The Apache Software Foundation ha annunciato che la suite per l’ufficio Apache OpenOffice ha superato i 100 milioni di download.

Apache OpenOffice
Apache Office è una suite per l’ufficio multi-piattaforma sviluppata dalla The Apache Software Foundation. Nata nel 2011 dopo la cessione dello sviluppo di OpenOffice.org da Oracle America (in precedenza la suite era sviluppata da Sun Microsystems), la suite sta riscontrando un notevole successo soprattutto dopo il rilascio della versione 4.x nella quale troviamo moltissime novità come ad esempio la nuova SideBar e migliorie nell’importazione / esportazione di documenti di Microsoft Office. The Apache Software Foundation, con un post sul blog ufficiale, ha annunciato che Apache OpenOffice ha superato i 100 milioni di download traguardo davvero raggiunto in meno di due anni.

Molto probabilmente il numero di download è anche superiore ai 100 milioni, essendo una suite libera può essere scaricata / condivisa da altri siti web come ad esempio Softpedia, ecc oltre a disporre anche della versione portable per Windows ecc.

Andrea Pescetti, vice Presidente di Apache OpenOffice ha commentato:

Sono estremamente contento di vedere raggiungere questo importante traguardo in meno di due anni, risultato ottenuto grazie anche grazie ai nostri volontari della comunità: le centinaia di persone di talento che fanno Apache OpenOffice quello che è, che scrivono il codice, correggono bug, lavorano all’interfaccia utente, alla traduzione, documentazione, ecc Il nostro impegno è quello di combinare affidabilità e innovazione che molti utenti apprezzano…

Complimenti ad Apache OpenOffice e a tutti i volontari che ogni giorno lavorano a questo progetto.

lffl consiglia anche:

LEGGI ANCHE:

APACHE RILASCIA OPENOFFICE 4.1.0 BETA
ANDROPEN APACHE OPENOFFICE APPRODA NEI DEVICE ANDROID
RILASCIATO APACHE OPENOFFICE 4.0.1, NOVITÀ E DOWNLOAD

  • Angelo Giovanni Giudice

    Si, ma un confronto tra LibreOffice e OpenOffice per vedere la maturità e le capacità di importare file microsoft (senza modificare le formattazioni del testo) nessuno lo fa? sono molto curioso ad oggi chi è più avanti tra i due.

    • infatti bisognerebbe vedere quale dei 2 è meglio e i pro e contro di entrambi, perchè adesso che opensoffice è in mano ad apache e non più a oracle secondo me è migliorato e sono più liberi di prima

  • Libertà

    Sinceramente mi basta LibreOffice sia su Linux, sia su Windows, ovunque! Da quando OpenOffice è passato a Oracle ha smesso di interessarmi su tutti i fronti. Mi spiace solo che manchino ancora le funzionalità più basilari come il riconoscimento automatico contestuale ad intellisense… peccato

  • Carlo

    Fanno cacare entrambi. Uso Ubuntu come unico O.S. e office (ms) per lavoro e per costrizione. La perdita di tempo e la brutta figura che si verifica quando invio formattazioni da open (o libre) office ad un professore che apre documenti con il suo office non voglio che si verifichino più.
    Senza contare una serie di strumenti mancanti.
    Bei progetti, che permettono di scrivere a tante persone.
    Ma sono utili solo all’amatore.

    • TopoRuggente

      Basta che invii i documenti in un formato tipo rtf o pdf !!

      • Appunto. Quoto.
        Non ho avuto problemi e lavoro con LibreOffice dalla sua prima release.
        Quindi si tratta di essere un attimo accorti.

      • mrholiday

        non vorrei passare per troll (come Carlo) ma devo dissentire, il formato rtf mi ha dato seri problemi su LO l’ultima volta che l’ho provato, pdf è una buona idea limitata a certi scopi.

    • G.F.

      perchè Ms office (eccellente programma)…. ha creato un formato suo, >>chiuso<< all'inizio, che ha fatto standard e "monopolio". Non sono loro che fanno "cacare" anzi hanno compiuto un gran lavoro di I.I., ma devono devono rincorrere questo contesto.

    • Gustavo

      e quando si importano i formati office, non si importano bene e libreoffice fa schifo.. quando li importa male office… è sempre libreoffice che fa schifo.. una logica un po’ strana

    • golden

      Solo utili solo all’amatore perché in ambito lavorativo ci si ostina ad usare prevalentemente MO. Ma, a parte questo, non c’è nessun altro motivo.

      A parte questo, un consiglio: se devi condividere un documento prodotto con LibreOffice, esportalo in pdf (c’è una funzione inclusa in Writer, A DIFFERENZA di MO :D). Così non avrai più problemi di formattazione 😉

      Personalmente, pdf o meno, uso solo LibreOffice da anni, senza nessun problema, anche all’università (che non è un ambito propriamente professionale, ma quasi…)

    • Mastro Zoroastro

      Sottoscrivo. La strada per una buona compatibilità è ancora lunga.

  • essemme

    E’ condivisibile pensare che la suite MS sia superiore in certe funzionalità avanzate, ma quanti sono gli utenti che ne hanno realmente bisogno? Inoltre vogliamo considerare il costo dei programmi a pagamento?

  • Mondo Magico Cotignola

    nei miei punti vendita e in ufficio uso Ubuntu e libreoffice da 4 anni e NON HO PIU PROBLEMI di produttività, ne di rallentamenti, ne di compatibilità.

  • Marco

    Vorrei vedere quanti di quelli che elogiano le funzioni in piu’ di Office lo pagano 😀

    • Mastro Zoroastro

      Ah perché, lo fanno anche a pagamento?

  • Andrea

    Qualcuno mi spiega perchè ApacheOO e Libreoffice non uniscono le forze per fare un unico prodotto, anzichè sprecare tempo e risorse per portare avanti due progetti paralleli che si fanno concorrenza?
    Ok che siamo in un mondo libero.. ma a me sembra veramente un grandissimo spreco..

    • Danielson96

      hai ragione ! Oltretutto sono quasi identici !

    • Concordo con la tua tesi ma credo che non accadrà perchè LO è nato da una sventura come quella dell’acquisizione di Oracle di OpenOffice. La cosa certa è che OO ha più storia alle spalle, in teoria adesso nelle mani di Apache potrebbe diventare migliore di LO perchè Apache è molto seria come comunità, basta pensare a tutti i progetti di qualità che ha prodotto.

      • golden

        .

      • golden

        No, AOO non ha assolutamente più storia alle spalle: sia la suite di Apache che quella della Free Document Foundation derivano entrambe da OpenOfficeorg.

        Semmai, è LibreOffice ad essere GIÀ oggi migliore di ApacheOpenOffice, dato che ci lavorano molti più sviluppatori (quasi tutti quelli che sviluppavano OpenOfficeorg + quelli che sviluppavano alcune fork, tipo GOOo). A conti fatti, ApacheOpenOffice è l’erede “ufficiale” di OpenOfficeorg, ma LibreOffice è l’erede “de facto”.

        Oltretutto, non sottovaluterei il fatto che LibreOffice è distribuito con licenza LGPL, una licenza più “libera” (copyleft) rispetto alla Apache Licence (no-copyleft).

    • golden

      Leggiti la storia di OOo, AOO e LO su wikipedia e avrai le risposte. Comunque, forza Libre Office tutta la vita! A conti fatti, la stragrande maggioranza di coloro che sviluppavano OOo sono passati a LO, e ad essi si sono aggiunti coloro che sviluppano due fork e progetti relativi alle estensioni, non ufficialmente accettati (ai tempi) da Sun. A proposito di “convergenza”, Libre Office è un ottimo esempio di ciò! 😉

      Per come la vedo io, AOO nasce come uno “sgambetto” di Oracle a LO, col fine di creare divisioni ed indebolire la comunità. Oltretutto, se pensi che in AOO ci sono ancora parti di codice in tedesco, residui del vecchissimo Star Office, ti lascio immaginare quale delle due suite disponga di più sviluppatori e di maggior qualità…

      • Andrea

        a grandi linee la stora la so.. la scissione c’è stata poichè quelli di LO non volevano stare sotto il giogo di Oracle, e va bene, ha senso.
        Ma ora che Oracle si è tirata indietro e AOO è ugualmente “libera” a LO, è ridicolo che ci siano due progetti uguali in parallelo e che sostengono lo stesso fine (una suite office libera, per tutti), dato che la condizione che ha generato la scissione non sussiste più. Poi magari ci sono sotto altre cose.. però così in apparenza a me fanno solo innervosire.

        se unissero fondi e forze lavoro potrebbero procedere al doppio della velocità.. ed eviterebbero anche di creare confusione nell’utente finale, quello che non capisce gran chè di questo mondo, e che per l’utilizzo base che fa sarebbe l’utente ideale di queste suite.. e che si trova spiazzato davanti a questa frammentazione.

        • golden

          C’è anche da dire che AOO viene rilasciato con licenza Apache, mentre LO con licenza LGPL.
          Non conosco approfonditamente le conseguenze “legali” di una tale scelta, ma “a naso” credo che sia questo il motivo per cui Oracle ha preferito donare OOo alla Apache piuttosto che alla Document Foundation: la licenza Apache permette in qualsiasi momento di chiudere il codice e renderlo proprietario (lasciando quindi un’opzione commerciale alla Oracle), mentre con la LGPL ciò non è possibile. Non mi sembra cosa di poco conto, tra le altre cose, che la IBM faccia parte della Apache Software Foundation.

          Insomma, se AOO si fondesse in LO sarei felice, un po’ meno diversamente: non vedo perchè la comunità dovrebbe “potenzialmente” regalare codice alla Oracle di turno…

No more articles