In questa semplice guida vedremo come utilizzare il lettore di impronte digitali in Linux e utilizzarlo per autenticarci al login, per installare, rimuove applicazioni ecc.

lettori di impronte digitali
Alcuni modelli di personal computer portatili e device mobili includono anche il lettore di impronte digitali che ci consente di autenticarci velocemente senza dover inserire username, password ecc.
L’utilizzo del lettore di impronte digitali ci consente quindi non solo di velocizzare alcune operazioni ma anche rendere più sicuro il nostro sistema operativo, è possibile utilizzarli anche in pc non dotati di questa funzionalità grazie a dispositivi usb che possiamo collegare ad esempio a pc desktop, netbook, ultrabook ecc.
Il Kernel Linux supporta la maggior parte dei lettori di impronte digitali consentendoci quindi di poter utilizzare questo dispositivo anche nel sistema operativo libero grazie anche all’applicazione denominata Fingerprint GUI.

Fingerprint GUI è un’utile applicazione open source con la quale è possibile gestire e attivare il lettore di impronte digitali nella nostra distribuzione Linux. Grazie a Fingerprint GUI potremo ad esempio utilizzare il lettore di impronte digitali per accedere al login, per installare, rimuovere o aggiornare la distribuzione ecc velocizzando cosi alcune operazioni rendendo anche più sicuro il nostro sistema operativo.

Fingerprint GUI

Fingerprint GUI supporta molti modelli di lettori di impronte digitali, per verificare che il nostro dispositivo sia supportato basta avviare il terminale e digitare lsusb e controlliamo che sia presente in questa lista.
Se supportato possiamo installare Fingerprint GUI in Ubuntu e derivate digitando da terminale:

sudo add-apt-repository ppa:fingerprint/fingerprint-gui
sudo apt-get update
sudo apt-get install libbsapi policykit-1-fingerprint-gui fingerprint-gui

al termine dell’installazione dovremo avviare Fingerprint GUI e configurare l’applicazione registrando le nostre impronte e inserendo se vogliamo ad esempio utilizzare l’applicazione per accedere in LightDM, GDM o KDM, autenticarci con sudo o su ecc. come da immagine sotto.

Fingerprint GUI

Home Fingerprint GUI   –   via

  • N-Di

    Roberto, hai provato la guida sul E530?

    • questa no perché nel 530 attualmente ho installato arch kde

      • N-Di

        a ok, io avevo provato sul mio, ma non funzionava.
        Pure io ora sto usando Arch+KDE.

  • mscanfe

    Grazie, lo proverò senz’altro sul mio “nuovo” Thinkpad x200s (acquistato usato) che ha proprio il lettore di impronte rappresentato nella foto.
    Posso chiedere se conoscete qualche programma in grado di impostare il trackpoint dei portatili thinkpad?
    Le normali impostazioni per il mouse non hanno effetto sul trackpoint

    • Fabio

      Ciao. Per caso ho letto il tuo commento. Vorrei acquistare anch’io un Thinkpad x200s: tu come ti trovi con quel computer? Fingerprint funzona con il lettore di impronte integrato? Ultima domanda: il livello di luminosità dello schermo si riesce a settare molto basso? Chiedo questo perché, avendo un problema agli occhi, il mio monitor deve essere sempre calibrato con un livello di luminosità molto basso. Ti ringrazio in anticipo per il tempo che concederai a questo mio commento 🙂

      • mscanfe

        sono ri-capitato su questo post per caso e ho letto la tua domanda.
        Il pc funziona molto bene, ottima tastiera, non scalda mai e Linux riconosce tutto l’hardware.
        Fingerprint funziona con il lettore di impronte integrato.
        Lo schermo si può impostare – tramite i tasti funzione immediatamente riconosciuti da Linux – a luminosità molto bassa (tanto bassa che io non riesco nemmeno ad utilizzarla)
        L’impostazione però va fatta manualmente (coi tasti funzione) cioè non ha il sensore di luminosità ambientale (ma non serve)

  • carlocl

    EgisTec 1c7a:0801 su acer 8935g ?? in fase di svilluppo !!?? .sara pronto forse. fra …3 anni … io cambio pc…

  • mscanfe

    Roberto,
    cercando un po’ in rete ho trovato la soluzione alla mia domanda circa le impostazioni del trackpoint montato sui Lenovo Thinkpad.

    Te lo segnalo perché potrebbe diventare argomento di un post interessante per qualcuno (ossia per tutti quelli che, avendo un Thinkpad, hanno trovato interessante il post sul lettore di impronte digitali)

    Bisogna installare il pacchetto sysfsutils:

    sudo apt-get install sysfsutils

    Si possono impostare sia la velocità (speed) che la sensibilità (sensitivity)

    prima bisogna cercare, col comando locate, dove si trovano il file speed e il file sensitivity

    nel mio caso si trovano entrambi in
    /sys/devices/platform/i8042/serio1/

    per alcuni potrebbero essere in
    /sys/devices/platform/i8042/serio1/serio2/

    poi si può vedere che valore hanno attualmente speed e sensitivity dando il comando:
    cat /sys/devices/platform/i8042/serio1/speed
    (naturalmente chi ha il file speed in cat /sys/devices/platform/i8042/serio1/serio2/speed dovrà adattare il comando che diventerà:
    cat /sys/devices/platform/i8042/serio1/serio2/speed
    analogamente procederemo per sensitivity:
    cat /sys/devices/platform/i8042/serio1/sensitivity
    anche qui adattate il comando a seconda del percorso in cui si trova sensitivity

    nel mio caso ho:
    cat /sys/devices/platform/i8042/serio1/speed
    250
    cat /sys/devices/platform/i8042/serio1/sensitivity
    130

    Poi si può iniziare a modificare i valori di speed e sensitivity col seguente comando:
    echo -n 110 > /sys/devices/platform/i8042/serio1/speed
    e
    echo -n 110 > /sys/devices/platform/i8042/serio1/sensitivity

    le modifiche del valore numerico che imposterete dopo il parametro -n avranno effetto immediato, quindi provando varie volte potrete trovare i parametri che meglio rispondono alle vostre esigenze.

    Naturalmente il percorso che segue al comando echo andrà, adattato, come già detto sopra, al path dei vostri file speed e sensitivity

    Le impostazioni ottenute grazie al comando echo non saranno permanenti e al riavvio del pc le perderete, riavendo quelle di default.

    Una volta soddisfatti delle impostazioni raggiunte, per fissarle in modo permanente, così da riaverle al riavvio, occorrerà modificare il file rc. local che si trova in /etc, aggiungendovi, prima di exit 0, queste due righe

    echo -n 130 > /sys/devices/platform/i8042/serio1/sensitivity
    echo -n 250 > /sys/devices/platform/i8042/serio1/speed

    naturalmente 130 e 250 ono i parametri che ho impostato io, voi li sostituirete con quelli con cui vi troverete meglio

    e ricordatevi, come detto già più volte, di fare attenzione al vostro path dei file sensitivity e speed

    Al riavvio avrete i valori del trackpoint impostati come da vostre preferenze

    Quanto ho scritto l’ho provato e funziona

    Per Ubuntu pare che queste impostazioni le si possa fare da interfaccia grafica tramite un programmino che si chiama configure-track-point (ma io, avendo Kubuntu non l’ho provato quindi non so dire se funziona; pare infatti che tale programmino si trascini dietro un sacco di pacchetti di gnome)

    Quanto sopra non è farina de sacculo meo ma l’ho trovato in rete; in particolare la fonte è qui:
    http://arusahni.net/blog/2013/01/trackpoint-controls-in-linux.html

    Spero che a qualcuno possa interessare (a me interessava 🙂 )

    ciao Roberto e grazie di quello che fai

    mscanfe

No more articles