Vi segnaliamo un’interessante video realizzato dal nostro lettore dario / biosniper1 dedicato ai pregi e difetti di Linux e Microsoft Windows.

Il pro e contro di Linux e Windows
E’ migliore Linux o Microsoft Windows? ormai il confronto da questi due sistemi operativi è diventato un’argomento trattato da molti blog, forum ecc
Tante discussioni visto che ormai molte aziende, scuole, pubbliche amministrazioni ecc hanno iniziato a passare da Windows a Linux, con distribuzioni ormai molto semplici da installare e configurare oltre a fornire anche un’ottimo supporto hardware. Sia Linux che Microsoft Windows non sono sistema operativi “perfetti” in tutti e due  troviamo sia dei pregi che difetti; a cercare di spiegare i pro e contro dei due SO troviamo un’interessante video realizzato da un nostro lettore.

Il video nasce dopo le tante discussioni nate da un video realizzato da Zeb89 riguardante le proprie impressioni nei confronti di Linux, dove vengono indicati solo parte dei pregi del sistema operativo libero.
Dopo la video-risposta del nostro lettore Lez89 arriva il video di dario / biosniper1 dedicato principalmente a confronto tra Windows e Linux:

Colgo l’occasione per ringraziare il nostro lettore dario / biosniper1 per la segnalazione.

Aggiornamento: dario / biosniper1 ci ha segnalato un videorisposta al recente video:

Aggiornamento 2: il nostro lettore Michele Targa ha realizzato una Videorisposta a biosniper1:

Ringrazio ancora dario / biosniper1 per la segnalazione per avermi anche ritratto 😀

  • ergo

    i comandi che dai trasformano il testo del pdf in html non in immagini? tua distrazione? per estrarre eventuali immagini in un file pdf si usa pdfimages!

    • difatti convertendo un pdf in html viene estratte le immagini
      prova e vedrai che è cosi

  • .theShort

    Nobile l’intento dell’autore, però il video è deludente. Privo di contenuti e si focalizza sempre sui soliti due concetti: gratuito e niente virus…
    Ci sarebbero una marea di pregi e difetti da tirare in ballo sia per win che per GNU/Linux, sei minuti di video non basterebbero.

    Poi l’idea di usare un emulatore vocale… XP

    E comunque, non vi siete ancora stancati di perdere tempo con Zeb89???

    • eew

      ha scoperto che attira visualizzazioni, quindi per ora non si stancano.
      viva lo scatolo.

    • dario

      video di risposta anche per te

  • Ocelot

    Sto video è la sagra dei luogni comuni….

    • Renza Laracchia

      E’ vero, i luoghi comuni non mancano.

      • dario

        ascolta video in risposta

    • dario

      ascolta la mia videorisposta, grazie

  • Io devo ancora trovare chi sa configurare in post installazione Windows a dovere ma non sa installare una delle tante distro user friendly che ci sono oggigiorno…

  • Il video è ben fatto e da molte risposte ad orecchie che vogliono ascoltare…

    • Simone

      aa

  • Gabry

    Sono d’accordo con quanto detto in gran parte del video, tuttavia è necessario precisare che alcune affermazioni non sono propriamente vere: “windows è pronto all’uso, linux è da ‘montare'”. Entrambi i sistemi possono essere pronti all’uso (Ubuntu ad es in considerazione dell’ottimo riconoscimento hardware), e poi, se vogliamo essere precisi: se pronto all’uso significa installare e poi immediatamente scrivere una lettera (in maniera decente!), usare un foglio di calcolo, modificare foto, etc.. questo significa, in termini di completezza, linux e non di certo Windows. E poi distribuzione da montare e/o da smanettare cosa? dipende dalla distribuzione ovviamente: vero prevalentemente per slackware, gentoo, etc ma non per fedora, ubuntu e tante altre distro che sono veramente ‘pronte all’uso’ e addirittura senza neanche potenzialmente necessità di installazione (penso al livecd)! Che windows si rivolga all’utenza professionale è l’affermazione più reale dato che putroppo, ad oggi, i programmi professionali sono rivolti ai sistemi Winzoz e/o MacOs. E’ necessario comunque segnalare che l’utenza professionale si rivolge sempre più a MacOS visti i casini che sta combinando Win8.

    • m.

      Esattamente l’obiezione che mi è venuta in mente dopo la prima frase.Non so quanti abbiano mai fatto l’esperienza di installare/reinstallare windows, io personalmente penso, nelle 5-6 occasioni in cui mi ci sono trovato, di aver perso più tempo in queste operazioni (senza contare tweaking e scaricamento del minimo di programmi che ti rende il pc usabile) che ad installare tutte le decine di distro che ho provato (ivi comprese installazioni di archlinux e debian minimali).Poi di guide ad installazioni linux che ti permettono volendo di far tutto bovinamente senza nemmeno chiedersi cosa stai facendo ce ne sono a decine, se hai voglia di capire hai forum e community, per windows di solito il suggerimento è “formatta e fai tutto da capo”

      • dario

        video di risposta anche per te

        • m.

          guarda, rimango esattamente della mia opinione dopo il tuo secondo video. Se acquisti un computer esso sarà perfettamente configurato sia che abbia a bordo windows o linux (più raro trovarli ma esistono).Se parli di installazione/reinstallazione allora devi confrontare correttamente le cose e se parti da zero su windows devi riavviare più volte sia dopo aver installato il sistema, dopo l’installazione dei vari driver critici (bios scheda madre,scheda grafica,raid ecc),dopo l’installazione di altri programmi che richiedono modifiche pesanti al registro e persino quando installi gli aggiornamenti. Ovviamente c’è hardware più rognoso e distribuzioni più rognose su linux ma per l’utente “semplice” come lo chiami non credo che queste ultime siano una prima scelta e nel caso si sia deciso di passare a linux e ci si imbatte in hardware rognoso è comunque più facile trovare un buon consiglio per linux che per windows ma è corretto specificare che ovviamente la platea cui i due sistemi operativi si rivolgono non è la stessa

          • dario, biosniper

            hai ragione, parto dal presupposto di un sistema operativo già confezionato e pronto. se costruissero pc con linux preinstallato non ci sarebbero problemi di configurazione hardware.
            Altro discorso è la reinstallazione di win che prevede logicamente smanettamenti vari per la corretta config. Il mio è sempre stato un confronto tra un pc acquistato con win già installato e pronto all’uso e lo stesso o un’altro pc dove l’utente deve installare linux e vuole tutto che tutto sia configurato alla perfezione.
            quindi il pc acquistato con win asseconda le esigenze dell’utente semplice che non vuole troppi grattacapi.
            anche se certe distro, come dico nel video , richiedono pochi passaggi di configurazione (dipende anche dall’ hardware), vedi ubuntu o mint, altre tipo damn small linux e simili sono molto più complesse. Tengo a dire che la mia non era una generalizzazione di tutte le distro linux: alcune sono molto ben configurate, altre no. purtroppo la mia esperienza si basa più sulle distro “rognose”, mi piace la sfida! 🙂

    • dario

      video di risposta

  • Simone Picciau

    Ma registrare una voce normale no? Comunque non sono d’accordo, l’unica cosa su cui si puo concordare è la mancanza di software professionali. In generale si l’utente di linux e piu smanettone, ma una qualsiasi delle distro piu diffuse e pronta all’uso appena installata, e poi dove li mettiamo i vantaggi dell’essere opensource? correzione di patch, supporto della comunità, sviluppo trasparente, qualità dell’essere unix-like, ecc.

    • dario

      ascolta la mia videorisposta, grazie

  • LelixSuper

    Ma perchè usare loquendo .-.

    • Miroslav

      Se vuoi far sentire la tua voce on-line sminchiando la tua privacy la prossima volta un video del genere fallo tu, e non vi lamentate.
      Smettete di fare ancora ste domande idiote nel 2014.

      • LelixSuper

        Va bene, la prossima volta lo faccio, ma senza loquendo 🙂

      • dario

        videorisposta, vorrei la ascoltassi, grazie

    • dario

      videorisposta anche per te

  • Antonio

    È vero: il video dice molte cose non corrette. Windows è (quasi) pronto all’uso se compro, ad esempio, un portatile in un centro commerciale: ci sono i driver, ma dovrò installare poco altro sofware aggiuntivo. Se invece mi assemblo un pc, o ne compro uno senza SO preinstallato, una distro come Ubuntu è praticamente pronta all’uso (nel 95% dei casi ha i driver riconosciuti e disponibili, in pochi click install software nonfree come codec, skype ecc). Comunque apprezzo i toni e il senso generale del video. Però ora basta a parlare di Zeb, vi prego!!!

    • dario

      ascolta video di risposta grazie

  • G.F.

    …..Basta pietà…..

    Non date più spazio, per favore, a queste cose su un Blog (seppur personale) che dovrebbe trattare informatica per chi usa Gnu/linux.

    Queste piccole guerre tra fan non giovano per niente, se non a diffondere conoscenze confuse ed approssimative.

    • lorenzo s.

      l’onda lunga di zeb89 si fa sentire ancora 😀

  • matteo81

    il problema di questi paragoni è la mancanza di obiettività e in tantissimi casi di competenza..
    La verità resta sempre la stessa: non importa cosa usi… ogni so utilizzato con cognizione di causa è potenzialmente un ottimo sistema
    Questo video è scontato, piuttosto scarno e come tutti i video in rete tratta l’1% delle tematiche che dovrebbero essere ben più approfondite e in ogni caso si respira chiaramente un’aria “pro” pinguino abbastanza tangibile che a mio parere non fa del bene nemmeno a linux…
    La solita minestra riscaldata per fare qualche visualizzazione..

    • Simone

      “ogni so utilizzato con cognizione di causa è potenzialmente un ottimo sistema”
      Tu hai dimenticato ME e Vista secondo me…XD

      • matteo81

        lungi da me dire che vista sia un ottimo os…. ma c’è gente (anche in questo blog) che lo usa e non ha avuto problemi di sorta..
        Questo volevo dimostrare…. poi è chiaro che esiste caso e caso… l’unico limite è uscire ogni tanto dal qualunquismo e dal luogo comune e mettersi davanti a un software senza stupide credenze e in modo curioso piuttosto che prevenuto senza considerare il fatto che nessuno è uguale e ognuno ha una propria visione del modo in cui andrebbe usato il pc

        • Simone

          Sono d’accordo con te, la mia era solo una battuta…

    • dario

      ascolta videorisposta, grazie

  • guerino

    non riesco piu a trovare l’articolo su zeb89 era fino a pochi giorni fa la notizia piu letta del blog ma è sparita dalla classifica

    potete passarmi il link altrimenti mi tocca chiamare giacobbo di voyager 🙂

    • lorenzo s.

      me lo vedo zeb89 inviato speciale di giacobbo..
      bella coppia, tipo santoro-ruotolo

  • Utlizzando i tre principali sistemi operativi windows/mac/linux posso dire che Windows è un sistema pronto all’uso così come lo è anche il Mac e Linux stesso per svariate distro . Certamente per Windows ci sono molti più software che per il Mac e Linux : Quest’ultimo si è più imposto sul lato server dando un notevole contributo allo sviluppo della rete e dei servizi ad essa collegati .Sul lato desktop anche se ancora poco utilizzato non significa affatto che non sia valido .

    • Simone

      Diciamo che è sul lato “consumer” che Linux rimane indietro, perché se vai nei centri di ricerca(es. CERN), negli istituti (es. NASA) e nelle aziende dove è necessaria massima stabilità e scalabilità (es. POWER Plants) Linux E’ la norma.

    • Domanda:
      winZoz, ha software migliore e più utile?
      winZoz batte Linux solo per il settore della grafica (i disegnatori preferiscono la Creative Suite che GIMP InkScape, Bluefish etc etc…)
      Windows resta sempre uguale.
      Gentoo è una meta-distribuzione, ci sarà un motivo!
      Ciao! 🙂

    • js3

      windows ha molti più programmi è chiaro. ma nessuno dice mai che ci sono migliaia di programmi che fanno la stessa cosa!!! fatti da case diverse, con aspetto diverso, ma che hanno le stesse funzioni. ed allora vediamo che il discorso della quantità dei software di windows non è più un argomento così valido… 😉

  • ale

    Lol, windows pronto all’ uso ?
    Per installare una distro linux già pronta all’ uso tipo ubuntu,fedora,ecc (quindi non parlate di gentoo,arch,slackware e simili per favore) ci si impiega 20 minuti,poi è tutto pronto e basta solo installare gli aggiornamenti se non si è usata una iso aggiornata o la netinstall,e basta
    Mentre per installare win su un pc si perde un pomeriggio,installi l’ os,i driver della scheda video,scheda audio,schede di rete,usb 3.0,stampanti,ecc,che o devo scaricare in giro dalla rete (da un’altro pc dato che non va internet),o li trovi in pratici cd (quando il mio pc non ha nemmeno il lettore),poi bisogna installare i software base,ossia un browser serio,un programma da ufficio,lettori multimediali (tipo vlc),e i programmi che si usano,poi bisogna installare gli aggiornamenti automatici (e li vanno via diverse ore fra riavvii e download),bisogna configurare mille robe, attivare windows (o più comunemente craccarlo),e poi si può usare il pc

    Comunque questo del video non ha capito nulla di open source, linux non è meglio perchè è gratis…

    • lorenzo s.

      Quoto, io windows 7 e ubuntu in dual boot. Installo da zero ubuntu ogni 6 mesi, quando esce la nuova versione, e non mi pesa affatto. Windows invece non l’ho mai reinstallato (anche perché non lo uso quasi mai) e al pensiero di doverlo reinstallare da zero mi viene male, perché sta tanto e perché mi secca terribilmente dover rimuovere il software inutile preinstallato. Poi il terrore di perdere la partizione di ripristino.. Dovessi per sbaglio cancellarla Windows non si recupera più!!

    • asd

      Per la precisione, aptosid/siduction si installavano in 2 minuti, da usb, e anche wheezy mi pare che non sia andato oltre i 10 minuti, su hardware non al top.

    • js3

      purtroppo da poco ho reinstallato windows 7 da zero su un pc di un’amica e ci ho messo due serate!!! la cosa più lunga non è tanto l’installazione (che comunque è già molto più lunga rispetto a linux), ma gli aggiornamenti! ore a scaricarli, centinaia e centinaia di mega di aggiornamenti, riavvii continui. poi una volta che aggiorni e rilanci il windows update, ecco che trova altri aggiornamenti! e giù altri mega da scaricare e riavvii continui: un incubo!

      • ale

        Hahaha e non sai quanto ci si mette con xp… fatti 14 anni di aggiornamenti… (va be che esistono le iso personalizzate già aggiornate)

  • Il punto del miliardario che diventa sempre più ricco è una perfetta sintesi di quello che Ubuntu non è! Bellissimo video e bellissima frase che è stata sottolineata…BRAVO per chi l’ha fatto!!!

  • JackPulde

    Potrebbe non c’entrare con il discorso “Windows vs Linux” però sicuramente una cosa che dovrebbe cambiare Linux è il continuo fork di DE e Distribuzioni… Per carità non gridatemi che queste cose si possono fare! Lo so che si può ma rallentano continuamente lo sviluppo di tutto il sistema linux. Secondo me un grosso vantaggio che hanno Windows e Apple è che hanno un loro ed unico “DE” e programmi che girano con il loro ed unico gestore dell’interfaccia grafica… Mentre in linux troviamo i principali (KDE, GNOME ecc..) e un sacco di fork… Così che se un programma è fatto per gnome (esempio) bisogna portarsi dietro dipendenze (e magari non bastano per farlo girare correttamente) e forse non è neanche bello da vedere :/ .
    Più che continuare a far fork, perchè non unire le forze? Perchè creare gruppetti di 2-3 developers? E dopo mi vengono a dire che manca gente che lavora ad un progetto, ma se ce sono 10 simili! Secondo me, si alla libertà di creare quello che si vuole ma un minimo di controllo a non sprecare l’energie su progetti che cambiano solo di grandezza, colori o posizione sul desktop! Oppure creare distribuzioni dove cambiano solo lo sfondo e programmi preinstallati! Questo secondo me è un grosso vantaggio che hanno Apple e Microsoft, che hanno una sola ed unica linea guida… e quindi concentrare le forze solo nella loro idea.

    N.B. Questo non vuol dire di farne uno solo per linux ma neanche 100 di diversi e magari 70 simili tra di loro.

    • Simone

      Io sono d’accordissimo con te, perché sono una persona pragmatica e bado al sodo. Però la libertà è anche questo. Fermo restando che il 99% dello sviluppo VERO, quello che rende Linux un ottimo prodotto, lo fanno poche istituzioni, il resto sono esercizi di stile e voglia di mettersi in mostra, penso.

    • asd

      windows ha un unico DE???? hai mai provato ad assistere qualcuno via telefono su una windows diversa da quella che usi di solito? hai mai provato ad assistere qualcuno che usa i programmini preinstallati? meglio linux,, sei a posto una volta che riesci ad arrivare a un terminale, magari anche via ssh (e magari anche bucando i firewall con reverse port forwarding).

      • JackPulde

        Da Windows XP fino anche a Windows 8 i menu cambiano solo di posizione e forse qualche nome e già li è un vantaggio, perchè se ne facevano uno nuovo ogni volta sarebbe “panico” ad ogni nuova versione… Eh si, ho già fatto supporto via telefono ad amici o parenti…

        P.S. Non uso Windows da un pò di tempo…

        • Manolo

          Mac essendo una scatola chiusa, sì ha un unico DE intoccabile. Windows, come Gnu/Linux, come tanti altri OS tutti NON sono scatole chiuse e permettono di scegliere e personalizzare a piacimento chi più, chi meno il DE. Per chi non lo sapesse, grazie a specifici tool gratuiti o non, pure Windows in tutte le versioni consente grosse personalizzazioni fino a ribaltare l’intera interfaccia UI.

          • Non dire cacchiate per favore!!!
            Oltre a un discorso inutile e non vero,
            non esiste un: Interfaccia UI
            esiste una:
            User Interface
            .
            Ciao! 🙂

  • andrea silv

    non è bellissimo sentirsi dire che a lavoro passo ore e ore a bighellonare su internet davanti un pc con windows… ma il video (per essere stato fatto da un teenager) va bene anche così!!! 😉

    • EnricoD

      haahah 🙂

    • dario

      per te video di risposta

  • Asdo

    Windows è pronto all’uso perchè qualcuno prima si è preso la briga di preparare il PC! Questo vale anche per i Mac!
    Linux ti metti tu (con piacere) a far stare tutto a posto. Come una casa che ci si arreda! 😉

    • Simone

      Ma infatti, io non sono certo un genio, ma mi sono fatto la “casa” come mi piace e quando sono obbligato ad usare il Bug N°1 mi sento tarpato. Senza contare che l’amico che te lo prepara lo trovi sempre, chi di noi appassionati non ha fatto il pc ad amici/parenti?

    • js3

      non dimentichiamo che alla maggior parte degli utenti linux piace molto personalizzare il proprio sistema. ma se uno si installa, ad esempio, ubuntu ha già un sistema pronto e funzionante, senza bisogno di farci nulla, senza nessuno smanettamento.
      è il modo di porsi che cambia. io personalizzavo pesantemente anche windows (taaaaanto tempo fa!), ma la maggior parte delle persone accende il computer e lo usa, non badando se una barra delle applicazioni è a destra o in basso, se le notifiche restano attive o no, se il file manager ti fa vedere quanto spazio hai nell’hd, ecc. semplicemente lo usano, magari adattandosi da una versione all’altra (da un vista ad un 7 ad esempio. “ah! adesso l’icona l’hanno messa là! ok..”), ma senza sentire la necessità di adattarlo secondo le proprie esigenze.
      altro discorso è usare una distro che di default usa solo software open (come fedora). per un nuovo utente immagino sia senz’altro meglio una distro che abbia integrati adobe, flash, codecs vari, e così via.

  • Antonino

    praticamente non si paga il montaggio della macchinina

  • Max

    perchè lffl dà tutta questa disponibilità a titolo gratutito a sto zeb89????

    • Simone

      attento che ti banna!

  • cristian

    Apprezzo il video ma quando si fa qualcosa bisogna metterci la faccia.

    • Miroslav

      oggi come oggi è invece meglio evitare di farsi vedere, direi che sia sottinteso.

    • dario

      per te video risp

  • markit

    interessante il video ma, sigh, trascura la differenza fondamentale: Winzoz è sw proprietario mentre GNU/Linux libero. Non centra avere la macchinina già montata o no, centra poterla smontare e rimontare, studiare e modificare, non dipendere da un unico negozio di giocattoli.
    Questo la dice lunga sulla scarsa consapevolezza anche di chi si ritiene “informato” sul vero nocciolo della questione.

    • Andrea De Gradi

      C’è da dire che questa cosa interessa solo ad un certo numero di persone, molte persone non hanno alcun interesse a montare e smontare, vogliono accendere il computer, cliccare sull’icona di “internet” e aprire facebook senza troppe storie. Questa tipologia di utenti non è da disprezzare, ognuno ha i suoi interessi mica devono tutti per forza essere dei super smanettoni. Anzi per certi versi è proprio l’utente medio quello che decreta il successo di un prodotto e Windows non ha l’80% (forse anche di più) del mercato solo perché Bill Gates è stato bravo a venderlo.

      • js3

        ma scusa, dopo l’installazione di una distro (nella stragrande maggioranza dei casi) hai già tutto pronto per accedere ad internet, facebook, creare documenti di office, ascoltare musica, gestire le raccolte di mp3, vedere video, ecc ecc.
        l’utente che usa il computer solo per fare queste cose ha già la pappa pronta, più che su windows, dove come minimo devi comprare ed installare office! il resto bene o male c’è già anche là. quello che manca te lo cerchi frugando in mille siti, lo scarichi/compri e lo installi. su linux: un click per il software center ed installi quello che vuoi, senza il rischio di prendere virus e trovarti chissà quali altri programmi installati semi-automaticamente (tipo le barre di ricerca sui browser)

        • dario

          per te video di risposta

          • js3

            appunto, come ho scritto: nella stragrande maggioranza dei casi, non sempre! con questo voglio dire che se uno usa il computer per fare quelle due fesserie che sono anche citate nel video (aprire il browser e scrivere “ciao mamma” su abiword, che è quello che ho scritto io) allora nella maggior parte dei casi una distro è già pronta appena installata. è chiaro, poi, che (proprio per semplicità, diffusione, supporto) uno non se la vada a cercare mettendosi una distro fatta da due persone in burkina faso! 🙂 le funzioni ed i programmi di base di solito si trovano nelle grandi distribuzioni, che quindi le puoi usare senza intoppi già appena installate.

          • js3

            non voglio fare il criticone nè tantomeno il fanboy (data l’età non me lo potrei nemmeno permettere!!!) 🙂 voglio dire che per un utente di base come quello descritto sopra non trovo marcate differenze fra l’utilizzo out of the box di windows o di una distro consolidata. quando poi iniziano a spuntare altre esigenze, allora si deve per forza installare qualcosa, sia in win che in linux. e trovo che le installazioni di qualsiasi cosa siano molto più semplici, immediate e pulite in linux.

          • dario,biosniper

            d’accordo con te
            😉

          • Andrea De Gradi

            Ti rispondo 3 giorni in ritardo ma spero che leggerai lo stesso. L’ultima volta che ho installato Fedora ho avuto problemi con il bluetooth, la tecnologia Nvidia Optimus non mi è stata riconosciuta e ho dovuto installare (e configurare con qualche problemino) bumblebee, per usare il flash player ho dovuto abilitare a mano i repository, chiudo lo schermo del laptop e mi va in stand by, vado nelle impostazioni e non c’è l’opzione per sistemare la cosa (con GNOME per sistemare questa cosa bisogna andare ad editare dei file). Cerco delle guide su come fare delle cose e trovo terminale, terminale, terminale, su windows il terminale nessuno sa che esiste. Non sto dicendo che risolvere questi problemi sia complicato ma con windows queste cose non esistono proprio, certo che se comperassimo un computer con una distro linux già preinstallata e adattata all’hardware del pc sarebbe una cosa diversa…

            Ora, in quanto a “user frendly” le distro linux sono migliorate moltissimo (e windows 8 ha peggiorato la situazione) ma secondo me c’è ancora un pochino di strada da fare, prima fra tutte cercare di eliminare l’uso del terminale nella risoluzione dei problemi, il terminale è comodo ed efficiente per gli appassionati ma brutto e spaventoso per i nuovi utenti, perché consigliare loro di usare apt-get (lo si fa in tutte le guide) quando c’è il comodo e amichevole synaptic?.

          • js3

            sei un troll! ahahahahah scherzo!!! 🙂 (non so quasi cosa voglia dire!!!)

            per le cose che hai scritto non posso darti darti torto. mi sono reso conto proprio in questi giorni di aver avuto finora una gran fortuna col mio acer: ho sempre provato mille distro e non ho mai avuto nessun problema di riconoscimento hardware. invece da due giorni sono alle prese con un netbook samsung di un’amica (dove le ho voluto mettere linux) e non c’è verso di far funzionare il wi-fi! sono partito con fedora e niente. allora mi sono spostato su xubuntu, poi su ubuntu, pensando al maggior supporto globale, ma non sono serviti nemmeno i tools appositi samsung. risultato: oggi elimino ubuntu e rimetto tutto come prima (ahimè, win7 starter: un chiodo!).
            (continuo nel post seguente)

          • js3

            io uso fedora, ma appena installata le manca molto a causa della volontà
            di usare solo software open, che non sempre funziona a dovere. risolvi
            tutto con easylife, ok, ma effettivamente uno strumento così lo
            dovrebbero mettere almeno come scelta iniziale. neanche a me piace usare
            il terminale, anche se mi ci sono dovuto adattare, imparando a fare
            giusto alcune fesserie, seguendo le guide online o le procedure
            descritte anche qua su lffl.
            pareri sulla distro a parte, trovo veramente ottimi gli strumenti della defunta pearOS, che ti permettevano di personalizzare comodamente moltissimi aspetti del sistema, senza aprire il terminale.
            hai ragione: si dovrebbero fare più sforzi per rendere le procedure più semplici, senza dover usare il terminale. immagino che la maggior parte degli utenti che passano da queste parti si stia già preparando le pietre da lanciarmi, ma se un utente X vuole usare il computer non deve per forza dover conoscere un linguaggio di programmazione o saper fare chissà che. quando apro il browser non me ne importa niente di conoscere i codici delle pagine che visito, come modificare una pagina, ecc. voglio solo navigare! quindi, sì, ti do ragione.
            e comunque ho visto che ogni volta che esce un tool con gui per personalizzare un sistema (gnome tweak tool e affini) tutti lo accolgono con piacere. allo stesso modo si dovrebbero implementare gli strumenti per l’installazione dei programmi: dare la possibilità di scegliere al primo avvio quali programmi ti possono servire ed installarli subito e semplicemente; rendere più completi i software center (yumex è fantastico, ma in quanto a descrizione dei programmi e classificazione… beh, diciamo che è migliorabile!).

          • dario

            hai colto nel segno ciò che voglio dire io. Poi che gli altri siano d’accordo o meno è solo una questione di opinioni ed esperienze personali. Io, come te ho quasi sempre dovuto smanettare per installare e be configurare le distro linux, non che la cosa mi sia dispiaciuta, ma come dici tu, non tutti gli utenti possono essere d’accordo a questo tipo di approccio col pc.

          • freestyle72

            Il fatto da capire è cosa ti ha portato in più l’aver attivato la tecnologia Optimus di Invidia!

            Secondo me i denefici sono trascurabili a tal punto che anche non averla non è un dramma.

            Il Pc FUNZIONA ugualmente.

            Per Fedora si sa che se si vuole TUTTI gli accessori bisogna abilitare i respository FUSION.
            Un pò d’informazioni prima di decidere quale distro scegliere in base a ciò che si vuole ottenere, sarebbe il caso!
            Tantopiù che ne esistono per tutti i gusti.
            Per esempio Mint è già completa e pronta all’usa (chiavi in mano), post installazione ….

            Devi anche valutare quale DE si addice meglio al tuo modo d’intendere un DESKTOP.
            Tali problemi che tu dichiari di aver risolto solo con il terminale, per sempio, con MATE, lo fai da un semplice pannello di controllo!

            Ovvio è che tantopiù un’utente rimane su una distro che offre un più ampio supporto, come UBUNTU, Debian e tutte le derivate, minore saranno i problemi a cui andranno incontro.
            Altrettanto ovvio che se si sceglie strade diverse, ci si deve rimboccare le maniche e risolvere da “soli” (anche se comunque, ogni distro ha la sua comunità), i problemi a cui va incontro!

            Ma è una scelta che ti è data …. non imposta!!! sta a te capire cosa vuoi dalla vita, e hai a disposizione tutti i mezzi, per modellartela a tuo piacimento!
            …. scusa ma non è poco!!!

            Considera che kernel dopo kernel, molto più hardware viene supportato!
            Considera che comunque in Linux hai a disposizione driver free come ad esempio nouveau che attivano già molti effetti, da rendere quelli ufficiali non così indispensabili.
            fronzoli
            Considera il fatto che la può tranquillamente installare su supporto removibile (ad esempio una penna USB, comoda da tener in tasca)e portala sempre con te, come ad esempio sul posto di lavoro, in modo da avere sempre il TUO sistema!
            Non è che ti devi sbattere poi molto ….

            Poi il discorso cambia se parliamo per esempio della qualità dei software….
            In Linux abbiamo ottimi programmi per funzioni di base, anche più adatti ai principianti, perché fanno poche cose, bene e senza “fronzoli”, con semplicità!
            Al contrario mancano quei programmi che ci permettono di andare oltre alle cose semplici, mancano programmi semiprofessionali!
            Dico semiprofessionali, perché quelli professionali ci sono, ma sono fuori dalla portata dell’utente medio, …. uno per tutti è Blender!!!
            Ricordativi che nessuno vieta ad Adobe, Sony, Autodesk, (solo per citarne alcuni), si creare o fare un porting dei propri software (a pagamento), per Linux.
            Non è una regola fissa che tutto il software per Linux deve essere messo a disposizione gratuitamente.
            Anche con esso ci si può guadagnare.
            Basta avere un più alto numero di utenti per accendere i riflettori sul pinguino, … ed è inevitabile che prima o poi questo accadra!!!
            Oggi come oggi vedo un solo pericolo per Linux, e non è ne Windows ne Mac, ma Android!!!!
            Goggle ha saputo attirare molti sviluppatori attorno alla propria creatura, ed oggi abbiamo giochi di disceta qualita è piccoli programmi, ma con l’evoluzione sarà il vero competitor di Windows!

    • dario

      per te videorispost

  • Marco Morini

    Scatola, non scatolo.

    • Simone

      Guarda che l’admin è molto suscettibile allo SCATOLO.
      Poi ti banna. A me l’ha fatto per lo SCATOLO.

      • dario

        ascolta mia risposta in video

    • dario

      per te videorisposta

  • leej

    L’unica verità indiscutibile è che windows, rispetto ai sistemi linux, dispone di un parco software sterminato. Questo è un pregio che vale più di qualunque altro, tant’è che la predisposizione a prendere virus è considerato nulla di più che un blando e accettabile effetto collaterale. L’linux ha il pregio di non prendersi i virus? E chi se ne frega se poi non posso farci tutto ciò che voglio perchè mancano i software? Questa è la vera ragione per cui la stragrande maggioranza delle persone preferisce windows a Linzox.

    • Watt

      Scusa, ma credo che tu 1) o non hai capito nulla 2) o sei un fanboy di windows e come tutti i fanboy è inutile parlarci. Linux non ha software? si vede che non hai mai usato un SO Gnu-Linux. Ha meno software di Windows: è una ovvietà. Però diciamoci anche la verità: l’utente medio usa un browser, player multimediale e pochissimo altro. Se poi sei un masochista, che non si cura di “effetti collaterali”, preferisce un antivirus gratis che lo protegge dal 20% del malware, o magari pagare un antivirus che lo protegge dall’80%… be’, ognuno è libero di farsi del male come meglio crede!

      • dario

        videorisposta x te

    • Miroslav

      se solo l’utente medio utilizzasse il suddetto parco software sterminato -_-

  • Daniele

    Lo scatolo???? ahahahh

    • Simone

      Condivido. Infatti i miei commenti sono stati cancellati e la mia email è stata bannata per questo.
      Perché ho scritto: “SCATOLO???!?! SCATOLO non si può sentire!!!!”

      • dario

        videorisposta per te

    • dario

      videorisposta

  • Salvi

    Il problema della diffusione di Linux e’ solo un fatto di mercato e di lobby.Quante volte abbiamo visto Linux già preinstallato su un fisso o portatile che andiamo ad acquistare? Zero! Inoltre esistono pochi siti che danno questa possibilità o vendono solo l’hardware senza OS. Ma ovviamente questo non è alla portata di tutti, visto che la maggior parte della gente che usa regolarmente un pc, non sa neanche cos’è un sistema operativo.Figuriamoci scegliere una distro, capirne le differenze e poi partizionare, scegliete il tipo di file system, cifratura o no, installare periferiche,driver…
    E anche a lavoro ultimato l’utente medio andrebbe cmq seguito.
    Poca diffusione significa anche che i produttori di hardware non sempre supportano driver per Linux.E così anche gli smanettoni hanno il loro bel lavoro da fare es. per far funzionare la webcam del portatile. In questo particolare periodo potrebbe essere il valido sostituto di XP, per evitare di sostituire l’hw, ma come dicevo sopra…
    Per il momento rimane un os per gli addetti ai lavori, e forse è meglio così.

    • achille ferroni

      con un portatile acer di tre anni fa ubuntu 12.04 lts va alla perfezione , funziona tutto l’hardware , compresa la webcam e il wifi , automaticamente

      • dario

        ascolta la mia videorisposta, grazie

        • achille ferroni

          personalmente ho un desktop senza webcam ; il portatile ce l’ha mia figlia in studio e ti assicuro che funziona tutto

          • biosniper

            ubuntu è un’ottima distribuzione come mint, fedore, debian, ma nell’universo linux ne esistono tante altre non facilmente configurabili…è questo il messaggio del video

    • Peppe Costa

      Incredibile ma ho trovato inun negozietto un netbook con opoensuse che nn dapeva neanche che era

  • achille ferroni

    non potrei più vivere senza compiz per cambiare spazio di lavoro con la rotellina del mouse ; dei programmi win sento solo la mancanza di radiosure , ma me ne farò una ragione , per il resto voglio essere io a decidere grafica , colori e quant’altro non uno sconosciuto programmatore californiano o indiano

  • dario

    • bi

      quoto

    • Simone Picciau

      MMmm mi hai fatto riflettere, comunque sul vantaggio dell’opensource sbagli a minimizzare la cosa… Anche se non tutti sanno programmare e non possono quindi contribuire al miglioramento del codice, la possibilità che si possa farlo può comunque far aumentare il numero delle persone coinvolte. E fregatene se qualcuno ti ha rotto le cosidette per lo scatolo, comunque anche a me ha fatto ridere!

  • Simone Bruno

    no,no,no…. non ci siamo proprio… tu stai dicendo un TUO pensiero, ma noi ti diciamo che non è così. ti apro e ti chiudo con questo…: Windows, purtroppo non è pronto neppure dopo 20 minuti dall’accensione! poi non è pronto perchè basta inserire un dispositivo USB in Windows mille volte…e mille volte dice “sto installando i driver”. Linux? in 15 anni non ho mai preso un Virus! con Windows ho perso circa 3milioni di lire!!!!!!!!!!

    per favore fai un video messaggio SERIO!
    nè il primo nè il secondo video PURTROPPO rispecchia la REALTÀ.
    mi dispiace e non voglio assolutamente offenderti, ho seguito con interesse i tuoi video ma hai detto cose NON CORRISPONDENTI alla realtà.

    Ubuntu è ad un livello….che, lo installi e sia avvia in 3 secondi ed ha già tutto.
    per prima cosa la sicurezza, mentre Windows ti fa aspettare 5 ore se va bene e poi alla prima connessione si becca dieci virus e mentre lui fa aggiornamenti da solo,senza il tuo volere, tu non riesci neppure a cliccare su ESPLORA RISORSE!

    ti invito a chiedere scusa, per aver insistito col tuo secondo video… anche se hai delle esperienze in informatica, non hai le conoscenze per fare un confronto.
    i miei rispetti.

    • biosniper

      non credo di dover rilasciare scuse a nessuno, perchè il mio è un libero pensiero che non offende nessuno, ho espresso delle personali opinioni basate semplicemente sulle mie esperienze e ci tengo a precisare per l’ennesima volta che non sono un anti-linux…, anzi tutto il contrario. Poi attento a quando dici “… noi ti diciamo che non è così.”, tu parli a nome di tutti? io, come dico nel mio video parlo solo a nome mio,e in modo SERIO, tu a nome di chi parli? tutti i lettori?(leggi per esempio i commenti di andrea de grandi) scrivere frasi del tipo : “non rispecchia la realtà…” la trovo un pò troppo da assolutista!”, la conosci tu la realtà, credi che tutto ruoti attorno ai tempi di caricamento del S.O.? io parlo di configurazione, non di tempi di caricamento. Sono d’accordo con te che linux è una scheggia rispetto a windows, ma non c’entra nulla con la sua corretta configurazione, e come puoi aver visto nei miei video anche io sono d’accordo con te sul discorso dei virus. Ognuno esprime il suo libero pensiero, poi si può essere d’accordo o meno, ma non mettersi dal lato di chi dice: “chiedi scusa, la realtà è un’altra…”. rispetto la tua opinione e spero che non mi consideri un nemico, anch’io come te utilizzo i s.o. linux, ma non critico, ne mi aspetto scuse da chi usa windows o ha opinioni diverse dalla mia, perchè tutte le idee se espresse serenamente e senza inutili offese sono serie e devono essere ascoltate.

      • Andrea

        Bravo, specialmente nelle ultime righe! Simone rasenta il limite del fanatismo 🙁

        • simone

          bah… fanatismo. .. credo di aver espresso e anzi ne sono sicuro, un parere da utilizzatore Linux e non più Bill-Gates dipendente. Libero di IMPARARE ad utilizzare un computer, di installare ciò che voglio, quando voglio, compresi aggiornamenti. Ti sembra una macchina UTILE o UTILIZZABILE un computer che vai per accenderlo e si mette a scaricare o istallare 120 aggiornamenti lasciandoti come un pirla ad aspettare? Non voglio offenderti e non credo d’averlo fatto invitandoti a chiedere scusa a coloro che come me SANNO USARE abbastanza Linux tutti o giorni e riescono benissimo a fare a meno del Monopolio Dittatura Windows. Ciò dovrebbe farti capire che Windows non è INDISPENSABILE e di conseguenza non è realmente utile…se non a Bill.
          “rasentare il limite del fanatismo” oppure ostinarsi a voler essere schiavi di qualcosa che addirittura non solo non funziona, ma è pericoloso per la propria privacy… splulciata anche dalla Microsoft stessa e in modo illegale.

          • biosniper

            io non ho mai detto che windows è indispensabile! figurati che l’ultimo so che ho usato e’ vista…, non conosco win 7 e non so neanche come è fatto win 8.
            dico solo che certi utenti più semplici, vedi mia suocera di 80 anni lo preferiscono per un approccio “apparentemente” più semplice.. Forse non lo hai capito, ma io la penso come te, ma non possiamo ignorare che più del 90 % degli users pc sceglie win: è un dato incontrovertibile, ci mettiamo a criticarli tutti?

  • dario

    scusate se propongo sempre video, ma questo è veramente carino 😀

    • freestyle72
      • biosniper

        ora sono a casa e posso completare la mia risposta, Concordo con l’idea del gelato artigianale, della macchina che la apri e puoi intervenire, ma su una cosa devi essere concorde tu… A quanti utenti interessa veramente questo? Oggi vedo che moltissimi usano il pc solo per collegarsi a facebook, o cose del genere, allora la mia teoria a riguardo è la seguent: linux è per molti ma non per tutti, perchè una cosa deve spingere il suo utilizzatore: LA PASSIONE. La panda e la ferrari sono entrambi auto (rieccomi con le macchine…!), ma la prima la può guidare chiunque, la seconda NO, per guidare una ferrari devi saper ascoltare il motore, accarezzare ogni cilindro, ogni pistone…, insomma ci vuole passione.E’ come se mettessi al volante di una ferrari mia suocera di 80 anni, capirebbe queste emozioni…? linux è per chi lo sa comprendere ed apprezzare, un esempio banale, anche mia suocera saprebbe installare un programma in win, basta cliccare su “INSTALLA”,, fagli invece installare un pacchetto .tar.gz su ubuntu…Ripeto non è una critica di linux, io vedo linux come un libro di storia (alè… nuovo paragone!) dell’università, e win delle scuole medie, Entrambi raccontano la storia, ma il primo è comprensibile a tutti, il secondo solo a chi è arrivato all’università, ma logicamente è questo il testo che ti arricchisce veramente. e ritorno a dire a molti oggi basta fermarsi alla storia raccontata nel libro delle medie, ma non a me…:-).

        • freestyle72

          Ancora una volta quando si parla di Linux si seglie sempre la strada più difficile.
          Io penso che onestamente un utente inesperto, dovrebbe approciarsi a Linux attraverso Ubuntu o meglio ancora Mint!
          Poi se vorrà ampliare le proprie capacità o soddisfare le proprie curiosità dedicarsi alle altre!
          Intanto permettimi di ricordarti (perché sembra che a volte alcuni, te compreso, ve ne dimenticate), esiste già da diversi anni ormai, Ubuntu Software Center, proprio dedicato a coloro che il terminale non lo vogliono vedere.
          Io personalmente mi appoggio sempre a Synaptic, e solo a volte (ma per sfizio), al terminale.
          Android ha dimostrato la validità di tale soluzione a prova d’incapace!

          Non mi dire che su Windows se ti serve un software, e lo devi cercare in rete, sperando che non sia corrotto, sia una prassi più semplice!!!

          Non capisco quasta immagine che si vuole attribuire a Linux, anzi GnuLinux (altrimenti ci criticano), che bisogna perforza passare per il terminale!
          Ma dove stà scritto!!!!

          Io uso Linux da più di 10 anni, e (lo devo ammettere), del terminale conosco poco.
          Per limiti miei se vuoi, ma anche è dovuto al fatto che comunque ho sempre avuto una macchina perfettamente funzionante senza tante seghe mentali.
          Di compiuter nel corso degl’anni ne ho cambiati parecchi, oggi in casa ne ho 4.
          Tutto questo per dire che si può sopravvivere anche senza conoscere affondo il terminale, bastano giusto quei 2/3 comandi.
          Poi certo, il discorso non vale se uno ha un PC “estremo”, o magari è fanatico del perfezionismo, ma già li …. ripeto parliamo di un utente che non è la MASSA!!! …. quello è un utente di nicchia!

          Ho capito che sei un utente Linux, uno di quelli che si vuol tenere il giocattolino tutto per se!!! (scherzo)

          Ma permettimi di dissentire dal tuo pensiero ….

          Io penso che tu sia in errore quando affermi che Linux non sia per la massa, sopratutto perché affermi che oggi secondo te (ma anche secondo me), la gente usa il PC prevalentemente per i social network, e non si capisce bene perché la cosa non la si possa fare con Linux!???

          All’ora capiamoci, …. se la maggioranza della gente fa un utilizzo blando del proprio PC, che consiste nell’utilizzo dei social network, nell’ascolto-manipolazione di mp3, nel visionare video avi, MP4 o MKV, nel ritocco delle proprie foto, nella creazione di documenti tipo office, nella masterizzazione dei propri CD-DVD …. il tutto non lo si possa fare ad esempio con Mint, che in 30 minuti (forse anche meno), ti mette in mano un OS pronto all’uso???

          Mettici anche il di ++++ che non hai fra i c00gli0ni l’antivirus che ti depotenzia costantemente la macchina “frenandola”, …. non dimentichiamoci dei soliti noti mali di windows ad esempio deframentazione … pulizia registro ecc…

          tutte cose che l’utente medio di windows regolarmente non FA!!! … e poi si lamenta dell’inefficenza del proprio pc.

          Diverso è il discorso se è un professionista a doverlo utilizzare.
          In quel caso saltano fuori in modo evidente tutti i limiti dei vari software disponibili per Linux, non adatti ad uso professionale, fatta eccezione di alcuni …. uno per tutti Blender!
          Ma li, siamo di fronte ad una carenza di software non di una mancanza nel sistema operativo.

          Tenendo conto anche del fatto che Linux generalmente utilizza (assorbe), meno risorse in termini di Ram dal proprio Pc, lasciandoci a disposizione un quantitativo libero maggiore da utilizzare con i software che certamente bene fa!

          Per me Linux è adatto e sarebbe più che auspicabile, fosse utilizzato nelle scuole, nei comuni, nella sanità, in posta, in banca, negl’uffici delle forze dell’ordine, …. per farla breve, li dove ci sono PC che contengono dati “sensibili”, li dove non è più ammesso che si spendano soldi pubblici in licenze Microsoft, sofratutto se poi sfornano utenti (vedi le scuole), succube di quel sistema!
          Io per esempio ho una figlia di 10 anni, che usa normalmente il suo PC (casalingo) con Debian a bordo, senza nessun tipo di problema.
          Mi è bastato impostare un tema che richiamasse Windows, giusto per non differenziarla troppo dal Pc che normalmente usano a scuola.

          Non penso che altri siano inferiori ad una bimba di 10 anni.

          • biosniper

            punto d’incomtro…
            allora mettiamola così: Linux lo può usare chiunque ( non ti do torto…, lo usa anche mia figlia di 3 anni…, ma solo per collegarsi a youtube e vedere pocoyo…o al sito gameonline 🙂

            ma chi ne vuole sfruttare a pieno le potenzialità deve in ogni caso avere quel quid in più.
            riguardo a software professionali ti ricordo oltre all’ottimo blender anche gimp, cinelerra, openshot (non professionale, ma carino), inkscape…, anche se su win ne girano altri proprietari veramente niente male…
            comunque è stato piacevole scambiare le mie opinioni con te. ciao e alla prox

          • biosniper

            un’ultima cosa. è vero che esiste ubuntu software center, ma ti ricordo che non si trova sempre tutto. Lo stesso blender lo trovi ad una versione molto vecchia, certi driver (per esempio bumblebee) non li trovi e quindi devi ricorrere ai repositories, e quindi al terminale. ma forse hai ragione tu nel dire che queste sono cose che alla comune utenza magari interessano poco, il mio problema è che a volte mi piace complicarmi le cose 😉

    • freestyle72
      • biosniper

        Ho sempre pensato che solo i cretini e gli stupidi non cambiano mai idea ed io non mi ritengo ne cretino, ne stupido. devo dire la verità il tuo video mi ha fatto riflettere. intanto comincio con l’elogiare il tono assolutamente civile ed educato della tua recensione che molto si discosta da certe risposte che ho letto nel blog e mi hanno lasciato alquanto perplesso. Ma veniamo ai contenuti che hai espresso. Certe cose mi sono piaciute, per altre rimango sulla mia posizione.E’ assolutamente vero quando dici che ci sono pc con linux preinstallato che sono “pronti all’uso”,(e questa cosa io l’avevo già detta a un’altro lettore di lffl) ma diciamoci la verità: quanti? ti faccio un banale esempio: voglio un portatile toshiba…per esempio…Ti risulta che toshiba installi linux nei suoi portatili? (ho detto un nome come un’altro…), quindi la scelta che hai è limitata a quel particolare produttore, non puoi spaziare come con windows. POI SIA CHIARA UNA COSA: win è pronto ma in pc appena comprati e già configurati, ma se lo deve installare un utente con tutti i driver di schede video, audio e via dicendo allora è logico che il discorso non regge più. Poi tu dici che ci sono i cd per installare i driver: giustissimo, ma almeno i cd ce li hai a casa, con linux devi cercare tra i vari blog, forum e via dicendo e se non sai usare il terminale che fai (per fortuna non è il mio caso!), Ribadisco anche a te con tutta l’educazione del caso: ma l’hai capito o no che non sono pro win? io uso linux, adoro linux è solo che non lo vedo adattissimo al’utente comune.
        mi è piaciuto molto il discorso della curva di apprendimento con il grafico… si ti do ragione, nell’informatica come nella vita si cresce e domani saprò tramite l’open source fare qualcosa che oggi non so…: un punto di vista interessante e che condivido senza sarcasmo.
        Il discorso del dual boot era sottinteso come soluzione più logica. è quella che seguo anche io.
        cordialmente…non ho molto tempo per continuare ma sappi che il tuo video mi è piaciuto
        ps: un’ultima cosa: con tutto il rispetto, anche tu hai trattato l’argomento sfornando argomenti piuttosto conosciuti, triti e ritriti, presentati magari soot una diversa angolazione ma infonndo sempre cose che si sapevano, come ci rimarresti se ti dicessi che il tuo video è la sagra dei luoghi comuni?
        ciao

No more articles