Microsoft Windows XP da oggi non riceverà più alcun aggiornamento di sicurezza, per gli utenti che utilizzano ancora questo  sistema operativo proprietario ecco alcune valide alternative.

Microsoft Windows XP
Windows XP è attualmente un sistema operativo obsoleto dato che non riceverà più alcun aggiornamento sicurezza mettendo cosi in pericolo la privacy dell’utente e la stabilità del sistema. Per gli utenti ed aziende che attualmente utilizzano Windows XP è possibile migrare in nuove versioni di Windows acquistando però una nuova licenza con il rischio che il proprio pc non sia ben supportato oppure (scelta a mio avviso più saggia) passare a Linux, sistema operativo stabile,. sicuro e gratuito che fornisce un completo supporto anche per pc datati con la possibilità di poter continuare ad utilizzare i propri software nativi per Windows.

Grazie al progetto Wine, potremo installare e utilizzare i software nativi per Microsoft Windows anche su Linux, inoltre nei repostiory ufficiali troveremo moltissimi software da poter installare con un click, senza problemi di licenze o altro ancora.

Passare da Microsoft Windows XP a Linux è molto semplice, basta salvare i propri file in un’hard disk esterno, fatto questo basta scaricare una distribuzione Linux e masterizzarla in un CD / DVD oppure salvarla in una pendrive e avviare l’installazione (gran parte delle distribuzioni ci consentono di installare Linux anche da parte di utenti inesperti), In questo caso possiamo rimuovere Windows e installare Linux oppure installare Linux mantenendo il sistema operativo di Microsoft, all’avvio potremo decidere quale sistema operativo avviare.

La scelta della distribuzione Linux a mio avviso è fondamentale per una corretta migrazione da Windows a Linux, difatti esistono molte distribuzioni con caratteristiche diverse tra loro dal gestore dei pacchetti, ambiente desktop. In questo caso consiglio di installare una distribuzione leggera e facile da installare e configurare come ad esempio:

– Lubuntu / Xubuntu

Lubuntu / Xubuntu sono due distribuzioni derivate ufficiali di Ubuntu semplice e soprattutto leggere che fornisce un completo supporto anche per personal computer datati.

Lubuntu 14.04 Trusty

– Linux Mint Mate / XFCE

Linux Mint è una distribuzione che si basa su Ubuntu Linux che include però alcune personalizzazioni e un sistema operativo giù completo di codec, player multimediali ecc.

Linux Mint Mate

– Manjaro OpenBox / LXDE

Manjaro  è una distribuzione  bastata su Arch Linux semplice da installare e configurare. Caratteristica id Manjaro è la leggerezza e soprattutto la possibilità di aver sempre aggiornate all’ultima versione stabile i vari software, kernel ambiente desktop ecc.

Manjaro OpenBox

– Debian XFCE / LXDE

Debian è un sistema operativo sviluppato sopratutto per essere stabile e sicuro, in questo caso consiglio di installare il DVD 1 che include anche l’ambiente desktop LXDE o XFCE che possiamo installare molto facilmente.

Debian XFCE

Queste sono solo alcune delle distribuzioni Linux che personalmente consigliere ad un utente o azienda che attualmente utilizza Windows XP.
Se utilizzate Windows XP potete chiedere consigli ed informazioni su Linux presso ai vari LUG presenti in molte località italiane i quali possono anche aiutarvi sia nella scelta che nell’installazione e configurazione del nuovo sistema operativo Linux.

Ricordatevi che il Saggio coltiva Linux, che tanto Windows si pianta da solo

  • biosniper

    se avete xp presumo abbiate hardware vecchiotto…, in questo caso il mio consiglio è l’utilizzo di una distribuzione molto leggera come peppermint os che tra l’altro rende meno traumatico il passaggio da win a linux

    http://peppermintos.com/

  • biosniper

    se avete xp probabilmente avete hardware vecchiotto, quindi il mio consiglio è una distribuzione linux leggera come peppermint os che tra l’altro rende meno traumatico il passaggio da win a linux

    • heron

      basata su lubuntu

  • Panino

    Roberto il titolo non è corretto! Manca la parolina magica “gratis” alternative gratis, poi chi ha i soldini li spende come gli pare ovvimente!

    • heron

      ?
      ci sono alternative valide a pagamento? Quali?
      Ah e ricordati che qui si parla soprattutto di vecchi PC sui quali Win7-8 non va o andrebbe troppo lento.

      • Gustavo

        comprarti un pc nuovo ovviamente…

        • heron

          alla faccia dell’ambientalismo! Se funziona il vecchio, perché dovrei comprare un PC nuovo? Soprattutto per chi usa solo browser e suite da ufficio

          • Gustavo

            tu hai parlato di alternative a pagamento, e l’unica alternativa a pagamento che abbia un senso logico è la sostituzione del pc. Che poi è anche la soluzione più ambientalista, visto che i sistemi più moderni sono molto più efficienti..

          • heron

            beh gettare roba nella pattumiera non è mai ambientalista… visto che bisogna calcolare anche i costi ambientali dello smaltimento e quelli della produzione di un nuovo PC.

            Detto questo non ti incazz…sti se le pubbliche amministrazioni di tutta Italia gettassero via in massa PC perfettamente funzionanti e con potenza più che necessaria a far girare office/libreoffice e browser, per poi spendere minimo 300 euri a pezzo per PC nuovi, quando poi si taglia istruzione, ricerca e sanità, aggiungendo che i soldi spesi non tornano in circolo in Italia, ma vengono abbandonati in favore di USA/COREA/…etc?

          • Gustavo

            tutto dipende appunto dalle necessità e dai costi che si sostengono.. Se mi parli di Pa allora è giusto tenere xp fino a morte fisica visto che qualsiasi sostituzione porterebbe a costi abnormi. Se parliamo di consumer nessuna spesa software è giustificabile su un sistema per cui costerebbe meno acquistare hardware nuovo

          • Gustavo

            non capisco questo approccio italico per cui smaltire significa “buttare nella pattumiera” mah!

          • Andrea

            le cose non vanno smaltite, vanno riciclate.
            (non come i soldi miraccomando…)

          • floriano

            se il vecchio pc consuma 600w allora ha senso cambiarlo se lo usi molte ore al giorno…

          • ge+

            guarda che smaltire il vecchio hardware buttato ha un impatto ecologico deleterio.
            La soluzione più ambuentalista è tenersi il vecchio hardware

          • Gustavo

            smaltire all’italiana, cioè sotterrare sotto casa non vuol dire smaltire nel resto del mondo, dove i pezzi vengono recuperati dove c’è da recuperare e smaltiti correttamente, senza nessun danno ambientale.. Consideriamo poi che già paghiamo fior di tasse di smaltimento sarebbe anche giusto usufruirne.. considerando poi che i vecchi hardware sono uno spreco di energia notevole

          • Andrea

            oltretutto se si smaltisce l’elettronica in maniera corretta ci sono aziende che ti pagano pure.

            da un pc vecchio si recuperano un sacco di metalli preziosi necessari ad essere reimpiegati, evitando così le costose ed inquinanti estrazioni minerarie

          • Gustavo

            in germania ci campano così… noi invece dobbiamo buttare la roba al fiume..

          • Andrea

            e poi ci dicono che dobbiamo renderci più competitivi, certo dobbiamo tenerci pc vecchi di 14 anni negli uffici, stasera dico a mia moglie di buttare la lavatrice e fare il bucato a mano ))

          • Andrea

            Dopo più di 10 anni un pc lo si può anche cambiare se no altro che crisi, si arresta il mercato dei computers
            😉

          • heron

            beh il mio netbook (torniamo a parlare di lui) è del 2011. Ci ho trovato sopra XP e un antivirus (anche se Win7 era uscito da tempo, ma troppo pesante). Bene, lo dovrei gettare nella pattumiera… e così anche le pubbliche amministrazioni di mezzo mondo. Bene sì, buttiamo via qualcosa di perfettamente funizionante 😛

          • Andrea

            Il netbook l’hai comprato tu, quindi l’hai ritenuto necessario e su questo ok, tuo parere. Io non l’avrei comprato. Avrei aspettato, risparmiato 150€ e preso un notebook, in più è del 2011 mica del 2000, sto dicendo che dopo 10-14 anni anche se si cambia un pc per uno nuovo non ci vedo nulla di trascendentale, anzi è un bene.

          • heron

            Il commento è per dirti che esistono pcperfettamente funzionanti, relativamente nuovi e veloci con xp che con win7 sarebbero lenti.
            Nelle pubbliche amministrazioni se ne incontrano tanti di questi pc, perché quando sono stati comprati costavano poco.
            Buttarli non avrebbe il minimo senso perché FUNZIONANO e sono abbastanza potenti da fare tutto quel che serve, ma non da installarci win7
            Se ora i proprietari hanno problemi è solo colpa di Microsoft, non dei PC che con una lubuntu, una Debian etc continuerebbero a svolgere il loro lavoro come hanno sempre fatto

          • Andrea

            che costassero poco avrei dei dubbi.
            ma pensi che linux resti fermo all’età della pietra solo per accaparrarsi 4 miseri pc del 2000 con installato xp? non ci sono già alcuni progetti linux che stanno per abbandonare il 32bit a favore solo più di arc a 64bit? anche lo stesso kernel va ad inglobare ogni giorno cose nuove tralasciando le cose vecchie.
            sul notebook di un mio parente alcuni driver che venivano sempre riconosciuti da ubuntu con gli ultimi kernel sono spariti…ti parlo di notebook del 2008

          • heron

            ok, buttiamo i PC che funzionano

          • Andrea

            se ragiono così dovrei ancora avere in cantina il motorola di mio padre, quello che sembra una radio dell’esercito, oh funziona ancora magari domani lo uso per andare in metro, sai che comodo e soprattutto è ancora all’avanguardia; aspetta ma che sim ci metto??

          • heron

            no, è diverso… totalmente diverso. Il cellulare di tuo padre non ha molte delle funzionalità che oggi ti servono.

            Qui invece si parla di pc tra i 512MB e 1GB di RAM che possono avere anche “solo” 5 anni (visto che durante l’era Vista, e anche dopo, si installava XP sui PC economici), mono o dualcore, o di notebook e netbook anche potenti, ma i cui produttori non hanno rilasciato i driver per Win7.

            Questi PC hanno tutte le funzionalità di cui un ufficio della PA o anche non PA ha bisogno. E sono anche i PC più numerosi.
            Questi PC, pur avendo la potenza necessaria, secondo te e secondo la Microsoft, dovranno essere buttati perché hanno la “colpa” di non essere più supportati da Microsoft.
            Quindi anziché cogliere l’occasione per migrare a Linux/Libreoffice, secondo te è più saggio, gettarli nella pattumiera e acquistare dei PC leggermente più veloci (in genere in ufficio si prendono i più economici), abbastanza veloci da poter montare Win7, ma abbastanza economici da non notare alcun vantaggio (a causa del software) in termini di produttività e prestazioni rispetto ai vecchi.
            Il tutto ad un modico prezzo di €150-200 per l’hardware e €50-100 di software, per ognuno dei migliaia di PC pubblici e non, sparsi in Italia.
            Soldi che non faranno nemmeno girare l’economia italiana visto che la Intel e la Microsoft sono Americane.

      • Alternative valide a pagamento? RedHat o SUSE.

        • heron

          per le aziende sicuramente… ma non per l’ambito consumer
          E poi quelle distro in sè sono gratuite (vedi centos e scientific linux)… ciò che paghi è l’assistenza

  • filmar23

    io ho trovato Elementary OS perfetta. Ubuntu è troppo pesante per un pc obsoleto? Uno che montava xp dico

    • heron

      anche elementary OS è pesantuccia quando si ha meno di 1GB di RAM

      • filmar23

        Sì, è tutto relativo quando si parla di “obsoleto”. Per me 2 GB son il minimo sindacale, ho avuto pc con mooolta meno ram ma si parla di eoni fa

        • heron

          beh i netbook, che sono recentemente nuovi hanno generalmente 1GB di ram e sono un chiaro di esempi di PC sui quali veniva preinstallato xp anche durante l’epoca win7.

          • Andrea

            ma i netbook non hanno fatto tempo a vedere la luce che si sono estinti…

          • heron

            ma proprio no…
            i netbook non sono andati male commercialmente… il problema è che poi hanno imposto i netbook con processore arm e os android, che non si è comprato nessuno, (cosa risolta con i chromebook, che sono in maggioranza netbook a tutti gli effetti).

            Tanto è vero che proprio di questi tempi stanno ricomparendo nella forma tablet x86 + tastiera.
            Nel frattempo non sono spariti, sono diventati solo più potenti montando le apu o soluzioni intel a basso consumo energetico e cambiano il nome in ultrabook.

          • Andrea

            I netbook a mio avviso sono stati una trovata commerciale per far fronte ad un periodo di crisi economica e finanziaria. E’ stato offerto un prodotto per mia opinione tutto sommato non economico e di basso profilo hardware che non ha trovato nessuna collocazione nel mercato, e giustamente ha avuto vita breve. Tu mi dirai ma i tablet? Allora, tra netbook e notebook la differenza e sottilissima dal punto di vista concettuale mentre è abissale del punto di vista prestazionale, quindi in fase di acquisto è stato ovvio optare quasi sempre per un notebook. Tra notebook e table ovviamente la differenza concettuale del prodotto in se è decisamente più marcata, sono due prodotti che trovano una propria collocazione nel marcato ed offrono cose differenti. Si deduce che il table anche con tastiera dock avrà sicuramente vita lunga.

          • heron

            non sono d’accordo.
            Personalmente ho un netbook (oltre al fisso casalingo).
            Essendo uno studente pendolare lo trovo una cosa comodissima, principalmente perché non sono costretto a portare la valigetta apposita dei notebook, ma essendo grande quanto un foglio A4 lo metto nella mia piccola tracolla.
            Dal punto di vista prestazionale tutta la differenza che dici non c’è, prima di tutto perché esistono anche i notebook poco potenti (che sono anche i più venduti) e poi, personalmente, ottimizzando il sistema, riesco ad ottenere performance di tutto rispetto… certo, non potrò giocarci a causa degli 8MB di GRAM, ma sopperisce ottimamente a tutte le mie esigenze informatiche quando sono fuori casa (principalmente programmazione, colpilazione di documenti latex, visualizzazione di pdf, media center).
            Un notebook abbastanza grande e potente da essere usato a casa al posto del fisso, invece sarebbe molto più ingombrante da portare tutti i giorni per 40KM in pullman e a parità di performance costa più del fisso almeno €150… esattamente il prezzo di un netbook.
            In definitiva il netbook non è una commercialata, come lo possono essere i tablet (che dal punto di vista delle funzionalità allo stato attuale sono solo degli smartphone più grandi e che non chiamano)

          • Andrea

            Non riesco a darti ragione in toto, per mia opinione, io per lavoro non per università, ho un notebook di media potenza (nulla per giocare seriamente per intenderci) diagonale 15.6″ quindi classico standard di notebook. Lo porto sia sulla scrivania in ufficio che in giro nei cantieri (in macchina, mezzi pubblici o a piedi che sia) e devo dire che quando l’azienda mi ha dato in prova un netbook per valutarne l’eventuale acquisizione mi si sono rizzati i capelli. I vantaggi dati dalle dimensioni più contenute e da un peso minore non sono nulla sul confronto delle prestazioni. Provato per una settimana e reso al mittente.

          • heron

            sicuramente l’hai provato con win7 starter… che rallenta tutte le funzioni. Beh io ce l’ho con Arch ed è visibilmente mooolto più veloce del notebook di mio padre con sVista (non può aggiornare OS e non vuole nemmeno, perchè l’Olidata non rilascia driver per Win7).

          • Andrea

            si era un asus con win 7 starter e sicuramente fosse stato dotato di os linux mi avrebbe fatto un altro effetto… ma dubito fortemente che mi avrebbe portato a sceglierlo come sostituto di un notebook (colpa dell’hardware non del software)

          • heron

            Beh diciamo che non ti piace, ma non puoi dire che non ha una sua collocazione nel mercato… perché per chi non ha un tavolo sempre a disposizione, ma ha bisogno di fare cose meno stupide di quelle che è possibile fare con Android, è indispensabile.
            E infatti ha venduto e continua a vendere, anche se non lo chiamano netbook, ma ultrabook o notebook con 10″ di schermo

          • Andrea

            l’ultrabook non ha nulla a che vedere con i netbook a livello prestazionale, basta vedere i prezzo…non scendiamo a paragoni forvianti, forse l’evoluzione dei netbook sono i notebook da 10-11″ con processori economici tipo i celeron

          • Andrea

            la collocazione incerta sul mercato la dicono i dati di vendita e il “flop”, non io

          • Basta che metti i driver di Vista su 7, di solito non ci sono problemi.

          • heron

            Beh si, solo qualche bsod occasionale 😛

          • Sinceramente ho installato Windows 8.1 su un Panasonic Toughbook CF-19 con i driver fermi al 2007 e funziona senza problemi 😀
            Stessa cosa con il mio notebook HP del 2011, sono passato da Windows 7 a Windows 8.1 senza problemi.

          • floriano

            non c’è paragone come trasportabilità (soprattutto in aereo), sia come peso che come dimesione, l’unico vero problema è dato dalle prestazioni se si usano programmi pesanti e dalla ram limitata (che si può espandere in molti casi)

          • Andrea

            se inizi ad avere il caricatore, il mouse, l’hd esterno e qualche chiavetta devi avere una borsetta dedicata, tanto vale avere la borsa notebook con tutto messo in ordine

          • floriano

            la borsetta netbook mi basta, ho tutto tranne l’hd esterno: multipla usb, adattatore varie sd, adattatore mini bluetooth, alimentazione, mouse wireless, penna 3g, 2 penne usb…

      • Arturo

        In linea di massima è vero. Se però si ha a disposizione un pc con cpu e scheda grafica un pochino decenti gira pure con 768 mb di ram quasi senza mai rallentare (provato di persona). Gala non è pesantissimo.

    • ilk

      Dipende.
      Non è sempre detto che chi monta XP ha anche un hardware vecchio.
      Ad ogni modo sì, Ubuntu è abbastanza pesantino per un pc vecchio.
      Debian + LXDE e si risolve tutto.

  • Tuxino

    microsoft ha detto di acquistare un PC nuovo. Io vi dico di mandare in quel bellissimo posto Microsoft e se volete un sistema a pagamento con servizio di supporto H24 buttatevi su RedHat o su Novell (50 euro di “licenza”)

  • ge+

    io ho scelto manjaro xfce : scelta che consiglio vivamente.

    per chi volesse poi c’è anche kde, se si ha un pc adeguato, e lo consiglio agli utenti xp a cui piace windows 7, visto che hai la possibilità di avere effetti grafici e l’anteprima delle finestre al passaggio del mouse (installando un plasmoide)

  • JackPulde

    Sapete cosa succederà? il 95% rimarrà ad XP cercando di “schivare” virus affidandosi agli antivi…ehm Creatori di virus… Tirando un sospiro di sollievo dato che il sistema non gli romperà più le p…e con l’avviso di nuovi aggiornamenti…

    • Verissimo, la pigrizia in questo ambito è una gran brutta bestia.

    • heron

      i problemi di sicurezza che rischia di avere XP non potranno essere risolti nemmeno dagli antivirus. Soprattutto quando sono loro a causarli xD

  • Antonio Di Pinto

    Bisogna essere realisti, tralasciando le aziende (e neanche più di tanto), chi ha sul proprio pc la versione originale di Windows XP?? Questo implica che ci sono all’incirca il 70% dei pc di casa che essendo basati su copia contraffatta, neanche gli aggiornamenti fa. Morale della favola, chi ha software contraffatto, vive questa “situazione” da sempre senza rendersene conto.

    • ilk

      No.
      Anche se è una versione crackata di XP viene riconosciuto come originale e gli aggiornamenti vengono effettuati tranquillamente.

      Fonte: pc di un mio amico con Xp crackato a cui dopo l’ultimo aggiornamento è comparso un bel pop-up “dall’otto Aprile questo sistema non sarà più supportato”.

    • Quoto, è tutto vero. Lo vedo ogni giorno con la mia clientela che se ne vengono con XP contraffatto e si ostinano a non voler cambiare.

      Ora sembra che si siano decisi. Speriamo.

      • heron

        qual è il problema? Non sarei di certo onorato di avere lo stesso sistema operativo che usa tale utenza.
        In più i problemi di sicurezza che avranno… e ne avranno… riusciranno solo a gettare fango sul microsoft

      • JackPulde

        E’ tutta una questione di abitudine… se al primo approccio al computer gli mettevi una Linux Mint o Ubuntu e Libreoffice al posto di Microsoft Office sicuramente rimanevano con linux e non passerebbero a Windows…

  • Tomateschie

    Va bene consigliare Linux e fornire validissime alternative.. ma alla fine chi è abbastanza stolto da volersi sentire protetto e al sicuro si tenga il suo Windows XP bello obsoleto, pieno di bug ed esposto ai virus. Finchè ci sarà il tecnico di turno che ti consiglierà (nei tuoi interessi, mica i suoi!) di acquistare il nuovissimo PC della azienda X con Microsoft Windows 8.1

    • heron

      in tempi di crisi XP darà tanto lavoro ai neolaureati in informatica xD

    • Gianni

      con le dovute precauzioni XP è tuttora sicurissimo…

      • heron

        non si tratta più di virus, non c’entrano più gli antivirus… qui si parla di backdoors che non verranno mai più chiuse quando scoperte.

      • Tomateschie

        Staccato da internet, spento, chiuso in una scatola, si. È sicurissimo.

  • Andrea

    Tutto questo caos medioevale perchè finisce il supporto di xp…ma dal lontano 1990 ad oggi di versioni di windows in scuole, uffici, aziende, ecc… ce ne sono state e di aggiornamenti pure e non se ne mai parlato come accade oggi. Su qualsiasi sito internet o se ne parla o escono banner pubblicitari per passare ad altro (window o linux che sia). Ma se ognuno facesse poi quello che vuole? Mi sembra un tartassamento un pochino esagerato, di continue imposizioni di fare così, o fare così, perchè quello è una me-da, no l’altro fa schifo. Ma che ognuno proponga il suo e sia in pace con il mondo.

    • Salvatore Gnecchi

      credo che il motivo di tale caos sia conseguenza e prova che XP era un signor OS

    • JackPulde

      Quoto… è che nel mondo linux lo si può vedere come una possibile “grossa” migrazione da Windows al sistema del pinguino… Ecco il perchè di tante voci… Se vai su siti di Apple e Windows non penso che se ne parli più di tanto…

      • Andrea

        No, loro ne parlano in senso di mantenere la migrazione all’interno della propria linea di prodotti, ovviamente. Comunque il passaggio da Xp a 7 non è così catastrofico, tutto sommato 7 è un buon prodotto, posso capire 8 che ha le sue pecche, che giustamente sono in fase di aggiustamento come è accaduto per vista e poi 7.

        • heron

          ma non ha gli stessi requisiti di winXP e almeno fino a 1GB di ram win7 è lentissimo.
          Sanno che non possono mantenere la migrazione all’interno dei loro confini e per questo suggeriscono di comprare nuovi pc… come se il problema fosse dei PC in sè, quando è solo il loro che non sono più in grado di supportarli

          • JackPulde

            Pochi pc con installato XP si salvano con l’aggiornamento al 7… Purtroppo aumenteranno i rifiuti informatici…

          • Andrea

            se sai dove portarli, ti pagano pure per il ritiro

          • Andrea

            Bhe ma dai i PC sono sempre stati cambiati specialmente negli uffici pubblici. Mi è capitato tante di quelle volte di entrare in uffici pubblici e vedere ammassi di pc inutilizzati dentro ad uffici, per non parlare di stampanti, scanner, tutto li, buttato vecchio e nuovo senza neanche avere un minimo di ritegno: tanto cè chi paga….

          • heron

            appunto, se si può evitare di non pagare inutilmente si fa.

          • ge+

            mmm ammetto che è pensabile, ma i miei usano un pentium4 con 2gb di ram con win7, e , per quanto non mi piaccia, ammetto che gira senza grossi intoppi… i tempi di boot invece sono indecenti rispetto a linux

  • eugenio

    Se qualcuno volesse passare da win xp a linux come prima scelta gli consiglierei Pclinuxos nata, almeno nelle intenzioni del suo ideatore, per essere usata senza ricorrere al terminale, cosa a cui l’utente medio win non è abituato.

  • Gianky Fashion

    La migliore alternativa è komperarsi un ★★★MAC★★★…. non cè storia raga!!! nn ce proprio

    e molti di sicuramente! faranno cosi n sn certo ♥ …anzi gia molti amici mi kiedono info

    almeno 1 volta ammettetelo ke e la verita invece d prendermi sempre ingiro!!!!111 (ᗒᗣᗕ)՞

    • JackPulde

      Chissà se la Marlene ha seguito il tuo consiglio xD… Passando da XP ad OSX o erano già con Apple o.O??

    • tomberry

      Hai ragione Gianky, anche Isaac Newton era affezionato alle mele.. 😀

    • heron

      sììì il mek!!!11111
      è bellixxximo! e poi coxta un botto, quindi vuol dire chè eè + meglio!

      • Aldo

        però è un gran bel podotto, il Mac!

        • heron

          ovvio, hardware vecchio fino a due anni a prezzi bloccati è sempre la soluzione migliore 😛

    • Ayrton

      Perchè, per pagare 3 volte di più un hardware? Meglio un Hackintosh come quello che ho provato a fare ieri con Mac OS X Leopard in un Core 2 Duo 😉

    • Gustavo

      mi hai convinto.. e per star più tranquillo, ne compro due..

    • Andrea

      Ad essere oggettivi diamo a cesare quel che è di cesare. Mac è sempre Mac. Confesso di essere stato tentato a mangiare la mela, ma poi fortunatamente mi sono ravvisato. Ovviamente il design e la qualità costruttiva di Mac è sicuramente sopra la media ed i prodotti satellite tutti in coordinato fanno tendenza e fanno brand però aimè, troppo caro!

    • Lem

      certo prendo che mi prendo il ###MAC###!!!!!1111
      Cielo ha anche il mio friend ed è stafighissimo!
      Costa pure tanto quindi vuol dire che è più meglio!!!!
      Mio cugggino dice che alla Apple ci mettono pure il dizionario così parlo l’itagliano più meglio di tutti!! Strabello raga!!

      • Aldo

        gran bel prodotto ,il mac!

      • Simone

        Inioranto! Dizionario si scrive con due zeta e due ere (senò è erore), dizzionarrio

    • Troll-ey

      Bella Zi’! Superquotone pe’ te!!111!!!!11

    • Simone Dedo

      Ma prima di commentare, imparare a scrivere magari?

    • CuccuDrillu10

      apparte gli scherzi. Il MacBook è un gran notebook.
      Peccato per il prezzo stratosferico, se costassero quanto dei normali pc windows, apple farebbe il botto

    • EnricoD

      costa no stonfo ma penso proprio che mi faro’ un Mac (Y)

    • roberto

      importante è che tu ne sia convinto e che altri invece tengano bene aperto il cervello e che capiscano che per usare un browser non serve affatto un mac, ma basta e avanza un linux che dir si voglia……..esattamente una distro qualsiasi presa dal sempre giovane sito dell’istituto majorana di gela.
      Provare per credere…….

      • stefano

        Dal 2011 uso Ubuntu in dual boot.
        Le sole pecche di Ubuntu sono solo quelle relative alla gestione delle multifunzioni e dei programmi di registrazione video da internet. A me vine non funziona. Però assolutamente non rinnego di essere passato a Linux. Lavoro con ubuntu 13.10

    • Gomba

      Tu si nu furbacchione mi sa

    • Antonino

      ma davvero? hai scoperto l’acqua calda
      sarebbe come dire il ferrari è meglio della punto

    • biosniper

      mac?
      cosa ha di speciale rispetto a un pc normale a parte una mela morsicata?
      non sono sarcastico, dico la verità, dei prodotti apple ho solo usato l’ipad di mia sorella

  • Ayrton

    La mia opinione è di scegliere la distro in base all’hardware, in quest’ultimo mese ho provato diverse distro in 5 pc diversi, tutti che nati all’epoca di XP con mediamente dei Pentium 4 e dei Core 2 Duo.. quindi per quello che ho potuto constatare Lubuntu è la migliore per un P4 con meno di 1Gb di ram, se si dispone de 1Gb o più va bene anche Xubuntu/Manjaro o qualunque cosa con Xfce e nel caso di Linux Mint che abbia almeno 1,5Gb di Ram e una VGA AGP 8x o integrata equivalente…

  • ingo

    Chi è quel pezzente morto di fame che ha ancora un Pc o netbook con windows xp?
    Aziende a parte…

    • mag1

      io non mi vergogno ad usare ancora un pc del dicembre 2003 con xp in dualboot con LXDE perché ho dei programmi che mi servono e non vanno con vine, uno scanner che funziona bene solo su xp, e poi..per quale motivo dovrei buttarlo visto che funziona ancora bene? forse perchè consuma di più di uno nuovo? ma non considerate che spreco per l’ambiente è la forzata obsolescenza che ci impongono?
      comunque quando uso LXDE è un altro pc!!!!

      • Antonino

        ricompra lo scanner

      • Mastro Zoroastro

        Sottoscrivo pienamente. Se una configurazione funziona bene, perché sostituirla?

    • floriano

      outlook express gira solo su xp, di programmi altrettanto decenti ce ne sono pochi (e thunderbird non lo è)

      • Antonino

        thunderbird lo uso per lavoro da anni
        io mi sciaquerei la bocca prima di dire cagate

    • me

      io

    • Antonino

      ahahahha il mio amico dario anche ahahaha
      vero proprio pezzente, ma non perchè adopera xp perchè adopera microsoft

      • biosniper

        chi adopera microsoft non penso possa essere definito propriamente pezzente.., non credo che il vecchio bill abbia i pezzenti tra i suoi clienti affezionati
        😉

        • Antonino

          ah no? pezzenti non sono quelli senza soldi

    • biosniper

      pezzente presente!
      ho un touchpad ibm con cui chattavano il tirannosauro e il brontosauro.adesso ho messo in dual boot macpuppy e il computer giurassico è tornato a nuova vita per la felicità dei cari dinosauri informatici.
      🙂
      ps: ho anche altri pc, notebook e netbook, ma sonoorgoglioso di avere anche un portatile così…retrò… e se per questo sono un pezzente be allora lo sono 😉

  • EnricoD

    Io direi Debian..è anche facile da installare

    • Antonino

      l’unico coglione che non è riuscito a far partuire debian allora sono io
      forse perchè il pc è abbastanza datato 2005, comprato alla coop, quindi e manna se si accende ancora poeraccio
      comunque mi ci gira solo ubuntu, nemmeno lubuntu addirittura boh

      • EnricoD

        non lo so. CIoè, le prime volte che provavo ad installare debian avevo anche io dei problemi, ma per il fatto che l’installer non rilevava il cd-rom, che poi sarebbe la chiavetta nel mio caso (è un problema noto generato dai programmini per creare le chiavette avviabili), e non riuscivo a proseguire. Bastava aprire una console root, smontare e rimontare la chiavetta come /cdrom con mount /dev/sdx /cdrom, con sdx ovviamente la propria periferica usb (di solito è sdb per le chiavette, sdb1… ma saprai già come verificarlo da terminale 🙂 ) riaccedere all’installer e continuare l’installazione. Magari è per questo, è un problema noto, magari hai usato qualche software per creare chiavette invece che dd semplicemente…
        giorni fa lo installai sul pc di mio padre, un portatile del 2008, e non ho avuto problemi… ma ti ripeto, potrebbe essere dovuto al modo in cui hai creato la chiavetta e a quella storia della rilevazione del cd-rom

  • KZ125-RR

    io avrei messo Fedora per esempio al posto di Manjaro.

    • Openbronx

      Si è vero, manjaro (seppur ottima) non ha certamente una comunità o un supporto adatti a chi passa dopo decenni di win ad un sistema diverso, oltretutto deriva da una distro già di suo non adatta ai novizi o a chi non vuole “stare comodo” la scelta più saggia sarebbe stato inserire Fedora. Però vabbè, è solo un articolo.

  • Arpacus

    Il vero problema è per le aziende e non certo per gli utenti casual, legato ai costi che questa migrazione gli verrà a costare. Pensate ad un call center con 160 postazioni … passare a Apple un utopia, passare a Linux e l’assistenza ? Le somme e conseguenze sono state ben ponderate da parte della Micros…

    Linux per qualsiasi portatile e workstation se non si possiedono diavolerie Apple (iphone e iPad ) o esigenze grafiche come Autocad, Archicad, Photoshop, grafica vettoriale e software sviluppati ad hoc per windows è la scelta più saggia e sicuramente non rimpiageranno più il tempo trascorso con windows. Mac è una valida scelta ma alla portata di poche tasche … e se non hai le periferiche compatibili sono altri denari da sborsare.

    La differenza con il passato è che oggi un sistema open source ha pochissimo da invidiare per semplicità ed immediatezza rispetto al passato purchè qualcuno di tutti noi glielo faccia presente a questi novizi 😉

  • roberto duccio

    Le notifiche di errore di Windows 7 diventano musica dance

    • No comment

      In Linux ne ho viste di più sinceramente… (quando sono abilitate)

      • Antonino

        Non per difendere linux
        Tanto sisa che non ci si guadagna niente
        Ma come ho scritto in un post precedente è ottimo per uso casalingo
        Windows è ottimo solo per i tecnici che guadagnano ad “aggiustarlo” dai virus
        O a far credere di aver fatto il miracolo all’utonto di turno
        Mah
        Sicuramente chi lascia questi commenti pro windows ha qualche interesse, se nonsarebbe impossibile asserire che è migliore di una qualsiasi distro linux
        Il solito tecnico disperato che cerca di non perdere il lavoro
        Perche la conseguenza piu grossa come ben sappiamo tutti sarebe che il nostro pc non vedrebbe piu l’ombra di un ” tecnico”
        Tutto qui

        • Pac

          Tu elimina windows e apple per sempre, fai finta che non siano mai esistiti. Metti da parte tutti gli smanettoni (ovvero gli attuali utilizzatori di Linux) … e vedrai che il numero di chi guadagna ad aggiustare pc raddoppia. Non te lo assicuro: è scontato!

          • Antonino

            e perchè dovrei mettere da parte gli smanettoni di linux? se si mette da parte loro è certo che il numero dei tecnici rfaddoppia, per il resto apple e microsoft per me potrebbero sparire, hai detto bene

          • Pac

            D’accordo, era solo per farti capire che se tu metti un qualsiasi os sullo stesso piano d’assalto a senso unico, capiresti che la tua ultima frase “sarebbe che il nostro pc non vedrebbe più l’ombra di un tecnico” è assai astratta.

          • Antonino

            Mah sarà
            A me pare che qui su internet si viva in un mondo di fantasia e basta

      • biosniper

        i tuo nome ti da la giusta risposta

        • No comment

          Infatti non ho posto domande 🙂 Il mio commento non è assolutamente pro Windows ma pro Verità. Fine. Creare questi video (di parte) significa screditare GNU/Linux per chi Linux lo conosce.

  • Franco Rubatto

    Fino all’altro giorno lo tenevo virtualizzato, giusto per vedere il comportamento di alcuni siti in ambiente “Finestre”. Adesso posso toglierlo definitivamente.
    P.S.: uso il pinguino ormai dal…. secolo scorso: 1998! 🙂

  • Nardello

    la migliore alternativa a windows è windows 7 sp1

    • Nardello

      *windows xp

    • Antonino

      io mi trovo benissimo con lubuntu
      sfido chi non lo ha provato di provarlo
      niente virus, niente firewall ecc ecc

  • kenshiro000

    Possibile che si parli sempre dello stesso argomento???? mettetevelo bene in testa, windows 7 è l’erede di xp.
    Finchè le grandi catene di ipermercati proporranno computer con windows preinstallato, la disinformazione regnerà sovrana.
    Nonostante tifi Linux mi rendo conto che EFFETTIVAMENTE questo sistema manchi di software seri, quelli in circolazione su linux non sono comparabili nemmeno con i software free di windows, e l’esistenza di wine la dice tutta sulla pochezza di questo sistema.
    Riguardo alla soluzione macbook, rappresenta una scelta errata a mio modo di vedere, il suo prezzo non giustifica minimamente le sue presunte qualità, se volete regalare soldi alla apple accomodatevi pure, le sue prestazioni saranno ottime ma un computer di media fascia se ben settato può dire la sua comparando anche il prezzo.

    • Girolamo Aloe

      secondo me sei un bel pò fuori strada. io uso linux da tantissimi anni e lo uso per lavorare, quindi per tutte le necessità levate al mio lavoro, sia da solo che all’interno delle reti delle grande aziende che hanno mille “cavilli” interni…. e non ho bisogno di wine e non ho bisogno di office suite o altro.

      Linux soddisfa tutte le necessità professionali ed ho visto le cose cambiare anno dopo anno tra le grandi e piccole aziende in cui ho lavorato.

      • kenshiro000

        Con tutto il dovuto rispetto, non so di quale applicazioni fai uso, ma dire che linux sopperisca ad ogni esigenza è solo una blasfemia, te ne dico una semplice, voglio fare karaoke su linux quale applicazione mi consigli? pykaraole? bashkaraoke? e queste sono applicazioni? è solo un piccolo esempio di quanto sia limitato questo sistema.
        Spero non cancelliate di nuovo il commento Grazie!

        • andrea

          No aspetta, parliamoci chiaro, le app di Karaoke possono servire per il tuo lavoro ma non sono un prodotto fondamentale!!! il 90% delle persone al lavoro usa i classici strumenti da ufficio (in questo caso può essere libre office) io faccio l’analista programmatore, tutta la mia società lavoro con linux, ti assicuro che nel mio caso è molto più smart di qualsiasi altro sistema operativo. Dimmi che l’impiegato del comune non può usare linux? non uso e nessuno nel mio ufficio usa wine! ho una macchina virtuale windows che uso solo per testare siti che devono funzionare anche Internet Explorer 8… linux è carente con le applicazioni di grafica e nel reparto gaiming (che ora sta crescendo), se aumentasse la diffusione di lijnux anche le grandi aziende punterebbero di più a sviluppare prodotti per questo OS

          • kenshiro000

            appunto, se linux non cresce gran parte delle colpe è della loro mentalità, nei forum linux si parla di rado di programmi e delle loro varie funzioni, si parla invece di distro, di desktop di inutilità che non serve alla produttività, prendi l’esempio di android, deriva da linux eppure il suo successo deriva dalla diffusione e dalle migliaia di applicazioni che vanta.

        • fabio crivaro

          basta sviluppare software
          dire che e’ limitato perche’ ce’ chi paga per avere i softw e chi invece deve lavorarci free con tutti gli inconvnienti (e cmq fanno un buon lavoro) questa si che e’ una blasfemia
          e cmq tu sottovaluti la potenza hw dei pc che montano xp mettici il 7 e vedrai che bel sistema reattivo avrai se gira almeno…

        • Antonino

          non c’è bisogno di cancellare niente, soltanto di essere un pio meno ignoranti
          senza offesa naturalmente

          • kenshiro000

            non mi sento chiamato in causa minimamente, ti lascerò credere quello che ritieni opportuno, ma un fatto è chiaro la mediocrità di linux in ambito software, molti di questi non aggiornano le librerie da una vita e la loro obsolescenza non lo renderà mai convincente.

          • Antonino

            Io uso linux da anni
            Non per lavoro
            Non gli manca niente
            Ripeto solo ignoranza, sempre senza offesa, per uso casalingo linux è perfetto moooolto meglio di wincess e molto piu semplice per la massa
            Per lavoro secondo che lavoro fai scordati linux tutto qui
            È ignoranza e pregiudizio da paese non prendere in considerazione linux per uso casalingo
            Pregiudizio perche è gratuito il sistema
            Ignoranza perche cambiare fa sempre fatica a tutti
            Meglio stare nella merda al caldo no?

          • biosniper

            ma stare nella merda alla fine è solo un imbroglio…

            grandioso esempio di morale…

          • Antonino

            ok si è capito che ti piacciono i software proprietari

          • biosniper

            niente AFFATTO!!!!!!!!
            la tua immagine mi ha solo fatto venire in mente questo filmato …, sono per l’open source
            🙂
            non prendiamo fischi per fiaschi!!!
            :-))

          • Antonino

            Va bene hai ragione te
            Adesso peró basta
            Usa ció che vuoi
            Addio

          • biosniper

            lo devo prendere come …un vai a quel paese?
            perchè se è così ti posso inviare una mappa dettagliata per raggiungerlo quel paese lì!
            non accetto questo tono, io ti ho inviato sorrisi e un video molto carino, non ho contestato nulla di ciò che dici e se mi merito una risposta del genere allora ti annovero tra gli abitanti di quel paese e addio te lo dico io

          • Antonino

            ok grazie mille ciao

          • Antonino

            ok

        • Gianluca

          Hai ragione al 50% !!!
          Linux lo puoi utilizzare benissimo in certi settori lavorativi, ma in altri no.Spero non mi paragoniate photoshop a gimp o audacity a ableton, giusto per fare un esempio(sempre ricordandoci che per le licenze bisogna pagare e non scaricare i vari serial o crack)
          Giusto un mese fa si e parlato dei gestionali per le pmi e vari software per la contabilita che girano esclusivamente su piattaforme wintel, e non ci sono alternative.

        • biosniper
    • Antonino

      anche secondo me è sbagliato

  • Ermy_sti

    personalmente ritengo che lubuntu/xubuntu siano la scelta migliore: i più simili a windows xp, consumo ram simile e 5 anni di supporto che per le aziende è una manna dal cielo

  • Cristian Puddu

    Apprezzo molto l’articolo. Credo che un po’ tutti i siti e blog dedicati al mondo dell’opensource dovrebbero in questo periodo cercare di sensibilizzare al massimo gli utenti, quantomeno per cercare di cattuare l’attenzione di chi per aver sentito dire, “usa linux al posto di xp” spinto dalla curiosità possa tramite un motore di ricerca approdare qui e trovare altre informazioni.
    Alcune aziende del settore tra cui Canonical purtroppo non mi sembra stiano sfruttando l’occasione. Io al posto loro qualche risorsa in annunci pubblicitari l’avrei spesa.

    Fatta questa premessa, in ambito lavorativo molto poi dipenderà dalle aziende che servono le pubbliche amministrazioni. E’ anche un loro compito far capire al responsabile del settore che anzichè migrare a win7 potrebbe adottare un sistema Gnu-Linux. Credo che in Italia ci siano molti uffici pubblici (comune, ospedali, ecc..) interessati dalla scadenza del supporto a Xp.

    Il resto dei commenti mi riporta a circa 10 anni fa, quando ragazzini brufolosi si scannavo nei forum su argomenti del tipo cosa riesco a fare io e tu no, questo gira, questo non gira. Ragazzi, ma anziché perdere tempo in questi commenti, cercate piuttosto di parlare nel bar, tra amici, famiglia, nipoti e nonni 🙂 di Linux cercando di far capire agli altri, che voi che l’usate non siete marziani.

  • biosniper

    il sistema operativo più leggero del mondo:

    http://kolibrios.org/it/

    vi sfido a trovarne uno più veloce e leggero
    ;.-)

    testato personalmente

  • biosniper

    http://kolibrios.org/it/

    vi sfido a trovare un s o più leggero
    😛

  • Non ha senso.

    Tutti coloro che hanno i pc vincolati a scanner e stampanti con driver specifici difficilmente apprezzeranno passare a Linux o saranno costretti a cambiare le periferiche con altre compatibili.

  • Kevin

    tallinux. altervista. org/ blog/usavi-windows-xp-prova-xpubuntu/
    XPubuntu .. alla fine è una xubuntu modificata, l’avevo trovata in un articolo. Niente di ke ma x il niubbo di windows dovrebbe essere semplice da usare

  • Emanuele Di Matteo

    Articolo interessante ma con poche vere alternative a WINDOWS… ce ne sono un fottio di sistemi operativi… e molti funzionano meglio di windows… basta cercare e basta avere l’hardware adatto, che è il vero unico limite alla fantasia ! Se potete spendere soldi, vi consiglio S.O. dedicati come AmigaOS 4.1 FE, MorphOS, HAIKU, MacOS e molto altro ancora… se volete recuperare il vostro vecchio hardware senza spendere una lira, ci sono tantissime distribuzioni di Linux, Kolibri, MenuetOS, SkyOS, Syllable, ReactOS e molti altri OS… se invece potete spendere poco allora consiglio le distribuzioni di Linux più recenti come Debian, Ubuntu, Suse, Mandriva, CentOS, e molti altri ! Il migliore ?! Dipende… se cercate la perfezione fatta OS vi consiglio AmigaOS, MacOS, MorphOS… ma dovete studiare perchè non sono facili facili come Wincozz ! Se invece cercate l’OS per i videogame, solo Windows può venirvi incontro. Se cercate per il lavoro, quasi tutti vanno bene… dipende semplicemente dal lavoro che dovete svolgere. Buon proseguimento ! P.S.: Do una dritta a tutti coloro che non capiscono NULLA di INFORMATICA e dicono BLASFEMIE, come qualcuno, che le applicazioni non si possono fare per gli altri OS… la verità è che su altri OS non servono molte applicazioni, per diversi motivi, uno dei quali sta proprio nel fatto che gli altri OS non sono quella ciofeca di windows. Un OS che si pianta ogni 3 per 2 e pretende di fare tutto da solo è una offesa all’intelligenza umana… e non a caso windows è l’OS più venduto al mondo, non perchè è migliore ma perchè il popolo non capisce un cazzo ! Offendetevi pure se volete ma è la triste verità. Inoltre ci tengo a precisare che qualsiasi software può benissimo essere realizzato per qualsiasi OS, basta farlo, decidere l’hardware minimo necessario al suo funzionamento, e metterlo in commercio, sia free che a pagamento. Non c’è limite alla realizzazione di software, ci vogliono solo soldi, competenza ed idee chiare ! Purtroppo siamo invasi dall’era del consumismo, ergo, se un prodotto non produce miliardi, semplicemente non c’è interesse nel realizzarlo, se non con l’OpenSource.

    • Hai ragione, Matteo ed io che non mi offendo di fronte alla verità ti dico che io faccio parte di quel popolo al punto tale che vorrei capirne un pò di più e ti chiedo se per favore mi pottresti dare qualche dritta per poterci cominciare a capire qualcosa da quando ho installato linux mi rendo conto che è sarebbe più necessario fare dei corsi di informatica alle elementari invece che far finta di fare le lingue che poi mi sono dovuto imparare da solo attendo tue notizie e ti ringrazio ti qualsiasi cosa mi tu mi possa informare

No more articles