LinuxBBQ è un progetto davvero incredibile che dispone di ben oltre 60 distribuzioni basate su Debian Sid con ambienti desktop, applicazioni, ottimizzazioni ecc diverse tra loro. 

LinuxBBQ
Una delle principali caratteristiche di Linux è quella di disporre non solo di moltissime distribuzioni ma anche ambienti desktop con caratteristiche ben diverse tra loro. Oltre ai famosi Gnome, KDE, Unity, XFCE, LXDE, Mate e Cinnamon troviamo anche molti altri ambienti desktop alcuni davvero ottimi soprattutto per essere leggeri e completamente personalizzabili. Per offrire all’utente la possibilità di avere una distribuzione Linux adatta alle proprie esigenze attiva il progetto LinuxBBQ, una distribuzione Linux in grado di offrire ben oltre 60 varianti  aggiornate che si differenziano principalmente dall’ambiente desktop, applicazioni e varie ottimizzazioni incluse.
Basata su Debian Sid / Siduction, LinuxBBQ  offre distribuzioni / varianti rolling release ossia con kernel, ambiente desktop e applicazioni aggiornate all’ultima versione stabile, livecd / installabili (alcune anche con la possibilità di caricare la distribuzione nella RAM).
Esempio troviamo Doctor variante che include applicazioni dedicate al ripristino dei sistemi operativi, Penbang distro dedicata al penetration testing (con applicazioni e repository di Back Track) e molte altre ancora.

Da notare ad esempio gangbang variante che porta con se ben 53 window manager, amigo interessante emulatore di Amiga con window manager amiwm, solyanka ottima variante basata su desktop environment Mateelektra interessante progetto con window manager Karmen e systemd come gestore degli avvii e altre ottimizzazioni, proof una variante ultra leggera con ambiente desktop XFCE, rocks! con applicazioni dedicate all’elaborazione audio e molte altre ancora.
E’ disponibile anche baby variante basata su Ubuntu 13.10 Saucy e killX basata su Gentoo senza ambiente desktop ottima quindi per server ecc.

Ho voluto testare LinuxBBQ nella variante oldschool su un “potente” pc con Intel Pentium 2 Celeron da 300 Mhz e 64 MB di Ram, la distribuzione dispone di  window manager 9wm e w9wm con Kernel Linux  3.12-1-686-PAE o 3.12-1-486 con risultato davvero eccezionali già da livecd.

LinuxBBQ Old Scool

Ricordo inoltre che la maggior parte delle distribuzioni richiedono il login per accedere: i dati d’accesso da live sono bbq sia come user che password.
Per maggiori informazioni sul progetto LinuxBBQ  consiglio di consultare il portale ufficiale del progetto
Colgo l’occasione per ringraziare la nostre lettrice Jessica per la segnalazione.

Home LinuxBBQ

  • Da non confondersi con bbqlinux che invece è basata su Arch ed è indirizzata agli sviluppatori android

    • sonia

      io divento matta! siamo arrivati alle distro nidificate! è già complesso districarsi nei 4/5 desktop “originali” che arrivano ora 60 varianti.
      vabbè essere liberi, però…

      • Franco Fait

        Il bello della libertà stà proprio nel poter offrire a chi ha esigenze simili od uguali alle tue la propria soluzione , e poterlo fare è alla portata di chiunque , per fare del proprio SO un isolive remix redistribuibile ed installabile , con l’ apposito programma bastano pochi clic di moue e non più di 10 minuti di attesa perchè il software esegua l’ intera operazione da se . Dopodichè , la rete per poterla redistribuire , da sempre e si spera anche in futuro è libera ed accessibile per tutti. .

        • Kraig

          troppa frammentazione e pigrizia eccessiva!!

  • rmariotti

    La uso da diversi mesi ed è fantastica, un mix fra debian e arch 😀

  • gianguido

    Derivate di derivate di DE, ma LOL

    • Max Franco

      non sono derivate di derivate.
      è sempre siduction, ossia una debian rolling release, solo ‘assemblate’ con diversi set di pacchetti.
      c’è anceh una versione di saucy e una gentoo based.

    • Brau

      Linuxception *_*

  • ange98

    Per la variante con molti wm potevano trovare un nome diverso da gangbang…

    • Max Franco

      il bello è questo… da come si presentano hanno un approccio parecchio diciamo ‘iconoclasta’ 🙂
      sembra che non gli manchi l’umorismo 🙂

      • Salvatore Gnecchi

        sembra che gli manchi altro =P

    • Torels

      Ne hanno altre :
      Virgin32, Boner64,CLIt, Cameltoe,Threesum e Golden Shower hahaha

      • ange98

        questo mi fa pensare che la prossima si chiamerà Sasha Grey Edition 🙂

        • manico

          sasha grey ha abbandonato il porno da tempo ora fa la scrittrice

    • rocco

      per i nomi si ispirano a youporn …

  • Jessica

    E’ cmq importante per chi vuole recuperare vecchio hardware o approfondire gli strumenti da riga di comando… e poi il mott è Roast Your Own, ci sono tutti gli strumenti per crearsi la propria iso da redistribuire. Io uso la bellissima full Openbox Pony Muncher, ha diversi pannelli (Xfce, lxde, dzen…) e un sacco di strumenti a riga di comando, credo sia stata la più scaricata di recente

    • monia

      potresti dirmi i programmi usati in questa distro per crearsi la propria iso ?

      • Jessica

        Dopo averla installata di default ha xfce4-panel, sotto il menu accessori trovi LinuxBBQ Iso2usb e Roast Your Own. Qui trovi la documentazione
        http://www.linuxbbq.org/cookbook/faq.html#snapshot , cmq bisogna scavare un po’ nel forum. Adesso credo usino dei loro script e kernel di siduction ma pare che in futuro vogliano fare dei pacchetti propri, insomma una nuova distro.

  • Paolo

    Ciao sono Paolone di PcOfficina.

    Seguo LinuxBBQ sin dall’inizio.
    Penso che per chi voglia imparare a gestire Gnu/Linux sporcandosi le mani 🙂
    sia uno dei migliori gruppi Linux.
    E’ anche ottimo per esercitare la nobile arte del Thrashware 😀

    Grazie a Jessica e a Roberto per averlo presentato qui

  • pino

    come direbbe il buon germano

No more articles