Ecco come trasformare il look di Ubuntu con quello del Mac OS X grazie ad un tema, set d’icone, pulsante per il Launcher, sfondi, font ecc dedicati.

Tema di  Mac OS X in Ubuntu
Una delle principali caratteristiche disponibili nei più diffusi ambienti desktop Linux è la possibilità di poterli personalizzare completamente grazie anche a molti temi, sfondi e tool dedicati. Tra i temi più utilizzati dagli utenti Linux troviamo quello dedicato a Mac OS X con i “classici ” pulsanti per le finestre circolari in un tema grigio con dettagli blu ecc. In questa guida vedremo come portare il look di Mac OS X in Ubuntu grazie ad un tema GTK+2 e GTK+3, set d’icone, tema per Mozilla Firefox, ecc.

Per prima cosa scarichiamo e installiamo i font per Mac OS X in Ubuntu, per farlo basta consultare questa nostra guida dedicata, in questo file  invece troveremo gli sfondi dedicati a Mac OS X.
Ora possiamo installare il tema e set d’icone per Mac OS X, per poterli attivare in Ubuntu dovremo anche installare Unity Tweak Tool (come indicato nella guida post-installazione) oppure possiamo installare Ubuntu Tweak consultando questa guida.

Tema di  Mac OS X in Ubuntu Control Center

Per installare il tema, set d’icone e cursori del mouse di Mac OS X in Ubuntu basta digitare:

sudo add-apt-repository ppa:noobslab/themes
sudo apt-get update
sudo apt-get install mac-ithemes-v3
sudo apt-get install mac-icons-v3

al termine dell’installazione basta avviare Ubuntu Tweak o Unity Tweak Tool e impostare il nuovo tema, set d’icone e cursori del mouse.

Per rimuovere il tema, icone e cursori basta digitare:

cd /usr/share/icons/mac-cursors && sudo ./uninstall-mac-cursors.sh
sudo apt-get remove mac-ithemes-v3 mac-icons-v3

Per inserire il logo Mac nel pulsante del Launcher e la dicitura Mac OS X al posto di Ubuntu Desktop nel pannello basta digitare:

Per il logo apple nel Launcher:

wget -O launcher_bfb.png http://drive.noobslab.com/data/Mac-14.04/launcher-logo/apple/launcher_bfb.png
sudo mv launcher_bfb.png /usr/share/unity/icons/

per ripristinare il logo Ubuntu:

wget -O launcher_bfb.png http://drive.noobslab.com/data/Mac-14.04/launcher-logo/ubuntu/launcher_bfb.png
sudo mv launcher_bfb.png /usr/share/unity/icons/

Per la dicitura Mac OS X al posto di Ubuntu Desktop nel pannello

cd && wget -O Mac.po http://drive.noobslab.com/data/Mac-14.04/change-name-on-panel/mac.po
cd /usr/share/locale/en/LC_MESSAGES; sudo msgfmt -o unity.mo ~/Mac.po;rm ~/Mac.po;cd

per rimuoverla basta digitare:

cd && wget -O Mac.po http://drive.noobslab.com/data/Mac-14.04/change-name-on-panel/mac.po
cd /usr/share/locale/en/LC_MESSAGES; sudo msgfmt -o unity.mo ~/Mac.po;rm ~/Mac.po;cd

E’ disponibile anche il tema Mac OS X per Firefox, basta installarlo da add-on Mozilla.

Possiamo anche installare il tema Plymouth con l’animazione di  Mac OS X digitando:

sudo add-apt-repository ppa:noobslab/themes
sudo apt-get update
sudo apt-get install mbuntu-bscreen-v3

e riavviamo.

Per ripristinare il tema di default basta digitare:

sudo apt-get autoremove mbuntu-bscreen-v3

Questo è tutto, al termine avremo il nostro Ubuntu completamente in stile Mac OS X 😀

  • ale

    quando cerco di eseguire il file bootinst.sh si apre l’editor di testo, se lo trascino nel terminale e do l’invio mi dice permesso negato… ho già provato con chmod a+x bootinst.sh, ma niente…
    p.s. uso elementary luna

    • N-Di

      hai provato
      sudo chmod +x bootinst.sh

      • Burt the plumber

        Vi spiego come ho fatto io 🙂

        Una volta scompattato il pacchetto sulla usb (fat32), mi sono recato nella cartella contenente il file bootinst.bat

        click destro menù di xfce apri un terminale qui (se non vi e questa possibilita bisogna usare il comando cd e spostarsi nelle directory),a questo punto ho dato il comando “sudo bootinst.bat” dopodiche ho aperto gparted selezionato la pendrive e dal menu partizione sono andato in gestione flag li ho messo lo spunta su boot a questo punto la chiavetta e pronta ;).

        Poi ci potrebbero essere problemi legati alle impostazioni del bios, ad esempio se è impostato il quick boot anche se selezioniamo l’avvio da supporto usb il bios salta la chiavetta e non ci permette di goderci la nostra installazione persistente.

        • Alberto Arpaia

          Allora Burt,

          il tuo sistema non può funzionare perchè non puoi dare un comando sudo bootinst.bat ad un file fatto per windows.

          Tuttavia unendo le tue idee e le mie prove sono arrivato ad una conclusione funzionante:

          1) copio la cartella slax nella chiavetta

          2) apro un terminale e mi posiziono in /media/nomechiavetta/slax/boot/ e da terminale do: sudo sh ./bootinst.sh

          3) Ora con gparted metto il flag di boot sulla partizione della chiavetta.

          Ti sto scrivendo dalla slax così creata.

          • Burt the plumber

            Hai ragione nella fretta ho semplicemente riportato l’estensione sbagliata, per il resto il procedimento effettuato da te e uguale al mio, grazie per aver notato l’inesattezza ciao 🙂

    • Alberto

      infatti… dato che il filesystem è fat32, non è possibile dare il permesso di esecuzione, quindi sh non funziona.

      Ho provato anche con un filesystem ext3…. ma niente.

      purtoppo non ho windows installato ma comunque con vmware e windows 8 installato ho fatto partire bootinst.bat e ha funzionato.

      Come devovono fare quei poveracci che non hanno windows ?

    • m6t3

      devi avviarlo con sudo. toccare l’mbr dei dischi (anche di uno esterno) richiede sempre i permessi di amministratore

  • vittoriobari

    Non va la Wireless!!! Mi vede il controller e la scheda ma sembra tutto disattivato. Esiste un modo per risolvere il probelma??? Per il resto funziona tutto. PS: ma il Libre Office?

    • pigeonskiller

      Neppure a me funziona il wifi intel 1000 sebbene riconosciuto da kde in ‘caratteristiche del sistema’. Per il resto distro velocissima…

    • cristian mint

      per la wireless bisogna caricare il modulo a mano. daterminale dai “lspci -k” individui il driver della scheda wireless e poi dai “modprobe xxxx”. i comandi li dai senza virgolette. per caricare il modulo all’avvio da terminale dai “kate /etc/modules” e dentro ci incolli “modprobe xxxx” e salvi. al posto delle xxxx devi mettere il modulo relativo alla tua scheda wireless.

  • Kayuz6

    che bella guida grazie mille 😀

  • biosniper

    e la ciliegina sulla torta è infine la cairo-dock da USC

  • biosniper
  • CF

    ma per piacere…… se uno ne sente la necessità si comperi un mac. Ho convertito varie persone da mac a Ubuntu e non sentono affatto la necessità di tornare indietro. Figuriamoci se propongo questa monnezza. Ma a chi viene in mente di creare e usare questa robaccia?

    • Carlo

      Ma guarda che è solo un modo per poter sbeffeggiare i Mac e poter affermare quanto si possa essere liberi di personalizzare con Ubuntu. Tutto qua.

    • Simone

      sinceramente nessuno è mai venuto a obbligarmi ad installare questo o altri temi, se non mi piace faccio a meno…non vedo perché prendersela tanto…

  • Tomateschie

    Meno male che esiste la libertà di scelta nel software libero.. non mi sentirei al sicuro se mi obbligassero ad utilizzare questa interfaccia :-/

    • Mastro Zoroastro

      Concordo. La tamarraggine fatta interfaccia.

  • Brau

    Ogni volta che esce il tema del Mac per Linux è sempre la stessa storia, la sezione commenti è ogni volta copiaincollata da quella precedente, e chi “il tema fa schifo perché rappresenta la dittatura della mela”, e chi “il tema è bello perché interfaccia migliore del mac non esite” e gne e gne e gne, mai nessuno che dice “il tema mi piace” o “il tema non mi piace”, sembra di guardare “una di quelle trasmissioni che piacciono solo ai grillini” (cit.), mai nessuno che pensa con la propria testa -_-
    P.S.: Ma Gianky Fashion non si è fatto ancora sentire? Gli articoli a tema Macchiano, senza un suo commento, sono come vuoti 😉

    • EnricoD

      Gne gne gne xD hahaah 🙂

  • RZ

    Domanda niubba: funziona anche su lubuntu (quindi senza unity e senza unity quick tool)?

  • Seifer68

    Comunque la modifica al file .mo non funziona… Almeno a me!

No more articles