Attraverso il tool i7z potremo monitorare processori Intel Core i7, i5, o i3 direttamente dal nostro terminale Linux o da una semplice interfaccia grafica.

i7z in Ubuntu Linux
I processori della gamma Intel Core sono attuale i più conosciuti ed utilizzati al mondo, il successo arriva principalmente dall’affidabilità bene o male garantita dalle CPU dell’azienda di Santa Clara. Da notare inoltre che i processori Intel Core includono anche ottime schede grafiche integrate (difatti la GPU più utilizzata dagli utenti Steam è proprio Intel HD 4000). Grazie ad un’utile tool denominato i7z potremo monitorare in tempo reale processori Intel Core i3, i5 e i7 direttamente dal terminale Linux.

i7z ci consente di verificare il corretto funzionamento della modalità Turbo Boost (che possiamo attivare seguendo questa guida), oltre a verificare  la frequenza di utilizzo in tempo reale per ogni singolo core, e molte altre utili informazioni. E’ disponibile anche una semplice interfaccia grafica di i7z che ci consente di avere informazioni in tempo reale sulle varie frequenze di utilizzo dei vari core direttamente da una finestra attiva nel nostro desktop.

i7z in Ubuntu Linux

i7z è un tool presente nei repository ufficiali di Debian, Ubuntu e derivate per installarlo basta semplicemente digitare da terminale:

sudo apt-get install i7z

se vogliamo installare l’interfaccia grafica di i7z basta digitare:

sudo apt-get install i7z-gui

i7z è incluso nei repository ufficiali di Arch Linux

Per avviare i7z basta digitare da terminale:

sudo i7z

Per avviare l’interfaccia grafica di i7z basta digitare da terminale:

sudo i7z_GUI

Home i7z

  • andreazube

    ottimo rapporto qualità-prezzo…ma i portatili migliori hanno tutti win preinstallato?

    • pntk

      ne ho visto parlare anche qua, qualcuno (tipo dell e altri che non ricordo) sta azzardando qualche pc bomba (top di gamma/ultrabook e simili) con linux!

  • Ilgard

    Mi hanno tutti parlato malissimo della Acer riguardo alla qualità costruttiva (un po’ come la HP).

    • io ho 2 acer aspire 5742 da un’anno e mai avuto problemi
      con asus ho sempre avuto roghe
      la qualità dei materiali non mi sembra poi cosi male stessa cosa x gli hp

      • mikronimo

        Ho un “antico” extensa 5220 (dal 2008): mai avuto problemi; so della fama dell’acer (risalente ai primi anni di vita dell’azienda), ma credo che sia ormai da considerare superata; poi il pezzo venuto male può sempre capitare, ma la garanzia stà lì apposta…

      • pntk

        vabbeh, si spera che nel primo anno almeno qualsiasi pc vada più o meno bene (anche se ho visto più pc soccombere prima del primo anno XD )!

        Io invece con asus, soprattutto quando faceva quasi solo schede madri (poi ha perso un po), ho un ottimo rapporto!

        • io cin asus ho avuto problemi dopo 3/4 mesi stessa cosa con sony ma parliamo del 2007
          con acer fin ora mai avuto problemi
          non sono riparatore ma installo linux su 20/25 portatili alla settimana e gli asus e sony sono quelli che sono stati più in assistenza
          rimango del parere che i pc come le auto ed elettrodomestici vari sono tutti ormai buoni tutto sta che vengono utilizzati e tenuti

          • pntk

            si comunque è indubbio che ormai la qualità media di qualsiasi HW sia discreta!
            ah, per quanto riguarda compatibilità linux invece non mi esprimo… non ho così tanta esperienza, comunque di media linux riconosce quasi tutto al volo!!! <3

    • Ilgard

      Non so, non ho mai avuto Acer. Invece tutti mi hanno parlato bene di Asus e Samsung.
      Ho un HP e costruttivamente fa pena: al di là delle dubbie scelte fatte (tipo bocchette di areazione poste sotto oppure la ventola praticamente irraggiungibile) anche i materiali sono abbastanza scadenti.

      • pntk

        purtroppo li fanno quasi tutti così ora i portatili (parlo della ventola che per pulirla devi smontare il pc… quante madonne!) e ditte come l’hp (e innumerevoli altre, ormai quasi tutte!) secondo me lo fanno per il discorso dell’assistenza… era troppo facile svitar lo sportellino e pulire, lo farebbero (quasi) tutti!

        • TopoRuggente

          Ho un samsung e sono abbastanza soddisfatto, mia moglie ha un lg che surriscalda come un ferro da stiro e quando scalda la wifi fa le bizze.

          Acer di solito l’ho trovata deboluccia nelle cerniere del monitor.

    • Luca Tavecchio

      ho un fisso acer aspire t630 e un asus eeepc 1000h credo facciano almeno 10 anni in due..se non di più..e ancora funzionano egregiamente con qualche piccolo upgrade tecnico..poi beh credo che per quanto riguarda qualità costruttiva e scelte di design dubbie..molto dipenda anche dal tipo di serie.. su alcune serie economiche spesso sorge il dubbio che a cambiare siano solo le placchette del brand..

    • A me l Acer è sempre piaciuta al di là della ”pubblica opinione”.
      Possiedo un Acer Aspire 3610 con Celerom M 1,6 Ghz. Questo mio pc è
      acceso dal 2006 (ovvio, riavvii e formattazioni varie a parte).
      Attualmente ci gira Win 8 Pro, Debian 7 e Arch Linux (ovviamente con
      xfce). A parte le ram, HDD e i tasti (perché le lettere dopo 4 anni non si leggevano più), tutto il resto è ancora originale.
      Io un Acer lo compro a scatola chiusa. :p

      • pntk

        apparte la ram, l’hdd e i tasti… cioè in pratica di originale ti è rimasto solo la scheda madre (e vabbeh, i processori, che sono quasi immortali) no?

        • Che ho scritto di strano?
          Sono parti di usura, un hdd, ram, batteria, possono durare 1 giorno come una vita e comunque…
          Le lettere si erano cancellate, per quanto riesca a scrivere senza guardare i tasti, era brutto da vedere.
          Hard disck l’ ho cambiato con uno più grande, ma l originale (da 60 gyga) gira come /dev/sdbx con tutte le mie cazzatine dentro e, per quanto rigiarda le ram le ho cambiate con due stecche da un gyga, tanto per fargli tirare un po’ di fiato ogni tanto.
          Forse è vero, nulla di tanto trascendentale, ma secondo me il suo sporco lavoro lo ha fatto e continua a farlo molto bene e l’ Acer è una buona marca. :p

          • pntk

            credevo si fossero fusi! comunque il suo sporco lavoro ci credo che lo fa, e a ognuno la sua opinione sugli acer 🙂

    • Youth Crew

      Quoto e anche io preferisco Sony e Asus (devo dire che ho uno dei primi eeepc che va ancora molto bene), anche se ho sentito parlare bene di Dell…una nota sulla scheda grafica del notebook in recensione: che sia migliore della maggior parte delle schede video presenti sui notebook ci può stare, che sia performante e soprattutto per l’utente Linux anche però che sia ottima per giocare non ci giurerei troppo è comunque l’entry level di Nvidia…

    • Marco

      Attualmente Acer sta cercando di rivalutare il suo brand producendo i portatili “scadenti” con il marchio Packard Bell e prodotti migliori col marchio Acer.
      E comunque il controllo qualita’ per evitare DOA e l’assistenza di Acer son molto migliori della tanto venduta Asus, quindi non e’ piu’ da escludere a priori.

      • pntk

        si vede che quelli della acer son più abituati a ricever lamentele e pezzi fusi ahahahahha
        apparte gli scherzi comunque è vero, anche secondo me ultimamente acer sta cercando di “alzare un po il tiro”, ma secondo me rimane ancora una marca a cui non associo affidabilità!

    • pntk

      l’ho anche già detto in altri post ma io un acer non lo comprerei MAI, faccio assistenza PC, e in 2 anni mi son passati per le mani al 50/70% acer… secondo me si vede che “son cinesi”… un i7 è sempre lui, ma è come montare un motore bomba su un pandino o una ferrari…

      secondo me acer compaq hp packerd bell e simili (guarda a caso le marche che si trovano più nei centri commerciali, i mediaworld, comet & co spesso in offerta…) sono da evitare: meglio asus, samsung toshiba, sony, dell… mio parere eh!

      (ti scrivo da un nuovo asus portatile di cui mi sono già innamorato ed ho un netbook hp che adoro – grazia a linux -, che è comodissimo per la portabilità e la batteria infinita (non lo spengo quasi mai, lo tengo quasi solo in standby) ma a distanza di un anno di massacro (una media di 3-5 ore al giorno ma a volte anche di più!) si sta decomponendo… scocca dello schermo che si stacca, tasti che saltano, tasto sx trackpad andato, retina delle casse in decomposizione, 2 piedini deceduti per fortuna in punti “obliqui”)

  • Francesco

    399€ è compreso di licenza Windows giusto? A quanto ammonterebbe il rimborso?

    • dai 30 ai 50 euro non dipiù
      se vuoi il rimborso l’unica cosa importante è di non attivare la licenza appena ti arriva a casa
      ma mettere subito linux e inviare subito la procedura di rimborso

  • Ormai qualsiasi distro si installa su praticamente qualsiasi portatile. Sarebbe più utile confrontare ad esempio la durata della batteria tra Windows e diverse distro dato che è sempre molto scarsa con Linux.

  • Mint mi dice che non è presente nei repository, sebbene sia una derivata di Ubuntu. Boh.

    • Alessandro P.

      In realtà è nei repo da Ubuntu 13.10, quindi credo dipenda dalla versione su cui la tua è basata.

  • Non basta guardare il monitor di sistema ?

No more articles