Chris Burton e Leeran Raphaely di Icebox Studios hanno realizzato un nuovo cortometraggio realizzato con Blender, programma open source di grafica 3D.

En Passant
Blender è uno dei più conosciuti ed apprezzati software open source di grafica 3D. Presente nei più repository ufficiali delle principali distribuzioni Linux, Blender dispone di strumenti di modellazione, animazione, rigging, compositing e rendering di immagini tridimensionali. Dispone di molti strumenti utilizzati da professionisti come mappature UV, simulazioni di fluidi, di rivestimenti, di particelle, altre simulazioni non lineari oltre a disporre di un gestione e compositore di applicazioni e giochi 3D. Blender è un software utilizzato anche per creare film d’animazione, dopo il successo di Sentinel approda in rete il nuovo musical animato En Passant creato da Chris Burton e Leeran Raphaely e pubblicato dalla Icebox Studios.
En Passant è un cortometraggio della durata di 15 minuti e deve come protagonista una giovane ragazza che dovrà vedersela con spietati gangster. La realizzazione di En Passant ha richiesto ben due anni di lavoro con oltre 40 artisti  (attori, musicisti cantanti, sviluppatori ecc).
En Passant dimostra chiaramente come le applicazioni open source possono creare progetti professionali di alta qualità, il cortometraggio ha vinto al recente Gerry Goldsmith Awards 2013 il primo premio come miglior film d’animazione e miglior canzone.

Home En Passant

  • è pazzesco..stento a crederci che sia fatto con il Blender..pazzesco..

    • garuax

      Ma guarda che i plugin che vengono usati sono a pagamento e costano pure un sacco di soldi!! 🙂

      Come per la musica. I programmi sono una cosa, i VSTi (strumenti virtuali) sono poi quelli che, a pagamento, rendono il lavoro eccezionale.

      Niente è gratis, se vuoi produrre con grande qualità.

      • giuseppe

        i plugin non sono a pagamento, e blender gimp inkscape linux libre office apache postgresql…… sono opensource…. la prova che quello che dici è sbagliato

        • Questa adesso la voglio sapere bene..sono a pagamento o no?!

          • Matteo Iervasi

            Alcuni si, alcuni no.

            Ora Blender non lo conosco, ma per LMMS, che mio fratello usa per comporre canzoncine di vario genere, ho trovato un sacco di VST, di cui quelli più belli erano ovviamente a pagamento, mentre altri, che permettono alla fine di fare le stesse cose solo che devi magari smanettare di più, erano gratis.

            Talvolta trovi anche VST open source, solo che non so quanti siano e dove prenderli…

          • garuax

            Per esempio. Ardour. Programma meraviglioso per fare musica con linux. Ci ho prodotto tante cose. Perfetto se gli strumenti sono reali. Ma se vuoi virtualizzare, un VSTi professionale come quelli della East West (ti ho citato il più scrauso tra i professionali), non possono essere caricati. E devi accontentarti di VSTi che si trovano in giro. Ma scarsi. Esistono anche plugin fichi e gratis, ma sottolineo: una piattaforme professionale che deve virtualizzare a scopo professionale, non può prescindere da plugin a pagamento.

        • garuax

          certo che il mondo open è pieno di saccenti: tutto ciò che renderizza con qualità professionale, costa. Dalla musica, alla grafica. Non si scappa. Se ti accontenti di poco invece, se non ci devi campare, allora puoi tirare avanti con poco.

          Per la precisione.

          1) in GIMP manca il sostegno professionale alla quadricromia. C’è solo un surrogato che funziona male.
          Quindi in stampa, se ti accontenti, godi.

          2) libreoffice. Avrei capito se mi avessi citato MatLab, ma libreoffice non può importare plugin complessi per ricerche in campo medico, ad esempio… Ottimo programma, ma non a scopo di ricerca.
          E cmq…

          3) postgresql, libreoffice, ecc…: sogno o stiamo parlando di multimedia e plugin? La tua frustrazione quanto è alta?

          Per il resto, c’è tanta esperienza che evidentemente non hai e un po’ di ignoranza e saccenza. Ciao

    • Come… stenti a crederci… blender è un signor programma e se bazzichi per i forum trovi estensioni eccezionali.
      Forse l’unico cosa non proprio al top è il game engine, ma per il resto l’opensource è in grado, di tanto in tanto di partorire capolavori

  • Gianky_Fashion

    Mah, non mi piace molto a dir la verità, i personaggi non son fatti bene, con il Mac e Maya si può fare di meglio e lavorare meglio e lisci grazie alle potenzialità del Mac. Grande

    • Si perchè Maya c’è solo per OSX…poi con le strapotenti schede grafiche da portatile che ti danno oh mio dio…

    • Dea1993

      quoto in pieno fesion, ma poi che cavolo vuol dire “grazie alle potenzialità del Mac”.

      cosa credi che i personaggi li hanno fatti così perchè con blender non è possibile farli meglio?? li hanno fatti così perchè devono avere quello stile.

      dai aspettiamo di vedere il tuo film d’animazione fatto con il tuo potentissimo Mac da 2000 euro (che vale quanto un PC normale da 600-700 euro) e il tuo amatissimo Maya.

      contatta roberto quando il film è pronto, non vediamo l’ora di vedere la supergraficona che riesci a tirar fuori

      • Da notare che su quasi tutti i mac Apple utilizza schede grafiche integrate di intel

        • Dea1993

          ahahah vero oppure nei mac più potenti mettono schede grafica AMD di facia bassa.

    • Ermy_sti

      bisogna vedere che motore di renderig si utilizza..questo ad occhio mi sembra blender render..cycles è già meglio se poi vai ad utilizzare quelli a pagamento hai dei risultati impressionanti…è inutile criticare se non si sa di cosa ssi stia parlando http://www.youtube.com/watch?v=G_BjgB9INH4

  • eticre

    Sbagliato… è tutto sbagliato!

    Il pedone non va in quella direzione !!!

  • Tommaso Padovano

    Un musical veramente fatto bene.
    ps: consiglio a tutti di vedere Sintel che è meraviglioso

  • fatto molto bene!

No more articles