Di recente abbiamo visto come nel mercato dei pc Windows rimane il sistema operativo numero uno al mondo con il 90% del mercato, al secondo posto invece troviamo Mac con il 8% circa troviamo Mac ed infine Linux con il 1/2%. Nove personal computer su 10 hanno preinstallato Microsoft Windows sistema operativo presente nella stragrande maggioranza dei pc desktop e portatili che troviamo nei negozi (a parte qualche Mac). Nel settore mobile dove si ha una più ampia scelta di sistemi operativi disponibili le cose cambiano, difatti Microsoft con il suo Windows Phone è solo il 3% del mercato (almeno negli USA) a dominare è invece Android sistema operativo mobile di Google basato su Kernel Linux.
A confermare il primo posto di Android nel mercato statunitense è il servizio Mobilens di Comscore in una recente ricerca sui trend del settore smartphone. Nel mercato USA il sistema operativo mobile più utilizzato è Android con il 51,7 per cento segue Apple con il 38.9% al terzo posto invece troviamo BlackBerry con il 5.4% e successivamente “mamma” Microsoft con 3.2% superiore solo al “povero” Symbian con il 0.5%.
Per i Vendor ossia le prime aziende produttrici troviamo Apple con il 38.9%, seguito da Samsung con il 21.3% e HTC con il 9.3% seguono Motorola 8.4% e LG 6.8%.

Nell’ultimo anno Apple (4%) è cresciuta maggiormente di Samsung (1%), stessa cosa per Android che ha riscontrato un piccolo calo confronto l’anno precedente.
La particolarità che differenzia il mercato mobile da quello pc è quindi la scelta il cliente può scegliere non solo del dispositivo ma anche del sistema operativo preinstallato. Se anche nei pc potessimo avere questa scelta (esempio avere sia pc con Windows che Linux nei negozi) molto probabilmente il vantaggio di Microsoft sui pc sarebbe molto inferiore confronto adesso.
W Linux e sopratutto la possibilità di scegliere 😀
  • EnricoD

    ancora c`e` gente che gira con Window Phone? hahahaha …
    preferirei Symbian!
    Ah! povero Symbian davvero… ai tempi del Nokia N70 Symbian s60v2 era uno spettacolo… quanto mi manca il mio N70…
    Android alla fine si prendera` quasi tutto il mercato, al 70% ci arrivera’ di sicuro… staremo a vedere se i prossimi aggiornamenti saranno decenti e utili soprattutto a migliorare l’esperienza software…
    anche se Google aggiorna troppo spesso secondo me… non fai a tempo a mette JellyBean che due giorni dopo annunciano la 5.0…
    vedremo… ma gia’ si parla di un 5.0 per i soli terminali co un quad-core …
    bah
    secondo me e’ una grande cazzata… speriamo che non sia cosi.
    Apple, quando gli utenti si renderanno conto che iOS e gli iPhone non contengono piu innovazioni ma sono peggiorati molto, si terra’ un 15% e poi il prossimo anno quando ci saranno immagini stabili di Tizen OS e Ubuntu Phone, allora queste cominceranno a rosicchiare iOS e Windows Phone prendera’ il posto del povero Symbian e Android dominera’ il mondo!
    😉

    • ale

      Sembra che android 5 slitti ancora… comunque google di solito rilascia una nuova versione ogni 6 mesi,non è che sono aggiornamenti così frequenti
      Quella dei terminali quad core non ha senso,è una limitazione che non possono mettere,magari lo possono consigliare per terminali quad core ma poi uno lo può installare anche su un dual se vuole,e comunque si parla di un os più leggere rispetto al 4.x che è molto pesante,soprattutto consuma molta ram

      • EnricoD

        speriamo … cosi lo installo sul nexus…

      • floriano

        butteranno buona parte della dalvik machine? o magari la maggior parte delle applicazioni non girerà sotto di essa?

    • floriano

      tra l’imcompleto windows phone e symbian preferirei ancora quest’ultimo (che ormai ha senso comprare solo se ci si accontenta di quello che è disponibile come parco applicazioni)

      • EnricoD

        Symbian… Anche Io

    • Rand al Mucck

      Su Apple non saprei dirti, deve parte del suo successo al fatto di essere riuscita a fare community tra i suoi utenti e parte alla potenza del suo marketing. Senza steve jobs le cose sono un po’ peggiorate, la gente lo venerava come un dio e non si cambia dio su due piedi. I prodotti del dopo-jobs alla lunga sembrano sempre gli stessi: più grande/più piccolo/più medio/bianco/nero/ecc. ma sempre lo stesso icoso è. Persino le pubblicità cominciano a stancare.

      Può darsi che la community continuerà a seguire il verbo della mela qualsiasi c*g*t* gli propini, ma chi non ha mai scelto apple non penso lo sceglierà ora.

  • Sam

    Android su mobile è il so che preferisco,ma l’unica pecca oltre ai virus sono gli aggiornamenti limitai solo ad alcuni cellulari…
    Che come scopo ha l’acquisi di modelli più recenti…
    Tralasciando questo,android domina 😀

  • ale

    Dubito che se windows non fosse preinstallato la gente userebbe linux,al più si fanno installare windows craccato da un amico,linux il 90% della gente manco sa cos’è

  • Marco Baroncini

    Non credo che la diffusione di Android dipenda da Android stesso, men che meno dal suo basarsi sul kernel Linux (purtroppo!). Almeno da un punto di vista commerciale. Non dico la totalità, ma sono convinto che una fetta cospicua delle persone che oggi acquistano un nuovo telefono si curino ben poco del sistema operativo montato. Ritengo che i metri di giudizio siano ben altri: il costo (non di certo sottovalutabile, soprattutto in tempi di crisi), le dimensioni, l’estetica (sia esteriore sia dell’interfaccia) e via dicendo. Considerato l’essere Android una vera e propria gallina dalle uova d’oro per i produttori hardware (che si ritrovano gratuitamente un sistema operativo di base già bello che impacchettato, pronto da essere solamente rifinito e, semmai necessario, modificato in piccola parte), ne ha permesso lo sbarco su modelli tra di loro anche significativamente differenti. Questo ha comportato l’entrata nel mercato di terminali sì Android, ma che per buona fetta venivano comperati non tanto per un’affinità nei riguardi del robottino, quanto per la loro capacità di rispondere alle esigenze più disparate. Il che, sia chiaro, non è assolutamente un male, anzi! Tuttavia secondo me sarebbe altrettanto interessante riflettere sulla vendita del singolo terminale, vero indice in grado di sottolineare la libertà e la consapevolezza di scelta dell’utente. Da questo punto di vista, è necessario ammettere che Apple, grazie al suo iPhone ed alla sua grande abilità sia nella costruzione dei dispositivi (definire gli “i-cosi” delle schifezze vorrebbe dire basarsi solamente su un giudizio prettamente personale) sia nella loro pubblicizzazione (diciamocelo, spesso un po’ troppo “divinizzante”), nonostante il galoppare degli anni, riesce ancora a reggere in maniera più che decente.

    • EnricoD

      quoto

    • Matteo Iervasi

      Si ti devo dare ragione per esperienza diretta.
      Quando parlavo di linux agli amici per quello che era, mi dicevano in faccia: “Ma chi se ne frega dell’open source e della libertà, a me interessa che sia economico, veloce e facile da usare, ma soprattutto che funzioni, come il mac”.

      Quanto mi da fastidio quel “come il mac”. Ora alcuni miei compagni stanno provando ubuntu, ad alcuni gliel’ho configurato direttamente a casa, quindi non hanno problemi di driver, ecc.

      Secondo me se vendessero molti più pc con ubuntu o qualunque altra distro user-friendly (che non sia tipo Arch Linux o RHEL), con tutto preconfigurato allora venderebbero moltissimo, dato che costerebbero meno i pc e l’utente ha tutto pronto senza dover configurare, ecc.

      • Ajeje Brazorf

        Concordo pienamente!

      • EnricoD

        Quoto… Linux Mint ad esempio lo sanno usare pure mia madre e mio padre…

  • tommaso

    il 90% degli utenti attuali usa un pc o tablet per navigare chattare giocare su facebook scrivere qualcosa con word per queste funzioni base linux windows sono eccessivi inutili il futuro sta nella miniaturizzazione dei dispositivi hardware integrandoli dentro orologi occhiali corpo umano…

    probabilmente linux windows in futuro verranno utilizzati solo da professionisti che necessitano di applicazioni specifiche che richiedono un’elevata potenza di calcolo o archiviazione…

No more articles