Btrfs – arrivano giudizi molto positivi dagli sviluppatori Ubuntu

31
145
Alan Pope, sviluppatore Canonical, ha rilasciato un’interessante articolo riguardante il nuovo file system Btrfs utilizzato in un server per oltre un’anno.

Tra le tante novità e migliorie introdotte nel nuovo Kernel 3.11 troviamo molto codice riguardante il file system Btrfs ormai sempre più stabile e funzionale pronto ad approdare quindi di default nelle principali distribuzioni Linux.
Btrfs è un nuovo file system sviluppato per la versione desktop e server di Linux nella quale oltre ad una maggiore stabilità troveremo anche la possibilità di creare uno snapshot del disco montato, ossia un backup in tempo reale dell’intero sistema. Questo ci consentirà di poter ripristinare velocemente il nostro sistema operativo in caso che il sistema diventi instabile a causa di un’aggiornamento non andato a buon file, rimozione accidentale di file del sistema ecc. Oltre a questa importane funzionalità Btrfs consentirà il checksum su dati e metadati garantendo una maggiore sicurezza soprattutto in server, supporto per la compressione LZO una maggiore organizzazione dei file e directory, il supporto per file di dimensioni massime di 16 exabyte e molto altra ancora. A confermare la stabilità e le qualità del nuovo file system Btrfs troviamo anche Alan Pope il quale ha rilasciato in un recente post sul proprio blog le sue impressioni dopo un’anno d’utilizzo.

Pope è molto soddisfatto del nuovo Btrfs, dopo un’anno di test su un piccolo server. Btrfs risulta molto stabile offrendo performance quasi identiche a Ext4 con però l’integrazione di svariate funzionalità compresa la scalabilità dello spazio disponibile, aggiungere ad esempio un nuovo disco è un gioco da ragazzi con il nuovo file system offrendo anche la possibilità di convertire tra loro partizioni EXT3 a EXT4 e Btrfs.
Btrfs è già pronto per approdare nei futuri server e pc desktop, a confermarlo è anche Alan Pope sviluppatore Canonical che indica false molte dicerie apparse in rete riguardo la stabilità del nuovo file system.
L’arrivo del nuovo Kernel 3.11 e i tanti giudizi favorevoli da parte di sviluppatori faranno avvicinare molte aziende, professionisti e normali utenti a questo nuovo file system sperando che arrivi presto di default nelle principali distribuzioni Linux.

Personalmente sto riutilizzando Btrfs sia nel pc “muletto” con Ubuntu 13.04 Raring che nel mio Asus X201E con Arch Linux KDE e Xubuntu 13.04 Raring e posso confermare quanto detto da Pope, stabilità e performance simili a EXT4.

via – phoronix