Ubuntu viene utilizzato dalla Polizia Postale per scovare truffe online

35
251
In un recente servizio del TG2 dedicato alle truffe online troviamo Ubuntu nei personal computer della Polizia Postale.

Ubuntu nei pc dalla Polizia Postale
Proprio nei giorni scorsi abbiamo parlato di come GNU/Linux sia un sistema operativo utilizzato da molte aziende per ripristinare, eliminare virus, troyan ecc in Microsoft Windows. Ricordiamo inoltre che Linux viene utilizzato anche per gestire il controllo di un acceleratore di particelle o per la produzione di film e serie tv, al Cern di Ginevra, nei SuperComputer ecc oltre ad essere utilizzato anche dalle forze dell’ordine.
Ad esempio la DIA (Direzione Investigativa Antimafia)  utilizza nei propri personal computer DEFT Linux, distribuzione realizzata dal nostro amico / lettore Stefano Fratepietro, per scovare truffe online la nostra Polizia Postale utilizza invece Ubuntu Linux e altre distribuzioni Linux dedicate all’informatica forense.

A confermarlo è anche un recente servizio “Ennesima truffa online tramite posta elettronica” trasmesso nei giorni scorsi dal TG2, dedicato ad una truffa online dove utenti malintenzionati inviano email di spam intestate ad alcuni nostri amici in ferie o all’estero per lavoro o altro e ci chiedono di inviarli del denaro perché hanno smarrito i portafogli.

Durante il servizio vediamo anche alcuni desktop dei personal computer utilizzati dalla Polizia Postale, tra questi notiamo anche pc con Ubuntu, come possiamo notare dall’immagine in alto, vediamo 2 pc con il Launcher / barra laterale caratteristica del desktop environment Unity, uno con una cartina del mondo (a mio avviso potrebbe essere il gestore di TOR che indica i vari relay sparsi per il pianeta) nel secondo invece troviamo Unity senza alcun sfondo.

Non è una novità che le forze dell’ordine, enti pubblici e in questo caso la Polizia Postale utilizza Linux nei propri sistemi, il report del TG2 è comunque una conferma di quanto il sistema operativo libero sia utile (se non indispensabile) per poter operare in rete e trovare falle in infrastrutture, testare la sicurezza di reti, server e molto altro ancora

Colgo l’occasione per ringraziare il nostro lettore gaspy05 per la segnalazione.