Unity for Arch è un progetto open source che ci consente di portare l’ambiente desktop Unity di default in Ubuntu in Arch Linux, ecco come fare…

Unity in Arch Linux
Dopo molte critiche, finalmente l’ambiente desktop Unity comincia a piacere agli utenti grazie anche all’ottimo lavoro svolto in questi ultimi anni dai developer Canonical per renderlo sempre più completo, stabile e performante. Con l’attuale versione 7.x di Unity troviamo un’ambiente desktop completo di numerose funzionalità come il Dash che ci consente di effettuare ricerche online nei più diffusi portali web, Launcher con molte QuickList dedicate, applet sempre più funzionali come Sound Menu ecc. Tutte queste migliorie che possiamo avere anche in Arch Linux grazie al progetto Unity for Arch.

Unity-for-Arch è un progetto open source che ci consente di poter installare e mantenere aggiornato l’ambiente desktop Unity in Arch Linux. Per farlo i developer del progetto hanno avviato dei PKGBUILD e scipt che ci consentono di compilare l’intero ambiente desktop di Canonical da Compiz a indicator-appmenu, nautilus, unity-scopes, zeitgeist-ubuntu ecc. Fino a poco tempo fa potevamo installare facilmente Unity in Arch Linux grazie a repository di terze parti dedicati (come indicato da questa nostra guida) progetto che però non riceve più alcun aggiornamento dal 29 aprile 2013.
Con Unity-for-Arch avremo sempre la versione aggiornata di Unity in Arch Linux, tutto questo però richiede diverse ore di compilazione anche per alcuni semplici aggiornamenti.

Per scaricare / installare Unity in Arch Linux dovremo per prima cosa scaricare i vari script e PKGBUILD da questo link,ed estrarre il file zip. Una volta estratto dovremo cominciare a compilare / installare Unity seguendo l’ordine riportato nel file README ossia partendo da gtk2-ubuntu, gtk3-ubuntu ecc fino ad arrivare ad unity. Tutto questo richiederà diverse ore, in caso di bug o problemi vari potete segnalarli alla pagina dedicata in Launchpad oppure alla sezione dedicata del progetto.

Home Unity for Arch

  • ken

    Potrebbe essere, da parte di Canonical, una buona scusa per abbandonare Unity a favore di Gnome-Shell.

    • loki

      LOOOOOOOL

      • kris

        loki ma sei tu?

    • Matteo Salvi

      Non credo assolutamente. Ha investito troppe risorse ed Unity è al centro del progetto Ubuntu, semplicemente si troverà un altro sviluppatore o misura drastica (ma improbabile), si sceglierà di basarsi su altre soluzioni, quali mutter/clutter…

    • Non avverrà perchè Mutter non è compatibile nemmeno in via sperimentale con Wayland. 😉

      • Pier Luigi Fiorini

        perchè compiz lo è?

      • TopoRuggente

        Veramente Mutter usa le librerie Clutter che hanno già il completo supporto per Wayland.

        Per l’esattezza
        “The Intel OTC developers who previously got Tizen’s Dawati interface running on Wayland,
        have been toying around with the GNOME 3.x Shell on Wayland. Evidently
        they have had some success and do have an experimental GNOME 3 Shell
        environment running directly on Wayland. This was done by modifying
        GNOME’s Mutter window manager to interact with Wayland.” (Phoronix)

        Questo accadeva il 5 Aprile 2012.
        Il porting di Mutter è già a buon punto, il problema è completare il porting delle applicazioni gnome.

    • markus

      Purtroppo temo che non lo faranno. E temo che non passeranno neanche a Cinnamon.

    • Simone Dedo

      E sarebbe pure ora, visto che non serve a nessuno sto Unity

  • Non capisco perchè Canonical si ostini ad appoggiarsi a Compiz invece di Mutter/Clutter come Gnome Shell, darebbe sicuramente una bella mano a prestazioni,stabilità oltre ad essere un progetto più moderno e in continuo sviluppo!
    Mah….

    • la vedo dura che canonical passi a gnome shell

      da notare che con meno sviluppatori soldi ecc mint ha fatto un’ambiente desktop da 0 con tanto di window manager con gli effetti di compiz più stabile e sopratutto che richiede moltissime meno risorse a questo punto sarebbe da puntar in unity su qt visto anche l’arrivo di qt5 peccato che lo sviluppo di unity qt sia stato abbandonato
      vedremo cosa deciderà di fare molto probabile che rimanga su compiz

      • Già…
        Il DE creato da Mint è stato fatto da 0… Peccato che poi:
        – Muffin è un fork di Mutter;
        – Cinnamon è un fork di Gnome Shell.
        Quindi Roberto, in cosa è creato da zero? Per un paio di applet?

        • cinnamon non è più un fork di gnome shell non ha più niente a che vedere con gnome shell il progetto è stato scritto da O

          • “Cinnamon non è più un fork di gnome”… stai dicendo che prima hanno fatto il fork e poi, ad un certo punto, hanno buttatto via il vecchio Cinnamon basato su Gnome per riscriverne uno uguale da 0 con codici differenti?
            I casi sono 2:
            1. Gli sviluppatori di Cinnamon sono degli idioti
            2. Forse ti sbagli

          • Che io sapessi cinnamon parte come un fork di gnome shell che sposta in basso il pannello, successivamente è stato quasi completamente riscritto. Lo stesso Muffin nasce come fork di Mutter ma porta diverse migliorie non presenti in Mutter, infatti utilizzare le ultime release di cinnamon (1.3 in poi) com Mutter significa rinunciare al 70% delle migliorie introdotte da cinnamon.
            Inoltre Mint ha sviluppato anche un dm che altro non è che un fork, riscritto in parte e adattato, di gdm 2. Se pensato che passare da gtk2 a gtk3 significhi semplicemente cambiare il nome delle funzioni vi sbagliate di grosso, googlate e noterete le diversità tra i due, gtk3 è nato molto più strutturato e, in un certo senso, molto più fine a se stesso, ovvero fornire il supporto per gnome-shell, un esempio pratico è ad esempio l’impossibilità nativa di modificare la fall back senza modificarne il codice, oppure aggiungendo applet/plugin che utilizzino il codice della 2 riadattato/riscritto per la 3. Un esempio eclatante lo mostra XFCE che, appunto come hanno confermato e affermato gli sviluppatori, ha ancora parecchio lavoro da fare solo per portare un wm, un pannello e un file manager da gtk2 a 3. Come confermato da più sviluppatori spesso conviene riscrivere il codice piuttosto che farne il porting, la dimostrazione è appunto cinnamon che ha riscritto il codice ed ha portato a una stabilità tre volte superiore rispetto ad esempio a Mate che esisteva da più tempo e aveva più sviluppatori/debugger come seguito.

          • Davide Depau

            Per i programmatori che utilizzano GTK alla fine non è così difficile: devi cambiare qualche maiuscola qua e la, qualche parolina qua e la e il funzionamento è pressoché identico. Ma non oso nemmeno immaginare tutto il lavoro fatto dal team di GTK per creare la terza versione: vi dico, ignorate tutte le lamentele che trovate per la rete: GTK3 è un capolavoro. Se poi fate un’applicazione e lo usate insieme a Granite… altro che Windows Aero… 😉

          • Attenzione che non ho mai detto che gtk3 faccia schifo, ho detto che è molto più strutturato logicamente parlando, ma la logica è di molto legata (come lo era il gtk2 a gnome 2) a gnome shell

          • Davide Depau

            Non l’ho mai pensato!
            Era solo un’osservazione 😉

          • Davide Depau

            Cinnamon È un fork di una delle prime versioni di GNOME. Da allora GNOME ha continuato a svilupparsi in un modo, Cinnamon in un altro. Non sono più compatibili tra di loro, esistono temi per GNOME e temi per Cinnamon, estensioni per GNOME e estensioni per Cinnamon.

            Comunque non penso che Unity sia un fallimento totale. Mi spiego meglio: penso che sia un fallimento, ma non totale… Unity ha tanto da offrire… speriamo bene…

          • d4n1x

            In quanto usabilità io migliorerei qalcosina in unity e sopratutto lascerei perdere sto diavolo di compiz che sono 200 anni che va in giro, ha sempre dato problemi di ogni sorta e li continua a dare.

          • Davide Depau

            Se lasci perdere Compiz lasci perdere anche Unity, dato che è un suo plugin…
            Penso invece che vada riscritto: tanto, o perché fa cagare, o perché stiamo per passare a Wayland, per un motivo o l’altro va riscritto per forza.
            Non penso che vada abbandonato: è sempre la prima cosa che attira i windowsiani! (cubo dei desktop 😉 comunque siete pregati di non rispondermi dicendo che ce l’ha anche KWin, lo so!! 😀 )

          • Io più che riscritto e basta direi anche ripensato…
            Secondo me avevano iniziato a fare un lavoro discreto su unity 2d (al punto che lo consideravo migliore in tutto e per tutto alla versione 3d), secondo me la strada imboccata era quella, io avrei aggiunto solamente la separazione da compiz e l’approdo a kwin o a un altro wm che garantisse lo stesso risultato.
            Poi se vogliamo entrare nel discorso filosofico che qt non è meglio di gtk o viceversa vi dico subito che non siamo qui a discutere sul sesso degli angeli, a me non frega se un applicativo è scritto in qt e gtk l’importante è che sia funzionale e reattivo.

          • Davide Depau

            Io personalmente preferisco Unity 3D, ma anche secondo me il fatto che sia necessario usare Compiz è discutibile, così come è discutibile il fatto di dover usare Mutter in GNOME. Si sta perdendo l’essenza dei desktop Linux, la personalizzabilità. Come diceva qualcuno in Full Circle Magazine, riferendosi prima a Windows e poi a Unity, «sembra programmato per bambini piccoli». Devi fare così e non cosà. Devi usare Compiz e non pincopallino.
            Comunque, quando ho detto che andrebbe riscritto, mi riferivo a Compiz, non a Unity: ormai sente il peso degli anni, i vari scismi e riunioni non hanno fatto altro che indebolirlo. Penso che se Unity girasse su KWin sarebbe più veloce… Unity è fatto molto bene: ha ottime API, un’ottima interfaccia, è compiz che è incasinato…

          • Scusa se ti rispondo tardi, ma C è stato riscritto da C a C++. E quello è il suo grande problema.
            Le versioni 0.8.x erano dei veri e propri razzi (erano le ultime in C), erano mostruosamente ottimizzate. Poi ha ben deciso di riscrivere tutto l WM in C++, buttando alle ortiche ciò che aveva fatto fino ad allora.
            E il risultato è che Compiz TUTTORA è lento in confronto con le 0.8

          • Davide Depau

            E tutto questo a che scopo? Cosa ha di meglio C++ rispetto a C?

            E comunque, torna tutto lì: o perché non funziona con Wayland, o perché sta facendo cag**e, o perché C è più performante di C++ lo devono riscrivere. Punto. Lo devono riscrivere.

            Una domanda: secondo te si può usare Unity 6 con Compiz 0.8?

          • C++ supporta gli oggetti, cosa impossibile in C. Già solo questo un plus non trascurabile, perchè di fatto aiuta molto lo sviluppo futuro. Quello che intendevo è che prima ha pensato di ottimizzare tutto in C, poi l’ha riscritto in C++ e quindi è come se avesse ricominciato da zero. Le differenze prestazionali tra C e C++ sono poche, in genere sono quantificate in un 5% massimo.

            Non penso si possa usare Unity 6 con Compiz 0,8 .è una versione troppo vecchia.

          • Davide Depau

            Gli oggetti sono una gran cosa… adesso capisco perché la guida di riferimento di Gtk è così complicata…

          • Simone Dedo

            Se è un fallimento, perchè sperare che si rialzi? Che sprofondi a favore di una unione e non di una frammentazione.

            Sparissero via Cinnamon e Unity e lavorassero tutti per GNOME e KDE piuttosto che in cazzatelle per ragazzi ai primi anni di università.

      • william

        già, peccato che per spegnere il pc bisogna aprire il terminale….

  • Floriano

    Prendere in blocco gli sviluppatori elementary?

  • Rand Al Mucck

    Cioè…….. Uno sviluppatore chiave di una parte importante del sistema operativo Ubuntu era uno studente universitario fuoricorso che da un momento all’altro poteva dire “scusate sono indietro con gli esami” e arrivederci?
    Questo l’avrei capito da un progettino come bridge, ma dalla grande Canonical che ci mette e ci fa il dané con linux mi aspettavo che qualche sviluppatore pagato lo tenesse…

    • Creativo

      Lo sviluppatore era pagato ma non incarcerato. In un qualsiasi momento uno può dimettersi

  • Flori.no

    Quindi il famoso team specialistico di adolescenti (dalla grafica alla programmazione) esiste sul serio 🙂
    E magari il super progettista coincide con il capo? :))

  • Neal_Caffrey

    Nerd’s sad story! LOL

  • daves

    Canonical è ora che ti butti su kde/qt!

  • Aveiro

    Dovrebbero usare openbox e basta

    • Davide Depau

      Eh, mo non esageriamo… stiamo passando da un estremo all’altro…

No more articles