Il team Phoronix ha messo a confronto la versione in fase di sviluppo con Debian 7.3 Wheezy e Debian Jessie Testing.

Debian 7.3 Wheezy vs Debian Jessie vs Ubuntu 14.04
Ubuntu come molti sapranno è una distribuzione derivata di Debian sistema operativo sempre più stabile, completo e funzionale utilizzato anche da molte università ed aziende italiane.
Dopo aver messo a confronto Ubuntu 14.04 con la precedente versione LTS 12.04, il team Phoronix ha recentemente rilasciato i dettagli riguardanti un’interessante test nel quale troviamo la versione in fase di sviluppo di Ubuntu 14.04 con Debian 7.3 Wheezy Stabile e Debian 8.0 Jessie Testing. Le tre distribuzioni Linux sono state installate in un personal computer CompuLab Intense-PC dotato di processore Intel Core i7-3517UE dual-core da 1.7GHz / 2.8GHz con 4MB di Cache e una scheda grafica integrata Intel HD 4000,  8GB di RAM e un hard disk da  500GB.

Ubuntu 14.04  attualmente è disponibile con ambiente desktop Unity 7.1.2,  Kernel Linux 3.13.x, Xorg 1.14.5, Mesa 10.0.1 e GCC 4.8 e driver Intel 2.99.907 mentre Debian 8.0 Jessie Testing si basa su ambiente desktop Xfce 4.10 con Kernel Linux 3.12.x, Xorg 1.14.5, Mesa 9.2.2, GCC 4.8 e driver Intel 2.21.15. Debian 7.3 Wheezy Stabile dispone di Xfce 4.8, Kernel 3.2.0, Xorg, 1.12.4, Mesa 8.0.5, GCC 4.7 e driver Intel 2.19.0.

Il test di Phoronix conferma come gli ultimi aggiornamenti possano incidere anche notevolmente sulle performance del sistema operativo, Ubuntu 14.04 e Debian Jessie offrono performance simili ben superiori all’attuale versione stabile di Debian. Le ottimizzazioni incluse nel Kernel, Mesa, X.org portano un bel cambiamento in Linux, da notare inoltre che Debian Jessie e Ubuntu 14.04 sono ancora distribuzioni in fase di sviluppo è molto probabile che al rilascio della versione stabile le performance siano superiori a quelle indicate in questo test.

In questa pagina troverete i vari dettagli del test tra Debian 7.3 Wheezy, Debian Jessie e Ubuntu 14.04.

  • AG5170

    è incredibile che RhythmBox non abbia di default la visualizzazione della libreria attraverso le cover, che è il modo più veloce di trovare un album nella collezione!
    Per questo apprezzavo molto banshee.
    Tra l’altro questo plug-in ti fa vedere le cover ma non ti mette i titoli e quindi per me è quasi inutile.
    Forse il miglior player in circolazione adesso è gmusicbrowser in termini di personalizzabilità … peccato che non mi risulta che possa essere fatto interagire con “conky”.

  • Manigoldo no Cancer

    Prova NOISE : il player di elementary e fammi sapere 😛 !

  • TopoRuggente

    Bye bye Bansheee, non sono un patito della ricerca per cover, ma usavo banshee per controllare velocemente se la cover inclusa nell’id3tag era corretta.

    Onestamente non sono un gran patito di mono e tanto meno di tenermi installato un software per una unica funzione.

  • BinjaBinja

    “da notare inoltre che Debian 7.3 e Ubuntu 14.04 sono ancora distribuzioni in fase di sviluppo è molto probabile che al rilascio della versione stabile le performance siano superiori a quelle indicate in questo test”.
    O peggiori. Basta installare qualche minimo programma, aggiungere qualche repo, configurare Codec, Compiz e compagnia cantante e non va più nulla.

    • Fabio

      Vabbé, si paragonano sistemi di default…

    • xxgrufus

      Debian testing è una rolling release..non è propriamente corretto dire che è in via di sviluppo secondo me.
      Linux va studiato e compreso altrimenti prima o poi crei il caos e ti arrendi.
      Debian testing, personalmente, la trovo molto più duttile e performante di ubuntu…ma vorrei provare Arch…appena ho un attimo…
      Infine i valori dei test sono del tutto risibili nella realtà quotidiana di un utente “normale”…ma con Debian ho sempre apprezzato dei miglioramenti significativi rispetto ad Ubuntu e Mint….

  • Elia Notarangelo

    ehm, piccolo refuso: è debian 8 (jessie) ad essere in fase testing… 😉

  • Gianluca

    Se tutto è in fase di testing ed a prodotto finito tutti i dati posso variare.

    Questi test sono inutili.

  • matteo_wheezy

    @ferramroberto guarda che dai due grafici che hai postato tu sembra che Debian 7.3 sia la distro più performante, il che sarebbe un pugno sui denti alle distro in via di sviluppo (14.04 e jessie), e sarebbe anche in netta contraddizione con il test che hai pubblicato poco tempo fa Ubuntu 12.04 vs 14.04. In quel test la versione in via di sviluppo “vinceva” sulla vecchia LTS, ma ora “perde” nei confronti di Debian 7.x, che come kernel e molto altro è paragonabile a Ubuntu 12.04.

    Ennesima dimostrazione di come questi test servano solo a fare quattro chiacchiere =)

    • LelixSuper

      Secondo me uno dovrebbe usare questi SO per almeno 5-6 mesi, e poi giudicare!

      • TopoRuggente

        Sul fisso ho installato Wheezy con KDE, per problemi col supporto MTP sono passato a Jessie (dist-upgrade)

        Sicuramente Jessie é più performante di Wheezy, la differenza è visibile ad occhio nudo.
        Ovviamente mi riferisco all’insieme distribuzione – kde

    • pluto

      nel primo grafico i risultati migliori corrispondono a punteggi inferiori

  • Jackladen

    ho come la vaga impressione che fare i test su questi “super pc” abbia lo stesso valore del due di bastoni quando la briscola è a spade…..i power pc rispetto ai pc utilizzati in media sono una percentuale insignificante….e poi la potenza di calcolo “appiattisce” le differenze…

  • Linux!

    ArchLinux se volete volare e usare Linux

    • Hombre Maledicto

      Sssssssht! Che non lo sai? Qui è proibito parlare di arch se non vuoi sollevare flame!
      Noi utenti arch ci spacciamo per chi usa debian, al fine di sviare sospetti. Altrimenti ci cacciano casa per casa, sgozzando i primogeniti!

      • Marco Moraschi

        bella l’ironia … però arch che due p…le!!! non si riesce nemmeno a capire da dove installare un programma ci sono 14 modi diversi e 7 tipi di pacchetti va beh la diversità ma qui si esagera 🙂

        • per installare un pacchetto si usa pacman, se proprio vuoi usare un gestore di pacchetti per installare pacchetti da AUR usi yaourt (che poi puoi usare anche per i pacchetti sui repository ufficiali), le versioni di pacchetti nei repo ufficiali ce nè una sola, ed eventualmente solo per pochi pacchetti c’è anche la versione LTS.

          mentre da AUR puoi trovare anche le versioni git dei programmi.

          non mi sembra complicato capire come e cosa installare, a me sembra che se uno si lamenta di queste cose esagera con il paraocchi

        • TopoRuggente

          Debian e derivate
          dpkg
          aptitude
          apt-get
          ….
          Arch
          pacman
          yaourt (ma puoi usare makepkg -s e poi pacman -U)

          Direi che Arch non offra tutte queste “possibilià”

    • Kernelio Linusso

      Ti do ragione, arch è velocissima e lo è sempre stata. Ho contribuito al suo sviluppo (e allo sviluppo di alcune app ad hoc come una gui per pacman in kde, un gestore di demoni, etc), ma quando nel 2007 Judd ha “mollato” ed è subentrato Griffin c’è stata una autentica fuga di sviluppatori (fra cui il sottoscritto) ed ho abbandonato la disto. Griffin è dispotico ed antipatico oltre misura. Non uso arch per lo stesso motivo per cui non uso ubuntu: finchè non cambieranno i project leader per me non esistono più come alternative valide.

  • muchoman

    Ma l’impressione mia è che la 7.3 va meglio degli altri se non ho letto male i grafici…Bhu… per gli utenti arch, abbiamo capito che va meglio di tutte le distro del mondo ma se uno Usa ubuntu, o Mint come nel io caso, non credo che sappia nemmeno da dove cominciare con arch

    • apri la fonte e vedi i singoli risultati su ogni benchmark

    • Oleh_

      Prova con Antergos, basata su arch, installer grafico simile se non uguale a quello di Mint e Ubuntu, durante l’installazione puoi scegliere qualle DE installare (compreso cinnamon ovviamente), presenta i 4/5 programmi essenziali preinstallati. Anche io ho usato per molto ma moooolto tempo Mint (installo ubuntu solamente dopo il rilascio per la curiosità) e ho avuto sempre la pulce nell’orecchio che mi diceva di provare con arch ma anche io non so da dove cominciare con una installazione da zero; ho provato diverse derivate ma nessuna che mi soddisfasse (forse manjaro ma troppe applicazioni preinstallate) ma da quando ho provato antergos me ne sono innamorato, e voli, fidati che voli.

      • muchoman

        Consiglio accettato…provare è lo sport preferito nel mondo Linux 🙂

        • mrholiday

          se hai voglia di imparare arch beginner guide è il posto perfetto da dove partire. non è così difficile (a parte casi limite con hardware problematico)
          arch wiki offre una documentazione molto completa e molte pagine sono tradotte in italiano

          in bocca al lupo

      • “e ho avuto sempre la pulce nell’orecchio che mi diceva di provare con
        arch ma anche io non so da dove cominciare con una installazione da
        zero;”

        con la “beginners guide” in italiano nel forum di archlinux hai un ottimo punto di partenza, ti spiega passo passo cosa fare e come farlo, per me la wiki di archlinux è la migliore rispetto a tutte le altre distro, per fare l’installazione ti basterà solo copiare i comandi che ti vengono indicati nella wiki.
        poi una volta che hai installato arch una prima volta, se in futuro dovessi installarlo nuovamente, saresti molto più veloce e a tuo agio.
        inizialmente io avevo le tue stesse perplessità, ma era una distro che volevo provare a tutti i costi e allora mi sono messo giu a seguire la beginners guide e ad installare arch, la prima volta non ci capivo nulla ma dopo averlo installato diverse volte ormai la cosa che mi porta via più tempo è il download de pacchetti del sistema, perchè ormai so bene cosa fare in fase di installazione, poi la beginners guide continuo ad usarla perchè a memoria tutti i comandi non me li ricordo, però sapendo cosa faccio mi ci vuole molto meno e se non fosse per tutti i pacchetti da scaricare in internet, l’installazione di archlinux la farei davvero velocemente.

        fidati che poi usare una distro madre da più soddisfazione che ne usare una derivata (almeno per me)

      • Salvatore Tamborino

        Avendo provato arch posso dire che l’installazione è la cosa più facile se si segue pedissecuamente la beginners guide” il difficile è mantenere il sistema aggiornato e funzionante. O conosci bene la struttura dell’os e come funziona oppure, quando i dev di arch, faranno delle modifiche importanti (e che richiedono un intervento dell’utente) non avrai idea di cosa fare e se scrivi comandi senza sapere il loro significato rischi di rendere inutilizzabile la distro…

  • pedro

    è possibile installare remastersys su debian ?
    se si mi date la procedura
    remastersys è l unico programma per cui resto alle derivate ubuntu

    • Kernelio Linusso
      • lionello

        è piu vecchia di me questa guida sei sicuro che funziona?

        • Kernelio Linusso

          C’è il repo per Wheezy, inoltre in fondo alla pagina c’è la data di aggiornamento della guida:

          Ultima modifica per la pagina: 13:06, 4 nov 2013.

          3 mesi fa non mi pare un’eternità…

    • remastersys è morto, mi sa… quantomeno non è più sviluppato. non credo che funzionerà più con Ubuntu 14.04 o con Debian 8…

      • pino

        quale programma usate per creare ua distro live personalizzata installabile su hard disk c’è un’alternativa?

        • Customizer, Ubuntu Customization Kit, Ubuntu Builder, Relinux – anche se non mia pare siano ancora all’altezza di Remastersys, benché facciano cose un po’ diverse…

          • Franco Fait

            systemback , stessa praticità di remastersys , perfettamente compatibile sia per Debian Wheezy che che jessy , pochi minuti e pochi clic di mouse bastano per creare l’ iso e non richiede il SO attivo on line.

  • domenico

    io sono su wheezy e per ora mi trovo bene. Piuttosto che aggiornare di continuo preferisco una distro testata a dovere…

  • Oleh_

    Scusa l’ot, ho brickato il bios, qualcuno mi sa indicare cortesemente un forum o una guida per flasharlo tramite “pennetta usb”? Il computer in questione è una Toshiba satellite a350d-10s, il bios è Phoenix…ho provato di tutto e di più tranne che il flash da floppy in quanto è pressoché impossibile al giorno d’oggi rimediare un disco floppy (il lettore lo posso rimediare da un vecchio fisso)…spero in un vostro aiuto, grazie e scusate il commento non inerente all’articolo.

No more articles