e la connessione a reti remote, include una versione di Firefox abilitata all’uso delle Common Access Card e delle Personal Identity Verification card e comprende anche un editor di testo, visualizzatore d’immagini e documenti PDF, Java e un Wizard di cifratura. Il progetto LPS viene utilizzato anche dai militari per trasformare un qualunque pc di cui non si ha fiducia alcuna in un computer pienamente trusted, sul quale non è possibile lasciare alcuna traccia delle attività svolte, né malware

Lightweight Portable Security si basa su IceWM come window manager, con un tema e set d’icone che ricordano molto Microsoft Windows XP in maniera tale da facilitare l’utilizzo da utenti che non hanno mai utilizzato una distribuzione Linux. L’attuale versione 1.5.1 include molti aggiornamenti, compreso driver proprietari AMD e Nvidia già attivi di default con tanto di supporto per Nvidia Optimus, supporto IPv6 DHCP e driver per moduli wireless ecc per migliorare il supporto hardware soprattutto in pc portatili.

Lightweight Portable Security (LPS) 1.5.1 viene rilasciato con il Kernel Linux 3.10.x, il browser Firefox 24.4.0 ESR,  Thunderbird  24.4.0, OpenSSH 6.6p1 da notare che preinstallato troviamo anche il plugin Adobe Flash Player non il massimo in termini di sicurezza.

Preinstallato troviamo anche Leafpad, come editor di testo, Citrix XenApp client per servirsi, eventualmente, di sessioni di desktop remoto e un Wizard di cifratura molto  intuitivo che avvia una semplice finestra di dialogo dove potremo inserire file con un normale drag-and-drop, nella parte inferiore troviamo i pulsanti cifra, decifra e archivia.

Colgo l’occasione per ringraziare il nostro lettore ge+ per la segnalazione.

Home Lightweight Portable Security (LPS)

  • ignazio

    “distribuzione Linux utilizzata dall’aeronautica militare statunitense…” sarebbe interessante sapere per fare cosa? 🙂

    • be in effetti hai ragione, sarebbe interessante sapere che software usano e cosa ci fanno con i PC con questa distribuzione e perchè ad esempio non può andare bene windows mac o altre distribuzioni linux.

      • Lina

        ovvio: fanno sparire gli aerei!!!

        • Rinox1590

          Ultimamente vanno forte con gli aerei Malesi.

        • Brado

          Li fanno sparire? Secondo me invece li faranno comparire, una belle flotta di F35 pagati da chi lavora e paga le tasse.

  • Gianluca Cucc

    Ciao a tutti . Sapete come si crea un chiavetta con OS da usare come boot con l’opzione di non modifica dei file in modo che resti sempre uguale tipo un live cd?

    Sono ancora alle prime armi.

    • guerino

      io uso l’opzione toram in pratica carica tutto il sistema operativo in ram come se fosse un hard disk (la ram ha una velocità di scrittura lettura 10 volte superiore ai piu veloci dischi ssd) al termine del caricamento del sistema operativo (= copia dei file contenuti nella chiavetta usb in ram ) puo rimuovere la memoria usb e non modifichi nulla
      il problema nasce da eventuali “salti di energia elettrica ma se ad es hai un portatile non hai questi problemi
      sono consigliati 8 giga di ram e una distro personalizzata con ramastersys se usi ubuntu in modo da avere tutto già ordinato in base alle tue necessità:)

      • guerino

        *remastersys

        • Gianluca Cucc

          Grazie

  • Fra Mentazio

    Ah! ……l’ennesima distro inutile…. malandrina!

  • ihaveadrin

    “Porta la tua backdoor NSA ovunque vai!”

No more articles