Approda su Kickstarter il progetto The Pocket Drone, un piccolo e leggero drone open source che possiamo pilotare da smartphone, tablet o pc con Linux, Windows e Mac.

The Pocket Drone
Molto spesso troviamo in tv oppure in rete fantastici video o foto scattate da droni ossia dei piccoli velivoli pilotati da remoto. Attualmente i droni vengono utilizzati da eserciti o dalla protezione civile per effettuare scansioni dall’alto in zone impervie e pericolose, in futuro però potranno essere utilizzati da normali utenti o da aziende per vari scopi (esempio spedire pacchi).
Ad offrire un drone “low cost” ci pensa AirDroids un team di ingegneri statunitense che ha recentemente avviato la raccolta fondi su Kickstarter del nuovo The Pocket Drone.
The Pocket Drone è un drone leggero e compatto realizzato principalmente per integrare una fotocamera in grado di scattare immagini o registrare video dall’alto. Il progetto “drone low cost” ha raccolto quasi 400.000 dollari superando più di 10 volte il budger richiesto per avviare lo sviluppo e produzione di The Pocket Drone.

Tra le varie caratteristiche di The Pocket Drone troviamo la facilità d’utilizzo, difatti bastano circa 20 secondi per preparare il drone al volo, inoltre il velivolo può essere comandato semplicemente da uno smartphone o tablet oppure da normale pc portatile con Linux, Windows e Mac grazie alle varie applicazioni dedicate.
Da notare che il software per pilotare The Pocket Drone è open source cosi da poter essere personalizzato, ottimizzato da sviluppatori di terze parti ed essere supportato in futuro anche da altri sistemi operativi mobili come ad esempio Ubuntu Touch, Tizen ecc.

The Pocket Drone è creato in fibra di carbonio e resine plastiche resistenti agli urti in grado di rendere leggero e robusto il velivolo, da notare inoltre la possibilità di poter impostare il percorso in maniera tale da rendere autonomo il drone (tutto questo è possibile grazie anche al GPS integrato del drone).
The Pocket Drone costa 445 dollari (circa 325 Euro) per maggiori informazioni sul progetto consiglio di consultare la pagina dedicata su Kickstarter.

Home The Pocket Drone su Kickstarter

  • Elia Notarangelo

    Ottima guida, si potrebbe fare anche quella per realizzare i pacchetti per AUR. Non è affatto difficile e la trovo una forma di condivisione meravigliosa.
    Tanto che Arch ha davvero un parco pacchetti impressionante grazie ed AUR.

    • Cristian Martina

      Condivido e aggiungo che e gradito votare i pacchetti

      • Elia Notarangelo

        con aurvote 🙂

    • archetto

      +1 per la guida per pachettizzare per AUR

  • Francesco Cesini

    Ciao ero curioso di provare i progressi di gnome 3 e ho optato di abbinarla con arch e ne sono molto soddisfatto, adesso volevo installare google chrome ho installato yaourt modificando il mirrorlist solo che quando provo a installare mi compare questo messaggio : /usr/lib/yaourt/util.sh: line 163: /usr/bin/package-query: cannot execute binary file cosa posso fare?

  • bartolo

    non sono pericolosi questi “cosi” serve un patentino per “pilotarli”?

    • TopoRuggente

      Se ben ricordo la legge italiana richiede il patentino solo per i modelli a motore , non quelli elettrici.

      • m47730

        I burocrati non tarderanno a complicare le cose…
        La chiameranno l’invasione delle locuste-drone e si sentiranno obbligati dall’alto della loro esperienza a “regolamentare” la questione (cioè chiederanno soldi per poter far volare il drone).
        Poi dovremo comunicare il percorso in anticipo a qualche ente con un preavviso di quindici giorni e dovremo aspettare la loro liberatoria a farlo… e… troppo pessimista? 😉

        • Carlo

          Il drone è un mezzo: ci pagheremo sicuramente il bollo

  • floriano

    questo qui è opensource e si basa su arduino http://shrediquette.blogspot.it/

  • Carlo

    Un giorno ogni condominio avrà la sua area dove droni recapiteranno la posta. Inviato non da quelle merde ladre (lo dico per esperienza:mi hanno rubato un obiettivo fotografico) di poste italiane, ma dall’utente.

No more articles