Mark Shuttleworth
A poche settimane dal rilascio di Ubuntu 13.04 Raring e dal secondo UDS Online, è già iniziato lo sviluppo di Ubuntu 13.10 Saucy e del nuovo Unity Next / 8 basato sul nuovo server grafico MIR.
Il fondatore di Canonical, già prima dell’UDS Online 13.05, nel proprio blog aveva indicato quanto siano importanti per Ubuntu questi mesi che precedono il futuro rilascio della versione 14.04 LTS che porterà definitivamente Ubuntu sia su pc desktop che smartphone e tablet.
In una recente conversazione via IRC sul canale ubuntu.com Mark Shuttleworth ha parlato dello sviluppo di Ubuntu e dei progetti correlati, compreso l’attesissimo Ubuntu Touch, sistema operativo mobile che potrebbe portare una svolta nel futuro di Ubuntu.
Alcuni utenti hanno chiesto al fondatore di Canonical se non sia troppo rischioso portare Unity 8 (versione Qt/QML basata su MIR) per la prima volta su Ubuntu 14.04 LTS, senza testarla magari su Ubuntu 13.10. La risposta di Shuttleworth indica che è necessario aspettare prima di prendere decisioni a riguardo, anche se per ora l’arrivo di Unity 8 è previsto di default solo in Ubuntu 14.04. Già molti utenti e sviluppatori avranno modo di testare Unity 8 / MIR su Ubuntu 13.10 tramite un PPA dedicato, mentre Unity 7.0 verrà ottimizzato in questi mesi per ottenere più stabilità, completezza e performance.

Shuttleworth inoltre ha parlato anche di MIR e del supporto per le schede grafiche Nvidia e AMD, indicando che è ancora presto per dare informazioni a riguardo, anche se è sicuro che il nuovo server grafico interamente sviluppato da Canonical sarà di qualità e in grado di offrire ottime prestazioni. Il fondatore di Canonical ha parlato anche di KDE e GNOME, segnalando che i rapporti non sono molto amichevoli anche se l’azienda cercherà di poter collaborare il più possibile con i 2 progetti. Si è parlato anche di Canonical e la collaborazione tra le aziende produttrici di device, indicando che solo negli ultimi 6 mesi sono stati rilasciati diversi modelli di pc HP, Asus, Dell ecc in Europa e in altri continenti con Ubuntu preinstallato, e anche altri modelli stanno per approdare nel mercato. Alcuni utenti hanno chiesto un parere su Microsoft Windows 8, il nuovo sistema operativo che come Ubuntu ha cambiato radicalmente l’esperienza utente a confronto delle versioni precedenti. Per Shuttleworth, il nuovo Windows 8 è stata una scelta audace e con una giusta visione, ma il cambiamento è solo l’inizio. Sono state inoltre espresse opinioni favorevoli riguardo allo sviluppo di Windows Azure, piattaforma proprietaria per cloud computing che supporta anche immagini di Linux.
Insomma le speranze da parte di Shuttleworth sono davvero molte, compreso il traguardo di 200 milioni di utenti entro il 2015 che secondo il fondatore di Canonical sarà raggiungibile sopratutto grazie all’arrivo di Ubuntu Touch. In questa pagina potrete trovare tutta la discussione tra Shuttleworth e gli utenti Ubuntu via IRC. Ringrazio il team omgubuntu fonte dell’articolo.
No more articles