Ubuntu e i problemi con USB 3.0, ecco come risolverli

9
654
pc con Usb 3.0

In molti nuovi personal computer desktop e portatili sono presenti alcune porte USB 3.0 le quali a differenza della versione 2.0 sono in grado di trasferire dati dieci volte più velocemente con una velocità di trasferimento di circa 4,8 Gbit/s (l’equivalente di circa 600 MB/s), contro gli attuali 480 Mbit/s delle USB 2.0 utilizzando due coppie intrecciate ad alta velocità per la modalità “Superspeed” e il supporto di connessioni ottiche (via).
Il kernel Linux supporta nativamente le USB 3.0 già dai primi rilasci anche se può succedere che la velocità di trasferimento dati non sia cosi veloce quanto si possa credere.
Trasferire dati dal nostro pc ad un’hard disk esterno o pendrive USB 3.0 dovrebbe essere molto veloce ma in alcuni casi il trasferimento è più lento confronto un collegamento con le USB 2.0.
In caso si noti questo problema basta semplicemente effettuare una piccola operazione nel bootloader Grub ed avremo la nostra USB 3.0 veloce e funzionale.

Avviamo il terminale e digitiamo:

sudo nano /etc/default/grub

e nella riga

GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet splash"

inseriamo pci=nomsi in modo tale che diventi

GRUB_CMDLINE_LINUX_DEFAULT="quiet splash pci=nomsi"

salviamo il tutto cliccando su Ctrl+x e poi s.
Aggiorniamo il Grub digitando:

sudo update-grub

e riavviamo la nostra distribuzione.
Al riavvio avremo USB 3.0 su Ubuntu perfettamente funzionante e sopratutto veloce.