Il portale Splashdata ha rilasciato un’interessante report dedicato password più utilizzate dagli utenti in internet, al primo posto troviamo 123456 seguita da “password”.

Sempre più servizi web richiedono creazione di account, dall’email, all’account Google, Facebook, Twitter, all’accesso al nostro saldo PayPal o Postepay ecc. Di norma si utilizza sempre la stessa password per ogni servizio web compreso anche l’accesso come amministratore di sistema della propria distribuzione Linux, mettendo cosi a serio rischio la propria privacy dato che un’utente malintenzionato una volta in possesso della password può accedere alle nostre email, social network, pc ecc. Esistono ottimi servizi che ci consentono di gestire più password (anche complesse) senza doverle ricordare tutte, ad esempio possiamo utilizzare KeePass oppure LastPass per salvare / sincronizzare le password tra più browser ecc. A quanto pare sono ancora molti gli utenti che se ne fregano della propria sicurezza e privacy ed utilizzano password facili da ricordare come la propria data di nascita, numero di telefono ecc.

Nei giorni scorsi il portale Splashdata ha rilasciato un’interessante report dedicato alle password più comuni utilizzate dagli utenti in internet. Al primo posto troviamo la password 123456 seguita da “password”, da notare che alcuni utenti usano anche nomi di software come photoshop e adobe123, oppure iloveyou.

Ecco le 25 password più utilizzate dagli utenti sul web nel 2013:

1 – 123456
2 – password
3 – 12345678
4 – qwerty
5 – abc123
6 – 123456789
7 – 111111
8 – 1234567
9 – iloveyou
10 – adobe123
11 – 123123
12 – admin
13 – 1234567890
14 – letmein
15 – photoshop
16 – 1234
17 – monkey
18 – shadow
19 – sunshine
20 – 12345
21 – password1
22 – princess
23 – azerty
24 – trustno1
25 – 000000

Quello che fa un po sorridere è che molti di questi utenti poi si arrabbiano se ritrovano conti delle prepagate azzerati,  strani messaggi email ecc.

  • Tomateschie

    Si chiama karma.
    Vuoi la semplicità nel ricordarti la password?
    Altrettanto semplice sarà trovartela ed entrare senza che tu lo voglia.

  • malikay

    la selezione naturale in chiave tecnologica.

  • Fighi Blue

    non trovo 123stella…strano, tra i miei amici è la più quotata

  • Da un certo punto di vista trovo interessante come la mente di milioni di persone giunga a scegliere la stessa password come adobe123 e iloveyou

  • 123456

    considerato che sempre più siti ( anche i più inutili ) richiedono un’ iscrizione, direi che è del tutto logico usare una psw come 123456…. Probabilmente sono queste a fare numero.. non quelle di paypal facebook gmail etc..

    • Fighi Blue

      in effetti…quando ti serve un file che trovi su un forum che richiede registrazione e che non userai più una password così va più che bene

  • MoMy

    Aggiungerei anche il nome dell’ user indicanta come password (es. pippo:pippo). Un’ altra è quella di usare numeri al posto delle vocali (es. pippo:p4ssw0rd). :p

  • io uso keepassx che mi memorizza e genera tutte le password così ho password sicurissime per i siti delicati e password sicure ma che ricordo a memoria per i siti in cui non c’è molto da proteggere

  • napippa

    e la mitica “pippo” non va più di moda?

    • Dario · 753 a.C. .

      andava di moda?

    • Sim One

      veroooooo! XD

  • Brado

    Ditemi che è uno scherzo….

  • Dario · 753 a.C. .

    chi ha scritto password1 anziché password è perché il sito gli diceva di mettterla per forza alfanumerica ahahhahahahha

  • Dario · 753 a.C. .

    comunque carina il letmein.. che qui a Roma sarebbe più un “fammeentrà”

  • vittorio

    hahahahhahh nel 2014 cè ancora chi crede alla password sicura?

    • be tutto è hackerabile ma almeno se uno usa una password robusta da almeno 12 caratteri alfanumerica con anche caratteri speciali la sicurezza salvo falle di sicurezza nel sistema è praticamente inviolabile, poi se i sistemi crittografici sono tutti corrotti dalla NSA allora tutto va a farsi fottere.

  • Simone

    adobe123 e photoshop sono in classifica perché i prodotti adobe e photoshop sono forse tra i più crackati e i dati inseriti in fase di (falsa) registrazione finiscono direttamente a chi ha diffuso il software.

  • Falegnamino

    Credo che sceglierò la prima!

    • io la uso per paypal, sarà un problema? ahahah 😀
      tanto questa è la classifica delle password più sicure vero?? xD

      • Falegnamino

        Credo che arriverò il 7 da oggi…che si sappia!!! Non me la copiate però!

        • Sim One

          Quella al 7 è strepitosa. Anche la 2 non è male

          • Gerry

            La 16 era la password del mio capo, quando facevo il sistemista. Aveva pure voluto un’eccezione alle regole di lunghezza e complessità (che valevano, però, per tutti gli altri), perché non era in grado di ricordarsele. Quindi lui, che aveva un utente coi privilegi massimi in tutti i sistemi che gestivamo, aveva davvero quella password. Non sto scherzando.

    • Nico

      Copione! È la mia password per paypal, banca e posta!

      • Falegnamino

        no!…abbiamo avuto la stessa idea,pensavo di essere l’unico…uffa!

  • Stefano

    Ricordo la password della rete wi-fi nel mio ex liceo, un capolavoro: 1029384756

  • giamma1295

    su android consiglio myremember, sviluppata da un mio amico va alla grande ha anche un sistema di login semplificato , roberto provala e fammi sapere!

  • ale

    Ma un’altra cosa che si capisce da queste statistiche è che alcuni siti salvano ancora le password in chiaro… non è una bella cosa

    • MoMy

      Non è detto. Una delle pratiche più usate è quella di usare una lista utenti reperibile, per esempio, da un forum popoloso, una lista proxy L1 o socks valida e si attacca in brute force. Il programmino è relativamente semplice. Lo puoi fare anche col mIRC. :p

      • dinolib

        Sì, lo usano(vano) anche i sistemisti per cazziare i pirla con password troppo facili.
        Ma oggi dovrebbero cmq mettere un controllo sulla complessità o almeno avere un DB delle pwd da non accettare

    • Alessandro Di Stefano

      Non necessariamente. Possono essere anche hashate in md5 o sha1 con dizionari alla mano, database con password più usate e loro hash e tramite metodo di confronti ci si arriva comunque. Senza contare eventuali collisioni che aiutano.

  • Hombre Maledicto

    Hahahahahahahahahahahahahahahahaha!
    C0glioni….

  • Vitozzz

    Alcuni siti stanno iniziando a rifiutare delle password troppo “facili” come quelle elencate… quindi niente registrazione. Ottima soluzione direi!

  • qwerty

    Chi non è attento alla propria privacy, non è attento neanche a quella degli altri. Ecco perché evito di chattare via gmail o fb con una persona che spiffera le sue psw ad amici e parenti. Magari amici anche miei che non si fanno i fatti loro…

  • Sim One

    E’ una statistica di semplici password o una statistica di account bucati a causa della fragilità delle stesse?
    Curiosità.

  • Federico

    Ragazzi, voi non capite che chi usa queste password è un gradino più avanti dei cracker, pensano ad un livello di astrazione superiore: sanno che, per il cracker, quelle password sono talmente facili che non le proverà mai, così metteranno al sicuro il proprio conto in banca con un 123456!

  • Alessandro Giannini

    Ma non sono mica solo gli utonti a usare password così banali: ho comprato un Modem router della Netgear, dieci giorni fa e sapete quale password di accesso ho trovato preimpostata? password!

    • asdf

      Diversi router della Zyxel hanno di default la password N°1, e hanno addirittura il pannello di controllo accessibile da internet!

  • ange98

    su un gioco online avevo usato la password “password” o “passuord”. I miei amici non hanno mai trovato la password

No more articles