Vi presentiamo un’interessante software con il quale potremo facilmente salvare informazioni meteo quotidianamente per poter creare report, ecc.

WeatherLog in Ubunutu Linux
Sono molti gli utenti che amano consultare le condizioni e previsioni meteo delle proprie località preferite, vista la richiesta in questi anni abbiamo visto approdare in Linux diverse applicazioni dedicate. Ad esempio per Ubuntu troviamo My Weather Indicator (disponibile anche per Android), per KDE abbiamo plasma widget yaWP, se abbiamo GNOME troviamo GNOME Weather oppure l’estensione Weather o OpenWeather ecc. Per gli appassionati di previsioni meteo arriva per Linux il nuovo software denominato WeatherLog.

WeatherLog è un progetto open source, scritto in python con interfaccia grafia GTK+3, che ci consente di registrare quotidianamente informazioni meteo delle nostre località preferite per creare in un secondo momento report, statistiche, ottenere informazioni sulle tendenze del passato ecc. Attraverso WeatherLog potremo registrare temperature massime e minime, vento, umidità, pressione ecc il tutto con estrema facilità, i dati salvati  ci consentiranno di effettuare statistiche (esempio due anni fa come oggi pioveva e c’erano 4/5 gradi in meno ecc), report, stampare dettagli di un mese ecc.
WeatherLog non è automatico, dovremo inserire manualmente ogni giorno i vari che possiamo recuperare dal web oppure dai nostri termometri, ecc.

Utilizzare / avviare WeatherLog in qualsiasi distribuzione Linux è molto semplice, basta scaricare l’applicazione da questo link, estrarre il file .zip e avviare il terminale all’interno della cartella dell’applicazione(per farlo possiamo utilizzare Nautilus Open Terminal) e digitiamo:

python weatherlog.py

e avremo WeatherLog avviato.

Home WeatherLog

  • Kdenlive è un software mai esploso davvero. Si pone come prodotto per l’amatore che desidera qualcosa in più, tuttavia questo qualcosa in più non sempre c’è. Il suo sviluppo è lento e non tengono conto delle richieste degli utenti. Lo sconsiglio. Esempi. L’esportazione dei file non è chiara e spesso non funziona. Molti effetti non esistono o non funzionano bene, ad esempio il reverse. Non integra il download diretto su youtube con relativa configurazione. Spesso crasha. Per elaborazioni semplici ci sono altri software abbastanza buoni su linux.
    Quindi Lightworks renderà la presenza di Kdenlive abbastanza inutile.

    • lucio

      se magari ci dici anche il nome di qualche software migliore 🙂 io ho provato openshot ma onestamente preferisco kdenlive

      • Assolutamente d’accordo con te:)

      • Guest

        Pitivi, Cinelerra (altro programma purtroppo buttato un po’ via), Kino, Avidemux, Cuisine, Main Actor ( ma a pagamento ), LiVES.
        Dai a guardare su internet sono bravi tutti! no? ciao

      • Cmq, con Lightworks il vuoto verrà colmato alla grande! 🙂

        • ciro

          per esperienza ti dico che Lightworks è fuori dalla portata di un utente medio,Kdenlive è ottimo,facile,esporta in tutti i formati senza perdita di qualità,forse non lo hai sfruttato a modo o non ne conosci le potenzialità

          • Io credo invece che sia un software limitato nelle cose semplici e con molte possibilità per questioni più complesse. Si pone a metà, ma crasha spesso e l’esportazione è tutt’altro che comprensibile, anche per un utente medio. Lightworks lo uso spesso, non mi sembra così complesso. Ciao

          • Rastin

            kdenlive improvvisamente ti molla sul più bello! 🙂 E poi tutti quei numeri per esportare, ma non bastava inserire dei formati e delle risoluzioni, non ci si capisce niente! E poi non è social.

          • ciro

            mai avuto problemi di crash,forse una volta o due,dipende anche come lo avete installato e su quale distro,su Arch e Chakra entrambe KDE non ho problemi

          • Giulio

            Io mi trovo abbastanza male. Provengo da Vegas Pro, che è un programma semplice per windows. Kdenlive di positivo c’e’ che è leggero. Di negativo le esportazioni.

        • Giulio

          con lightwors e ardour e con l’arrivo di quell’altro programma stile ableton finalmente si colma un bel vuoto. Speriamo che lightworks non sia troppo esoso di risorse.

    • Maltrap

      quoto tutto. E poi esporta malissimo! non perde qualità, ma ti lascia delle terribili bande nere cui non ci si può opporre! 🙂 E poi crasha.

      • quelle bande sono una rottura di palle per chi si approccia. 🙂

    • maniuz

      al momento cosa consiglieresti di usare su linux?

  • roberto

    io lo uso tutti i giorni (kdenlive). ha i suoi difettucci ma tutto sto disastro che dite voi non lo condivido. è vero che crasha ma non spesso, io dopo ogni modifica importante salvo il progetto, se dovesse crashare lo recupero immediatamente. l’esportazione è il suo punto debole, io esporto senza perdita-HQ poi però c’è bisogno di una seconda conversione, di solito uso handbrake. sicuramente è un software molto da migliorare e che viene sviluppato lentamente, però è gratis 🙂

  • Punti di vista. Povero Kdenlive!
    Uso quotidianamente Kdenlive, vuoi per montaggio che per convertire video.
    E’ vero a volte “crashava”… poi l’ho provato su varie configurazioni di PC.
    Sull’attuale configurazione non mi abbandona, altri -pagati!- lo fanno.
    Francamente quello che manca a Kdenlive per essere un “vero” software di postproduzione (videomontaggio già lo è!) sono gli effetti 3D, una “vera” titolatrice (i titoli li faccio con Magix e spesso ricorro a Magix per gli effetti “speciali”), e un buona interfaccia per la produzione del DVD (per il prodotto finale generalmente uso EDIUS, e per qualchecosa di “diverso” sempre MAGIX)…
    Allora qualcuno si domanderà: perchè usare Kdenlive?…
    Ho imparato ad usarlo (come gli altri) e per me è più veloce.
    Osservo, poi, che nessuno obbliga all’uso di un software GRATUITO che non piace.
    Se Kdenlive, fosse immesso sul mercato integrato di effetti 3D, FX, titolatrice, Burn etc… lo comprerei ad occhi chiusi.
    Al momento mi permette di utilizzare il meno possibile Windows.

No more articles