Il Kernel Linux compie 22 anni, nato per semplice uso personale, attualmente è presente nella stragrande maggioranza di smartphone e tablet, server, router, pc, auto, tv, aerei ecc.

 Kernel Linux
Il 25 agosto 1991, Linus Torvalds studente ventunenne della Università di Helsinki annunciava la prima versione 0.01 del Kernel Linux: “Sto programmando un sistema operativo (gratuito e solo per hobby, non vuole essere grande e professionale come GNU) per cloni di AT 386(486). È in preparazione da Aprile, e sta iniziando a funzionare. Mi piacerebbe sapere cosa vi piace e non vi piace in Minix, siccome il mio Sistema Operativo gli assomiglia in parte (fra le altre cose, lo stesso layout fisico del filesystem, per ragioni pratiche).
Ho convertito la shell bash (v.1.08) e GCC (v.1.40), e sembrano funzionare. Ciò denota che otterrò qualcosa di funzionante in pochi mesi e mi piacerebbe sapere quali funzionalità vuole la maggior parte della gente. Ogni suggerimento è ben accetto, anche se non posso promettervi che lo implementerò.”
Da quell’annuncio molti sviluppatori si avvicinarono al progetto tra questi anche Richard Stallman con il quale nacque GNU/Linux.

Attualmente il Kernel Linux non è solo presente nelle varie distribuzioni ma anche in smartphone e tablet Android, in tv di nuova generazione, automobili, server, router, autoradio, lavatrici, orologi ecc.
In questi anni lo sviluppo del Kernel Linux ha portato moltissime novità fornendo un supporto completo per la stragrande maggioranza di hardware presenti sia in nuovi che vecchi pc.
Tutti queste migliorie arrivate dal Kernel hanno reso le distribuzioni Linux molti più stabili, sicure e performanti garantendo il supporto per la stragrande maggioranza dei personal computer e server attualmente disponibili sul mercato.
In questi anni Linus Torvalds e tutti gli sviluppatori del Kernel si è impegnato molto per rendere Linux com’è oggi battendosi con aziende come Nvidia per migliorare il supporto, lottando con aziende che hanno cercato in vari modi di tagliar fuori Linux (vedi Uefi Secure Boot) e i tanti progetto open source sviluppati in tutti questi anni.

Grazie a Linus Torvalds e ai tanti sviluppatori e normali utenti che ogni giorno lavorano sullo sviluppo del Kernel affinché perché questo possa garantirci non solo un’ottimo supporto per il nostro hardware ma anche stabilità e soprattutto sicurezza.

Auguri Kernel Linux

No more articles