The Blender Foundation ha annunciato il rilascio della nuova versione 2.70 del famoso software d’animazione 3D open source.

Blender 2.70
Blender è un potente software open source multi-piattaforma dedicato all’animazione 3D, modellazione, compositing e rendering di immagini 3D. Incluso nei repository ufficiali delle principali distribuzioni Linux, Blender verrà utilizzato a breve anche per la produzioni di un nuovo film “open movie” tramite il progetto Gooseberry. I developer della The Blender Foundation hanno annunciato il rilascio del nuovo Blender 2.70 importante aggiornamento che include molte nuove features.

Tra le principali novità introdotte in Blender 2.70 troviamo alcune migliorie riguardanti l’interfaccia utente, rivisitata con alcune ottimizzazioni, da notare la nuova barra degli strumenti rivisita con una migliore organizzazione delle categorie e liste, rivisitati inoltre alcuni menu e pulsanti.

Blender 2.70 include notevoli migliorie che riguardano il motion tracker, con l’introduzione di nuovi algoritmi rivisitato e migliorato anche il modulo di Cycles, il renderer “fotorealistico” integrato in Blender che introduce diverse ottimizzazioni per migliorare il rendering di capelli textures e OSL (Open Shading Language). Da notare inoltre il supporto per i rendering volumetrici in Cycles migliorando cosi la nebbia, fuoco, fumo ecc e altri vari effetti.

Con Blender 2.70 troviamo migliora anche la modellazione con l’introduzione della nuova deformazione di Laplace rivisitato anche il “Game Development” con nuovi livelli di dettaglio e il supporto per i file PSD di Adobe Photoshop. Per maggiori informazioni sul nuovo Blender 2.70 consiglio di consultare le note di rilascio disponibili in questa pagina.

Per installare Blender 2.70 in Ubuntu e derivate:

sudo add-apt-repository ppa:irie/blender 
sudo apt-get update
sudo apt-get install blender

Blender 2.70 è disponibile anche nei repository ufficiali di Arch Linux, Debian Sid, Sabayon e altre distribuzioni Rolling Release, oltre a Microsoft Windows e Mac OS X.

Home Blender

  • Dario Grillo

    “i software open sono inferiori rispetto a quelli proprietari” cit.

    • eticre

      per forza, i software opensource sono sviluppati da geek quindicenni con una mano perennemente occupata a fare altro.

      • Dario Grillo

        Ovviamente, è risaputo che tutti i geek sono anche grandissimi spipparoli

      • Brau

        Il concetto di geek à la “rivincita dei nerds” è morto 30 anni fa, ora i veri geek sono quelli che fanno i milioni in borsa e che comprano atolli nel Pacifico per il solo gusto di esibirli alla loro compagna top-model, altro che pippe…

        • Dario Grillo

          Beh ma allora vedi che alla fine la testa ce l’hanno sempre la?! XD

    • Mazingha Zubba

      tu ci ridi…ma l’avevo letto dai commenti di qualcuno, che sembrava seriosamente convinto, recentemente in qualche post.

      • Dario Grillo

        e che ti frega?, per loro è meglio il software proprietario?! buon per loro, non vale neanche la pena spiegare i vantaggi derivanti da uno sviluppo aperto e collaborativo

  • Blender è fantastico! Tranne che su ubuntu e mint!
    Ciao! 🙂

    • Ermy_sti

      perchè mai? io ci lavoro benissimo 😉

No more articles