KDE è un’ambiente desktop molto apprezzato ed utilizzato in ambito cinematografico nei pc per la produzione del film Gravity e la serie tv  Doctor Who.

Lo sviluppo del desktop environment KDE ha portato in questi anni non solo stabilità ma anche tante personalizzazioni e tante funzionalità include nelle applicazioni di default. Dopo l’annuncio dell’utilizzo di KDE nell’acceleratore di particelle Adlershof Particle Accelerator in Germania, arriva dal blog KDE la conferma dell’utilizzo dell’ambiente desktop open source anche negli studi cinematografici del film  Gravity e la serie tv Doctor Who.
Durante il backstage del film di fantascienza Gravity  diretto, montato e prodotto da Alfonso Cuarón (che ha per protagonisti Sandra Bullock e George Clooney) notiamo che in alcuni  pc utilizzati per la produzione del film è presente  l’ambiente desktop KDE.

Dall’immagine possiamo notare il pannello inferiore di KDE nello schermo a sinistra con tanto di terminali Yakuake avviati, purtroppo non possiamo conoscere la distribuzione Linux utilizzata.
Ma non solo anche per la produzione della famosissima serie tv britannica Doctor Who si utilizza Fedora con l’ambiente desktop KDE per l’uso di Autodesk Maya 2010 (software proprietario disponibile anche per Linux).

KDE film Gravity
kde nella produzione del Film Gravity
KDE Doctor Who
KDE in Fedora nella produzione della serie tv Doctor Who

KDE  e Linux li troviamo sempre più utilizzati in ambito professionale, da notare che Gravity è un film candidato niente meno che a ben 10 premi oscar, chissà se il successo del film è dovuto anche dal fatto di aver utilizzato pc con Linux 😀

  • Linux!

    KDE è il miglior de di sempre infondo linux grafico dopo vari ambianti X puri è nato da KDE. sarebbe l’ora che le principali applicazioni vedi firefox gimp ecc compilassero nativi per qt kde in quanto GTK-Gnome è un colabrodo con interfacce da bambini delle elementari (GNOME3) o anche peggio

    • TopoRuggente

      Eh già gli utenti Gnome tutti dei bambini, mentre gli utenti KDE dei geni dell’informatica.
      “sarebbe l’ora che le principali applicazioni vedi firefox gimp ecc compilassero nativi per qt kde”
      vai a scriverlo su qualche forum di progammazione che ti spiegano la dimensione della ..gata che hai scritto.

      Tanto per acculturarti GTK+ significa Gimp Tool Kit, come lo vedi ora Gimp in QT?

      • mikronimo

        Guarda, adoro KDE e da quando ho iniziato ad usarlo non l’ho lasciato più (si potrebbe definire un matrimonio ben riuscito), ma ti do pienamente ragione sul fatto che certe affermazioni (mi riferisco a ciò che ha detto sopra “Linux!”), oltre che ignoranti, sono anche insensate: è una questione di gusti, solo ed esclusivamente; sarebbe ora di capirlo.

        • TopoRuggente

          Io uso KDE, Gnome-Shell e E18, tre pc e tre DE differenti, cosa dovrei fare litigare da solo?

          • Ermy_sti

            ahahah bella questa!! 😀

          • mikronimo

            Sarebbe davvero una cosa da vedere… ROTFL

          • Simone

            …basta che non arrivi alle mani!

          • Brau

            Potresti fare tutto da solo una puntata di Porta a Porta, con plastico di te stesso, tu che ti siedi a turno su ogni poltrona ad ogni inquadratura, ti sbraiti da solo mentre ti elogi da solo, tu che ti suoni il campanello da solo e ti fai entrare da solo, ma che bello sarebbe? 😉

    • Dario Grillo

      Guarda che Gnome Shell viene usato da valve e intel, sono anche loro dei bambini??
      PS:
      Detto da un utilizzatore e amante di KDE 😉

    • MisterX

      ma vi mettete rispondere ad un troll-fanboy?

    • Simone

      È come se avessi detto che l’unica macchina è Audi, il resto giocattoli.
      Ma va là. Ognuno usa quello che vuole.

  • Ermy_sti

    Beh l’ide non è che abbia molta importanza…io faccio computer grafica con blender e passando per curiosità per i vari ide (gli ho porvati quasi tutti) non mi cambia niente dal punto di vista produttivo

    • Ilgard

      Infatti non capisco che notizia sia: potevo capire se si parlasse dell’usare Linux, ma che DE usino è irrilevante, non significa minimamente che sia un DE adatto alla professionalità (frase di dubbio senso, tra l’altro), ma che al tizio che lavora per quel telefilm/film/opera varia piace KDE come DE.

    • TopoRuggente

      Un mio amico che progettava in inventor diceva sempre che non sapeva nemmeno che sfondo aveva il desktop, accendeva il computer e inventor partiva in automatico.
      Spegneva il computer direttamente dalla tastiera.

  • XfceEvangelist

    Dopo il 25 Aprile 1945, la prossima liberazione sarà il giorno quando Redmond dichiarerà la bancarotta.

    • Brau

      Veramente, il giorno della liberazione sarà quando la gente si staccherà da Flappy Bird, Candy Crush & C., e tornerà a guardare la gente in faccia e a parlare con loro, ma questa è un’altra storia…

  • Digi

    Un bimbominCHia una volta mi disse ‘linux nn lo usa mancHo ki la inventato’… i soliti fanboy Winzozzari 😀

  • Simone Picciau

    Non è tanto importante che abbiano usato kde, sarebbe stata una migliore notizia se avessero usato dei software open, invece sicuramente hanno usato software proprietario creato ad hoc oppure Maya ecc

    • Nico

      Sinceramente, proprio per aver usato questi software, hanno dato una “sonora” risposta a quanti blaterano sulla mancanza di software professionali per Linux. Come se fare 4 slide Powerpoint per perdere tempo in una riunione, fosse una cosa da professionisti. Forse da professionisti del cazzeggio (e Windows è perfetto, per questo).

  • ange98

    A dire la verità a me non mi ha stupito la scelta del loro DE (anche se credo che il termine appropriato sia “toccato”), ma la scelta della distro. Onestamente Fedora come distro la ho sempre sottovalutata, anche se il package manager lo trovo strepitoso. Magari prima o poi darò a Fedora la giusta attenzione che le devo.

    • Gustavo

      Maya è certificato per redhat e fedora quindi è ragionevole adottare queste soluzioni in ambito produttivo

  • cippalippa

    include -> incluse (refuso)

  • cippalippa

    che si decidessero a dare un Oscar a linux.. piuttosto. 😛

  • delaroche

    KDE è fantastico, direi che ormai lo sappiamo tutti, spero solo si decidano a cambiare quel terribile tema finestre. Sembra una baggianata, ma al giorno d’oggi è importante. Pensate a OS X con un tema che non sia quello attuale, ma qualcosa di bruttino, avrebbe davvero tanta fortuna?

    • MisterX

      se non piace a te non vuol dire che ad altri non piaccia… a me piace come a tanti altri… non ti piace te lo cambi… non c’e ne uno che ti aggrada, te lo fai… non sei in grado di farlo ti adegui.

      • delaroche

        Sarei d’accordo con te, se non fosse che l’ho installato a diversi miei amici e malgrado gli abbia mostrato le mille funzionalità, tutti mi hanno chiesto di toglierlo perché esteticamente “fa schifo”. Ad alcuni ho risolto con elementary OS, gli altri hanno chiesto nuovamente Windows. “L’inferno sono gli altri” diceva Sartre, probabilmente aveva ragione, tuttavia, se è tanto facile creare un tema finestre esteticamente accativante, come dici tu, non capisco perché non lo facciano. A te piacerà anche, ma non sono il solo a pensare che il tema abbia un serio bisogno di restauro. Giusto poco tempo fa, avevo letto proprio su questo sito che la cosa era tra le priorità del team KDE. Spero sia vero.

        • MisterX

          be diversi tuoi amici non sono un campione “affidabile” (anche la maggior parte di persone che usano GNU/Linux e plasma desktop che conosco usano oxygen perché li piacce e perché sono abituati a questo de con questo aspetto, ma neanche questo è un campione affidabile), tutta questione di gusti personali (a me piacciono le more e ai miei amici piacciono solo le bionde non per questo questi hanno la ragione assoluta) bisogna vedere a cosa sono abiutuati, che so usavano, che de usavano se usavano GNU/Linux.. ovvio che il tema ha bisogno di una svecchiata ha circa 6 anni di vita, e ad ogni major release c’è un nuovo tema di default.

          • delaroche

            Chiaro, parlo per esperienza personale e per gusti personali, ma il tema attuale di KDE ormai sembra avere secoli. Probabimente c’è anche il fatto che cambiare tema non è così semplice in KDE, e quelli reperibili nella sezione temi sinceramente non mi piacciono. Ma va bene, capisco che la cosa sia soggettiva, tuttavia rimango nella convinzione che un tema più bello e originale darebbe maggior luce a un DE con davvero molte potenzialità.

          • MisterX

            ovvio che un nuovo tema ci sarà, visto anche il “nuovo” team che ci si dedichera… ma poi originale in che senso? l’originalità e la soggettività sono “soggettivi” 🙂 … in che senso non è facile? cambiarlo è facile, crearlo no… certo manca la facilità di modifica di un tema css-like.. ma anche un tema (con tema intendo stile, decorazione finestre e tema desktop) .. crto se ci fosse qualcosa in QML non sarebbe male.. ma un tema che accontenta tutti i gusti non ci sarà mai…

          • Maudit

            Oxygen non è in c++?

          • MisterX

            si è scritto in c++..

          • Maudit

            eh, appunto.
            Un po’ complicatino per il primo designer che passa. 😀
            Anche il setup da fare per compilare mi è parso – a prima vista, perché sfogliavo giusto per curiosità i sorgenti di Oxygen – un po’ elaborato.

          • MisterX

            ma infatti non ho detto che sia semplice crearlo, ma modificare nel senso di cambiare tema non di modificare i sorgenti… certo si spera di avere qualcosa di più malleabile, ma ne dubito.. il tema di default mi sà che sarà scritto in c++… certo si spera in qualcosa scritto in QML tipo dekorator (per semplicità di modifica)… non resta che aspettare quest’estate l’uscita di Plasma Next

          • riccaficca

            penso che la miglior definizione dell’aspetto di kde l’abbia data torvalds:fumettistico!tecnicamente è fantastico, ma per la miseria se avesse un aspetto leggermente meno bambinesco lo avrei sempre come DE

          • MisterX

            anche il suo è un gusto personale… anche se non ho ben capito a cosa si riferisse con il fumettistico (che si stesse riferendo a qualche plasmoide o ai plasmoidi in generale?)… non vedo fumetti in plasma, ma in altri de si .. bambinesco che vuol dire, per quale aspetto?.. sono pigro come Linus e non ho voglia di andare a cercare tra le 1000 sparate di Linus 🙂

          • Hombre Maledicto

            Si, è complicato, ma gli stili hardcoded come oxygen sono la soluzione migliore per Qt a quanto mi è sembrato di capire. I widget – specie in KDE – sono sganciabili, o puoi riposizionarli stravolgendo il layout della finestra (vedi i pannelli in dolphin), una gestione più complessa, che richiede di operare da codice. Inoltre l’adozione di uno stile hardcoded impatta meno sulle risorse, al contrario di un foglio di stile. Non vorrei dire una castroneria, ma credo che anche lo stile di default su OSX sia hardcoded (questo non ci è dato di saperlo, in quanto i sorgenti sono chiusi).
            Il fatto che sia in C++ non implica poi minore possibilità di customizzazione, vedi QtCurve e Bespin come esempi.
            Piacerebbe anche a me ovviamente più semplicità nel creare temi, ma su questo aspetto io punto principalmente a plasma, che trovo al momento troppo “macchinoso” e sotto alcuni punti limitato.
            Chissà cosa ci riserverà il futuro 😛

            Sta poi alle distro offrire degli artwork personalizzati, magari QtCurve di default, e tema plasma, icone e schemi di colore costruiti ad hoc. Rosa è un buon esempio (anche se a me fa cagar3 rosa).

            P.s. I fogli di stile funzionano, comunque, ma vanno invocati per applicazione: applicazione -stylesheet ~/percorso/al/fogliodistile.qss

            P.p.s. Sono a conoscenza di almeno due nuovi stili per Qt5 in lavorazione, da terze parti, se non si conta QtCurve per Qt5, che si può già testare.

          • Maudit

            Io ho trovato una soluzione soddisfacente facendo un misto di temi.
            Plasma theme: Diamond
            Icone di Diamond: dal tema di opensuse (perfette)
            Decorazioni finestre: FormaN
            Tema delle icone: elementary USU
            Font: tutti quelli “Droid”.

            Non sarebbe male una rinfrescata dei vari temi che compongono quello ufficiale.

    • MastroAttilio87

      A dire la verità neanche a me piace il tema di default, ad eccezione di quello plasma che trovo carino (soprattutto quello di opensuse). La cosa bella di KDE però è che bastano anche soli 5-10 minuti per renderlo davvero gradevole alla vista, basta trovare la combinazione giusta… Io ad esempio allo stato attuale sto usando: Caledonia come tema plasma, schema di colori “Gentle” con qualche piccola ritoccatina ai colori di selezione, icone “Fluorine” che uniscono le vecchie icone Oxygen (che a me piacevano molto al contrario di quelle attuali) con le icone monocromatiche di Faenza, per la decorazione delle finestre ho scelto “Air black” ingrandendo un pò la dimensione e infine per i caratteri uso Droid Sans. Con questi piccoli accorgimenti ho reso il mio KDE very cool 😀

    • Marco Moraschi

      eh sì … il tema.
      ehhh sì, le icone … non capisco come sia possibile utilizzare un pc con un tema così … ehhh sì.
      No guarda, con delle icone così …. io piuttosto rinuncio ai repository, rinuncio ad un kernel che tira dentro tutti i driver …. già già.
      Ora prendo il portatile, piallo linux, prendo una copia di windows 7 e parto con l’installazione che dura una mezza giornata, poi vado alla ricerca di tutti i driver delle periferiche che non sono state riconosciute per un’altra mezza giornata, poi aggiorno il sistema operativo per un’altra mezza giornata, poi installo l’antivirus e tutto quanto …. sono disposto a TUTTO pur di non avere a che fare con delle icone che puzzino di vecchio.

    • LelixSuper

      Io non l’ho ancora provato, e forse non lo proverò dato che mi trovo molto bene su Unity e Gnome D:

  • TopoRuggente

    Questa notizia è ancora più importante della precedente.

    Che in germania usino OpenSUSE stupisce poco e OpenSuse usa KDE di default.
    Invece quì si parla di una Fedora con KDE, dove di default si troverebbe GS.

    • Ermy_sti

      Secondo me molto semplicemente chi decideva aveva una predilezione per fedora e kde 😀

  • Gianky Fashion

    Siiiii ahahahah!!! ma i maggiori grafici profesionisti e per i film usano tt il Mac!!! un motivo ci sara. XD …… 😀

    • Brau

      Per piallare MacOS e installarci su Arch, che domande 😉

    • d4n1x

      Per fare i film il mac non serve a nulla.

      • Brau

        Vuoi mettere a tagliare e reincollare le pellicole su un 24″? Intendo fisicamente eh, i bei vecchi rotoloni di film di almeno 40 anni fa, quelli che non dovevi aspettare il buffering per vederli, e che non erano di qualità pixellosa tipo i filmatini su YouP0rn 😉

  • ArchTux

    KDE penso sia il miglior DE per linux, è sicuramente uno dei più completi e non è poi così pesante, tant’è che su un netbook con atom n270 e 1GB ram è stato quello che dopo molti tentativi ho preferito, ci metteva un po’ di più in avvio, ma le librerie QT rendono il desktop reattivo.
    Peccato solo che i moduli kio funzionano meno bene di gvfs, ma forse è una mia impressione…

  • Zeb89

    KAKKADIE

No more articles