Per gli amanti del look del nuovo Ubuntu Touch arriva la nuova app per Android che ci consente di portare e personalizzare il lockscreen del nuovo sistema operativo mobile di Canonical.

Ubuntu Lockscreen in Android
Tra le principali novità del nuovo smartphone Ubuntu Edge troviamo il nuovo sistema operativo mobile open source Ubuntu Touch interamente sviluppato da Canonical. Ubuntu Touch è un sistema operativo per smartphone e tablet in grado di portare un’esperienza utente tutta nuova oltre a fornire caratteristiche ed un look in parte simile all’ambiente desktop Unity presente nella versione desktop di Ubuntu. Un team di sviluppatori XDA ha deciso di portare il blocco schermo di Ubuntu Touch nei device Android includendo anche diverse personalizzazioni il tutto grazie alla nuova app denominata Ubuntu Lockscreen.

Ubuntu Lockscreen è una nuova applicazione per Android che ci consente di portare la schermata di blocco di Ubuntu Touch nel nostro dispositivo. La nuova app Ubuntu Lockscreen include lo stesso identico look di quella originale presente in Ubuntu Touch riportando anche le stesse caratteristiche e font Ubuntu oltre al “classico” orologio circolare, data e la gestione delle notifiche. Ubuntu Lockscreen porta anche le stesse gesture di Ubuntu Touch difatti per sbloccare il dispositivo basta uno swipe dal bordo destro verso la parte sinistra dello schermo.

La nuova app Ubuntu Lockscreen include anche diverse personalizzazioni, è possibile ad esempio cambiare alcune animazioni, gestire i controlli delle app multimediali come player musica e video, gestire la rotazione del cerchio ecc è possibile inoltre impostare anche una password d’accesso il tutto con un’interfaccia grafica simile a LightDM.

Ubuntu Lockscreen è un’app free già disponibile in Google Play Store per Android 2,1 o versioni successive.

  • XfceEvangelist

    Niente di più inutile.

    • UbuntuWillRule

      Il solito atteggiamento disfattista di molti. In realta’ la maggior parte delle personalizzazioni e’ perfettamente inutile e solo alcune riescono a migliorare la esperienza dell’utente, percio’ le tue parole sono assolutamente sprecate.

      • daniel88

        Questo commento è veramente idiota…

        • ange98

          Scusa, ma hai letto il nome dell’utente? Cosa ti aspettavi, un “W le cose utili?”

          • UbuntuWillRule

            Potrei avere anche un nick del tipo “UbuntuFaSboccare”, ma il mio commento non cambierebbe.

          • Brau

            Ok che per qualcuno (compreso me) questa personalizzazione può essere inutile, e che il sig. UbuntuWillRule è palesemente di parte, ma questa volta nel suo ragionamento non vedo nulla di sbagliato… A chi gli piace la prova, a chi non gli piace non la prova, stop, non facciamo i soliti ultrà che dicono “quello che faccio io è bello e tutti gli altri sono idioti”, non facciamoci riconoscere come al solito…

          • UbuntuWillRule

            Amo Ubuntu perche’ odio Windows. Tutto qui! E ti diro’ che ho appena finito di settare quel dannato di Windows per una mia amica e che ,puntualmente, mi ha fatto dannare l’anima. Se mi dessero una valida alternativa ad Ubuntu, io la userei. Anche se probabilmente continuerei ad usarlo. E sai perche’? Perche’ io ho fiducia in Canonical e non rimarro’ mai troppo deluso da un prodotto che mi viene offerto gratuitamente e che, soprattutto, mi ha fatto innamorare di Linux.

          • XfceEvangelist

            Mai provato Linux Mint o Elementary OS? 🙂 Questi si che sono due progetti razionali che stanno avendo sempre più consenso dagli utenti Linux.

          • Brau

            In pratica Ubuntu… Ok che le personalizzazioni interne te le trasformano completamente, ma in fondo sono pur sempre Ubuntu… Prendi l’Ubuntu normale, ci togli Unity e ci metti Cinnamon o XFCE (Mint), o ci metti i repo di Elementary e dai dist-upgrade (Elementary)…

          • ange98

            Chakra, Manjaro, Crunchbang, LMDE e siduction ti vanno bene come alternative facili da installare?

          • Brau

            “facili da installare”
            Siamo in vena di battute? XD

          • ange98

            Cosa trovi di difficile nell’installare una di queste o Arch? o Debian?
            Dell’installazione di Arch fa solo paura la “riga di comando a schermo intero” (aka. tty). In 15 comandi ho finito l’installazione e ci mette sui 20 minuti contando i 10 del download dei pacchetti (DE incluso). La seconda parte più pallosa è la modifica del file locale.gen . Il resto è una passeggiata.
            Debian invece basta fare come su Ubuntu e Win (avanti -> avanti -> ecc. fino al partizionamento poi si ritorna al solito avanti). Complicate da installare eh?
            LMDE invece ha anche una GUI, Chakra pure, Crunchbang è come Debian e Manjaro è circa Ubuntu.

          • UbuntuWillRule

            il tty (/dev/tty) serve per il controllo di un terminale. Forse intendevi semplicemente la shell.

          • Brau

            Stavo solo scherzando, volevo vedere come reagivi 🙂

          • ange98

            oh LoL

          • Daniele Cereda

            beata ignoranza…

          • Brau

            Alla fine la base è quella, non è che sono andato lontano milioni di km… Non è che stia difendendo UbuntuWillRule per ogni cosa che dica o voglia ergere Ubuntu a unica distro rispetto a tutte le altre o elogiare quei dilettanti allo sbaraglio della Canonical, ma diamo a Cesare quel che è di Cesare: Mint e EOS si possono benissimo ottenere dalla loro base di Ubuntu ed è VERO, levarci le schifezze di Canonical e metterci le loro, e il modo c’è e come, stop, non è che abbia detto chissà che cosa di trascendentale…

          • Daniele Cereda

            a ca sa mia la base è linux! smettiamola di creare il connubio inscindibile linux=ubuntu.
            i ragazzi di elementary hanno fatto un gran lavoro e di certo non si sono limitati a prednere la 12.04 levarci unity e riproporre il tutto sotto altro nome!

          • Brau

            Ma chi sta dicendo che linux=ubuntu scusa? Ok che quelli di Elementary hanno fatto un gran lavoro, ma ricordo che esiste un repo di Elementary dove ci sono tutte le loro personalizzazioni (almeno così ho notato nelle sorgenti software), e il repo era indirizzato per “precise”, quindi la base è Ubuntu 12.04, e alla fine il lavoro che hanno fatto è per l’appunto togliere le schifezze della Canonical (e ce ne vuole, eh) e metterci le loro personalizzazioni, stop, perché questo che ho detto (che è la verità) dovrebbe in qualche modo denigrare il loro lavoro?

            Ma che cavolo, da un estremismo passiamo ad un altro? Stampatevi bene in testa che non sono un fanboy di Ubuntu, ma non voglio neanche essere l’opposto… Non decapitate chiunque pronunci Ubuntu, teniamo i piedi per terra, please 🙂

          • UbuntuWillRule

            Scusami, d’accordissimo che il mondo Linux sia basato sul kernel, ma come ben saprai la struttura di un sistema Fedora, Debian e Ubuntu e compagnia, varia in base alla distro stessa (di non molto in realta’, pero’ varia) ed i repo delle distro Ubuntu based sono in medesimi di quelli di Canonical ( a volte ai pacchetti vengono applicate delle patch, proprio come succede nel caso di Ubuntu con Debian o con Linux Mint con Ubuntu). Percio’ si definisce basata su Ubuntu.

          • daniel88

            Ma sono io o non capisco cosa centra ora questo discorso? come si è finiti a parlare di Windows e di Ubuntu dal dire che questi lock screen sono inutili? Cioè non c’è nulla da dire, c’è a chi piacciono e a chi no, poi se vogliamo pure parlare del fatto che il 90% delle volte sono fatte male e funzionano anche peggio ok, ma non capisco veramente che centra Ubuntu e Windows.

            PS: il tuo ragionamento è un pò assurdo, usi Ubuntu perchè Windows non ti dà una valida alternativa, e fino qui ci siamo ma da qui a difendere a spada tratta Ubuntu cosa centra? Ubuntu non è linux, anzi ci sono altre distribuzioni che lo sono molto di più anche nella loro filosofia, poi che Ubuntu sorelle e derivare siano quelle che sono più facili da installare gli ne diamo tutti atto, ma non per questo bisogna difendere ogni vaccata esca fuori con il logo di Ubuntu, anche perchè se no poi non ci si deve lamentare se si viene etichettati come fanboy…

          • Daniele Cereda

            ma ancora gli stai dietro?lascia stare è una nuova generazione…i fan boy ubuntu-canonical.mark….

        • UbuntuWillRule

          Non mi pare ci sia niente di idiota nel mio commento. E se ci dovesse essere, ti prego di argomentare.

          • daniel88

            Spiegami che senso ha il tuo commento, XfceEvangelist pensa che sia inutile e anche io, quindi cosa centra l’atteggiamento disfattista? e perché sarebbero parole sprecate? lo sono quanto lo sono le tue, tu arrivi e giudichi gli altri però se fanno lo stesso con te vai in puzza.

          • UbuntuWillRule

            Sai perche’ e’ disfattista? Perche il piu’ delle volte, ed anche in questo caso, quando si da attenzione ad un ambiente quale e’ Unity o Ubuntu Touch, parecchie persone entrano in gioco con approcci del genere. Percio’, sarebbe molto meglio, invece di tirare sassi agli altri, starsene un pochino zitti e pensare a quanto e’ piu’ interessante per noi.

      • XfceEvangelist

        “la maggior parte delle personalizzazioni e’ perfettamente inutile”, si è vero tant’è che tantissima gente ha abbandonato Unity e Gnome Shell per passare a valide alternative quali XFCE dove l’utente diventa il padrone del proprio desktop environment e lo personalizza come meglio crede e non deve sottostare a scelte decisionali di qualche team che si sveglia al mattino e pensa di poter unificare le realtà desktop e touch.

        Unity è stato un fallimento e pure Ubuntu Edge seguirà a ruota.

        • UbuntuWillRule

          Hai ragione, infatti il 95% delle (purtroppo poche) Aziende che producono computer con installato Linux, lo fanno con Ubuntu e con Unity. Non lo considererei un fallimento! Se a te piace XFCE, sono cavoletti tuoi, mica ti vengo a criticare, ma trovami solo un esempio di una Azienda che utilizza questa interfaccia grafica montata su di un computer per poi metterlo in commercio. Forse le varie System76, Dell, Asus, ZaReason e compagnia bella avrebbero qualcosa a ridire.

          • Daniele Cereda

            sei grandioso,comico oltre ogni limite…system76 è una micro azienda americana che non vende oltre i suoi confini e che,per tua info,contattati per avere delucidazioni su un prodotto,mi hanno risposto che volendo mettono ogni distro che l’utente vuole sul pc che ordini,Dell ha fatto solo un pc venduto a prezzo esorbitante per gli sviluppatori …pezzi venduti…praticamente nessuno,tranne 4 infoiati di ubuntu resta in ordine online e null’altro…Asus…idem con patate…
            di grazia,dove sarebbero tutti questi prodotti di grandi aziende che montano ubuntu di default con vendite ragguardevoli?

          • Barrnet

            Se entri anche in un semplice “Trony” vedi che i pochi netbook ancora in vendita o perfino alcuni ultrabook di fascia bassa (per intenderci i nuovi “netbook”: processore atom e schermo da massimo 12 pollici) montano spesso Ubuntu. Io sono rimasto piacevolmente sorpreso l’ultima volta che sono entrato da un Trony: nella parte di scaffale dove tenevano alcuni pc accesi per dimostrazione ho notato, ad occhio, un bel 5-6 pc con ubuntu e unity.

          • Daniele Cereda

            “un trony” non vuole dire nulla…per quanto ne sai l’hanno montato perchè erano residuati di magazzino senza a bordo nulla e per fargli fare scaffale hanno messo qualcosa che girasse a costo zero.differente è dire che una grossa azienda come Asus o Dell manda i suoi prodotti in vendita alla grande distribuzione con a bordo ubuntu e ha una intera linea di vendita con quel prodotto.ragazzi piedi per terra:si parla di marketing e vendite su larga scala,non di cosa ci propina “gigi il puzzone” nel suo negozietto di PC….Trony è una grande catena di vendita che non si è mai sognata di volantinare con offerte nazionali mettendo il marchio UBUNTU su un pc….nel tuo caso il direttore locale avrà fatto quella mossa di sua iniziativa per tentare di spingere un prodotto da svendere….tutto qui…il nostro fanboy vuol far credere che colossi come Asus invece normalmente vendono pc con ubuntu alla stregua di W8…..

          • Gustavo

            in realtà asus e dell hanno fatto accordi con ubuntu perché è la distro più famosa, però li hanno fatti prima che uscisse unity.. Insomma se lo sono ritrovato. I commenti negativi generalizzati su questa scelta da parte degli utenti di ubuntu non è una buona pubblicità e penso che a breve non vedremo più ubuntu negli store.
            Credo verrà sostituito da tizen molto presto.
            Detto questo il computer più venduto con linux è l’hp 630 (e 650) con suse che hp monta solo perché è gratis consigliandoti di metterci windows (boicottaggio in piena regola)..

No more articles