Stando al censimento dell’Istat circa il 40% delle istituzioni pubbliche utilizza software open source, la miglior provincia rimane Bolzano dove  l’86,2% dei Comuni utilizza software liberi.

software open source
Finalmente anche in Italia molte pubbliche amministrazioni cominciano finalmente ad utilizzare software libero come Linux, la suite per l’ufficio LibreOffice ecc, a confermarlo è l’Istat indicando che circa il 40% delle 12.146 istituzioni pubbliche utilizzata software open source. Circa 4 comuni su 10 in Italia utilizzano quindi software open source, l’Istat ha indicato inoltre che il software libero viene viene utilizzato per il 25,9% da comuni fino a 5.000 abitanti, mentre si passa al  79,8% in comuni con oltre 100 mila abitanti.

L’86,2% dei comuni della provincia autonoma di Bolzano si basano su software liberi bene anche in Toscana dove il 67,9% usa software open, seguono l’Emilia Romagna (61,4%), Friuli-Venezia Giulia (56,9%), Molise (30,9%), Abruzzo (25,9%) e Piemonte ( 23,7%).

Stando all’Istat i dipendenti delle amministrazioni territoriali (Comuni, Comunità montane o isolane e Unione di comuni, Province e Regioni), utilizzano principalmente pc desktop (con il 73%) mentre il 7% utilizza pc portatili, il rimanente 20% utilizza device mobili come smartphone e tablet. I comuni cominciano finalmente a puntare su servizi via web, stando all’Istat il 96.4% dei comini italiani dispone di un sito web dove accedere ad informazioni su orari degli uffici, come richiedere alcune documentazioni ecc.

I dati rilasciati dall’Istat riguardano il censimento 2011, molto probabilmente le attuali istituzioni pubbliche che utilizzano software open source sono molte di più del 40%.

  • TopoRuggente

    Il mio lato informatico mi porterebbe a dire “figataaa”.
    Ma onestamente una distro “mediaplayer” con qualche app internet sarebbe più che sufficente.

    Buona parte di un SO non ha utilizzo pratico in una tv.

  • Er Chiappetta

    Ma se la gente non sa neppure cosa è Linux, figuratevi se andranno a comprare la TV con Ubuntu. Caso mai i tv li venderanno con Android.

    • TopoRuggente

      Credo che la lotta avverrà non per i nomi, ma per le funzionalità inserite.

      Sono d’accordo che sicuramente sui nomi Android sarebbe molto avvantaggiato.
      Magari (spero) con un sistema linux completo si potrebbero inserire 4 funzionalità in più che farebbero la differenza.

    • Iakke

      Scusa, ma cosa credi installino Samsung, Lg ecc nelle loro Smart Tv??? La gente utilizza già il kernel Linux da anni senza saprlo. In futuro compreremo quello che il mercato saprà vendere che sia AndroidUbuntu o quant’altro ma sicuramente ci sarà un kernel Linux.

      • ubuntu tv come ubuntiu per android è a mio avviso è un progetto morto
        utilizzo già box tv android che permettono migliaia e migliaia di funzionalità in + che non ubuntu
        quindi integrare ubuntu su una tv per avere 10/12 applicazioni quando posso avere android (sempre basato su Linux) che offre giochi applicazioni di qualsiasi tipo e genere
        l’idea è anche buona ma ormai è quasi impossibile competere con android

        • Er Chiappetta

          Infatti e poi considerando che su Ubuntu TV che applicazioni posso installare? Quelle fatte per desktop? Chissa che bello far girare GParted sul TV.
          Android oramai è irraggiungibile, stesse applicazioni su smartphone, tablet e quindi tv.

      • Er Chiappetta

        Intendevo invece che nessuno andrà mai in un negozio a chiedere specificatamente la tv con Ubuntu al contrario chiederanno caso mai Android. So benissimo cosa gira dentro a tutte le varie scatole multimediali.

  • Sapete benissimo com’è la maggioranza della gente, vogliono comprare un televisore all’avanguardia.
    Basta non dirgli che c’è Ubuntu dentro, quando lo useranno e capiranno solo dopo allora si renderanno un attimo conto dell’incredibile novità.

    • e che novità è ubuntu tv?
      che cosa ha di innovativo una cosa del genere
      è un media center incompleto che richiede moltissime risorse e basta android oltre ad essere basato su linux offre anche interfacce dedicate per l’utilizzo come media center
      posso anche usare xbmc (mentre su ubuntu tv non lo posso usare) e migliaia di applicazioni e giochi

      • Aspetta, Roby. Mi riferivo alle novità in generale di cui la gente ci muore appresso, no? Se comprendi il discorso del mio commento capisci che intendo dire.

No more articles