Da Intel arriva la conferma che la prossima versione 3.0 dei driver open source supporterà nativamente il nuovo server grafico MIR.

Intel Driver Linux
La notizia sollo sviluppo del nuovo server grafico MIR interamente sviluppato da Canonical ha portato molte discussioni e soprattutto diversi problemi per i principali sviluppatori di schede grafiche.
Difatti sia Intel che AMD e Nvidia dovranno includere nei propri driver open / proprietari il supporto sia per il nuovo server grafico Wayland adottato dalle altre distribuzioni / ambienti desktop Linux ed il nuovo MIR di Canonical ottimizzato per la versione desktop e mobile di Ubuntu.
Gli sviluppatori per ora hanno lavorato per il supporto nei driver open source delle principali schede grafiche garantendo cosi il supporto per la prossima Ubuntu 13.10 Saucy, inoltre da Intel arriva la notizia che la prossima versione 3.0 includerà il supporto nativo per XMir.

Intel ha confermato di essere al lavoro per lo sviluppo di Wayland e Mir includendo il supporto per quest’ultimo nella nuova versione 3.0 dei driver open source per Linux.
I nuovo driver Intel potrebbero quindi portare una maggiore stabilità ed efficienza al nuovo server grafico MIR / XMir garantendo per gli utenti Ubuntu con scheda grafica Intel di poter utilizzare al meglio la nuova versione 13.10 Saucy con performance simili (se non superiori) all’attuale X.org.

Intel è quindi la prima azienda produttrice di GPU a confermare il supporto per Mir, da Nvidia e AMD attualmente non è arrivata nessuna informazione riguardante il supporto per il nuovo server grafico di Canonical.
Intel 3.0 approderà molto probabilmente prima di metà ottobre cosi da poter essere già integrato nella nuova versione stabile di Ubuntu 13.10, per i driver proprietari Nvidia e AMD con supporto per MIR / XMir dovremo molto probabilmente aspettare ancora diversi mesi.

via – phoronix
  • Giulio

    Anche Windows ha un comportamento simile. E poi, come se fosse sempre necessario riavviare il pc. A meno che non aggiorni il kernel (ma lì compare una notifica apposita) solitamente basta riavviare la sessione.

    • se hai più sistemi operativi sul pc come fai a passare da uno all’altro?
      molti utenti usano ubuntu con windows per passare a windows è comodo il riavvio o è meglio spegnere e poi avviare il pc?

      • Ospite

        Lo vedo come un non-problema, chi arriva da Windows è abituato da XP o forse anche prima, che se vuole riavviare fa arresta e poi riavvia, mentre per un utente un po’ meno neofita il problema lo affronta una volta e lo impara. Ovviamente sto parlando per Unity.

  • Penso che la soluzione usata da Gnome Shell sia pessima. Quelle poche volte che l’ho usato ho dovuto cercare su Internet come spegnerlo.

    Neanche l’idea di Ubuntu è un granché, ma pur sempre meglio che Gnome.
    E mi dispiace che quei comandi non siano più nella dash, anche sapendo che fossero nel menu sessione, a volte è comodo spegnere direttamente dalla dash.

  • Attix

    E’ una delle tante piccole cose che mi fanno “odiare” il nuovo corso di ubuntu e gnome:qual’e’ il significato di rendere poco raggiungibile il tasto riavvia?Costa cosi tanto aggiungerlo sopra quello “spegni”?
    Tante cose che sembrano messe li appositamente per renderti la vita piu’ complicata.

    • quoto 🙂
      per fortuna kde xfce lxde ecc hanno i bei tasti spegni riavvia ben inseriti

  • Txeyo

    Haha carina l’ultima battuta!
    Be in effetti questi sviluppatori ogni tanto mi danno la sensazione di voler complicare la vita algli utenti
    Ora, per esempio Gnome 3, non sarei mai riuscito a capire k dovevo schiacciare “alt” per far apparire “arresta”. Io installavo subito l’estensione adatta sul sito gnome e via, l’ho scoperto per caso
    Anke per Unity, mi viene sempre da kiedermi per quale recondito motivo han tolto l’intellihide, costringendo tutti a installarsi patch adatte e pure nemmeno complete, cosi almeno la canonical è davvero sicura k unity alla gente nn piace (dico gente perche vedo molti commenti negativi di questo DE; io in realtá la penso all’opposto: a me unity sembra il più bel DE e il più utile/pratico e senza tanti fronzoli , benche ho letto k pesa tanto per causa di compiz. Dispiace molto k Canonical abbandoni il progetto x la 13.04)

    • Txeyo

      Ops, scusate i numerosi ed evidenti errori di grammatica, ma spero si capisca il senso 😛

    • canonical non abbandona un bel niente con la 13.04
      solo che dai prossimi rilasci lo sviluppo sarà concentrato sul portare unity sui tablet e dispositivi mobili quindi tante novità non ne vedremo più

      • Txeyo

        A ok, è k avevo letto una notizia su un blog k enunciava appunto la dichiarazione di Canonical di abbandonare Unity per favorire Gnome 3
        Forse si sono sbagliati i redattori
        Salve, e buon lavoro!

        • unity rimarrà forse per la 13.04 canonical si accorgerà del flop e passerà ad altro ma per ora rimarrà unity

  • Narcosnoyz1

    Unity,ma gnome 3.x in generale punta a tablet e smartphone basta vedere queste immagini sul sito di Gnome dove viene messo a confronto con iOS,Windows8 e altri sitemi touch http://live.gnome.org/GnomeOS/Design/Whiteboards/ScreenLock
    Io penso che chi voglia avere un’esperienza desktop normale debba usare KDE perchè se si usa Gnome si fà un favore solo a gnome e non a se stessi perchè Gnome 3.x non è pensato per desktop è inutile dire di no questo fatto và accettato se si vuole un desktop bisogna passare a KDE,se si vuole un desktop senza fronzoli XFCE,Openbox,LXDE.Enlighment0.17 e vari

  • Secondo me l’ultima frase non è una battuta..ma realtà O_O

  • Gabriele Castagneti

    Certo che gli sviluppatori Unity non spengono mai il PC! Passano la notte a guardarla, da tanto è “cool”! 😉

No more articles