KernelUpdate è una semplice applicazione sviluppata da lffl che ci consente di aggiornare facilmente il Kernel Linux all’ultima versione stabile disponibile con estrema facilità.

KernelUpdate in Ubuntu Linux
Negli ultimi anni il Kernel Linux ha fatto notevoli progressi migliorando notevolmente il supporto hardware con le più diffuse periferiche includendo anche ottimizzazioni che vanno a rendere più sicuro e performante il nostro sistema operativo.
Per motivi di stabilità, in Ubuntu il Kernel viene normalmente mantenuto (tranne per alcuni casi che per motivi di sicurezza viene aggiornato), riceveremo quindi svariati aggiornamenti di mantenimento che vanno a correggere bug riscontrati ma non ad aggiornare il Kernel. Se vogliamo aggiornare il Kernel Linux in Ubuntu e derivate è possibile scaricare manualmente i pacchetti forniti dal team Kernel Ubuntu,
Da oggi è possibile effettuare questa operazione direttamente dal tool KernelUpdate che ci consente di avviare il processo di download ed installazione del nuovo kernel stabile in Ubuntu e derivate con un semplice click, è possibile anche effettuare la ricerca degli aggiornamenti del Kernel ad ogni avvio ed in futuro arriveranno anche altre funzionalità.

Utilizzare KernelUpdate è semplicissimo, una volta installato il tool basta avviarlo da menu o Dash, dopo alcuni secondi apparirà una schermata come sotto che ci indicherà l’attuale versione del Kernel e la versione Stabile disponibile.

KernelUpdate

Come potremo notare basta cliccare su Enter / Invio per avviare il download ed installazione del Kernel Stabile, se non vogliamo installare il nuovo Kernel basta chiudere la finestra oppure cliccare su CTRL+C.
Al termine dell’operazione potremo anche rimuovere la cartella nella scrivania nella quale sono contenuti i pacchetti del nuovo Kernel, potremo inoltre anche rimuovere i Kernel precedenti seguendo le istruzioni dello script.
KernelUpdate analizza la presenza del Kernel nella versione Stabile e non in fase di sviluppo (Alpha, Beta o RC), il tool inoltre supporta qualsiasi versione di Ubuntu e derivate potremo quindi utilizzarlo anche in Linux Mint, elementary OS, Ubuntu GNOME (immagine sotto), Xubuntu, Kubuntu, Lubuntu ecc.

KernelUpdate in Gnome Shell

E’ possibile anche verificare la presenza di nuove versioni del Kernel ad ogni avvio, in caso di nuove versioni a pochi secondi dall’avvio noteremo la finestra che ci indica il Kernel attuale e la versione disponibile, in futuro avremo anche una notifica di sistema oltre ad un’interfaccia grafica  per le varie impostazioni. Attualmente è possibile inserire la ricerca di nuovi Kernel automatica all’avvio avviano Applicazioni d’avvio (presente nel Dash o nelle impostazioni di sistema) su nome e commento inseriamo quello che vogliamo mentre in comando dovremo inserire kernelupdate e clicchiamo su Aggiungi.

KernelUpdate avvio

KernelUpdate funziona solo su Ubuntu e derivate non funziona invece in Debian.
Per installare KernelUpdate in Ubuntu e derivate utilizzeremo i PPA kernelupdate digitando:

sudo add-apt-repository ppa:ferramroberto/kernelupdate
sudo apt-get update
sudo apt-get install kernelupdate

in alternativa (se non volete installare nuovi PPA) potete scaricare questo pacchetto deb (funziona su qualsiasi versione di Ubuntu)

Colgo l’occasione per ringraziare il nostro amico / lettore Paulo B. per lo sviluppo del progetto.

Home KernelUpdate

  • kernelio

    Io la vostra smania maniacale di aggiornare il kernel per poi trovarsi con mille rogne come i driver video che vanno a donne di facili costumi (e dire che uno dei punti di forza dei nuovi kernel dovrebbe essere proprio quello dei driver video! Aggiornare il kernel è proprio il sistema giusto per mandare a quel paese i driver video, provare su mint se con ci credete) non la capisco proprio.

    • sabayonino

      non c’è nessuno che ti punta una pistola alla testa e ti obbliga ad aggiornare il kernel

      mica si è obbligati a farlo ….

      si. sarà una smania maniacale .. ma a chi piace smanettare non si pone problemi se qualcosa non va

      se l’utente di turno non sa cosa va incontro e aggiorna per il puro fatto “che fa figo” … è un altro problema.

      PS : 3.12-gentoo con Nvidia 331.20 🙂

      • Marco

        installare il nuovo kernel e lasciare quello vecchio?
        sei hai problemi con quello nuovo, torni indietro e hai risolto ogni nuovo problema, altrimenti potrai beneficiare di tutte le nuove funzionalità….
        se hai un apu AMD passare al 3.12 è praticamente obbligatorio e sarà lo stesso per il 3.13…

        • Jettator

          se hai driver proprietari ATI temo sia un specie di roulette russa…

          • Simone

            miiiiiii che nick tremendo!
            Dopo che hai detto quello che hai detto vado di corsa a grattarmi….. sai Murphy è sempre lì e se uno col tuo nick lo evoca…

          • Jettator

            ma è nel senso di “colui che getta”, che hai capito? ;D

      • kernelio

        Gurda, io linux l’ho conosciuto e ci siamo innamorati nel lontano 98 all’univerità e ti dirò che quelli si che erano tempi in cui non potevi non essere smanettone per cui ogni update del kernel era una ricompilazione con ore perse a capire se gli updates introdotti fossero utili per il proprio hardware.
        Onestamente io uso linux per lavoro quotidianamente, per questo non vedo l’utilità di aggiornare in modo così aggressivo: preferisco alzarmi la mattina con un sistema produttivo e performante, magari anche se non ultra aggiornato. Tutti gli OS “produttivi” (winzoz e oesseics, am anche distro più “conservatrici”) installano aggiornamenti solo stabili ed ultra testati.
        Se voglio un sistema “sperimentale” mi installo una arch o una gentoo o debian in un computerino-vittima-designata e mi compilo 3/4 dei pacchetti sperimentali a mano: quello è smanettare, non scaricare un kernel privo di ogni altro supporto direttamente da un ppa!
        My Two Cents.

    • Alessandro Giaquinto

      Diciamo che se aggiorni il kernel senza vedere le “preferenze” della distro che usi… non è una novità anzi… tieni conto che spesso il nuovo rilascio del kernel corregge problemi riscontrati con il vecchio, ad esempio con il wi-fi noto sempre miglioramenti sia nella connessione che nel consumo ad ogni nuovo rilascio (e per me che uso molto il portatile e il wi-fi è cosa buona)

  • Mirco Zorzo

    Il programma avvisa se il supporto a certe caratteristiche viene dismesso? Mi sembra fondamentale perché non sempre le novità sono migliorie.

    Ciao, Mirco

  • g cong

    proprio ieri ho aggiornato il kernel all’ultima versione disponibile in Gentoo, ma a manina, dopo averlo compilato almeno 3-4 volte :-). Ma questo solo perchè ho una chiavetta wifi che fa le bizze

  • masand

    Non male come applicazione, è ovvio che è una cosa che comunque è bene fare se si è esperti del sistema, altrimenti si fanno più danni che altro…

    Comunque, se possibile dovresti mettere come dipendenza anche xterm perché, ad esempio su KDE io non lo avevo installato, ma il programma lo richiede per il suo funzionamento.

  • Ray

    Sarebbe più logico che Ubuntu e derivate,si evolvano in due versioni,la LTS per la sua stabilità e per un uso adatto ad aziende amministrazioni ecc..poi,per i più “smanettoni”la versione rolling release,per testare gli ultimi kernel o sw vari..PPA a gogò,e rilasci semestrali,si dimostrano sempre più problematici..

    • grogdunn

      se non ricordo male all’ultima riunione dei sviluppatori ubuntu (non ricordo il nome tipo UDC??) era uscita questa proposta di far diventare Ubuntu rolling o semi-rolling con una versione LTS classica… ma poi non so come si è evoluta la faccenda…

      • Andrea Girvasi

        Non è stata accettata come proposta. Questa è una cosa che non capisco: perché dai repo ufficiali di Ubuntu si hanno solo updates dei programmi e non upgrades? Capisco – e fino ad un certo punto – l’essere prudenti con il kernel o Xorg (o Mir o Wayland o quello che sarà), ma perché mantenere, per esempio, LibreOffice alla versione 3.6 su Precise? Che senso ha obbligare gli utenti a riempirsi di ppa esterni per avere i programmi aggiornati nonostante si sia ancora nel periodo di supporto della versione dell’OS?
        Probabilmente, anzi sicuramente, c’è un motivo logico per farlo, ma io o non lo conosco o non riesco a comprenderlo.

        • Marco

          credo sia soltanto un comportamento ottuso e non all’avanguardia…. non scoltano per nulla la comunità.
          hanno a disposizione praticamente tutto per poter fare un OS aggiornato e stabile…
          invece di integrare tutto sui repo di ubuntu potrebbero creare dei “Team for Ubuntu”, ognuno dei quali si occupa di un determinato pacchetto o suite(es libreofccie, gimp, kernel, open driver, ecc) e creare dei ppa autonomi ma aggiunti di default a ubuntu.

          • Andrea Girvasi

            Che sia un comportamento superato dai tempi ne sono convinto, ma quando Shuttleworth propose di rendere Trusty semi-rolling sia il board tecnico che buona parte della comunità di Ubuntu non furono entusiasti e bocciarono l’idea; per questo motivo ho iniziato a pensare ci siano dei validi motivi che mi sfuggono.
            Il mio personale “ottimo” sarebbe avere una Ubuntu dove i programmi si installino e aggiornino tutti tramite Ubuntu Software Center un po’ come funziona con Android, ad esempio. Se fosse così mi andrebbe bene anche l’attuale politica di rilasci con LTS ogni due anni e versioni intermedie per test.

  • Massimiliano Milanesi

    Grazie mille per l’applicazione, davvero molto utile.

  • Oleh_

    Come mai non mi si avvia in Linux Mint 15?

    • i motivi possono essere 2
      hai giù il kernel 3.12
      oppure non hai xterm (lo appena inserito adesso come dipendenza)
      prova a dare
      sudo apt-get install xterm
      e vedere se si avvia

      • Oleh_

        In effetti ho già il 3.12 e va che è una meraviglia.
        Comunque sia ho installato xterm e aggiornato ma l’unica differenza da prima è che ora si apre la finestra dell’app ma si chiude immediatamente, è normale tale comportamento? E’ dovuto alla presenza del kernel 3.12?

        • si è dovuto al kernel aggiornato

        • a me fa la stessa cosa (Linux Mint 15, KDE, 32-bit) mentre su Lubuntu 13.10 64-bit non ho alcun problema.fenomeno curioso 😀

          cmq ottimo script complimenti ^_^

        • si è normale
          comunque a breve arriva la nuova versione con interfaccia grafica che risolve anche questo problema 😀

  • Igor Messina

    Ciao Roberto bellissima idea.
    Provo a darti uno spunto: non sarebbe bello che questo tool consentisse anche di scegliere il tipo di kernel da installare? mi vengono in mente il pf kernel o il ck…sempre nell’ottica di rendere accessibile sempre a più utenti operazioni che in ogni caso sono fattibili a ‘manina’ la vedrei bene come cosa! Il risultato sarebbe una gestione facilitata per la scelta del tipo di kernel e il suo aggiornamento!

    • Guest

      Scrivi al team di sviluppo, magari l’idea piace e la implementano.

    • Daniele

      Io ho scoperto che il kernel 3.12 non è compatibile con gli ultimi driver amd beta. Ma tutte le versioni 3.11.x si.
      è possibile fare in modo di scegliere la versione del kernel da installare?
      Ad esempio io ora monto la 3.11.6. So che è uscita la 3.11.7…. non c’è uno scriptino per poterla installare? 🙂

  • WSoftwareLibero

    Ora iniziamo a scaricare programmi a caso come sul vecchio sistema di M$?
    Chi mi dice cosa c’è dentro? Solo per curiosità…
    Ah, qualche file binario… e il codice?

    Si risolve semplicemente con uno script, io sono parecchio sospettoso.

    • cisiamo

      Questo infatti lancia il comando
      xterm /usr/share/kernelupdate/updatekernel

      Non c’è da sospettare 🙂

      • da notare che lo script è su github quindi lo puoi vedere anche te

    • Mr.1911

      Se uno che usa sistemi “open” non si fida della community è finita…

    • EnricoD

      perché no? le ultime versioni del kernel le ho aggiornate usando uno script automatico, e ha sempre funzionato alla perfezione, immagino che questo programmino sia fatto sulla base di quello script,e fa le stesse cose che faresti a mano… non lo posso mettere perché sto su Debian, altrimenti lo avrei provato

      • ange98

        Sei passato a Debian? Da quando? 😀

        • EnricoD

          da un paio di settimane.. ma sul net c’ho ancora arch 😀

  • Alex

    grande ! fantastica app !!

  • Manuel

    provo anche qui, visto che su twitter vengo ignorato da lffl: si può sapere perché questo tool è solo per Ubuntu? Debian (e il resto che si basa su Debian) gli fa schifo a chi l’ha sviluppato?

    • il tool è solo per ubuntu perchè si basa sui pacchetti forniti dal portale kernel ubuntu c’è anche scritto sull’articolo ma forse si fa prima a criticare che non a leggere

      • Manuel

        era una curiosità, eh. L’articolo l’ho letto (vi leggo da un pezzo), ma volevo capire perché non si poteva avere una comodità così anche su Debian. Tutto qua.

    • Fabio

      E chi lo userebbe su Debian? Se usi stable hai i backports, su testing e sid prima o poi arriva da solo… mah!

      • tomberry

        Senza contare il ramo experimental.. ^^
        Oltre tutto chi usa Debian, difficilmente gli interessa avere l’ultimo kernel installato..

        • Fabio

          Experimental non mi sono mai azzardato, al massimo testing (confermando quello che dici tu su chi usa Debian)

  • hiroy

    mah, in caso l’aggiornamento del kernel (come successomi altre volte T_T ) incasini il sistema il programma prevede un altrettanto facile marcia indietro ??

    • gioj93

      Non c’è bisogno del programma, basta avviare con un altro kernel da Grub e rimuovere il nuovo 😉

      • hiroy

        più o meno come ho fatto le altre volte ^^’ grazie

        • hiroy

          allora il programma funziona bene … ma il casino che si scatena dopo con i vari problemi di driver nvidia etc etc… @_@ una due ore per ristabilire il tutto che sconsiglio vivamente

  • Damon

    Ho installato lo script ed aggiornato il Kernel (Ubuntu 13.10). Grazie per la fantastica app!

  • gioj93

    Vorrei segnalare che su lubuntu 13.10 con kernel 3.11.0-12 la prima volta ha eseguito correttamente lo script ma senza risultato, e ora xterm si richiude subito nonostante il comando uname-r restituisca sempre 3.11.0-12-generic

  • tmp

    io uso mint 15 con 3.8.0. qualcosa se lo aggiorno all’ultimo non e’ che magari non funziona qualcosa o se no’ perche mint non lo fa da solo?

  • Oleh_

    L’ho installato su Elementary Os e oltre a “kernelupdate” nel menù delle applicazioni mi trovo un’icona con un ingranaggio sotto la quale c’è scritto anche qui “kernelupdate” e al click non accade nulla ma se mi ci fermo sopra con il puntatore mi esce il messaggio: “grooveshark player and downloader”; come mai? cosa centra grooveshark?

    • Oleh_

      Come posso rimuoverlo adesso? Dopo il riavvio sotto l’icona la dicitura è cambiata in: gsharkdown; ma io non ne aggiunto altri ppa ne indicato al terminale di installare cose riguardanti gshark…
      dando da terminale “apt-get remove gsharkdown” non trova nulla…

      • mi sembra strano che trovi la dicitura gsharkdown
        se comunque lo avvii e non esce niente vuol dire che hai il kernel già aggiornato oppure hai combinato casini con l’installazione
        per rimuoverlo dai
        sudo apt-get remove kernelupdate

        • Marco

          “Riesumo” il 3d a distanza di due settimane.
          Ho avuto la necessità d’installare questo prgm su di una macchina con Mint 16 Petra e una volta terminata l’installazione anche a me è apparso
          kernelupdate
          grooveshark player and downloader
          L’installazione è stata pulita e l’ho effettuata nel solito modo utilizzato per Ubuntu 13.10 e Xubuntu 13.10 nei quali il suddetto inconveniente non si è verificato.
          Mistero!

  • Massimo A. Carofano

    Vorrei segnalare che funziona perfettamente anche su Deepin Linux 2013! 🙂
    Edit: scherzavo, al riavvio provando a riavviare KernelUpdate noto che non ha aggiornato alcun kernel, mentre con le procedure manuali da terminale lo aggiorno senza problemi.

  • Qualcuno mi saprebbe dire perchè ho questo errore ?
    “Impossibile trovare il pacchetto kernelupdate”
    Grazie

  • Giovanni Cinque

    Segnalo che la procedura da terminale nell’ultimo comando

    sudo apt-get install kernelupdate
    rilascia la dicitura “impossibile trovare il pacchetto kernelupdate”. Provando a scaricare il file .deb non viene aperta la pagina di download.

No more articles