Songbird chiude definitivamente il player multimediale open source non verrà più sviluppato anche se i sorgenti rimarranno disponibili per sviluppatori che vorranno riprender in mano il progetto.

Songbird su Ubuntu Linux
Songbird è un player audio multimediale open source basato sulla piattaforma XULRunner di Mozilla e GStreamer per la riproduzione dei file audio e SQLite come motore per la libreria multimediale. L’idea di Songbird è quella di fornire un completo player audio multimediale con funzionalità interattive come supporto per servizi web di musica in streaming e accesso a vari portali dedicati come YouTube, Vimeo, Wikipedia ecc il tutto all’interno del browser. Dall’aprile 2010 gli sviluppatori Songbird hanno annunciato che le versioni per Linux non saranno più supportate in modo ufficiale anche se la versione in fase di sviluppo rimarrà disponibile anche per Linux. Per questo motivo è nato il progetto Nightingale fork di Songbird sviluppato per essere disponibile anche per Linux oltre ad  aggiungere ottimizzazioni per una maggiore stabilità e un minor consumo di risorse.

Eric Wirttman, CEO di POTI (Pioneers of the Inevitable) azienda che finanzia il supporto di Songbird, ha annunciato sul blog ufficiale che per motivi finanziari lo sviluppo di Songbird cesserà e POTI non finanzierà più il progetto a partire dal 28 giugno. Nato nel lontano 2006 il player forniva moltissime funzionalità che però andavano ad aggravare i consumi di risorse rendendolo sia molto lento che inutilizzabile soprattutto in pc datati. Songbird non verrà più sviluppato anche se i sorgenti rimarranno disponibili nella pagina del progetto in modo tale che nuovi sviluppatori potranno utilizzarli per continuarne lo sviluppo oppure avviare progetti dedicati.

Home Songbird

No more articles