Microsoft ha deciso di abbassare notevolmente i costi della prima versione di Surface RT venduto praticamente a 200 Euro la versione da 64 bit.

A quasi due anni dal debutto Microsoft Surface rimane ancora un device con molte difficoltà ad entrare nel mercato a causa anche del prezzo. Per cercare di smuovere il mercato Microsoft ha deciso di scontare (e non poco) la prima versione di Microsoft Surface RT ossia con processore ARM e la versione con Windows 8 RT rilasciata nel 2012. Venduto fino a poco tempo fa a quasi 500 Euro senza Cover Touch, attualmente è vendita (la versione da 64 GB) da MediaWord a 299€ con Cover Touch e ben 100 Euro di buoni sconto (alla fine bene o male lo paghi 200 Euro).

Microsoft Surface RT dispone display da 10 pollici HD processore quad core NVIDIA Tegra 3 con 2 GB di memoria Ram e uno storage di 64 GB, per la connettività troviamo Wi-Fi (802.11a/b/g/n) e Bluetooth 4.0 technology e sensore di luce ambientale, accelerometro, giroscopio e bussola digitale.
Non sarebbe affatto male se ci fosse la possibilità di poter installarci sopra una distribuzione Linux (possibile solo con la versione PRO come da immagine in alto).
C’è da chiedersi se la colpa è proprio del tablet venduto a prezzi elevati o di Windows 8 / 8.1? Se fosse possibile rimuovere Windows e installare Ubuntu o altra distribuzione Linux lo comprereste?
  • ManigoldoNoCancer

    Non c’è modo di installarci linux ? Qual’è il motivo tecnico alla base ? Non trovo niente di rilevante su g00gl3.

    • Alessandro Giaquinto

      Se non sbaglio la secure boot e/o l’Uefi installato impedisce qualsiasi modifica o installazione di Os differenti…

      • il modello pro (non quello dell’articolo) ha il processore x86 quindi puoi installare una distro recente
        questo è arm ed è li il problema

        • alex

          la versione rt ha il boot loader bloccato, era uno dei requisiti richiesti da MS ai produttori per poter installare W8 RT. Quindi non ci si può fare niente. Tra l’altro non si sa nemmeno se la versione RT avrà un futuro, visto che è stato il principale fallimento di W8. Quindi anche se costa poco non è assolutamente un dispositivo che mi interessa.
          Interessante invece sarebbe la versione del Surface Pro (quella con l’intel) che non ha blocchi a parte l’UEFI, quindi ci si può installare Linux e se non lo si vuole fare almeno c’è un W8 completo e non quella ciofeca di RT.
          Tra l’altro la caratteristica più interessante del Surface pro è il digitalizzatore wacom con tanto di penna e scrittura digitale. Pur apprezzando molto linux, in tale ambito Windows è ancora molto avanti al momento, almeno per quello che fino ad ora ho visto su linux (per appunti, note, disegni, ecc… )

    • cioma2

      prova questa guida
      h**p://***.geek.com/microsoft/how-to-install-ubuntu-on-the-surface-pro-1539262/

      • è il pro con processore x86 non arm come quello indicato nell’articolo

  • Salvatore Gnecchi

    io l’ho comprato proprio per via del prezzo stracciato. Windows RT é sicuramente un limite ma le prestazioni generali del tablet sono eccellenti. Se riuscissero (/volessero) crackarlo per metterci altro, sicuramente ci proverei =)

    • ho un collega con asus t100 che è un tablet simile e non è male
      in quel caso però ha un processore x86 volendo può installare anche in dual boot ubuntu (anche se attualmente non supporta il wifi quindi deve collegarsi con una pendrive wifi collegata alla parta usb).
      peccato che questo sia arm e a mio avviso è molto dura installarci si una distro stabile al posto di windows 8
      per 300 euro (che alla fine son 200) non è male a mio avviso come tablet pc

  • ge+

    se ci si potesse installare linux, sarebbe un affare a questo prezzo.
    ma, dopotutto, perchè dovrei supportare microsoft comprando un suo prodotto?

  • Come mai hai comprato un PC che sembra più vecchi di quello che è?
    Perchè ne hai comprato un prodotto Microsoft?
    Perchè hai una casa col giardino, me la regali?
    Ciao! 🙂

  • Stefano

    Credo che la convergenza si sia rivoltata contro a Microsoft.
    Hanno creato due distinte piattaforme per Tablet: una per ARM e una per x86. Pagano la mancata differenziazione dei prodotti: allo stesso prezzo vengono offerti i tablet con Atom, che offrono la piena compatibilità con le app desktop. Penso che Windows RT venga un po’ snobbato perché percepito come castrato.
    Ben venga comunque il calo di prezzo, aumenta la concorrenza in un mercato che sta crescendo.

    • floriano

      con un simil virtualbox di serie credo che avrebbe avuto più successo…

      • Stefano

        Dici per Windows RT? Si tratterebbe di emulare una architettura x86 su ARM, non proprio una cosa parsimoniosa di risorse e rispettosa della batteria.
        Ciò che ha fatto Microsoft può aver senso in termini di mercato desktop, ma i tablet rientrano nelle dinamiche del mercato mobile, che sono leggermente diverse.

        Se dovessi scegliere tra quattro tipologie di prodotti (Android, iPad, Windows RT, Windows x86), quella che offre meno pregi è evidentemente Windows RT. Poi si può iniziare un discorso di rapporto punti di forza/prezzo. E Windows RT è visibilmente in difetto.
        Una eventuale fusione di Windows Phone e W-RT potrebbe aiutare, ma fino a un certo punto. La concorrenza, purtroppo per Microsoft, ce l’hanno in casa.

        • floriano

          se ci metti anche chrome os e firefox os allora questi surface rt non stanno proprio in fondo alla classifica 🙂

          questo qui lo vedo bene solo per navigare e per l’office di serie…

    • sergio

      RT è castrato

  • floriano

    praticamente costa il doppio del defunto HP TouchPad 😉

    ps. se si potesse intallare linux o android sarebbe un grande affare

  • Ocelot

    Se fosse possibile isntallare ubuntu? In pratica stai dicendo che possa diventare un netbook allora.

No more articles