Abbiamo testato il nuovo Linux Mint 16 Petra RC versione con il nuovo ambiente desktop Cinnamon basata su Ubuntu 13.10 Saucy.

Linux Mint 16 Petra Cinnamon
Da poche ore è disponibile la Release Candidate di Linux Mint 16 Petra distribuzione Linux basata su Ubuntu 13.10 Saucy rilasciata in due varianti; Cinnamon e Mate che si differenziano principalmente dall’ambiente desktop e applicazioni preinstallate.
Abbiamo testato la versione Linux Mint 16 RC 32 Bit con ambiente desktop Cinnamon distribuzione che porta con se tanti aggiornamenti inclusi in Ubuntu 13.10 Saucy dal nuovo Kernel 3.11.0 a Mesa 9.2.x ecc rendendo il sistema operativo molto stabile e reattivo migliorando anche il supporto per nuove periferiche.
In Linux Mint 16 Petra troviamo il nuovo Cinnamon 2.0.x versione che introduce un nuovo sistema di componenti Cinnamon Backend che rende l’ambiente desktop indipendente dallo sviluppo di Gnome.

Linux Mint 16 Cinnamon porta con se un nuovo sistema di effetti sonori è possibile gestire il suono d’avvio ed altri eventi comuni come notifiche, chiusura di finestra, sospensione, commutazione nei vari spazi di lavoro ecc. Introdotto anche un nuovo gestore degli utenti e dei vari gruppi utenti, in Linux Mint 16  Cinnamon troviamo anche notevoli ottimizzazioni per Muffin (window manager fork di Mutter) che aggiunge un nuovo sistema di edge-tiling e edge-snapping per un miglior ridimensionamento e posizionamento dinamico delle finestre ai bordi dello schermo.

Novità anche per Nemo il file manager di default in Cinnamon che migliora la gestione copia / sposta nel menu contestuale che aggiunge i collegamento per segnalibri e dispositivi in modo tale da velocizzare l’operazione di spostamento e copia dei file verso le nostre cartelle preferite.

Linux Mint 16 Petra Cinnamon - Nemo

Il nuovo Mint 16 Cinnamon include anche un nuovo modulo di configurazione del monitor e nuove modifiche alla API per la realizzazione di applet e desklet.
Miglioramenti arrivano anche dal gestore dei driver nel quale troviamo una scansione molto più veloce del nostro sistema operativo, l’aggiornamento dei driver proprietari è molto più stabile e veloce, migliora anche il supporto con Virtualbox includendo anche i vari aggiornamenti di virtualbox-guest-utils.

Linux Mint 16 Petra Cinnamon - Driver
I developer Linux Mint hanno lavorato molto anche nel gestore delle applicazioni rendendolo più veloce e reattivo, da notare alcuni ritocchi all’interfaccia grafica, Petra migliora anche le ricerche delle applicazioni e giochi velocizzando anche l’aggiornamento del database.
Linux Mint 16 Petra Cinnamon - Gestore Applicazioni
Linux Mint 16 Petra Cinnamon - Gestore Applicazioni
Linux Mint 16 Petra migliora anche in display manager MDM, correggendo alcuni bug riscontrati nelle versioni precedenti, corretto il tool di personalizzazione velocizzando l’installazione di nuovi temi di terze parti, da notare che nel nuovo tema di default di MDM troviamo anche il collegamento per cambiare la lingua del sistema con un click.
Linux Mint 16 Petra Cinnamon - MDM
Queste sono le principali novità di Linux Mint 16 Petra, come potremo notare riguardano principalmente l’ambiente desktop Cinnamon il quale risulta molto stabile e reattivo, da notare inoltre il motore di ricerca predefinito di  Firefox di Linux Mint non più DuckDuckGo ma Yahoo!.
Se avete installato anche voi Linux Mint 16 RC potete segnalarci i vostri pareri semplicemente commentando questo articolo.
  • Max Franco

    a parte il cambiamento del motore di ricerca, che indica come la necessità di finanziare il progetto sia più forte delle motivazioni di libertà.. di certo yahoo traccia come google, a differenza di duckduckgo……
    a parte questo, volevo chiedere se anche ad altri su kvm non funziona cinnamon con l aiso di installazione… volevo fare un paio di test anche io, ma se non va da installer dubito che funzioni anche dopo l’installazione….. e virtualbox per me non è una opzione, dato che ho kvm installato

  • NicolaVR

    Ho già in download LM Petra Cinnamon 64bit. Vedremo come si comporta! Sono molto fiducioso su questa distribuzione.

  • pi3tr0

    piallato ubuntu gnome 64 bit sostituito da mint 16 64 bit
    sto aggiornando e installando tutto il software, mi sembra perfetto, mdm è ok, mi devo abituare al centro software e repository di mint, sono abituato a synaptic ma mi pare molto simile, forse è leggermente + performante o meglio meno esoso di ram che non ubuntu + cinnamon

    fra poco scarico la 32 bit e mi preparo a piallare anche ubuntu gnome 32 bit

    se non fosse per la partizione ubuntunext con trusty, per la prima volta avrei un pc deubuntizzato dopo la bellezza di 6 anni, anche se ad esser onesti è pur sempre una derivata, adesso confido in un ottimo rilascio LMDE per debianizzarmi

    rispetto a ubuntu + cinnamon si hanno meno dipendenze, non c’è nulla di lightdm o gdm, non c’è ubuntuone e mi pare non ci sia nemmeno evolution che se su ubuntu gnome provi a toglierlo ti tira via mezzo desktop, roba da matti doversi tenere un software e i suoi servizi attivi anche se non lo si utlizza

    • Dario Grillo

      Se non sbaglio mint usa thunderbird come client mail

      • pi3tr0

        si infatti

    • pi3tr0

      al login la ram sta a 450 MB, su Ubuntu Gnome + Cinnamon sta sopra i 500 MB ma non ho ancora installato nemo-dropbox

      invece al login il problema del tempo eccessivo per caricare il DE non è stato risolto, per ora è l’unico difetto che riscontro in Cinnamon

      • Max Franco

        avevo la mia home su partizione separata. l’utente usato in fase di installazione aveva un login molto veloce.
        dopo avere montato la mia home, con il mio utente ‘di lavoro’ noto anche io un rallentamento nell’avvio post login… saranno le personalizzazioni 🙂
        proverò a piallare un poche di impostazioni precedenti e vi farò sapere 😀

  • Dario Grillo

    Di mint apprezzo molto il file manager nemo, dopo quella ciofega di file, ci voleva proprio un file manager funzionale ed evoluto lato GTK+

    • pi3tr0

      vero, per me è il miglior file manager in assoluto insieme a dolphin, ma kde purtroppo non riesco a farmelo piacere

      • Dario Grillo

        EHEHEH, io invece amo KDE, e amo anche dolphin che appunto considero il miglior file manager su linux, ovviamente de gustibus 🙂

  • gennaro

    secondo voi è possibile che mind possa “danneggiare”partizioni esistenti NTFS?

    tempo fa mi rese illeggibile da windows (in linux era accessibile) una partizione logica dove salvavo solo documenti programmi la partizione del sistema era ext4
    questo problema non è mai accaduto con debian o ubuntu
    da quel momento ho sempre avuto paura ad installare altre distro

    • pi3tr0

      non è chiaro quanto dici, forse intendi che la partizione era EXT nel senso di estesa o logica, altrimenti se era ext4 non poteva essere NTFS

      cmq linuxmint è ubuntu e linuxmint debian edition è debian, quindi fai 2 + 2

      • gennaro

        mint era installato su una partizione primaria EXT4 (C)
        i documenti stavano in una partizione NTFS (D)
        motivo della partizione NTFS avere “il doppio accesso” con windows e linux formattare C in ntfs ed installare windows..

        • pi3tr0

          ok, chiaro, molti utenti usano una partizione ntfs per avere una sorta di condivisione windows/linux

          il fatto che mint ti abbia rovinato la partizione ci può stare, ma non perchè era linux mint, sarebbe potuto succedere con qualsiasi distribuzione, purtroppo si dovrebbe avere il buon senso di avere sempre dei backup freschi prima di installare qualsiasi cosa ma purtroppo il fatto che il 99,9999% delle volte vada tutto a buon fine senza problemi ci fa dimenticare di essere previdenti

          per essere un po’ + sicuro evita di montare le partizioni ntfs durante l’installazione tanto poi le vedi nelle risorse del file manager

    • si è successo ancora anche con pendrive fat32

    • Dario Grillo

      Una volta ho installato chakra nel pc di un mio amico, dopo l’installazione abbiamo scoperto che il file system di windows era stato danneggiato, quindi si, sono cose che succedono, sono rare ma succedono.

  • Max Franco

    non ho resistito e ho installato sul pc principale.
    tutto perfetto.

    l’unico difetto che rilevo, che non so se possa dipendere da mint stesso o da ubuntu, è il fatto che non propone di impostare un proxy in fase di installazione.

    l’OSD che indica sempre le modalità di impiego del windows tiling è noioso, ma si può disattivarlo dalle impostazioni, anche se un utente inesperto potrebbe avere difficoltà.

    per il resto, bellissimo il nuovo tema di mdm ed il sistema mi pare molto veloce e reattivo.
    non noto grosse differenze rispetto alla versione precedente di cinnamon installata su nadia (mint 14) e aggiornata tramite backport….

  • Stefano

    ottimo lavoro, lo trovo molto stabile e reattivo.

  • Vin Ben

    dovete fare una bella recensionel su XFCE 17 una favola… stabile…. intuitiva e leggerina

No more articles