E attiva una nuova petizione per portare Linux e l’uso di software liberi come ad esempio LibreOffice  in tutte le scuole Italiane.

 la petizione per portare Linux nelle scuole Italiane
Negli ultimi anni abbiamo segnalato come molti comuni e regioni italiane siano migrate a Linux e l’utilizzo di software liberi facendoci cosi risparmiare diversi soldi pubblici oltre a disporre un sistema operativo più stabile e soprattutto più sicuro. Ad incentivare la migrazione da software proprietari normalmente di Microsoft a Linux arriva anche la  legge varata dal Governo Monti  con la suddetta Circolare 63/2013 che indica come la Pubblica Amministrazione debba prendere in considerazione software open source. Ma purtroppo in Italia sono ancora molte le scuole che sperperano denaro pubblico in acquisto di pc e licenze per software proprietari, per questo motivo è nata una recente petizione denominata “Linux nelle scuole Italiane”.

La petizione “Linux nelle scuole Italiane” punta ad incentivare l’attuale governo Renzi, le alte cariche dello stato, affinché venga varata una legge che obblighi l’utilizzo di Linux e del software libero in tutte le scuole pubbliche italiane. Portare Linux e il software libero in tutte le scuole italiane farà risparmiare non solo molto soldi pubblici ma fornirà agli utenti un sistema operativo più stabile e sicuro e libero oltre a non aggravare le spese famigliari dato che gli alunni potranno utilizzare tranquillamente questi software anche a casa senza dover spendere una lira.

I soldi pubblici risparmiati potranno essere d’aiuto per restaurare la scuola italiana, con l’acquisto di libri, rifacimento dei locali, creare nuove scuole pubbliche ecc.

Ringrazio il nostro amico e lettore GasGas per la segnalazione.

Petizione: Linux nelle scuole Italiane

  • antonio

    uhm…qualcosa senza OS con almeno un i5? :S

    • http://www.garlach44.eu/it/
      ne trovi anche con i7 se vuoi

      • matty

        Già,però sono esuriti tutti tranne il 15.6″,1200 e rotti euro.

    • Simone Dedo

      C’era un Fujitsu A532 con i5 e HD 4000. Volevo prenderlo, ma nessuno riesce più a reperirlo.

      • Marco

        controlla mysn(dot)de

  • Alessandro

    Beh, almeno qualcosa si muove per il mondo linux, rispetto a qualche anno fa mi sembra già un passo avanti l’avere a disposizione un po’ di scelta

  • Simone Dedo

    I processori celeron non hanno la scheda grafica integrata HD 3000, ma la 2000.

  • Robbe

    Keyfeatures vom ASUS X53E-SX2226:
    39,62 cm (15,6“) HD, LED Backlight,
    Auflösung 1366 x 768, 16:9 Format
    Intel Core i3-2310M, 2x 2,1 GHz
    Intel HD Grafik
    4096 MB DDR3 Arbeitsspeicher
    500 GB Festplatte, 5.400 U/Min
    WLAN 802.11 b/g/n, Gbit-LAN
    HDMI, VGA, 1x USB 3.0, 2x USB 2.0
    DVD-Laufwerk (DL-DVD±R/RW)
    Free DOS

    visto oggi da un rivenditore qui in Germania a 435€ che dite?

  • andrea68mio@alice.it

    Ciao non trovo il sistema di avere la tastiera come i tasti lo indicano, se schiaccio sulla Z mi viene fuori la Y ed al posto della punto esclamativo mi viene fuori sto segno } se qualcuno mi da un suggerimento…grayie grazie…ho gia` provato ad inserire altre nazioni tastiera EN, IT, ma non e` cambiato nulla…..CIAO A TUTTI …………….mi son dimenticato di dire che il computer e` un TOSHIBA C855. CIAO CIAO

    • è solo un problema di mappatura della tastiera
      che distribuzione e ambiente desktop hai?

      • andrea68mio@alice.it

        ciao Roberto, grayie di avermi risposto e scusa se io nn ho avuto tempo x ricontattarti. Non so cosa intendi chiedendomi che distribuyione e ambiente desktop ho (per me e` un altra lingua la tua] ti chiedo pazienza per un profano come me…ciao

  • Silversoulx

    Secondo me é una buona iniziativa…. Il prezzo non é male.. 🙂

  • Silversoulx

    Secondo me é una buona iniziativa…. Il prezzo non é male.. 🙂

  • Silversoulx

    Secondo me é una buona iniziativa…. Il prezzo non é male.. 🙂

  • Silversoulx

    Secondo me é una buona iniziativa…. Il prezzo non é male.. 🙂

No more articles