Secondo molti utenti, giornalisti ecc l’aforisma “La Legge di Linus” è la filosofia sulla quale si appoggia ogni hacker, anche secondo voi è cosi???

L’aforisma “given enough eyeballs, all bugs are shallow” (tradotto dato un numero sufficiente di occhi, tutti i bug vengono a galla) di Eric Steven Raymond nel saggio La cattedrale e il bazaar viene indicato da molti come “La legge di Linus” dato che nacque proprio dal successo di Linus Torvalds nello sviluppo del kernel Linux. Secondo molti blog, forum, giornalisti “La Legge di Linux” rappresenta la base filosofica sulla quale poggia l’azione hacker data dallo stesso Torvalds. Stando a quanto indicato da molti portali “La Legge di Linus” indica come la nostra vita si divida in tre categorie (sopravvivenza, vita sociale, intrattenimento) intendendo il processo evolutivo come il passaggio da una categoria a quella successiva.

La prima di queste categorie si pone alla base dell’esistenza, poiché ogni essere prima di tutto deve pensare a sopravvivere, la sopravvivenza quindi è un fattore motivazionale ma, in un sistema economico-sociale sviluppato, non è più una preoccupazione quotidiana.

La seconda categoria, la vita sociale, è una spinta motivazionale molto forte. L’individuo inserito in una società deve sempre rapportare le proprie azioni a quest’ultima, tenendo in certi casi in maggior considerazione i legami sociali piuttosto che la vita stessa. Pensiamo al concetto di morire per la propria famiglia/per amore/la religione/il proprio paese.

L’ultima fase di questo processo è l’intrattenimento, non inteso come giocare ai videogame o guardare la tv, ma come qualcosa di intrinsecamente interessante e stimolante, una cieca passione che sta alla base delle nostre azioni. “È la ginnastica mentale richiesta dal tentativo di spiegare l’universo” (Linus Torvalds).

Esiste poi il denaro come motivazione, che è certamente utile come mezzo di scambio per le cose che ci interessano davvero, ma che di certo non potrà mai comprare né legami sociali né intrattenimento.
Gli hacker quindi vanno al di là dell’utilizzo del computer per sopravvivere e il computer diventa un mezzo per i propri rapporti sociali ma soprattutto è intrattenimento.


Linus Torvalds e l’open source sono quindi molto spesso correlati alle azioni hacker, anche secondo voi è vero tutto questo?

Ringrazio Stefano R. per la segnalazione e ringrazio anche Tommaso T. del portale hackerart fonte dell’articolo.

No more articles